lunedì 13 dicembre 2010

Un Diario per Amico.





Ringrazio la cara amica Patrizia per le segnalazioni fornitemi. Questo articolo inizia con dei ringraziamenti: perché? 

Perché è tutto ribaltato a questo mondo, per cui capovolgere ciò che è ribaltato significa “raddrizzare”. Il concetto si applica molto bene anche al termine “Antisistema”, ossia alla “negazione del Sistema”. 

La legge d’ottava che si impantana nei semitoni, come quasi usualmente ci succede, produce una inversione del suo “cammino”, dando luogo all’inversione della spinta originaria. Se, dunque, oggi viviamo nella negazione del Sistema è perché delle “azioni” relative a degli intenti positivi, sono decadute nelle spire dello smarrimento dei semitoni della scala musicale e, senza uno shock addizionale, non hanno trovato nuova linfa per il proprio proseguire, per cui, con il tempo e la smemorizzazione del sé, sono degenerate nel loro esatto contrario. Proprio come un boomerang, che torna sempre indietro ma con effetto opposto all’intento originario: il voler colpire o lanciare, diventa l’essere colpiti.

Azione – Reazione.

Nello scenario 3D, fluttuante tra un minimo ed un massimo, possiamo soggiornare in diverse modalità:
  • avendo una mente che registra il passato, tramite un loop di abitudini
  • avendo una mente che scrive il futuro, attraverso una modifica del modo di pensare
Il perché di questa differenza e la spiegazione dei due stati è direttamente usufruibile dai dvd di Joe Dispenza che sono liberamente accessibili su Youtube a questi indirizzi:

Devo anche ringraziare gli amici Domenico e Loredana per la grande pazienza nel sopportare le mie continue “paturnie” anche troppo "colorite", e l’amica Loredana per la costanza dimostrata nel sopportare le mie pressanti esternazioni nel lungo pellegrinaggio di questa travagliata esistenza. Grazie di Cuore amici!

Nulla succede per caso. Ne sono certo. Per cui, ciò che mi è successo in questi ultimi due anni, ha certamente una o più morali da comprendere: e non è assolutamente facile

Scrivo questo, perché non voglio passare né per uno sbruffone né per un ritenuto Messia, riversando giornalmente nel Blog il mio punto di osservazione. 

Questo è un diario di una esperienza, delle tante, di Vita. Tutto qua. 

Non ho nessuna pretesa di salvare il Mondo. Non intendo salvare nessuno, al di fuori del mio senso di esistenza in Terra. Se poi, “salvando” me stesso, posso essere d’aiuto ad altri: ben venga anche questo processo. È sempre una questione di “risonanza” e di “vibrazione”. Termini forse anche abusati, ma che esulano dal normale concetto di comunicazione tra esseri umani “medi”, magari al bar, di fronte ad una tazzina di abitudinario caffè torcibudella.

A me il caffè fa letteralmente schifo: ma quanti me ne sono bevuti in passato? E perché? Perché la mia mente andava a ruota del passato. Per non fare figure? Per il gusto di una sana consuetudine? Perché faceva piacere agli altri? Bevevo io perché faceva piacere ad altri! Wow.
Ma, ora che ci penso… Non sono molto diverso anche oggi. Dunque? Scrivo una cosa e ne faccio un’altra. Sempre meglio, non trovate?

La coerenza è davvero difficile da mantenere. Bene, anzi male. Ho deciso di scrivere di me, da oggi, aprendomi al web. Basta pontificare indirettamente ed in maniera indistinta. Questo spazio è un diario e come tale deve rimanere, anzi deve “essere”…
Aprirò le porte del mio Mondo, del mio “Museo”. Ciò che ne uscirà sarà il frattale di ciò che è inerente al senso dell’evoluzione inserita nel ciclo della Vita: il cercare di comprendere se stessi.

Ho sempre sostenuto che “porto tempesta”. Sarà vero?

Concludo, per oggi, riportando il materiale segnalato dall’amica Patrizia. “Amica! Porta pazienza anche tu con me. Grazie”. Non posso citare la fonte perché è materiale tratto da una e-mail. Ciò a proposito di “coerenza”. Non dimentichiamo che viviamo in un reame duale, nel quale per ogni “cosa” esiste sempre l’esatto suo opposto. L’equilibrio è una preziosità ancora solo intuibile, almeno per me: 

Buona  giornata...

Dicono  che tutti i giorni dobbiamo mangiare una mela per il ferro e una  banana per il potassio.
Anche un'arancia per la vitamina C e una tazza di thè verde  senza zucchero per prevenire il diabete.
Tutti i giorni dobbiamo bere due litri d'acqua (sì, e poi  pisciarli, che richiede il doppio del tempo che hai perso per  berli).

Tutti i giorni bisogna bere un Actimel o mangiare uno yogurt  per avere i 'L.Cassei Defensis', che nessuno sa bene che cosa cavolo  sono però sembra che se non ti ingoi per lo meno un milione e mezzo  di questi bacilli (?) tutti i giorni inizi a vedere  sfocato.

Ogni giorno un'aspirina, per prevenire l'infarto, e un  bicchiere di Vino rosso, sempre contro l'infarto ed un altro di  bianco, per il sistema nervoso, ed uno di birra, che già non mi  ricordo per che cosa era.
Se li bevi tutti insieme, ti può dare un'emorragia cerebrale,  però non ti preoccupare, perché non te ne renderai neanche  conto.

Tutti i giorni bisogna mangiare fibra. Molta, moltissima  fibra, finché riesci a cagare un maglione. Si devono fare tra i 4 e  6 pasti quotidiani, leggeri, senza dimenticare di masticare 100 volte ogni boccone.
Facendo i calcoli, solo per mangiare se ne vanno 5  ore.
Ah, e dopo ogni pasto bisogna lavarsi i denti, ossia dopo  l'Actimel e la fibra lavati i denti, dopo la mela i denti, dopo la  banana i denti... e così via finché ti rimangono 3 denti in bocca,  senza dimenticarti di usare il filo interdentale, massaggiare le  gengive, il risciacquo con Listerine...

Bisogna dormire otto ore e lavorare altre otto, più le 5  necessarie per mangiare, 21. Te ne rimangono 3, sempre che non ci  sia traffico.

Secondo le statistiche, vediamo la tele per tre ore al giorno.  Già, non si può, perché tutti i giorni bisogna camminare almeno  mezz'ora (attenzione: dopo 15 minuti torna indietro, se no la  mezz'ora diventa una).
Bisogna mantenere le  amicizie perché sono come le piante, bisogna innaffiarle tutti i giorni. E anche quando vai in vacanza, suppongo.
Inoltre, bisogna tenersi informati, e leggere per lo meno due  giornali e un paio di articoli di rivista, per una lettura  critica.

Ah!, si deve fare l'amore tutti i giorni, però senza cadere  nella routine: bisogna essere innovatori, creativi, e rinnovare la  seduzione.
Bisogna anche avere il tempo di spazzare per terra, lavare i  piatti, i panni, e non parliamo se hai un cane o ... dei FIGLI???                 
Insomma, per farla breve, i conti danno 29 ore  al giorno.

L'unica possibilità che mi viene in mente è fare varie cose  contemporaneamente: per esempio: ti fai la doccia con acqua fredda e  con la bocca aperta così ti bevi i due litri d'acqua. Mentre esci  dal bagno con lo spazzolino in bocca fai l'amore (tantrico) col compagno/a che nel frattempo guarda la tele e ti racconta, mentre tu  lavi per terra.
Ti è rimasta una mano  libera? Chiama i tuoi amici! E i tuoi genitori. Bevi il vino (dopo aver chiamato i tuoi ne avrai bisogno). Il BioPuritas con la mela te  lo può dare il tuo compagno/a, mentre si mangia la banana con  l'Actimel, e domani fate cambio.
Però se ti rimangono due minuti liberi, invia questo messaggio  ai tuoi Amici (che bisogna innaffiare come una  pianta).
Adesso ti lascio, perché tra lo yogurt, la mela, la birra, il  primo litro d'acqua e il terzo pasto con fibra della giornata, già  non so più cosa sto facendo ... però devo andare urgentemente al  bagno. E ne approfitto per lavarmi i denti....
SE TI HO GIÁ MANDATO QUESTO MESSAGGIO PERÓ PERDONAMI  : É L'ALZHEIMER, CHE NONOSTANTE TUTTE LE CURE NON SONO ANCORA RIUSCITO A  COMBATTERE
 
Infine, una grande segnalazione, sempre da parte di Patrizia. Ecco il link per “usufruire” nientepopodimenoche dello splendore architettonico ed artistico della Cappella Sistina, Giudizio Universale compreso:

Link:  http://www.vatican.va/various/cappelle/index_sistina_it.htm 

Una vera e propria meraviglia, sia l’originale che la sua ricostruzione, durata all’incirca tre anni.
 
Ah, una ultima cosa che ho trovato. Si sa: cosa trovata, cosa da condividere! Bah:

"Importante: NON è vero che i virus sono nell'aria, come ci raccontano i medici allopati e gli "esperti" che vogliono spaventare le popolazioni con la paura delle epidemie (es. influenze tipo Spagnola, Sars, Aviaria, Suina, ecc.) che si diffondono nell'aria che respiriamo, per il semplice motivo che i virus (proteine a DNA con involucro di grassi) NON possono galleggiare e quindi viaggiare  nell'aria, cioè nelle Flugge (bollicine di vapor acqueo in sospensione nell'aria), come ci raccontano i cosiddetti "esperti", gestiti dalle multinazionali dei farmaci e  vaccini, perche essi sono 1.000 volte più grandi della più  grossa bollicina di vapor acqueo (Flugge)!"
Fonte: www.mednat.org