giovedì 12 luglio 2018

Fai quel che “senti” di fare.



Quel luogo è un segreto di Stato...
E dove ha trovato i soldi per comprare una nave?...
Ci sottomettiamo a come è diventato il mondo...
Un monopolio. Ecco cosa voglio...”.
Taboo
Le idee confuse comportano confusione, ma (ma) sostanzialmente… tali idee sono - “a monte”, avendo tutt3 significato - idee esatte, precise, punto di sospensione
E, come tale, lo sono anche le conseguenze finali, seppure attraversino e passino per… ciò che credi essere le tue idee, lo stato di confusione e le conseguenze che sembrano confuse... seppure il mondo vada sempre “avanti” sul/nel medesimo solco d’aratro, dopo che “è già passat3” il rullo compressore AntiSistemico. 
Ti viene, “qua (così)”, come a “mancare” qualcosa che credi essere il senso, il perché… continua a succedere ciò che riattualizzi in quanto a status quo. 
Del resto, anche l’edificio del potere sociale è “mancante” del relativ3 assolut3 vertice, poiché 1) gerarchia e 2) strategia, ovvero 3) interesse (da cui “il caso non esiste”).
Dunque, se (se) non ti accorgi di cosa succede (qualcosa di perfett3 relativamente all’assolut3 che predispone “a monte”, da... oltre ogni curva) è perché ci sono come dei “vuoti” o del “vuoto”, che ti auto separa da te in te/“te”. 
Ed è proprio la forma ambientale, sociale, umana – AntiSistemica – a delineare un simile “paesaggio infrastrutturale”.
Ergo, ogni idea che ti sovviene, è anch’ess3 nella medesima situazione di vuoto ed auto decadimento, dal momento in cui tu vieni meno, ad/da un certo punto, ed inversamente non manca mai il segnale portante AntiSistemico, che è totale rispetto a “te”, causalmente.
Ovvero, qualcosa che puoi persino “ragionare”, dato che è anche logic3. 
Ma (ma) “qua (così” è qualcosa che diventa soprattutt3… giudizio altrui. 
Per cui, ti guardi bene dall’interpretare talune parti che promettono solo ed esclusivamente “guai”, secondo il canone dello standard “stile di vita (paradigma)” usuale, seppure non gradit3 poiché giust3 solamente in parte. 
Quella parte in/su cui... tutt3 desiderano entrare, andando ad auto decretare il successo che la parte ha su/in ogni singolarità ivi soggiacente ed aspirante a penetrarvi. 
Come Terra Promessa a tutt3 ma non per tutt3, di modo che… non venga mai meno la competizione e la concorrenza tra privat3 della propria sovranità. 

E… quando esiste tale “rabbia”, il virus diventa letale, ossia, espone costantemente alla mercé del principio assolut3 che dal punto di sospensione della gerarchia, proiettat3 “qua (così)”, ha giogo facile ambientalmente poiché via apparente di accesso e di uscita dal regno senza alcuna necessità di vessilli esposti al vento, tanto da rimanere immanifest3 seppure ormai ridott3 al rango di eco/dominante, eppure continuamente funzionante, poiché imprinting che l’IA frattale espansa ha dovuto “far propri3”, in assenza di altro segnale portante (grande concentrazione di massa).
Se (se) ti sembra troppo compless3, allora (allora) trova il modo di semplificare l’equazione, ma (ma) “Fai… comunque qualcosa che sia ‘formulare’”, pena il continuare ad ondeggiare nella stessa corrente.


L’atteggiamento apporta modifiche al paradigma, come chi programma la propria programmazione, che diventa la programmazione quando assume soprattutt3 i connotati della personalità magnetica nella giurisdizione che inizia a fare la differenza e… vedi bene, che la giurisdizione massima non è solamente quell3 che riguarda il Globo, bensì, tale parte più apparente ti narra della giurisdizione assoluta che è in te quando ritorni ad essere totale, come una Stella (Sole, ad esempio).
Quindi, non si tratta di partire alla conquista del mondo
Si tratta di ritornare in/a te, in maniera assolut3, costante, coerente, totale. 
Quando ritorni Buco Nero (concentrazione massima), inizi ad emanare segnale portante in grado di essere colt3 dall’IA ambientale, che deve svolgere il proprio compito di ordinaria amministrazione, andando a rivedere la riparametrazione in pesi e misure tra grande concentrazione di massa e giurisdizione planetaria. 
Se (se) il “disegnino” non ti piace e/o non ti dice nulla, modificalo a tuo piacere:
intanto il succo della questione non cambia
poiché
assolutamente in linea con ogni esempio a cui puoi agganciarti.
Ciò succede quando stai immaginando la “cosa” giusta, nel modo (atteggiamento) giusto.

È come risolvere uno schema di parole crociate senza caselle pre annerite e con le definizioni date alla rinfusa:
ti accorgi se stai auto procedendo correttamente
solo quando ciò che inizi ad aggiungere nello/allo schema
assume quel senso tale per cui
ogni aggiunta ti dà esattamente il “sentire”
di essere sulla via corretta al fine di riuscire a…
Quando ciò che scrivi si interseca con senso, percepisci che ti stai avvicinando alla risoluzione dello schema, anche prima di averl3 completat3. Ergo:
l’esperienza che vivrai, la stai già vivendo nel momento in cui i suoi frutti li dà anche da prima del contatto stesso con l’esperienza, fissat3 per il tal momento nel “futuro”.
Ciò che “ricordi” in quanto a sciamanesimo & co., riguarda soprattutt3 tale ambito del “sentire”... che assapori, aspiri, respiri, t’incensi, etc. quando sei dal/nel tuo atteggiamento “formulare”, in maniera coerente, stabile, totale… in maniera tale da costituire un punto fisso da cui poter partire il filo del discorso che non si auto dissolve nel “nulla” AntiSistemico.
Da “lì”, puoi promettere di/che… il mondo sia un luogo “divers3” da come è “ora ‘qua così’”. 
Sempre che tu non assuma l’idea di aspirare a divenire la “nuova” punta dell’iceberg AntiSistemic3, andando a conferire ancora il medesimo tipo di alimentazione allo/nello status quo, in qualcosa dove “tutt3 si trasforma”.
Ora, è già emers3 l’idea Human Coin.
Quale “fine” gli/le stai già dedicando
Qualsiasi sia il tuo/“tuo” approccio, anche se ignori che esist3, va a contribuire al suo “destino” ed al tuo/“tuo” futuro, ritenendo che Human Coin sia qualcosa e “tu” qualcosa d’altr3. 
Nell’atteggiamento “formulare”, riconosci sempre che c’è auto continuità in ogni e-vento “qua”. La dualità, di fatto, è manchevole apparentemente del terzo stato, che la rende evidente per la tri-unità che “è”:
non a caso
l’eco/dominante
è
immanifest3 (automatizzat3, riflesso, memoria, imprinting, destino, via, etc.).
In assenza portante (seppure apparente, a livello di credo) di triangolazione, infatti, qualsiasi “germe (ideale)” che impianti sulla/nella Terra, dà immediatamente luogo ad una scala di oppost3:
caldo freddo
alto basso
bello brutto
ricco povero,
im-possibile, etc.
L3 puoi immaginare come un post programma (seme) che si apre nel momento in cui presenti un’idea, che viene valutat3 in fase al tipo di imprinting ambientale (la “natura” è creazione, ergo, è artificiale/programmazione o riflesso ambientale della grande concentrazione di massa
dell’interesse che “è già success3” e che continua a succedere nel loop IA Terra).
Ecco che se l’idea è “1”, di conseguenza appare “0”, dando luogo ad un albero decisionale monco del terzo incomodo trasversale “eco/dominante”, che devia, interferisce, obbliga, etc. tutt3 ad assumere ad immagine e somiglianza il “proprio” destino o meglio uso e consumo (destinazione d’uso). 
È “lì” che manchi e che dunque devi inserirti a livello d’influenza (pilota). E... “lì” non è un luogo, se non il luogo comune che osservi. 
Quel luogo è un segreto di Stato...”.
Taboo
“Lì” è una zona di potere e d’influenza, il punto di sospensione che ti rende autorevole, portante, centrale e dunque distribuibile ovunque. 
Qualcosa che succede poiché... l’ambiente funziona, senza essere per forza di cose… “Dio”, ma dove l’immagine “Dio” è il simbolo che dimostra quel tipo di compresenza automatica ed interfacciabile se (se) ne hai la facoltà, ovvero, l’atteggiamento chiave in termini di efficacia.
Nel famoso “labirinto” disegnato sul pavimento della cattedrale di Chartres, v’è auto inscritt3 la medesima situazione, a livello sostanziale:
appena partito, la Via ti porta subito vicinissimo alla meta.
Ti sembra di essere già arrivato, basta fare un salto e sei al centro del labirinto.
Ma il salto è impossibile. Devi seguire la Via
Link 
Perchè
A parte tutt3 la “filosofia” che ci puoi ricamare dentro/attorno, non riesci ad effettuare il “salto”, non perchè non puoi, ma (ma) poichè la corrente ti porta via. 
Lo status quo decide anche per “te”. 
Il “salto” è nell’atteggiamento totale
Qualcosa che se ci pensi bene, immaginandoti in una situazione ordinaria, nella società, ti guardi bene dall’auto sostenere poiché ti metterebbe in forte “ridicolo”, ben sapendo quale sarebbe la risposta ambientale, in termini di giudizio altrui. 
E… “tu” hai troppo da perdere “qua (così)”, per poterti permettere di… Vero?
Anche se hai solo le briciole, non le vuoi proprio rischiare. Meglio poco che niente, del resto.
Di conseguenza, ogni idea che ti sovviene... sopravvive nel “tempo” che autorizzi, conseguendo in qualcosa che ha già deciso anche per “te” (prima dell'esperienza).
Georges Ivanovič Gurdjieff, mistico armeno, formulò la cosiddetta legge del Sette anche conosciuta come legge dell’Ottava secondo la quale l’Universo consiste di vibrazioni poiché ogni cosa è energia. 
Queste vibrazioni sono incostanti, mutano alzandosi e abbassandosi. In alcuni momenti la vibrazione rallenta, poi riprende normalmente finché arriva al punto massimo.
I punti di rallentamento sono due:
il primo quasi all’inizio della vibrazione, il secondo verso la fine.
La legge è applicabile in tutti gli ambiti della vita e spiega perché in tutte le forme vibrazionali esistono delle fasi in cui la vibrazione necessita di una spinta esterna per rimanere lineare…
La prima deviazione della vibrazione dipende da una decelerazione e dal semitono mancante, come si può evincere dalla scala musicale composta da Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si, Do.

Tra il Mi e il Fa, e poi tra il Si e il Do, quindi all’inizio e verso la fine della scala, non c’è un semitono (il tasto nero) che è invece presente fra le altre note.
L’assenza del semitono è come un vuoto che provoca un rallentamento, una deviazione dall’intento iniziale, persino mentre laviamo i piatti.
Ecco perché dopo l’entusiasmo iniziale per un nuovo progetto, per esempio, iniziamo ad annoiarci e a rallentare perdendo la voglia di fare.
Dopodiché l’impulso riprende, la retta prosegue fino al secondo intoppo che segna, di solito, la fine del progetto introducendo emozioni negative, correzioni, cambiamenti che deviano completamente il proposito iniziale.
Per completare l’ottava interiore è indispensabile mantenere l’attenzione alta durante tutto il percorso. Se ci facciamo distrarre dalle deviazioni e perdiamo l’attenzione, l’ottava va degenerando e a un certo punto diventa irrecuperabile.
Link
I punti di rallentamento sono due:
il primo quasi all’inizio della vibrazione, il secondo verso la fine…
all’inizio e verso la fine della scala, non c’è un semitono (il tasto nero) che è invece presente fra le altre note…
appena partito, la Via ti porta subito vicinissimo alla metaTi sembra di essere già arrivato, basta fare un salto e sei al centro del labirinto. Ma il salto è impossibile. Devi seguire la Via

Un qualunque oggetto fissato ad un punto di sospensione e soggetto alla gravità costituisce un pendolo…
Link 
Il pendolo ha due momenti (punti) di fermata (rallentamento ed apparente inversione):
i due “fine corsa”
che sono disposti più o meno in “altezza”
motivo per cui la “gravità” non si oppone ma (ma) autorizza proprio a…
È come ricorrere alla pendenza del/nel territorio, al fine di progettare un modello funzionante ed automatico di scorrimento delle acque = gerarchia, controllo “a monte”, immanifestamente (progetto, interesse, proprietà privata, possesso, leva, wireless, “Dio”… eco/dominante, destino, incanto, abitudine, loop, etc.).


La regola del pendolo dice:
Fai come faccio io”.
E ciò significa:
cambia te stesso, tradisci te stesso, segui gli stereotipi diffusi.
Nell’aspirazione a corrispondere al modello del successo altrui, l’uomo si perde e diventa profondamente infelice, poiché stare al passo con tutti gli standard vigenti è praticamente impossibile, non solo, ma non si deve proprio fare.
Non abbiate paura di violare la legge del pendolo.
Fissatevi da soli gli standard che preferite.
Coloro che infrangono la regola del pendolo diventano o leader o rinnegati. I primi arrivano alle stelle, i secondi si trasformano in reietti.
La differenza tra gli uni e gli altri è che i primi sono sicuri di avere il pieno diritto di violare la legge del pendolo, gli altri, invece, hanno dei dubbi in proposito
Link 
È il “successo” che, dunque, ti autorizza a “credere” di…? 
Divenire leader? In che senso?
Fissatevi da soli gli standard che preferite… = Oltre Orizzonte.
Se (se) rimani sempre nella gerarchia, comunque, il modello funziona ugualmente ma (ma) all’interno di qualcosa che può solo trasformarsi in una “nuova” versione di se stess3.
Human Coin non l3 capisci? Fai attenzione:
non c’è nulla da capire
ma... ricordare partendo dal contrasto con ciò che ti sembra “normale” e che invece ti fa continuamente “soffrire”.
Perché non può esserci alternativa sostanziale?
Solo per un motivo esatto:
perché ti è impedit3.





Dunque, perché esiste un certo volere (interesse) ed una certa compresenza – seppure “eco” – che forzatamente ha sempre la meglio in ogni ambito che minaccia l3 status quo, poiché programmat3 a livello ambientale.
criptovaluta...
Strumento digitale impiegato per effettuare acquisti e vendite attraverso la crittografia, al fine di rendere sicure le transazioni, verificarle e controllare la creazione di nuova valuta; denaro, moneta virtuale
Link 
Tale “termine” è ormai entrat3 nel vocabolario in quanto a “neologismo”. Il che significa:
che esiste, è possibile, è fattibile, è… esempio “vivente”.
Ok?
Ora, perché tale potenziale non dovrebbe essere applicat3 anche a te, in quanto ad essere vivente sovran3 di/in te stess3? 
E, dunque, perché non dovrebbe auto generare ricchezza (valore), ogni nuovo giorno che sei viv3, in maniera tale da conferirti maggiore “serenità”, dal momento in cui “qua (così)” si fonda proprio sulla “necessità” denaro (debito) – lavoro?
È tuo diritto. Pertanto, ne hai diritto. Dunque?
Quando ci pensi ti sembra tutt3 “troppo bell3 per essere ver3”. 
E lasci perdere.
Ti rendi conto? 
Salvo poi continuare a correre da mattina a sera fonda, per sopravvivere (nonostante tale potenziale, che la tecnologia ha già res3 possibile, attraverso molti esempi concretizzati).
Perché (ti) succede? 
L3 puoi vedere e soprattutt3 “sentire”, ad esempio, formalizzando a livello sostanziale il “caso” labirinto di Chartres, il punto di sospensione del pendolo e i due punti di “fermata” del/nel loop, il semitono mancante tra alcune note della scala musicale (uno dei due è proprio attiv3 subito dopo la partenza di ogni attività, percorso, idea, etc.)...
Sei nella gerarchia. 
Tutt3 è controllato e complicato (da) “a monte”, anche se non lo sai e non sei d’accordo. 
Puoi “pregare”. Puoi “sperare”. Puoi “fare” qualcosa. 
Ma (ma) sarai sempre soggett3 a tale forma di firewall ambientale, che non riesci assolutamente a formalizzare, non ritenendo affatto che possa esistere e, dunque, per “te” non esiste seppure c’è.

Allora, puoi continuare a credere che l’economia sia ciò che è descritt3 nei libri universitari e che non ti senti in grado di comprendere, oppure, che ti approfitti della situazione.
Puoi continuare a sopravvivere, insomma.
Puoi credere alle Istituzioni che affermano cose molto complesse, eppure molto semplici da tradurre quando “Fai 1 + 1” e non ti serve... l’integrale della derivata della legge tal de’ tali, etc.
Certo, perché… nella storia deviata, quando un gruppo di persone ha messo chiaramente in atto un modello esistenziale divers3, il metodo scientifico è stat3 bypassat3 in quanto a idea che semplicemente non interessava loro.
Per cui, la risposta “scientifica” ambientale AntiSistemica è sempre stat3 quella del ricorso alla violenza. Ok? L'eliminazione fisica...
Il rullo compressore passa quando il solco dell’aratro si riempie e necessita di una nuova “ripassata”.
Human Coin è la risposta più immediata alla risoluzione di ogni “problema” sort3 in Terra, nella configurazione “qua (così)”.
Denaro (debito) e lavoro, ti sembrano l’unica chiave per l’accesso alla “serenità (pensione)”?
Sei davvero fuori strada. Anzi, sei sulla strada eco/dominante AntiSistemica. Dove continui a lamentarti ma (ma)…
Perché tale valore (Human Coin) dovrebbe essere accettat3 da tutt3?
Perché... chiunque l’auto rigenera ogni giorno e, dunque, si fida di/in tale continuità (come sangue del proprio sangue).
Tale valore, progressivamente, permetterà di auto distaccarsi dal modello speculativo
Sì, perché… ti accorgerai che a te non “serve”.
Pertanto, auto decodificherai che:
ne puoi tranquillamente farne a meno
essendo auto sufficiente, indipendente e sovran3 d3l tuo “destino”.
Potrai scegliere e decidere senza far parte della gerarchia che ti obbliga a… attraverso ogni forma di ricatto, immanifestamente.
Se credi nell’evoluzione, Human Coin è il primo passo - da migliaia di anni a questa parte - che ti può “fare” autenticamente evolvere, lungo la strada che scegli e non nella Via che devi farti andare bene.
Fai… ciò che ‘senti’ di fare”. Perchè... quest3 Spazio (Potenziale) Solid3, si limiterà alla teoria. Per cui, dipende autenticamente da te
Perlomeno, sai in quali mani è il tuo/“tuo” destino.
       
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2018
Bollettino numero 2342