lunedì 30 gennaio 2017

Al di là di tutto, attraverso tutto: il significato di tutto (il segnale che si dà al mondo).



Privo di dogmi, il mister campione d'Italia ha voluto stupire tutti. Svolta rock con il 4-2-3-1, inimmaginabile per certi versi, splendida realtà destinata a dominare
Link 
Se (se) analizzi (decodifichi), a livello di simbolismo sostanziale frattale espanso, la “situazione”, reale manifesta, poco sopra citata, probabilmente ti accorgerai delle “chiavi (di potenziale)” celate nell'espressione stessa:
privo di dogmi (al di là della convenzione, con coraggio, senza paura)
il mister campione d’Italia (una personalità già abituata a “vincere”, manifestando il proprio intento, avvezz3 a…)
inimmaginabile per certi versi (quali “versi”? Quelli che decantano le “cose” alla maniera prevedibile, poiché prevista “qua, così”, lasciando l’epica della sostanza oltre all'epica scolastica)
splendida realtà destinata a dominareil “premio” per un certo tipo di atteggiamento, coerente con l’intento).
In questo “caso”, sei alle prese con il “lato tuo, centrale (omettendo dalla ‘formula’, il resto dell’umanità)”, alias:
una forma di Ego, che sfocia nell'interesse di parte, proprio, o meglio… “lato tuo, dominato”.
Il simbolismo viaggia su livelli paralleli, che progressivamente all'erosione/diluizione della consapevolezza espansa, comporta il dimenticare ciò che “sta sopra/prima”, a scapito – proprio – di “ciò che sta sotto/dopo”
Quando, l’espressione – citata anzitempo – si completa “lato tuo/umanità, centrale”?


Quando la situazione inerente, “è” giustizia ad angolo giro:
da qualsiasi gradazione sferica
l’osservi e giudichi “ciò che fai”
coincide con
l’osservano e giudicano “ciò che fai”
rimanendo sempre e “solo”
giustizia
venendo sempre dopo alla risoluzione di ogni “malessere umano (causale) ‘qua così’”.

Ossia, quando nessun3 “soffre” di/per questo tuo “fare”, ma – prima ancora – questo tuo “fare” giunge solo dopo avere posto rimedio a tutte quelle situazioni, “caso per caso”, di sofferenza a tutto tondo, a 360 gradi, al di là di ogni grado di “divide et impera”, collegato a distinzioni artificiali e strategiche (di parte) di sesso, razza, diversità apparente, credo, etc.
Infatti, fino a quando – al mondo – anche una sola persona versa in una qualsivoglia condizione di ingiustizia sostanziale o giustizia di parte, alloraogni altra decisione, atteggiamento, misura, progetto, intenzione, etc. deve essere fermata, focalizzando - prima - la risoluzione di tutte quelle priorità, che contemplano la condizione umana singolare e collettiva, globale.
Una vera e propria “utopia”. Vero?
Eppure, il metro è questo (e non, "dovrebbe" essere questo).
L’unità di misura della cosiddetta “evoluzione e progresso uman3”, è – di fatto – senza ombra di dubbio, il rispetto ed il ripristino della sovranità originale, autentica, di ogni (ogni) essere vivente, anche se “qua, così”.
Qualcosa che passa attraverso il rispetto di ogni specie vivente, ovvio.

  
Come dovrebbe (deve) esprimersi, allora, una qualsivoglia autorità religiosa, spirituale o politica?
Attraverso questa priorità unica ed inalterabile:
lato tuo/umanità, centrale
con la giustizia ad angolo giro
In Comunione (alias: come “è” l’esistere ed il vivere secondo il senso originale di “stare insieme”. Al di là di ogni necessità e conseguenza. Anticipando ogni condizione di schiavitù, anche se non apparente. Dove ognun3 vive secondo passione, talento, spirito di iniziativa propri3, originalità, etc. In qualcosa che funge da supporto logistico, al fine di permettere l’espansione attraverso la realizzazione manifesta delle proprie “qualità”, che non devono mai conoscere blocco alcuno, ma sempre ritrovare fertile terreno per il potenziale).
L’umanità è uno splendido “fiore”, che nessun3 “qua, così” ricorda essere mai del tutto fiorito…
Che cosa “è”, chi “è”… l’essere umano?
È potenziale, in uno spazio (per lo sviluppo) del potenziale, intralciat3 "qua, così" dalla compresenza immanifesta dominante (qualcosa che ti accorgi, logicamente, assumendo in maniera altra, ogni condizione ed “agente atmosferico naturale” – come, ad esempio, la ruggine e la muffa, etc. in grado di corrodere, erodere, consumare, logorare, disgregare, attaccare, etc.). 
La violenza scatenata da un tornado, da un tifone, da un violento temporale con vento fortissimo, grandine e pioggia torrenziale, etc. ha un significato portante, centrale, nel simbolismo sostanziale frattale espanso… che s'evoca attraverso l'azione apparente:
il significato
il “Che cosa significa?”…
cosa rappresenta
cosa esprime
a chi si riferisce, etc.
Ancora una volta, i significati sono molteplici – senza consapevolezza espansa – per cui, ogni volta “comprendi quello che devi comprendere”, dal momento (di “è già successo”) in cui, sei sempre “qua, così”… previst3, dalla compresenza immanifesta dominante (che il simbolismo contenuto nel luogo comune, “Dio”, esprime sia direttamente che indirettamente).


“Qua, così” dimentichi le “cose” che non ti interessano
Dove l’interesse è qualcosa di-storto, rispetto alla valenza potenziale del… potenziale, singolarità per singolarità e, dunque, globalità.


Questo spazio (potenziale) osserva le “cose” a livello di “Che cosa significa(no)”
Ergo:
lo spazio (potenziale) – SPS (Io) - contiene l’alternativa sostanziale
l’ottica e la lente a tuttotondo
ed “è”, quindi, il benchmark di riferimento
per il segnale portante Sistemico (resettato rispetto al momento di “è già successo”)
in luogo del segnale portante AntiSistemico (dal momento di “è già successo”)…
In maniera da non lasciare più “spazio” alla meschinità o giustizia di parte (come, ad esempio, la Brexit ha “anticipato” la politica no global-apparente, di Trump; qualcosa che lascia intravedere, nel simbolismo sostanziale frattale espanso, il controllo di un certo potere britannico – sottodominante – di previsione o chiaro visione. Qualcosa che, ad esempio, “è già successo” in India (nella “ex” colonia, dell’”ex” impero “isolante”) – dove il potere invasore del Regno Unito è andato via, senza mai andarsene – e, quindi, anche negli Usa – una, altrettanto, “ex” colonia dell’”ex” impero della "perfida Albione".


L’Inghilterra ha, nel proprio "decidere interno", previsto l’orientamento Usa, incarnato attraverso il suo “nuovo” presidente. 
Qualcosa che vale molto, se inquadrato a livello di simbolismo sostanziale frattale espanso, “alla faccia di ciò che rappresentano gli Usa, oggi, per mezzo della ‘loro’ storia deviata”.
Quando l’euro ha iniziato a “valere” di più del dollaro, ha iniziato a brillare di luce propria? Oppure, è stato il “dollaro” ad alimentare quella che è, ad ogni effetto, una strategia “lato proprio, centrale” o “lato tuo/umanità, dominat3”?
La seconda. Vero?
Ergo:
la stessa “sorte” vale anche per il dollaro (Usa) vs il potere britannico (o la loro “madre patria”, originaria, sempre avida d’interesse e, dunque, sempre in “stato interessante”)…


  
Il simbolismo della Brexit è, sostanzialmente, questo.
E ti fornisce l’espansione della consapevolezza, utile per accorgerti e ricordare “come stanno le cose”.
Chi cala una scialuppa di salvataggio, prima che scoppi un incendio a bordo, in pieno oceano?
Chi conosce “già” quello che dovrà – per forza di cose – succedere (data la “natura” dolosa, ed inconfessabile, dello spiacevole incidente). Chi non sarà mai, nemmeno, a bordo della "nave"...
Comunque, anche accorgendoti della vera forma gerarchica “qua, così”, rischi di girare sempre in tondo se (se) non ti espandi Oltre Orizzonte, in riferimento a qualsiasi sia la Nazione più potente, se (se) non ti accorgi che la guerra sempre in atto è tra “impoverit3 dentro”, con la dominante a fare da terzo incomodo e, dunque, a “godere”.
Che siano gli Usa, l’Inghilterra, la Germania, la Cina o la Russia, etc. non importa, perché non è ad un simile livello che ritrovi la quintessenza dell’intreccio “qua, così”… (semmai "lì", ritrovi il segnale frattale espanso), utile per... rivolgere il tuo "sguardo", sensatamente, altrove.

  
Il “muro” di Trump (che esiste già, peraltro):
non riguarda solo la situazione con il Messico, ma il segnale che si dà al mondo”.
Peter Turkson
Il segnale che si dà al mondo = simbolismo sostanziale frattale espanso (il come vanno le cose, nonostante le cose non sembrino andare in quel modo, attraverso le interpretazioni di facciata della diplomazia, della burocrazia, della convenzione AntiSistemica “qua, così”, dell’interesse di parte, della dimenticanza causale, etc.).
Accorgerti di ciò, è decodificare l’informazione ambientale “lato tuo/umanità, centrale”, con la giustizia ad angolo giro, In Comunione.
Lato tuo/umanità, centrale = la rivincita del vituperato Ego (che diventa una necessaria caratteristica, ma espansa, rispetto alla valenza negativa attribuitagli “qua, così”);
l’Ego è “volersi bene ed, allo stesso tempo, volere bene”.
Senza questa portante, è l’Ego della dominante che impera, seppure non ti sembra, poiché non ci credi, dato che è una compresenza immanifesta (strategicamente, non visto che è una componente virale con la necessità della componente umana, del Dominio).
La centralità è, “qua, così”, stata sottoposta alla “lavorazione (ai fianchi)” dell’AntiSistema by infrastruttura piramidal-gerarchica dominante, Dominio, sottodominanti, Massa, umanità.
Per cui, è opportuno evidenziare e sottolineare (ricordare) che tu puoi essere al tuo centro, in una modalità deviata, rispetto al tuo centro (centro relativo ad un... assoluto, che non immagini nemmeno, se non ricorrendo all'immagine svuotata e svuotante di Dio).
La “formula ‘lato tuo/umanità, centrale’” permette di sancire questa consapevolezza, che è “accorta” rispetto alla strategia sociale/globale “qua, così”.
Il darti il progresso, il diritto, la libertà, la legge, la democrazia, etc. senza darti nulla sostanzialmente, se non il permetterti di muoverti in uno spazio, privato, divenuto l’intero pianeta Terra.
Qualcosa che il concetto di libero arbitrio (un luogo comune ormai abbandonato, consapevolmente, in questo spazio potenziale) riassume in sé, allorquando immagini il cane, la sua cuccia e la catena che lo mantiene “padrone” di uno spazio altrui, solamente da vigilare.
Allora, quando ti accorgi e ricordi dell’esistenza sostanziale della "catena", espandi di/il significato sostanziale di tutto quello che ti ha sempre intrattenuto “qua, così”.
Improvvisamente “vedi”. Tutto attorno a te cambia “fase (frequenza)”. E la decodifica simbolica sostanziale frattale espansa, che riesci a “fare” risulta immediatamente “altra”, rispetto alla convenzione auto intrattenente…


  
Sapere che il “centro è divisibile”, significa che 1) una forza oltre alla tua, esiste ed è interessata al controllo, che 2) tu non sei più al tuo centro, ma lo condividi, che 3) il centro autentico necessita di una consapevolezza adatta a renderti autenticamente centrale, rispetto ad ogni suddivisione, che 4) il centro di Massa, passa sia da te che dall'umanità, come un centro centrale centrato centralmente, alias, indivisibile, unitario, solo espansivo come il Sole…
Avere a cuore 1) sia te, che 2) l’umanità è 3) centralità centrale centrata centralmente

È l’Ego dal corpo solido della giustizia ad angolo giro
un valore assoluto, che è tale e rimane sempre tale, da qualsiasi gradazione sferica la si può osservare e, dunque, prendere in causa.
Qualcosa che sino a quando esiste anche un solo essere vivente che, ingiustamente, “soffre (rispetto a quel codice autentico ed originale di sovranità assoluta integrale umana)”, a causa dell’interesse di altr3, allora ogni provvedimento umanitario deve andare sempre e solo nella direzione di eliminare l’interesse privato “lato tuo/umanità, dominat3”.
Ogni legge deve sempre tenere in considerazione solamente questo ambito, poiché tutto il resto viene da sé, conseguentemente.
Ti sembrerà infantile, questa prospettiva, troppo semplicistica, ma tant'è. Provare per credere
Il rispetto per la sovranità umana, in toto, passa attraverso l’eguaglianza “singolarità/specie” e non “colore, convincimento, interesse personale, religione, spiritualità, lavoro, economia, sport, etc.”.
Questa auto riprogrammazione corrisponde al ripristino della realtà manifesta pre momento di “è già successo”.
Una “normalità” d’altri tempi, dimenticata ad arte, inconsapevolmente, tra le pieghe del tempo deviato by dominante…



  
Lo status quo, “qua, così”, è previsto come auto mantenersi, consumando tutt3 ciò che ritrova in loco, manifestamente, trasformandosi sempre e solo in diverse (ma identiche, nella sostanza) versioni di sé, da “comodamente scambiarsi” per tutt3 ed il contrario di “tutt3 quello che ‘è’”:
AntiSistema by dominante
a “collo di bottiglia”…
Ue, finanziamenti per 218 mln a 1.200 ricercatori di punta.
Sono quasi 1.200 i ricercatori di eccellenza che beneficeranno dei finanziamenti, per un importo complessivo di 218 milioni di euro, erogati dalla Commissione europea in relazione al bando di gara lanciato lo scorso anno... nel quadro del programma Ue Orizzonte 2020.
Finanziamenti che vanno a sostenere ricercatori in grado di avere un grande impatto sulla società e sull'economia.
Anche se non sono disponibili risorse sufficienti per finanziare tutte le candidature di punta, per la prima volta - segnala la Commissione - anche le candidature per Borse di studio individuali (If) che, pur non rientrando nei progetti finanziati, hanno ottenuto un punteggio pari o superiore all'85%, riceveranno un marchio di eccellenza.
Il Commissario per l'Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport Tibor Navracsics ha dichiarato:
"È meraviglioso riconoscere il grande potenziale e talento di centinaia di ricercatori di talento che operano su scala internazionale.
I progetti su cui lavorano contribuiranno ad affrontare le principali sfide che devono affrontare le nostre società.
Per la prima volta diamo un riconoscimento anche ai ricercatori che solo per un soffio non hanno raggiunto il punteggio necessario per il finanziamento, attribuendo loro un marchio di eccellenza. Potranno farlo valere nel futuro sviluppo della propria carriera, oltre che per candidarsi a finanziamenti provenienti da altre fonti".
Nel novembre 2016 le azioni Msca hanno celebrato 20 anni di attività tesa a premiare l'eccellenza tramite il sostegno alle risorse umane impegnate sul fronte della ricerca e dell'innovazione.
Link 
“Finanziament3”… (una, nemmeno troppo moderna, forma di auto schiavitù). E un lapsus "freudiano":
le principali sfide che devono affrontare le nostre società (la "società" è una; le "società" sono le aziende che, appunto, sponsorizzano la "ricerca", filtrandola opportunamente)... 

  
Un “gufo”, senza pelo, diventa una forma “aliena”:
quale saggezza, allora, è contenuta nella sua “forma”?
quella rivestita di pelo
oppure
quella che “è” nella sostanza?



Questa è “ginnastica per la mente”:
crea (crei) nuove sinapsi
ti espandi Oltre Orizzonte
allarghi “prospettiva e cavoli”.
"Brucia" tutt3 ciò che ti collega alla compresenza immanifesta dominante…
Non riguarda solo la situazione… ma il segnale che si dà al mondo”.
Peter Turkson
“Fai…”.
     
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2017
Bollettino numero 1993

  

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...