venerdì 14 gennaio 2011

Tutto scorre, anche l'Oroscopo.




C’è Gregg Braden nei paraggi? Certamente ci racconterà dell’inversione dei poli magnetici del pianeta. Ad esempio possiamo leggere qua alcuni riferimenti a tal proposito. Nel film “2012” si fantastica all’americana addirittura della possibilità di distruzione del pianeta ad opera dei neutrini che iniziano a manifestare i loro effetti sul centro della Terra, riscaldando il nucleo. In “Segnali dal futuro” possiamo assistere alle peripezie di Nicholas Cage alle prese con la divinazione numerica della fine del mondo ad opera del Sole. 

In “District 9” ci hanno evidenziato come sia possibile invertire, non i poli, ma le parti tra umanità e alieni: la differenza sta solo negli “attori”, non nell’abitudine di considerare gli “altri” dei diversi. In “Moon” abbiamo lo sviluppo della tecnica della clonazione ad uso e abuso delle multinazionali spaziali che operano sulla Luna per estrarre minerale preziosissimo in termini energetici. Si evince che i cloni sono sia uguali  che diversi l’uno dall’altro, proprio come da copione nel reame della dualità, però almeno riescono ad allearsi di fronte alla possibilità di sopravvivenza di uno di loro

In “Tron Legacy” è narrata la scoperta, l’accesso e la creazione addirittura di una nuova dimensione “nera”, di acqua e di luce lontana, tutta da “disegnare”. Un mondo nuovo che viene invaso dal conflitto del protagonista che, dal 1982, ne ha avuto di tempo per esternare ciò che aveva dentro. In "Step Up 3" possiamo assistere alla fuoriuscita nella realtà di movenze che erano da sempre dominio del regno dei cartoon  e delle tecniche di animazione più moderne. Assolutamente fantastico quello che riescono a fare quei ragazzi. Spero proprio che sia tutta “farina del loro sacco”.

Che altro? Beh, c’è molto altro nel panorama internazionale del Cinema. Basta sedersi, pagare 10 euro se si vuole assistere allo spettacolo in 3D, montare gli occhialoni sul naso, che dopo un po’ inizia a fare anche male e… Lasciarsi andare, magari con un chilo di popcorn tra le gambe e una bella bibita grande infilata nell’apposito sostegno. Fra non molto tempo, temo che gli spettacoli saranno solo 3D, per cui il prezzo del biglietto passerà dai 7-7,5 euro ai 10 euro “tuttodunbotto”. 

Quanto fa? 45 per cento di aumento? 

Ma dai? Ma l’inflazione “calcolata”, o meglio “inventata”, non è all’uno per cento? Sì, ma non tiene conto del biglietto del Cinema: aaahhh. Adesso capisco.

Insomma ci siamo abituati anche a protestare virtualmente: nelle nostre case, in ufficio, in chat, al Bar, etc. Perché virtualmente? Perché le nostre lamentele vengono "aspirate" prima che facciano effetto sulla realtà. Ci avete fatto caso? Oltre a "tirare" una imprecazione cosa altro possiamo fare? 

Sciopero? Sì, ma si perdono otto ore di lavoro e poi a che serve? Una telefonata in Comune? A chi? All’assente di turno? E poi non serve a niente perché il diretto responsabile ha le mani legate. Una chiamata al Gabibbo? Ma ci avete provato? Si è infilati nella lista di attesa che può anche non chiamarvi mai se il “vostro caso” non è così interessante

Sì: interessante. 

Il vostro caso deve essere adatto ad essere spettacolarizzato in qualche modo. Se uno di noi ha un problema identico a quello presentato il mese scorso, e dunque già mandato in onda, non siamo più interessanti. Che rimane? Il  Giudice di Pace? Certo; ve lo raccomando, e si perde sempre una mezza giornata di lavoro. C’è la mail certificata che non funziona e che se funziona non smuove nemmeno le gambe accavallate della segretaria che legge

Nei tribunali si può leggere distintamente la frase: la legge è uguale per tutti.

Sinceramente non ho mai avuto a che fare con quell’ambiente, però non so se, eventualmente, potrei ridere o piangere del vero significato di quei caratteri cubitali tanto… Oltraggiosi. Ci sono troppi casi, o Avvocati in circolazione, che parlano da soli della verità di quei caratteri cubitali e di quei parrucconi che svettano dominando l’aria. A proposito: il 2010 ha dato alla luce anche “L’ultimo dominatore dell’aria” e “Harry Potter e i doni della morte”. Eilà, mi stavo proprio dimenticando. Che dire? Che c’è anche il mitico Avatar

L’industria cinematografica fa le cose per bene. Si respira aria di perfezione nel confezionamento dei prodotti per la massa. Allora, forse, vale la pena spendere 10 euro per andare al Cinema. Opinabile, soprattutto se ci si va con l’intera famiglia. Anche solo in tre, fa 30 euro circa, più il cibo e le bevande, facciamo 50 euro. Non male per nemmeno due ore di Vita trascorse quasi a dormire.

Perché scrivo questo? Perché sto lasciando andare le dita sulla tastiera. Le dita si muovono da sole, mentre io penso a cosa mangeremo questa sera, al fatto che sono un po’ troppo sedentario, al fatto che il Sole è veramente scomparso da Vigevano. Nel frattempo le dita scrivono ciò che ricevono…

Che senso ha? Boh. 

Che senso ha quando scrivo di “cose serie”? Lo stesso. Boh.

Scherzo, dai :)

Scrivevo all’inizio dell'articolo: “C’è Gregg Braden nei paraggi?”. E, questa volta non scherzo affatto, mi è arrivata mentre scrivevo (20.52) da Macrolibrarsi una e-mail pubblicitaria di chi? 

Ma sì, proprio del mitico Gregg Braden che per "soli" 124 euro + IVA ci delizierà con il suo pensiero illuminato. Cavoli: 124 euro + IVA. Anche l’IVA ci mettono!

Perché costa così tanto assistere personalmente ad un evento del genere? Ma se mi leggo i suoi libri, posso parlare io al suo posto per… Diciamo 25 euro? Va bene? Gli altri 100 euro ve li tenete in saccoccia ed alla fine ne saprete nella stessa misura, come se aveste udito tutto dall’originale. Perché se ne approfittano così tanto? Mi piacerebbe sapere quanto va in tasca a Gregg e quanto va via per l’organizzazione dell’evento.

Viviamo in un mondo troppo esoso. Che non ne ha mai abbastanza. Chiedetelo alla Cortellesi, a Morandi, ad Insinna, alla Clerici, a Ibrahimovic, etc.

Ecco il perché di tutta questa “premessa”. A quanto pare non ci racconta barzellette Braden & Co. se addirittura un aeroporto ha dovuto ridisegnare una intera pista di atterraggio a causa dello spostamento del polo magnetico. Si “parla” anche di ribaltamento dei poli magnetici, ma tanto, come scriveva Bernardino Del Boca:

Il nostro sentire è pieno di idee che vengono generalmente accettate soltanto sul piano mentale.

Non crediamo, in profondità, che certe cose possano accadere; le leggiamo senza nessuna altra percezione. Strano. Perché siamo ricolmi di paure, mentre questa evenienza è mantenuta lontana da noi. Probabilmente l’Antisistema ha trovato il modo di deviare il corso delle emozioni pericolose anche per esso. Infatti una catastrofe planetaria lo metterebbe in serio pericolo, venendo meno la grande massa alimentante. 

Questa energia è viva e intende rimanerlo per il più lungo tempo possibile. 

Leggiamo:

Lo spostamento del polo magnetico costringe l'aeroporto a spostare una pista d'atterraggio.
Chiude la pista principale del Tampa International Airport. La causa, come spesso accade nei rigidi mesi invernali non è il maltempo. Tanto più che ci troviamo nella calda e assolata Florida, meta balneare per mezza America. No, la causa è ben altra. La colpa è da imputare allo spostamento del polo magnetico. Il che ha costretto a rifare completamente la segnaletica della pista di atterraggio dell'aeroporto.
Tampa, Florida - La pista principale dell'aeroporto della città di Tampa in Florida è chiusa fino al prossimo 13 gennaio. Non c'è stata una improvvisa nevicata, come accaduto prima di Natale a Londra, tale da bloccare il traffico aereo per giorni. L'aeroporto di Tampa è stato colpito da uno spostamento del polo magnetico, tale che i responsabili sono stati costretti a ripensare la pista di atterraggio e di partenza. 


Ogni aeroporto infatti e anche i voli aerei sono basati su calcoli relativi a longitudine e latitudine e ovviamente sui poli magnetici

Sono queste coordinate che permettono di volare in sicurezza. Lo spostamento è stato tale da costringere le autorità dell'aeroporto a rifare per intero la segnaletica della pista di atterraggio e di partenza, perché la longitudine e la latitudine non corrispondevano più. Per le carte di navigazione, l'aeroporto di Tampa non risulterà più sotto le coordinate 18R/36L, ma sarà 19R/1L. 

I poli magnetici terrestri cambiano continuamente e quando questo cambiamento supera i 3 gradi, è necessario cambiare la logistica delle piste. I voli al momento sono stati spostati sulle due piste minori, la est e la est-ovest, ma anche esse verranno chiuse a fine mese per cambiare la segnaletica di atterraggio e partenza. Per adesso lo spostamento dei voli ha comportato più che altri il fastidio dei residenti che si trovano nelle vicinanze delle due piste, per l'ovvio rumore causato dai velivoli aerei.
I poli magnetici - I poli magnetici non corrispondo ai due ben più noti poli geografici, quello del nord e quello del sud. In realtà essi si trovano parecchio distanti da essi. Col termine "polo" in astronomia si indicano ciascuno dei due punti sulla superficie della Terra, detti Nord e Sud, verso i quali si orientano le estremità opposte dell'ago magnetico della bussola...


Lo spostamento di entrambi i poli magnetici, è noto come migrazione dei poli ed è una costante del nostro pianeta. Ma c'è anche il problema del capovolgimento totale dei poli magnetici. Essi avvengono a intervalli regolari circa ogni 300mila anni, e l'ultimo secondo gli studiosi è avvenuto circa 780mila anni fa. Secondo i calcoli, un capovolgimento dei poli sarebbe dunque già dovuto avvenire da tempo, cosa che invece non è accaduta. Alcune previsioni dicono per che il polo magnetico del nord si sposterà dal Canada alla Russia nel giro di due anni. La previsione, fatta per primo dallo scienziato canadese Larry Newitt, membro della Commissione Geologica Nazionale del suo paese, trova concordi gli esperti russi che prevedono per il futuro un forte indebolimento del campo geo-magnetico terrestre, con conseguenze negative per il senso dell'orientamento e per la difesa dalle radiazioni in provenienza dallo spazio.
Da Yahoo
 
Se andate a leggere la news direttamente in Yahoo, potrete vedere che bella foto di aereo, con contorno di scie chimiche, hanno inserito.

Che altro? Ma no! Anche l’Oroscopo è "falso"? Ci mancava solo questa. E adesso come faremo ad uscire di casa senza prima avere ricevuto l’imbeccata astrale? E tutto l’indotto che lavora su questo tema? Costoro che sanno interpretare cosa dicono gli astri, non si erano mai accorti che leggevano alla “rovescia”?

Vatti a fidare.

Dunque, lo spostamento di ogni “cosa” è vero. Ne siamo un po’ più coscienti adesso?

 
I segni zodiacali cambiano nel tempo: colpa dell'oscillazione terrestre.
Un recente sondaggio dell'istituto Harris Poll ha scoperto che il 31 per cento degli americani credono nell'astrologia. E anche per milioni di italiani l'oroscopo è degno di fiducia. Ma resteranno delusi nello scoprire che le cose non stanno realmente come pensano
Oscillazione terrestre - Lo zodiaco, che risale agli antichi babilonesi, indica in quale costellazione si trovava il sole nel giorno in cui una persona è nata. Nel corso dei millenni però, l'attrazione gravitazionale della Luna ha fatto oscillare la Terra intorno al suo asse, creando uno sbalzo di circa un mese nell'allineamento delle stelle. E quale è stato il risultato? 


"Quando gli astrologi affermano che il sole è nei Pesci, in realtà le cose non stanno così", rivela Parke Kunkle, un membro del consiglio della Minnesota Planetarium Society. E quindi la maggior parte dei lettori di oroscopi che si considerano Pesci sono in realtà dell'Acquario. Invece di essere sensibili, umani e idealisti, in realtà sono amichevoli, leali e creativi...

"Un tempo le persone guardavano al cielo per comprendere il mondo attorno a loro. Ma oggi non credo che chi si occupa di astrologia guardi molto al cielo"...
Da Yahoo

 
Davide Nebuloni / SacroProfanoSacro 2011