giovedì 27 gennaio 2011

Il ritorno al 2, dal 3, verso l'Uno.





Mentre nella “rete” scorrono e ci bombardano “intelligentemente” news dal tenore angosciante, frutto della tendenza al cambiamento:

Iran, bomba possibile in meno di due anni.
Le sanzioni inflitte all'Iran non hanno impedito al programma nucleare del paese di proseguire e anche se non sta lavorando attualmente alla fabbricazione di un'arma nucleare, la Repubblica Islamica potrebbe disporre di una bomba in uno o due anni, se mai dovesse prendere una decisione in tal senso: lo ha affermato il generale Aviv Kochavi, responsabile dei servizi militari israeliani.
"La questione non riguarda sapere quando l'Iran potrà avere una bomba atomica, ma quanto tempo rimane prima che i suoi dirigenti decidano di arricchire l'uranio al 90%", ha spiegato Kochavi in un'audizione della Commissione Esteri e Difesa della Knesset, la camera israeliana.
Da Yahoo
 
Possiamo notare come il numero 2 appaia decisamente in questo ambito. Dopo l’Irak, ora l’Iran. Stessa tecnica di demonizzazione "occidentale". Se notate, c’è un ampio campionario di tecniche del “decalogo”  espresso da Noam Chomsky. Che altro? Beh, che le teorie di Sitchin su Nibiru iniziano a trovare qualche presa “diretta”. 

In un modo o nell’altro l’Antisistema ci fornisce dettagli del fatto che potremmo "presto" ritrovarci con ben 2 Soli:   

Avremo un secondo sole: gli effetti devastanti della stella rossa Betelgeuse.
Come scrive il quotidiano online australiano News.com.au, si prevede che Betelgeuse, stella rossa super-gigante nella nebulosa di Orione, stia per provocare una serie di effetti devastanti. Al punto che la supernova potrebbe raggiungere la Terra prima del 2012. La seconda stella più grande della costellazione di Orione starebbe infatti perdendo massa, una tipica indicazione del fatto che si sta per verificare un collasso gravitazionale.
Quando questo accadrà, sulla Terra comparirà un secondo sole. A sostenerlo è Brad Carter, ricercatore di Fisica all'University of Southern Queensland, in Australia. "Questa vecchia stella sta esaurendo il combustibile nel suo nucleo", ha dichiarato Carter. Provocherà un'esplosione gigante, decine di milioni di volte più luminosa del sole…
"Quando una stella esplode, la prima cosa che osserviamo è una pioggia di minuscole particelle chiamate neutrini - afferma il ricercatore -. Questi ultimi attraverseranno l'atmosfera terrestre, illuminando il cielo notturno in modo evidente. Ma l'effetto più strano è che il 99% dell'energia della supernova attraverserà i nostri corpi e la Terra senza provocare nessun danno di alcun tipo".
Da Yahoo

Nel film “2012” sono proprio i Neutrini gli “imputati” di un effetto riscaldante sul nucleo della Terra. Fantasia? Può essere. Il segnale che colgo è che sarà il loro numero a fare una, anche minima, "differenza". 

Ecco che, comunque, il numero due sembra ripresentarsi attraverso un articolo di economia. Non solo. Il numero due esprime un frattale di una verità più elevata, di cui il concetto di Sole è il diretto interessato.

Yuan, una moneta internazionale.
Nell'arco di cinque anni lo yuan, la valuta cinese, sarà una moneta internazionale. A sostenerlo è l'economista Antoine Brunet, presidente della società AB Marchés.
In un'intervista pubblicata sul quotidiano La Tribune, Brunet dice che ciò avverrà per due motivi:
  1. Innanzitutto perché Pechino lascia che le sue banche sviluppino le loro attività di deposito in ambito internazionale.
  2. Poi per il fatto che la politica monetaria troppo espansionista degli Stati Uniti ha finito per screditare il dollaro agli occhi dei paesi emergenti.
Per evitare contraccolpi, Brunet suggerisce che i responsabili politici e le imprese multinazionali che lavorano con la Cina prendano coscienza della violenza della sua guerra economica. Occorre ridare fiato all'alleanza tra i membri del mondo libero e democratico per difendersi vigorosamente dallo sviluppo dell'imperialismo cinese.
A proposito della visita del premier Hu a Washington, l'economista sottolinea che per la prima volta un dirigente del paese asiatico mostra una simile fermezza nel suo messaggio: spazio allo yuan come moneta globale, poiché è finita la supremazia del dollaro come riserva valutaria. I cinesi ricordano che l'imporsi del biglietto verde come riserva aveva largamente contribuito alla caduta dell'Unione Sovietica. Per questo destituire il dollaro è oggi la maniera più efficace per mettere in ginocchio gli Stati Uniti.
Le spese militari dell'ex Celeste impero aumentano a un ritmo del 17% all'anno.
Per quanto riguarda la richiesta cinese di rifondare il sistema monetario internazionale, Brunet ritiene che si tratti di una follia: se il dollaro perdesse il suo statuto di riserva, i paesi occidentali faticherebbero a finanziare i propri investimenti militari. L'economista francese lancia l'allarme: la classe dirigente dell'Occidente non può continuare a sottovalutare il pericolo proveniente dalla crescita senza sosta del regime autoritario di Pechino.
Da Yahoo
 
Notiamo come la polarità dell'ambito "militare" influenzi le dinamiche omnicomprensive planetarie e come l'Euro sia completamente tagliato fuori da un ruolo prioritario che evidentemente non potrà mai avere. 

Lo Yuan come il Dollaro: un altro “Sole” tenta di sorgere e risplendere nei cieli unificati della Terra. I due Soli rispecchiano l’unione dei due emisferi. Concetto che ricorda come furono appellati taluni Imperi, talmente grandi da conoscere mai per intero il buio della notte.

Il frattale celeste del cambiamento è espresso dall’apparizione e successiva unificazione del 2. È evidente che il processo si sia già invertito: dal 3 stiamo passando al 2, così come, in altri tempi, dal 2 si era passati al 3. La "spinta" è già invertita...

Il numero 2 è maschile, attivo, caratterizzato da instabilità ma che tende per Natura alla omeostasi in "equilibrio stabile", espresso da un numero dispari, femminile.

“L'omeostasi è la condizione di stabilità interna degli organismi che deve mantenersi anche al variare delle condizioni esterne attraverso meccanismi autoregolatori. È il mantenimento della costanza di composizione chimica ottimale del plasma, del liquido interstiziale e del liquido intracellulare”.
Da Wikipedia

Ci sono tanti modi di essere in equilibrio e, molto probabilmente, lo siamo in ogni circostanza. Quello a cui si tende è, però, un equilibrio stabile. È nella definizione di omeostasi il concetto sovraesposto. L’esterno costringe l’interno ad autoregolarsi per rimanere in equilibrio. Ma questo equilibrio interno se non è “sostenibile”, se non è in risonanza con la massa critica dei partecipanti e con la Natura e lo scopo dei partecipanti, ebbene, dovrà cambiare nel tempo perché non ha raggiunto un punto di equilibrio stabile.

È come dire che l’equilibrio esiste sempre, ma è la sua sostenibilità nell’economia superiore celeste che lo trattiene in quella forma e sostanza, oppure che lo obbliga a cercare un’altra combinazione di fattori.  

È il perfezionamento dell’equazione ad opera dell’Architetto di Matrix, ad esempio.

Altro fattore importante è che, alla ricerca di un nuovo punto di equilibrio stabile, l’interno influisce sull’esterno. Tale ricerca è statisticamente dannosa per l’esterno nel “breve” periodo. Infatti il moto espresso sul sentiero della ricerca, dal punto di osservazione attivo ed instabile tipico di un mondo “maschile centrico” è una dimostrazione di forza inadatta allo scopo, riversata sull’esterno come, ad esempio, lo scempio della Natura ad opera dell’umanità

È il rischio che corre un Mondo dominato dal maschile, come un Vulcano attivo che erutta lava, lapilli e cenere, perché non è in “pace con se stesso” – brontola in continuazione.

La coppia che bilancia non è espressa dal Sole e dalla Luna, portatori di ciclicità, bensì dai due Soli. Il secondo Sole chiarifica la notte e mantiene la Luna sempre dello stesso “colore”.

Io leggo, in questi segni dal cielo, un grande presagio di positività per l’intero genere umano.

A questo punto, segnalo un link molto utile per il nostro benessere tendente alla ricerca di un equilibrio stabile. Sono presenti in Youtube delle composizioni, liberamente usufruibili, basate sulle frequenze naturali del benessere. Potete partire da questo link e seguire a ruota il resto del percorso. Un grazie di Cuore all'autore.

Utilizzando determinate frequenze in un ambiente silenzioso si possono effettuare sedute di meditazione, training autogeno, E.F.T, pranoterapia e altre tecniche di ricerca interiore. Queste frequenze, che hanno un potere straordinario e benefico sulla fisiologia umana, vengono indicate come vitali.

Queste sono:
  • 174 HZ - Fondamenta, effetti spirituali individuali
  • 285 HZ - Cognizione quantica
  • 396 HZ - Liberi dal senso di colpa e ansia
  • 417 HZ - Cambiamento, lasciare andare il passato
  • 528 HZ - Riparazione e armonizzazione DNA
  • 639 HZ - Apertura e connessione nei rapporti umani
  • 741 HZ - Stimolare il risveglio interiore
  • 852 HZ - Ritorno all'ordine spirituale
  • 936 HZ - Attivazione della ghiandola pineale
  • 963 HZ - Effetti spirituali individuali

Per maggiori informazioni sull'argomento: 
www.segnidalcielo.it

* La foto d'apertura d'articolo è tratta da http://flickr2.netbits.co.uk/large/photo/4742623217/b3512674dc. Grazie.
 
Davide Nebuloni / SacroProfanoSacro 2011

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.