martedì 6 aprile 2010

Sangue, malattia, urina.





Tempo fa ebbi modo di leggere che gli Anunnaki hanno sangue blu (utilizzo il tempo presente non a caso); non ricordo la fonte, ma sono certo che era una delle canalizzazioni presenti su Stazione Celeste. Ora, se abbiamo ben presente cosa significhi il termine “sangue blu” nel mondo percepito come reale, non tarderemo ad agganciarlo alle casate delle famiglie cosiddette “nobili”. Queste famiglie, da sempre, si sono spartite e tramandate il potere di comandare sulla massa e hanno sempre “incrociato” le loro discendenze quasi esclusivamente tra di loro, tanto è vero che l’aristocrazia francese di qualche secolo fa, iniziò a generare individui sempre più deboli e geneticamente alterati. Troppo puri si potrebbe dire? Oppure troppo “poveri”? Cosa può significare, di tanto in tanto, permettere ad un individuo estraneo alla stirpe di sangue blu, di “entrare” a far parte della famiglia, sposandosi con un componente della stessa?
 
Secondo me significa agire secondo ciò che il mito di “Dracula” o del vampiro, ha disegnato, poi, nell’immaginario collettivo dell’umanità. 

Il mito del vampiro è presente un po’ in tutto il globo. È una “verità” scomoda replicata anche dalla Natura, specchio dell’umanità, attraverso la creazione perlomeno del pipistrello. Il perché di certe morti misteriose, di alcune persone che sono entrate a fare parte di casate nobiliari, potrebbe risiedere ed essere meglio compreso proprio in questa chiave. Ovviamente non intendo che a queste persone viene succhiato il sangue fisicamente, bensì che queste persone servono per apportare al sangue blu un rafforzamento in termini di nuovi principi attivi. Come miscelare dell’acqua minerale naturale con acqua gassata per ravvivarne il gusto. Teniamo presente poi che l’estraneo, introdotto in famiglia, oltre a questo fatto di “donazione” involontaria del sangue, diventa poi solo un problema da gestire ogni giorno, per cui, ad un certo punto, dopo avere dato alla luce dei figli con sangue “ravvivato”, può essere tranquillamente estromesso dalle attività quotidiane delle linee familiari nobili

Facendo due “conti” sui problemi che ebbero gli Anunnaki, relativi all’impoverimento del loro sangue, con il tempo potrebbero avere pensato di ossigenarsi ed arricchirsi in questa maniera. Terribile vero? Ascoltando vari lavori di Icke, presenti in Youtube, si comprende quanto, invece, siano del tutto normali certe pratiche ritenute oramai desuete o abbandonate, come ad esempio il sacrificio umano. È noto che l’uccisione di un essere vivente comporta l’evocazione di energie molto potenti che si liberano attorno al corpo fisico; queste energie vengono utilizzate per effettuare cerimonie al limite della nostra comprensione schiacciata dall’Antisistema. Non andrò oltre con questo discorso veramente disumano, però era necessario che questo blog ne “parlasse”, almeno introducendone il discorso.

Queste antiche casate nobili, presenti in tutto il mondo, hanno ricevuto anticamente il compito, ossia sono state investite dell’autorità, di comandare sulle razze “inferiori” che gli “Dei” avevano loro lasciato in “eredità”. Tali razze extraterrestri si sono come miscelate all’uomo in questa maniera. Uomo che avevano creato in laboratorio, unendo il loro dna, opportunamente impoverito, insieme a quello degli ominidi che popolavano la Terra in tempi remoti. Con il tempo queste linee di discendenza di sangue blu, ossia di discendenza aliena, hanno preso il controllo delle masse, assoggettandole ad un potere superiore, staccato da questa dimensione, e non direttamente percepibile.  Mi viene in mente il popolo degli Ebrei che, in questo senso, hanno sempre mantenuto estrema segretezza attorno alla propria cultura, religione, sistema di Vita. Costoro, oggigiorno, occupano tramite un potere eccezionale, una posizione di controllo mediatica senza avversari. Le loro conoscenze sono solo per i loro consanguinei, per il loro stesso dna. 

Quello che denuncia il Dottor Hamer, a proposito dell’opera di occultamento dei suoi studi in ambito di guarigione dalle malattie ritenute incurabili dalla scienza, è sempre più condivisibile. Se cercate in rete le sue lettere inviate al rabbino superiore Denoun nel 2001, vi accorgerete di quanto ridicole siano poi state le accuse rivoltegli contro. Anche in questo caso non procederò oltre. Lascio a chi intende approfondire meglio questa tematica, il compito di cercare verità e via.

Voglio concludere questo articolo, introducendo un altro ambito molto ma molto “particolare”, per concludere un trittico di riflessioni molto "angolate":

L'oro del mattino.
Adesso parlerò di una medicina. Spesso i detti popolari contengono la verità. Sapete perché si dice che il mattino ha l'oro in bocca? E' la prima urina del mattino, vero oro puro con tutta l'energia dell'uomo. Si tratta dell'urinoterapia, ovvero la fase citrina dell'alchimia, e quando si dice a chi è piccolo "hai voglia a mangiare sale", si parla del sale alchemico, ovvero proprio dell'urina, la cui radice "ur" vuol dire fuoco.
E' un altro lavoro che deve fare chi si avvicina alla ricerca di sé stesso e delle proprie energie. Tutte le mattine si deve raccogliere mezzo bicchiere di urina, dopo aver eliminato la prima uscita. E' simile ad un processo omeopatico, perché si rimette in circolo un'altra volta ciò che abbiamo eliminato, e ciò ci fa guarire dalla malattia.
Conoscete l'Uroboro, ovvero il serpente che si morde la coda? Questa è la simbologia: colui che mangia o beve sé stesso. Un bicchiere di urina al giorno toglie il medico di torno. All'inizio, per chi vuole provare, si può allungare con un po' d'acqua. Se si mangia roba sana, non ha assolutamente un cattivo sapore, anzi, sembra acqua.
Invece l'urina iniziale, messa da parte e fatta invecchiare, fa passare i dolori reumatici. Inoltre, usando l'urina per la pulizia del viso, si otterrà una pelle liscissima in pochi giorni. Cura anche l'herpes, e sappiate che moltissimi medicinali contengono urina umana.
Se voi cercate su internet, ci sono pagine intere di spiegazioni scientifiche sull'urinoterapia. Ad esempio, Pannella la pratica, ed ecco perché è sicuro quando fa il digiuno.
Le coppie che praticano l'urinoterapia possono scambiarsi l'urina, mischiarla e berla. E' una panacea universale. Questo è lo scambio di energia tra uomo e donna, tra sole e luna.
Il detto "una mela al giorno toglie il medico di torno" non si riferiva certo al frutto, ma alla melatonina. Se siamo ammalati, non guariamo mangiando chili di mele. La melatonina è il veicolo che fa aprire la ghiandola pineale che si trova alla base del cranio, e diventa fiore di loto, ed abbraccia i due emisferi del cervello, e questa è l'androginia. Allora l'uomo è uguale a Dio. Ecco il processo.
Noi abbiamo la possibilità di vivere sani, e, in questo momento, credo sia importante avere queste conoscenze.
 
Comincerete a vedere effetti positivi al massimo dopo tre mesi.

E quando avete il bicchiere di urina in mano alitateci sopra le parole "Amore e Gratitudine" per tre volte, poi lo alzate e dite "Salute" e lo bevete piano. E' anche un modo di accettarsi, con i propri difetti e virtù. Molte persone rispondono: "non lo farei neanche morto". Questo vuol dire che non si accettano, e sono soggette ad ammalarsi, perché chi non si ama si ammala.
Fonte: http://www.kuthumadierks.com/pageopen.asp?r=trio&id=1

Che dire e che pensare? Anche in questo caso ognuno di noi farà quello che meglio crede? Esatto! Farà proprio quello che meglio crede, ossia, farà quello che più è scritto nell’inconscio e che più i sensi gli suggeriscono o gli impediscono. Questa “attività” è sicuramente fuori dai canoni della ritenuta “normalità”, secondo ciò che più crediamo e percepiamo.

Ma sarà giusto fermarsi a “quel punto”?

A me preme dare ogni giorno spunti di riflessione e di crescita verso la via dell'autoconsapevolezza :)

 

 

19 commenti:

  1. questo articolo mi ha riportato indietro di molto anni quando andai con la mia famiglia e alcuni amici a visitare un Guru venuto dall'India giù nella valle d 'Itria. Con noi venne anche mia zia , malata di tumore. Fu ricevuta dal Maestro il quale le prescrisse, guarda un po' di bere l'urina di vacca che le avrebbe fatto molto bene. Era la prima volta che sentivamo di questa terapia. Lei non l'ascoltò e si curò cone la medicina ufficiale che la portò alla morte poverina. In seguito a questo episodio ho sentito ancora parlare di urina fino ad oggi con te che lo riporti alla luce. Mi hanno conferamto i devoti che è di grande benessere. Ecco volevo dirtelo e avvalorare quello che hai scritto così chi leggerà puo decidere serenamente cosa fare. Buona giornata a tutti .

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Andiamo a buon senso: Se il Creatore ha previsto che l' urina è un prodotto di scarto del nostro organismo non vedo perchè la devo reintrodurre.
    Ammetto di essere un po' disgustato dalla proposta.
    Non facciamoci del male oltremodo. ;-)

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. ...e inoltre lasciamo stare gli ebrei, in un blog che si occupa di far evolvere e migliorare l' uomo a me piace trovare altri tipi di argomenti.
    Se ognuno è responsabile della sua realtà non serve a nulla indicare complotti a destra e a manca ma pensiamo a trovare altri come noi per poter costruire una umanità libera da pregiudizi su qualsivoglia persona.

    RispondiElimina
  6. Ciao, sono in pieno accordo con te, l'urinoterapia è accettare se stessi, smettere di provare ribrezzo per il nostro corpo... Ci fà addirittura schifo la nostra saliva: se sputiamo in un bicchiere poi siamo schifati a riberla, anche se in ogni momento la abbiamo in bocca!

    Io penso che siamo stati indotto nel corso dei secoli a odiare sempre di più il nostro corpo... Praticare l'urinoterapia è un primo passo verso una nuova consapevolezza di se stessi.

    Ho parlato di questo argomento anche in questo post http://bollo82.blogspot.com/2010/02/urinoterapia-il-nostro-corpo-questo.html Anche se non sicuro che il messaggio risulti chiaro :)

    Salute!

    RispondiElimina
  7. Rispondo a tutti con un solo intervento.
    Ho scelto questo nome per il blog proprio per affiancare al Sacro il Profano ed al Profano il Sacro, in maniera tale da far comprendere che tutto concorre a portare "verità". In realtà non esiste il Sacro ed il Profano: esiste il nostro punto prospettico. Ognuno ha il proprio punto di osservazione, ed ognuno ritiene sempre di essere nel giusto. Questa è la nostra croce ma anche la nostra delizia. Nella diversità troveremo sempre un modo per venire fuori dalle situazioni più difficili. Caro Fabio, ho scritto in questi mesi trattando un po' di tutto; ora non comprendo bene perchè non dovrei cimentare, anche se molto brevemente, come ho fatto, il "mondo" Ebreo. Costoro non sono sicuramente quegli agnelli sacrificali che sono riusciti a far credere di sè, sopratttuto dopo il secondo conflitto mondiale. Quando scrivo che è tutto alla rovescia, gli Ebrei non fanno eccezione. Siamo ormai grandi e vaccinati, e certe storielle per bimbi appena nati non attaccano più! Io non distribuisco colpe, ma cerco di mettere in luce porzioni di verità sparse a pioggia dappertutto. Ho sempre scritto di "nave scuola" riferendomi alla Madre Terra; per cui cerco di rimanere sempre coerente con questa visione principale. Prendiamo le nostre responsabilità e non scagliamo pietre a casaccio. Però questi signori hanno il controllo di mezzo mondo e questo è un fatto talmente evidente da meritare almeno 10 righe in un articolo del blog.
    Il discorso dell'urina non è una proposta, ma un portare a conoscenza. Io non l'ho mai praticata sino ad ora, però riconosco che c'è un certo valore aggiunto in questa modalità pittoresca di curarsi. Caro Fabio, amici come prima spero, eh? :)
    Chiedo a Gabriel perchè ha tolto il commento che mi sembrava tanto in equilibrio. Io ne ho conservato copia sul mio pc. Libero di fare quello che vuole.
    Un grazie anche a Loredana ed Amos B per i loro preziosi apporti personali.
    Insomma grazie a tutti per onorare questo umile blog della Vostra amichevole presenza.
    Un Caro Abbraccione...
    Ed una Buona Vita

    RispondiElimina
  8. Esatto Davide ...direi più amici di prima.
    Ognuno fa quello che si sente al proprio livello di coscienza.
    Sono contento comunque che ci siano delle diversità di vedute; questo concorre alla creazione di una realtà più ricca. Se proprio proprio mi voglio focalizzare su qualcosa della tua risposta non è certo la differenza espressa limitatamente a questo caso. Semmai sono emozionato e contento nel vedere con quanto calore umano vengono trattati gli altri che la pensano diversamente.
    Qui ad esempio, mi sento trattato bene e non sarà certamente uno scambio di vedute di segno opposto a modificare la mia sensazione di benessere interiore quando frequento questo blog e le persone che vi scrivono.
    Va bene così.
    Un abbraccio comune a tutti.

    RispondiElimina
  9. Caro Fabio,
    mi aprono il cuore le tue parole :)
    Mi sento di poter applicare questo antico proverbio: Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te.

    Saggezza allo stato puro, talmente semplice da essere quasi imbarazzante quando ci guardiamo attorno con occhi nuovi.
    Sono lieto della tua amicizia che sicuramente contraccambio di cuore.
    Dovremmo iniziare a comprenderci (tutti) con quella sorta di chiave universale che è il "mettersi nei panni degli altri"...
    Nessun giudizio, ne supposizione, ma lecito avvicinamento alla luce del Sole.
    Gioiamo di tutto ciò :)
    Grazie ancora...
    Un grande abbraccione...
    Tanta serenità

    RispondiElimina
  10. Rispondo alla domanda che mi hai posto. Non volevo toccare dei tasti che potessero in qualche modo provocare delle reazioni di fastidio. E' successo ugualmente avete dialogato e compreso e questo è positivo. Sento che ci sono argomenti che toccano punti dolenti e sicuramente gli autori che avevo citato se pure cercano di fare chiarezza, certamente sono ancora "indigesti" per molti. Insomma da ospite non volevo creare fraintendimenti. Ribadisco che l'urinoterapia è una strada, non la sola strada, che ci può aiutare a uscire da Matrix, è una scelta che alcuni fanno altri no punto. Prodotto di scarto però mi pare un pò eccessivo, visto che è il distillato del sangue e l'oro potabile degli alchimisti.
    Del resto è notorio chi gli astronauti nei viaggi spaziali si dissetano con l'urina, trattata ma pur sempre urina. E questo solo per problemi di logistica? Uno dei problemi che più assillano gli astronauti sono i disordini del ritmo veglia-sonno, che l'urina e il suo contenuto di melatonina prodotta " ad personam " non siano stati considerati una soluzione a questo problema mi parre strano... Comunque per chi volesse approfondire il tema degli ebrei e del loro ruolo solo per comprenderlo e poi passare oltre senza giudizio consiglio i libri di Sigismondo Panvini o in mancanza di tempo le sue conferenze su youtube.

    RispondiElimina
  11. Fatemelo dire ragazzi , questa è una stupenda pagina che rivela un'apertura a 360 gradi wooou. da riversare a tutti noi. Le diversità non mancheranno perchè oguno di noi porta con sè esperienze diverse, ma quello che importa è che da parte degli altri interlocutori ci sia tolleranza equilibrio educazione e comprensione.
    Qui mi sembra che ci siamo , ed è bellissimo. Me lo sono sempre sognata uno spazio così. Grazie a tutti allora , Davide in testa. Un'altra cosa , so anche io che molti ebrei sono a capo di posti importantissimi e che hanno karma pesanti, ma e ve lo chiedo , cosa ne pensate se cominciamo a immaginarli , positivi bravi e tutto quanto di meglio c 'è , per aiutarli ad essere veramente migliori? dite che è utopia? sinceramente non lo so .

    RispondiElimina
  12. Caro Gabriel,
    ti ringrazio di tanta premura e gentilezza nei nostri confronti. Non avevo dubbi sul tuo comportamento e mi auguravo che volessi esternare il perchè della cancellazione. Perfetto così :)
    Ognuno farà quello che meglio crede!
    L'osservazione sugli astronauti è molto bella e merita approfondimento. Per quanto riguarda Panvini, sottoscrivo in pieno; ho letto il suo "Il tempo della fine" e l'ho trovato veramente illuminante, o per meglio dire quasi imbarazzante!
    Ti ringrazio veramente di cuore; sono lieto di avere trovato dei compagni di viaggio tanto meravigliosi...
    Un caro abbraccio...
    Una Buona Vita

    RispondiElimina
  13. Cara Loredana,
    la tua intenzione e proposta mi solletica non poco.
    Stavo pensando ad un articolo/preghiera/mantra da avere sempre ben presente, proprio per ribadire sempre la vibrazione che vale la pena di essere prodotta da tutti noi: la vibrazione della comprensione, della consapevolezza, della compassione, dell'Amore verso tutto e tutti...
    Hai ragione da vendere cara Amica; dobbiamo immaginare ogni scintilla divina, incarnata, solo e sempre come tale!
    Dobbiamo aiutare certi luoghi comuni ad estinguersi, trasmutandosi nel loro opposto.
    Dobbiamo portare la luce nel buio...
    Mi sembra davvero un qualcosa di nuovo e di schierato con la nuova energia...
    Apriamoci agli altri... a prescindere da tutto...
    Grazie di cuore...
    Un abbraccione...
    Serenità

    RispondiElimina
  14. Forse già tutti voi conoscete lo sciamanesimo hawaiano e il metodo ho'ponopono con il suo mantra " ti amo, mi dispiace, ti prego perdonami, grazie" potente ma non sempre facile da praticare ... "Zero Limits" di Joe Vitale è un libro che comunque mi sento di consigliare.

    RispondiElimina
  15. Caro Amico,
    è sempre un piacere ricevere di queste segnalazioni.
    Conosco solo superficialmente quello che hai portato gentilmente alla nostra attenzione.
    Quel "mantra" suona molto bene!
    Approfondirò meglio :)
    Grazie di cuore...
    Una radiosa giornata

    RispondiElimina
  16. Ho praticato l'Urinoterapia per diversi anni in passato :) e posso dirVi che è la prova del nove di quanto realmente ci si accetta e ci si Ama o cmq si impara a farlo :)
    Il mio consiglio, per chi volesse avvicinarsi a questa esperienza "Forte", è di farlo magari se siete un po' liberi da tossine e cibi animali ... Io la praticavo spesso nei periodi in cui ero completamente frugivoro ( ehretista ) e, quindi, le urine sapevano di Frutta :) Oggi, sono un po' di tutto: frugivoro 3 giorni, vegetariano 2 giorni, onnivoro 1 giorno ... Beh, è quello che sento di fare in questo momento :)
    Grazie Davide, grazie a tutti ... siete fantastici! e perdonate i miei sporadici interventi.

    Shalom!

    RispondiElimina
  17. Caro Francesco,
    grazie infinite per il tuo notevole intervento.
    E' molto importante quello che hai scritto.
    Ci vuole coraggio e convinzione superiore per fare quello che dici; e non è proprio da tutti :)

    I miei complimenti per la tua apertura e la completa accettazione del tuo essere che hai dimostrato.
    Grazie di cuore...
    Un grande abbraccio...
    Una Buona Vita

    RispondiElimina
  18. Cari amici,
    leggervi è veramente bello!
    So che l'urinoterapia ha curato tante persone malate terminali e non solo anche la cura dei limoni... un mio amico aspettava il trapianto del cuore ed è guarito...
    Per quanto riguarga l'ho oponopono, trovo che sia fantastico:
    Mi dispiace
    Perdonami
    Ti amo
    Ti ringrazio
    Grazie a tutti Voi

    RispondiElimina
  19. Cara Amica,
    tu sei parte dell'orchestra che suona!
    Grazie a te :)
    Serenità

    RispondiElimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.