mercoledì 5 febbraio 2020

An vedi sti…



“Macchina dell3 polizia o dei Carabinieri, che veleggia a 30 all’ora e che, dopo un po’, svolta senza mettere la freccia…”:
che coNo
Non vorresti affiancarti, anzi, fermarli tagliandogli l3 strada, e, digliene quattro? Invece, no. Perché, se (se) fai quest3, sai che ti succede? 
Nulla di buono. Ergo:
fai finta di nulla
ti arrabbi
li maledici
e nulla di più
Perché si comportano in tale maniera?
   
Il motivo è sostanziale e consta del significato che incorporano e dunque emanano:
l3 società ha una f-orma in gerarchia
per cui
ognun3 esercita tale “potere (riflesso frattale espanso)”
nel “proprio” ambito (livello, giurisdizione).
Non si dice, pesce grande mangia pesce piccol3? 
Non necessariamente dovrebbe essere “così (qua)”, ma, nel “qua (così)” eccome se funziona in tale modo, ch’è informazione ambientale (da auto decodificare a livello “formulare”) e, non, “solamente”… ciò che più ap-pare (sembra), di fatto. 
Nel sostanziale, però, “tu” non ci vai/sei mai (mai), non vist3 che – appunto – tu sei “tu”, in tale f-orma/versione del reale manifest3, ad hoc (ad immagine e somiglianza).
L3 “divisa” o ciò che indossi (in termini di significato & riflesso), ti ha; e sei (fai) l’essere superb3, quando nonsoloseiindivisa (poiché diventa deformazione professionale, anzi, l3 deformazione professionale viene “dopo” rispetto a ciò che auto incorpori in quanto ad informazione ambientale “è già success3” e continua a succedere). 
Stai af-fermando, insomma, attraverso il “tu3” atteggiamento, ciò che significa, ma (ma)… non l3 “comprendi” nemmeno tu/“tu”, poiché sei come… portatore san3
È come prendere la matita e disegnare:
con “te” che sei l’essere strumento, ris(u)onante poiché ri-suonat3 da… 
È, allora, come prendere la matita e... essere disegnat3 da:
qualcosa che “è” qualcun3, che non esiste; c’è.
Quindi, per “fortuna” che se (se) auto decodifichi qualsiasi aspetto, ottieni sempre (sempre) verità, (d)al punto di sospensione eco-dominante + ogni sottoDomin3 (eco).
Perché?
Perché, tu insegni che... l3 mente “vede” ciò su cui si “fissa” 
Sì. Ma non è paranoia, bensì… funzionamento “qua (xxx)” = non importa “come, dove, perché, cosa, chi”, essendo – sostanzialmente – democrazia, uguaglianza, legge, etc.
È l’ambiente, che funziona; con l’ambito “energia” ch’è da trattare come l'essere “tempo”, ovvero:
daje a ride
esiste ma non c’è.
Esiste per chi ne tiene conto (ed è quindi, auto possedut3).
C’è per chi ne fa auto decodifica “formulare” (ed è, quindi, informat3 o auto ricordante potenzialmente).
Ad esempio, ma sempre sul pezzo:
la Borsa non può più scendere “troppo”?
Non appena inizia a… immediatamente, qualche banca centrale “inietta” miliardi in valuta. 
Dunque? Specula (dato che sposta l'equilibrio, portando interesse che non vedi, se non in termini di spostamento del prezzo).
Dove deve arrivare sta Borsa
Non ti dicono, e dunque “sai”, che tutt3 è ciclico nell’Anti-Sistema? 
Allora, perché il Mercato sale in continuazione? 
Se… entri nel merito, in termini economici, finanziari, politici, etc. giungi ad un3 “risposta” che ne riflette l3 teoria sovrastante o sottostante. Ma, del significato che ne è
Il significato c’è sempre, quantunque “tu” scelga diversamente
Il significato, o verità, è inalterabile ma non è inevitabile se (se) tu continui ad essere “tu”, nell’Anti-Sistema. 
Quale Anti-Sistema? Già
Quale? 
Ecco che ciò di-mostra - se te ne accorgi – proprio l3 situazione sostanziale in cui “sei”. 
E vedi bene che, se non immagini nemmeno l’Anti-Sistema, allora (allora) “mancherà” sempre l’anello “mancante”.
Ergo:
quale tipo di conclusione, ne deriverà, se non un qualche tipo di “conclusione”.
Ecco perché sostanzialmente non cambia mai nulla. 
Dove? Se non definisci “dove (come)”, all’equazione manca qualcosa;
da lineare diventa compless3 (astrazione incognit3 = non esiste; c’è l’essere ragione fondamentale).
Il motivo auto af-fondante il/nel “qua (così)”.
In “assenza” di tale accorgerti, da te in te, il mondo rimane fiss3, poiché fissat3 da/in… chi/cosa? 
Come puoi “vedere”, finisci sempre in un vicolo cieco, se… non auto ammetti l’essere responsabile da “a monte” che, non è Dio ma “Dio”, semmai (ovvero, il significato che traspare dal luogo comune “Dio”).
Tale è l3 “teoria” auto espandente(si) da quest3 Spazio (Potenziale) Solid3 (Me), ch’è punto di sospensione, il cui diffondersi è motivo di giurisdizione, dal momento in cui non esiste ma c’è, cosa (chi) “è già success3” e continua a succedere.
Attraverso tale non-azione (ch’è un “Fare…”) av-vengono l3 “cose”, dal punto prospettico che “ispira” l’ambiente, con te/“te” ivi auto inclus3.
In-somma; se (se) dimentichi, diventi preda del ricordare altrui
Quest3 perché (nel) “qua (così)” vige l3 sopravvivenza e chi rimane “indietro” non trova aiuto, bensì, mors tua vita mea
Ok?
Quest3 vale sostanzialmente.
Ment®e, di fatto, potresti anche trovare dell3 “pietà” e dell’aiuto, tipo:
ti do un euro ma levati di mezzo
E il “virus”? Bè… è un’informazione talmente precis3, da non credersi. Vero?
“Fai…” auto decodifica. 
Come? “Formulare”. Dove? “Qua (Oltre Orizzonte)”. Perché? Perché altrimenti sei, e rimani, de’ coccio.
Auto ricordati, allora.
     
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2019
Bollettino numero 10-92
Riproduzione libera”.