mercoledì 20 dicembre 2017

La funzione funziona.



Non potevo dire di no… a mio padre…”.
Mongol
Non c’è risoluzione per quella “equazione” che non la prevede
Per “riuscire” da un simile guazzabuglio, scientifico o meno... quanto vuoi o – meglio – “credi”, c’è solo un modo:
dissolverl3. 
In che modo? 
Accorgendoti di ciò che sostanzialmente “è”.
Alias… una versione di parte, del tutt3 (potenziale). 
Come tale, qualsiasi “trucco (effetto speciale)” è risolvibile all’interno del proprio Dominio (sovranità assoluta, attraverso un atteggiamento “formulare” = saggezza/giustizia, memoria, esperienza, fare, essere, etc. ad angolo giro, universalmente). 
Se (se) credi che questo Spazio (Potenziale) Solido è un disco rotto, che alfine ti annoia perché ti sembra persino di sapere già cosa vi ritroverai nuovamente descritt3 anche “domani”, allora (allora) questo è il motivo per cui continui a ritrovare sempre (sempre) lo stesso tipo di “informazione”.
Repetita iuvant...

Qualora tu avessi ricordato, di conseguenza questa “memoria” risulterebbe come “oro colato”, valore aggiunto, potenziale, “carburante”, etc. 
Ma (ma) è proprio la “fiamma interiore” che non ti si accende

E non serve a nulla recarti dal “meccanico” della salute umana “qua (così)”.
Non è “lì” che risolvi l’equazione nel segno del tuo potenziale. Al limite, “lì”, troverai altra motivazione tale da persuaderti a continuare a... fare finta di nulla. 
In un certo senso, “lì”, ritroverai solamente “te”, nella versione edulcorata AntiSistemica. 
Come andare dal parrucchiere, ogni settimana, per avere sempre la “testa a posto”… 
“Qua (così)” necessiti di/del “lavoro”. Perché
Perché hai bisogno di “denaro”. Perché
Per sopravvivere. 

Gli esseri umani “primitivi”, avevano bisogno di denaro per sopravvivere? No.
Non era ancora stato inventato.
Eppure, non si sono estinti. 
Altrimenti, non esisteresti “ora” nemmeno… “tu”. 
Che cosa “è già success3”
Chi è riuscito a cambiare di fase la realtà manifesta “qua”?
Non lo sai poiché l’hai dimenticat3. 
Non è corretto credere che “non lo sai”
È corretto sapere (accorgerti) di avere già dimenticato motivo, ragione, personaggi, etc. 
Quindi, “ora”… che cosa sai? 
Esattamente, solo ciò che “devi” sapere e ricordare “qua (così)”.
Utilizza la “tua” beneamata “logica”.
Sì, perché, “è” logic3.
Il mondo ti sembra andare “avanti” da sé? Si?
È perché non “vedi”. E perché... funziona.
È perché non auto decodifichi da te in te. È perché ciò che continua a succedere, non ti dice (“vale”) più niente, in termini alternativi sostanziali (frattali espansi). 
L’ambiente “è” la memoria
Nell’ambiente ritrovi sempre tutt3, dato che nell’ambiente ricircola tutt3. Ma (ma) il “tuo” problema è di tipo AntiSistemico:
osservi e prendi in esame solamente da una prospettiva;
anche quando credi di incarnare una “intelligenza” universale (anche quando ti credi… divers3 da ogni altr3 simile) - nella sostanza "qua (così)" - sei guidat3.

In tale "sostanza", sei sempre “alla moda” e non ci puoi fare niente se (se) non ti accorgi. 
Osservando secondo questo filtro, che può assumere tutte le gradazioni del “vero” ma (ma) sempre alla luce del medesimo effetto speciale (Dominio), non puoi che ritornare coerentemente “qua (così)”
Ossia, non vai mai da nessun’altra parte se non nell’AntiSistema. Laddove per “andare” occorre che tu traduca inrimanere qua ma non così”… 
Un mondo diverso “è” potenziale, alias, possibile. 
Prendi in esame le “cose” dal punto di vista della necessità “energia”.
Allora (allora) puoi considerare che per effettuare un simile cambiamento di fase, ti manca l’energia sufficiente per l’innesco e… cos’altr3? 
Nulla di più. 


Infatti, nel momento in cui “ci sei”… consideri attivato l’innesco ed il resto si limita automaticamente a conseguire (viene da sé).
Quando ritorni grande concentrazione di massa, giurisdizionalmente inizi ad ottenere che la realtà manifesta “qua” prenda a… rassomigliarti; 
il ad “immagine e somiglianza” che cosa credi che significhi?
Perché succede
Perché così… funziona. 

Se (se) non ti basta, allora (allora) limitati a credere che esiste un/il centro di potere, che la tradizione religiosa ti ha da sempre “qua (così)” fatto credere di esserci da qualche parte non bene specificata e, contemporaneamente, ovunque
Una informazione che… non te ne fai niente, qualora “temi” per una simile compresenza (situazione). 
Ergo:
di cui hai solamente “paura”, in infinite gradazioni e specifiche del termine che, in ogni “caso”, ti auto contiene e manutiene “fiss3” sul posto (anche se viaggi in continuazione sul/nel Pianeta). 
Ok? 
Ora, applica tutto ciò attraverso un atteggiamento “formulare”. 
Che cosa significa = il luogo comune “Dio” è simbolico e sostanzialmente si ritraduce in… esistenza di un centro operativo funzionale di amplificazione della “potenza”, di che cosa (chi)? 
Della singolarità dotata di potenziale (chiunque), che si “attiva”, accorgendosi. 
Quando la stess3 diventa grande concentrazione di massa, inizia con il manifestare “effetti collaterali (causali)” tutt’attorno a sé, dando luogo ad onde gravitazionali frattali espanse, che s’infrangono con tutt3 ciò che ritrovano lungo il loro – tu3 - agire (essere). 
Una tale emanazione deriva dalla tua particolare configurazione e dall’accelerazione by sistema operativo frattale espanso (il “Genio”, la App, il funzionamento, l’amplificazione in leva e secondo gli attributi conferiti a “Dio”… della/nella tua più autentica portanza centrale). 

Quando la situazione diventa stabile, coerente e sufficientemente coesa, la giurisdizione aumenta a raggiera, sino a raggiungere potenzialmente l’intero “spazio” globale planetario.
Se (se) – come è “qua (così)” – tali onde raggiungono una giurisdizione altrui (quella del Dominio, ad esempio), che cosa succede? 
Scintille… 
Succede che la “storia” registra degli “scossoni”, che sembreranno – alla Massa – dettagli, situazioni, notizie, avvenimenti, episodi, etc.
Ossia, la pluralità continuerà a sottostare alla “firma” del Dominio, sino a quando la giurisdizione sarà sempre la stessa, anche se (se) in corso d’opera c’è una tale “sismografia”. 
Qualcosa che se non raggiunge il livello della manifestazione diretta, allora (allora) non sembra nemmeno esistere, per cui “è” sempre lo status quo a risultare evidentemente
La grande concentrazione di massa “in espansione” può, allora, iniziare ad incidere nel-la realtà manifesta “qua”, partendo da una giurisdizione inferiore che, a livello frattale espanso, non fa alcuna differenzadata la portanza “in leva” connaturata all’ambiente (in quanto, fenotipo esteso frattale espanso).


Non importa, dunque, quale tipo di “battaglia” vinci, se (se) tale circostanza ha un valore potenziale globale.
Nel piccolo, non significa “indifferenza”.
Sono, appunto, i “dettagli” che fanno la differenza… di potenziale. 
Inizia, dunque, ad erodere capacità locale all’AntiSistema
non è un piccolo passo. 
È “solo” il primo passo, di/in una lunga “camminata” con destinazione “le stelle (‘qua, altresì’)”. 
Evita di disdegnare tutt3 ciò che ottieni e riesci a fare nel tuo “piccolo”.
È sempre (sempre) un buon primo step, in una “ottima giornata buona per…”.
La giurisdizione del Dominio è già planetaria, alias, è come accorgersi che l’aria è satura di una nota caratteristica.
Quale? Bé, ci puoi arrivare anche da “te”:
l’aria è inquinata.
Certo, l’aria è anche una miscela di sostanze. Per cui, la “firma” del Dominio potrebbe anche essere l’ossigeno e non solo gli inquinanti. 
Però, è sottile la distinzione che ti porta ad accorgerti della compresenza singolare gerarchica immanifesta del Dominio “qua (così)” e, nell’equazione, occorre metterci che la vita è diventata... sopravvivenza.
Cioè, l’ossigeno ti permette di respirare, d’assieme.
Ma (ma) gli inquinanti sono valore “aggiunto dopo”. 
Le fasi “naturali” del Pianeta, narrano di eventi riguardanti l’anteprima della vita umana planetaria. Mentre, l’inquinamento è qualcosa che è sopravvenut3 “dopo”, all’avvento della specie umana “qua”. 
Il che significa proprio che ti stai accorgendo della compresenza del Dominio e non della ragione per cui esiste la Terra (ricorda che il Dominio interviene dopo, e si approfitta della situazione già esistente, ma non solo per questo definibile come “naturale”).
Prima dell’avvento del Dominio, la vita sulla Terra esisteva già.
Da quel momento (“è già success3”), tuttavia, “tutt3 è cambiato”, ossia ha assunto un’altra “forma”. 
La Terra intera può, infatti, essere rappresentata attraverso il suo “sviluppo cartografico”, e predispost3 per finire sulla tavola piatta di una sala di comando.
La “sua nuova forma” è considerabile essere come una landa piatta da meglio controllare e da affiancare ad ogni livello tecnologico, che la può riprodurre in termini olografici e/o come meglio si “crede” possa essere più… utile.
La ciclicità è prevista e, in parte, corrisponde a onde periodiche che s’infrangono lungo il “Dominio”, come ad esempio l’episodio di Babele insegna a livello frattale espanso:
sottodomini che “qua (così)”
mentre svolgono la “loro” funzione
credono di essere il Dominio
e, per questo motivo
ci si infrangono contro avendo sempre (sempre) la peggio…
L’episodio di Babele non è avvenuto una sola volta: 
semmai, è stato riprodotto e ricordato in una simile circostanza, anche se non è l’unica volta che è già stat3 memorizzat3 in qualche modo anche se “qua (così)”, essendo la memoria frattale espansa… ambientale. 
Volente o nolente, anche il Dominio è soggett3 a tale compresenza infrastrutturale planetaria, universale e funzionale. 
Una funzione che funziona.
Una “legge” che non necessita di alcuna energia per sussistere.
Ricordatel3 sempre a fondo:
la funzione, funziona.

Il processo scientifico, religioso, politico, filosofico, etc. “è” deviato, e ti ha convint3 che la funzione, all’opposto, dipenda dall’apporto di energia.
Dunque, nell’AntiSistema… ti hanno convint3 che persino il potenziale necessiti di “energia”.

Ma (ma) si tratta di accorgerti, ricordare, fermarti, fare e diffondere:
si tratta di “attivarti”.
L’innesco ed il funzionamento non dipendono da alcuna forma di energia, essendo di più fattori inerenti alla grande concentrazione di massa, alla configurazione, all’atteggiamento “formulare”.
Ossia, proprio il target dell’auto disinnesco AntiSistemico. 
È un po’ come minarti nella tua “fiducia”, attraverso la “forma” sociale (indirettamente). 
Cadendo in depressione, hai l’impressione di “fare tutt3 tu”
E, poi, con “chi” te la puoi prendere se sei così… sfigat3? 
Fai attenzione:
accorgiti che non è per nulla affatto così.
Sei in una trappola a cielo aperto, “qua (così)”.
Sei solamente, però, nell’AntiSistema. 
Qualcosa che “è” qualcun3 che, dunque, puoi ricordare e ritrovare… andando ad attivarti potenzialmente


Queste “parole”, probabilmente non diranno niente a “te” ma (ma) a te, invece, sì
Eccoti, allora, la cartina tornasole per accorgerti che "ci sei" e "se sei attiv3". 
Sul Pianeta, ti dicono, ci sono oltre sette miliardi di esseri umani. È “colossale” che tutt3 siano già stat3 passivat3.
Lo capisci anche da te che non è possibile. 
Vero? 
Per cui, ecco anche il perché del rullo compressore sempre all’opera.
Il concetto di “nativ3” è una indicazione esatta, scambiat3 per il/la dirimpettai3. 
Vai al significato del “è già success3” e del “continua a succedere”. 
La scienza (deviata) ha auto ricavato leggi che servono a farti vedere tutt3 dal buco della serratura.
La scienza è composta da esseri umani, che il sotto (Dominio) controlla non localmente, attraverso l’esigenza “sociale ‘qua così’”.
L’umanità fa da sé ed in ciò… “fa per tre”.
Solo che, l’umanità quanto “conta” in questa tri-unità d’eventi?
Conta d’assieme per “un3”, mentre i due terzi sono appannaggio del Dominio che “non esiste; c’è”.
I due terzi fanno il 66 per cento. No
La situazione è molto (molto) peggiore, dato che nel “tuo” conscio, c’è l’in-conscio. 
Il che significa… che “tu” vali meno di “un3”. 
Infatti, se tu fossi “un3”, saresti attiv3 “qua”. 
Ecco che, allora, la percentuale dal 66 per cento giunge almeno al classico 80 per cento. Nella sostanza, è del 99 per cento, dato che tu vali comunque “un3”, dal momento in cui… sei “qua” anche se (se) “così”.
Ma (ma) non è la stessa "cosa": apparenza (libertà, democrazia, diritti, uguaglianza, legge, valori, etc.).
Bio-on, Kartell entra con il 2% per sviluppo nuovi materiali.
Bio-on, quotata all'Aim su Borsa Italiana, annuncia un accordo strategico con Kartell che entra nel capitale della società, tramite la sua controllante Felofin, acquistando il 2% con un investimento di 10 milioni di euro.
L'obiettivo è quello di accelerare lo sviluppo dell'elettronica organica basata sulle tecnologie Bio-on per acquisire una posizione di leadership in questo nuovo settore.
"L'investimento annunciato oggi rappresenta per noi l'ingresso di un socio strategico - spiega Marco Astorri, presidente e Ceo di Bio-on - e siamo particolarmente orgogliosi che un marchio prestigioso come Kartell riconosca l'innovazione e le potenzialità delle tecnologie sviluppate da Bio-on.
La nuova frontiera dell'elettronica organica rientra da tempo nei piani di sviluppo della nostra bioplastica, un prodotto piattaforma che ha già dimostrato di poter essere utilizzato in vari settori industriali per creare prodotti eco sostenibili.
Per questo vogliamo condividere la nostra tecnologia con un partner industriale come Kartell che rappresenta l'eccellenza italiana nel mondo".
"Sono molto soddisfatto di esplorare il 'futuro' - aggiunge Claudio Luti, presidente di Kartell - ed in particolare scoprire nuove tecnologie completamente diverse rispetto ai prodotti che abbiamo realizzato fino ad oggi.
Questa partnership è in linea con le strategie di Kartell sempre alla ricerca di innovazione che possano accompagnare il marchio in un processo di crescita e di evoluzione industriale e di prodotto.
Sono allo studio materiali incredibilmente innovativi e noi assieme a Bio-on possiamo partecipare a questa evoluzione...".
Link 
Questa partnership è in linea con le strategie di… sempre alla ricerca di innovazione che possano accompagnare il marchio in un processo di crescita e di evoluzione industriale e di prodotto.
Sono allo studio materiali incredibilmente innovativi…
L’innovazione “è” (in) una strategia.
Come consideri un vetro che non si sporca mai?
Come qualcosa che “funziona” così.
L'obiettivo è quello di accelerare lo sviluppo dell'elettronica organica basata sulle tecnologie Bio-on per acquisire una posizione di leadership (elettronica organica).
Il Bitcoin nasce nel 2009 come moneta virtuale.
All’inizio valeva pochi dollari e si poteva creare con il Pc di casa. Tutti cercano Satoshi Nakamoto, il creatore della criptovaluta, ma ancora oggi non è chiaro se l’abbia inventato lui, oppure un gruppo di lavoro
Link 
Oppure, un gruppo di… lavoro (nulla è lasciat3 al caso).
I social media spingerebbero le famiglie a indebitarsi, secondo un'indagine
Link 
Se te lo dicono “è” perchè… sei già stat3 passivat3. 
Ad un simile “punto”, sei auto dispers3 da te in “te”.
Il “lavoro” è stato svolto perfettamente


Ed “ora”, anche per “te” è tutta una questione di necessità “lavoro”
Perché devi mangiare; dunque, devi comprare cibo e senza denaro… nisba. 
Chi detiene il controllo del “denaro”, allora (allora) è “qua (così)”… come “Dio”
Non... credi? 
Ma (ma), come hai potuto arrivare sino a questo “punto”?
Come è potuto già succedere?
Perché hai dimenticato che la funzione funziona?
La “Magia” – a livello significativo, frattale espanso – che cosa ti indica?
Ecco. Sì. Ci sei. Dunque?
Fai… da Te”.
    
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2017
Bollettino numero 2207

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.