venerdì 16 dicembre 2016

Bollettino di raccordo (3).



"Sono contro il multiculturalismo, in un Paese ci deve essere una sola cultura e deve essere quella dominante...".
Marine Le Pen 
E... così... già "è" in tutto il mondo, poiché... "qua, così".
Nel cruento finale di Westworld, degna “conclusione” di una serie già di per sé… cruenta, hai potuto ammirare (con quali emozioni?) quale sia la “soluzione” congetturata dalla mente del fondatore, superstite, del “Parco”:
un finale alla “Nerone”, con la piccola differenza che “a bruciare” non è la logistica, bensì, le anime del “Consiglio”.
Quindi, la prima serie termina con l’eliminazione fisica di tutto il Consiglio e del deus ex machina
Questo perché, al di là del livello di conoscenza tecnologica e della “filosofia” – alla base delle “creazioni” – l’unico autentico “rimedio (ad una vita infernale, riservata ai “residenti”, che a tutti gli effetti sono ‘esseri viventi in evoluzione’)” è quello “alla vecchia e classica maniera”… di un colpo di arma da fuoco nella testa.
Questo ti hanno raccontato e, se vuoi “vedere”, anche… proposto.
È una logica che consegue saldamente al senso unico… di un “interesse industriale”, capace di passare tutto al tritacarne, piuttosto che ritornare sui propri passi.
Ergo?
Quale soluzione “lato residenti/centrale”?
Quella radicale, alla “radice” del Consiglio…
Ovvio… ciò che ti hanno proposto è, e rimane, all’interno di una “semplice” trama da film, di un romanzo molto sofisticato ma pur sempre “una storia inventata di sana pianta”. No

Ma (ma) davvero puoi delimitare tutto questo, non pensando alle ripercussioni che, in qualche maniera, questa “trama” può avere anche fuoriuscendo dal proprio contesto “artistico”
Questa "trama" è già nella testa di qualcun3, anche se "qua, così"... Perlomeno in quella della "produzione".
Al di là dell’intrattenimento, che cosa hai “provato”?
Non hai trovato delle similitudini con la “tua” vita “qua, così”? Fantasie
Ovvio.
La realtà manifesta (la “tua” realtà) è diversa.


Il Parco non esiste e non è nemmeno possibile, perché una certa “etica”, tutto sommato, non lo permette e non lo permetterà mai.
Vero?
Peròc’è qualcosa che, all’opposto, è già pienamente sviluppato.
Che cosa?
Proprio la “figura” del Consiglio e dell’interesse che lo anima e riempie. 
Quelle persone esistono, esattamente come le hai potute osservare nella “trama”.
E sono proprio quelle “persone”, che hanno il potere di decidere anche per te e anche se tu non sei d’accordo. 
Per cui, Westworldè ampiamente reale, dato che l’ingrediente principale è rappresentato ed incarnato proprio dall'interesse commerciale/industriale (potere e controllo) nella sempre attuale “rigenerazione” di uman3, orientati a “tutto ciò”.
Si potrebbe parlare di una “possessione”, quindi.
La “sete/fame” di predominio, che si avvale della manifestazione fisica/virtuale dell’equivalenza… in denaro.
Avere. Gestire i destini altrui. Passeggiarci sopra, dentro, attraverso, tutto attorno, etc. Controllare tante vite, allo stesso tempo:
che “cosa” emozionante
da perdercisi trasversalmente
senza più ricordare chi si fosse, realmente, “prima”.

  
Sì. È una possessione vera e propria. 
Da parte di chi/cosa?
Come puoi “rispondere” a questa domanda, se (se) limiti la tua esperienza sensoriale al solo “tocco” fisico, riconducendo tutto nel metodo scientifico, di parte, che a sua volta ricondiziona tutto all’auto mantenimento “da sé”, dello status quo “qua, così”?
Te lo hanno fatto chiaramente capire e, forse, rammentare (poiché “è già successo”) che:
non ti è permesso
andare oltre
senza l’autorizzazione (sblocco funzionale) del Consiglio.
E il Consiglio non ritorna sui propri passi.
Perché, il Parco funziona e funziona, anche, molto bene “lato ospiti/Consiglio, centrale”.
Ossia… genera denaro e permette di essereuna prigione per i nostri peccati (come afferma Robert Ford, nel suo discorso di commiato, alla fine dell’ultimo episodio)”.
Una ammissione di colpa, dunque
Qualcosa che, nella realtà manifesta, non succede e non può succedere, dal momento in cui – il Consiglio (una sottodominante) – non è la dominante.
E se proprio ci vuoi vedere qualcosa in più, allora, il Consiglio può divenire il Dominio, ma mai la dominante (che lo “possiede”).

La dominante è un principio virale. Non è fisica
Non è umana (anche a Filtro di Semplificazione attivo).
È tutto quello che convince il Dominio (costituito da esseri umani, come te) e che lo possiede a livello sostanziale.
Qualcosa del quale, il Dominio non è conscio. Così, non potrà mai auto ammetterlo e ricordare il momento di “è già successo” e… il "prima".
Capisci? Il Dominio è nella tua stessa situazione di fondo:
auto prigioniero di se stess3
attraverso l’influsso dominante.
Per questo motivo, SPS (Io)… ho azzardato che Oltre Orizzonte ci possa essere un “esperimento” e che il Parco (lo scenario per ospitare il reale manifesto, sciogliendolo dal ghiacciaio del reale potenziale), la Terra “qua, così”, sia un moto a procedere indirizzato ad evocare la dominante, richiamandola a manifestarsi all’interno del “congegno”.
Come se… all'origine di tutto questo ci fossi ancora tu (l’umanità), che ti sei accort3 della compresenza immanifesta dominante (il “Male”), della ragione fondamentale per una simile “forma” reale manifesta “qua, così”, dell’origine della “deviazione”, etc. e che, di conseguenza, sia stata l’umanità stessa ad approvvigionare una simile realtà rovesciata.
Come usare l’esca per “manifestare” la preda, il parassita. Sì, perché, ad ogni "latitudine" c'è sempre "intelligenza all'opera".

  
In questo “caso”, l’umanità non ha esitato ad usare se stessa, al fine di “ingolosire” la dominante
Questo... interrompe quel circolo vizioso, che tende a non avere mai un inizio né una fine. Ok? Così, la “vicenda” si può interrompere (con la presa della dominante) e, quindi, si può parlare di un “autentico nuovo inizio (depurato)”.
È a livello simbolico frattale espanso, “lato tuo/umanità, centrale”, che devi sempre coerentemente osservare e rimanere in auto proiezione (scopo).
A ciò che esala da tutto questo.
A ciò che percepisci, “senti”, “cogli”, etc.
E, non tanto, all’opposto, a ciò che tocchi con mano, che vedi con occhi, etc. Quello viene sempre "dopo", essendo in costante "ritardo, by dominante".
Semmai, questo ambito deve fortificare l’ottica superiore sensoriale frattale espansa, ma mai sostituirla.
Questo perché, soprattutto “qua, così”, l’unica funzione ancora del tutto attiva, originale, autentica, nativa, programmata e mai riprogrammata (dunque) è la memoria frattale espansa (del “Genio”… sistema operativo frattale espanso), dalla quale ricavi per simbolismo frattale espanso, tutto ciò che ti occorre per essere sempre “cert3 del tuo ascoltare”.
Su una simile “via”, ricordi il “è già successo” ed il “prima”, ritorni ad essere (dal)la tua grande concentrazione di massa che, per delegazione frattale espansa, ti riporta ad essere il “pilota” del sistema operativo frattale espanso, in chiave giurisdizionale (alias: sovrana).
Che “stupidata”. Vero? Rammenta sempre che c’è il “cestino”, vicino a te. Getta tutto dentro e svuotalo, quindi… Sei (o non sei) liber3 di “fare” tutto quello che vuoi “qua, così”?

Sette anni buttati alle ortiche? A scrivere autentiche fesserie?
Sai a cosa penso? A tutte quelle persone (autori ed autrici) che hanno “scritto per tutta la loro vita”, e che oggi sono ricordat3 per le loro opere di “fantasia”.
Ma vuoi vedere che…?
La "chiave" sei tu, che decodifichi.
Riesci ad immaginare 1) a cosa ess3 si siano ispirati di tanto reale e fisico, 2) a cosa si fossero riferit3, metaforicamente intendendo e codificando, prendendo “questo mondo” come nitido esempio, 3) a cosa abbiano dato luogo, descrivendo certe situazioni, certi mondi, certe vicissitudini, etc.?
No.
Non lo immagini se prendi, ad esempio, Frankenstein per un “mostro” e basta.
Se per te “Dracula” è solo un “vampiro”.
Se Sauron… Lord Voldemort (per rimanere, anche, a persone ancora vive), la Regina Bianca di Narnia, etc. fossero solo delle storie (fini a se stesse, ossia, affini ad un interesse solo commerciale)… allora “buon divertimento”.

C’è (sempre) un valore aggiunto, in ogni “cosa”.
E questo “valore” si aggiunge nel momento in cui lo decodifichi “lato tuo/umanità, centrale” a livello di simbolismo frattale espanso.
La metafora che cosa è? E la similitudine? Un Proverbio? La saggezza e l’esperienza? I ricordi e la coscienza? L’etica, la morale e l’imparare dai propri sbagli?
La storia umana, seppure deviata, è ampiamente “portatrice sana”, nonostante tutto, di informazione frattale espansa autentica ed originale, neutrale secondo funzione e “marchio di fabbrica”.
Qualcosa che ha senso solo se, all'origine, ci sei ancora Tu (umanità) e se tutto questo è “la missione comune (scopo)”, al fine di riportare “fuori” la dominante, alla luce umana imperitura.
Certo… fai fatica ad immaginare la “fine di questa vicenda”, dato che non ricordi nemmeno come e perché è “iniziat3”… Ma, un’autentica fine è possibile.
Così come c’è stato un autentico inizio.
Che cosa è la dominante, allora?
A livello di scopo umano nel suo assieme, a capo dell’esperimento in corso, è… un problema sociale reale.
Come una pandemia virale.
Anche al livello reale superiore (quello, per intenderci, che ha progettato e realizzato anche il sistema operativo frattale espanso o il "labirinto”, con il “filo di Arianna” perennemente incarnato dalla memoria frattale espansa) c’è, dunque, un “problema”, unmal funzionamento?
A quanto pare, sì.
Però, l’umanità è coesa nel perseguire un esperimento comune. È al corrente della situazione, probabilmente, perché è già sviscerata ad un livello tale da essere ampiamente “pubblico, doloroso e pericoloso per tutt3”.

È, tuttavia, necessario fermarsi con questo tipo di “informazione”, perché è troppo presto e rischia, con la consapevolezza attuale, di trasformarsi in un altro boomerang AntiSistemico. Ok
Espandi l’orizzonte, Oltre Orizzonte, step by step…
Il “Consiglio”, osservato in Westworld, è qualsiasi “ordine pregresso, al comando del destino del corrispettivo ‘Parco’”;
un Consiglio, dunque, esiste sempre e dipende (si “forma”) dalla compresenza immanifesta dominante:
la sua “natura (ragione fisica, giuridica, etc.)”
è un riflesso (risposta ambientale)
una simbologia frattale espansa
dovuta
a tale compresenza dimenticata “qua, così” (la sua "natura" diventa la natura del Consiglio).
Qualcosa che, comunque, viene sempre segnalat3 (in ‘codice ambiente’)”, attraverso la funzione nativa di memoria frattale espansa. 
Cioè, proprio ciò a cui non dai più retta, avendo aderito al metodo scientifico “qua, così”.
Avendo necessità di provare (alla maniera convenzionale) ciò che “percepisci esemplarmente (sulla base dell’ingiustizia millenaria AntiSistemica o, se preferisci… della giustizia di parte, dominante)” e che “sanno anche i sassi” avendo subito, generazionalmente, e pagato sulla propria “pelle”…
... subendo questa “necessità ‘altra’” come se fosse tua e come se fosse per il “tuo bene”, decanti e decadi progressivamente in qualcosa che “non ti ascolta, non dandoti sostanziale ‘voce in capitolo’”, anche se sembra proprio il contrario.

La risultante di due portanti (quella di memoria frattale espansa e quella by dominante), induce la Massa a seguire quella che “capisce di più”
e non è la portante frattale espansa, poiché… codificata e necessitante di un tuo “orientamento coerente con te stess3 ed, unitamente, con l’umanità intera”.
Il segnale codificato è, tuttavia, sempre alla tua “altezza”, ma sei tu ad avere dimenticato la sua esistenza o, meglio, è stato l’AntiSistema, per effetto dominante, ad essere intervenuto nel mezzo (attraverso), filtrando tutto di conseguenza (deviazione).
Infatti, la realtà manifesta è sottintesa al segnale di clock (portante) AntiSistemico “qua, così”… modulato in dominanza (controllo, prevenzione, anticipo, direzione, filtro e censura, scopo).

Se qualcosa (o tutto questo) non ti è ancora “chiaro”, significa che sei al di là del ricordarti. Però, se lasci spazio al tuo “percepire (senza necessità altra di comprovazione)”, allora – comunque – ti stai avvicinando a Te, anche se ancora non ricordi o non “capisci”.
Non importa nemmeno il “come, dove, quando, cosa, perché, etc.”:
è portante decodificare l’informazione ambientale frattale espansa “lato tuo/umanità, centrale” giusta ad angolo giro, In Comunione.
Che diamine vuole dire


Credi in te e lascia andare il significato convenzionale del “fare”.
Semplicemente “Fai…”.
Andrà sempre “bene, così”, come ti viene naturale “fare”.
E come la metti con l’interferenza dominante, che devia tutto di conseguenza?
Ricorda che:
la compensazione dell’interferenza è proprio il “Fai…”, dalla “posizione centrale” poco sopra formulata...
in quella configurazione
il tuo “fare” è sempre un “Fai…”.
È sempre allineato alla direzione “tua/umana, centrale”, avendo già apportato le correzioni di rotta necessarie a bypassare il campo d’interferenza dominante “qua, così”.


Ti sei abituat3 a “ragionare secondo logica AntiSistemica (coi ‘filtri per la testa’, più che coi ‘grilli’)”. 
Anche se non ti sembra succedere nulla… qualcosa succede.
E “va da sé”, che la grande concentrazione di massa (carattere, atteggiamento, personalità, etc.) obbliga giurisdizionalmente il sistema operativo frattale espanso, a “clonare nella realtà manifesta, secondo ‘pesi e misure’ direttamente proporzionali alla grande concentrazione di massa, proiettata in ess3”…
Riaccordati e raccordati (ricordati) di/in/su tutto questo, dato che è “autentic3”.
Quale alternativa altra, hai… davanti a te “qua, così”?
Solo il “qua, così”.
Ossia, ogni “scelta” depurata per te, non da te.
Come i gruppi di pressione sono connaturati ai bisogni delle democrazie occidentali?
Legge Le Chapelier, questa legge proibiva i corpi intermedi (le lobby)
Le Decisioni pubbliche sono il frutto di una contrapposizione di interessi particolari.
Quando un’autorità prende una decisione è perché un interesse prevale sugli altri.
La decisione pubblica rispetta l’interesse generale che pero è il frutto di interessi particolari svolte dalle lobby…
Link 
Ancora il “Consiglio”. Vero?
La decisione pubblica rispetta l’interesse generale
che pero
è il frutto di interessi particolari svolte dalle lobby (quando un’autorità prende una decisione è perché un interesse prevale sugli altri).



Non vi sono altri poteri, rispetto a quelli costituiti dalla volontà del popolo espressa dai [suoi] rappresentati [eletti]; non vi è altra autorità, rispetto a quelle da esso delegate; non vi può essere azione diversa da quella dei suoi mandatari, rivestiti di funzioni pubbliche.
È per tutelare tale principio in tutta la sua purezza che, da un estremo all'altro dell'Impero, la Costituzione ha fatto sparire tutte le corporazioni, e che essa non ha riconosciuto che i corpi sociali e gli individui
non vi sono più corporazioni nello Stato; non vi è più che l'interesse di ciascun individuo e l'interesse generale.
A nessuno è permesso di ispirare agli altri cittadini un interesse intermediario, di separarli dalla cosa pubblica con uno spirito di corporazione”.
Le Chapelier, Assemblea Nazionale Costituente, 29 settembre 1791
Con la famosa Legge Le Chapelier, del 14 giugno 1791, che aboliva le corporazioni, l'apprendistato, introduceva un delitto di coalizione... penalmente perseguibile, abrogato solo nel 1864.
In conseguenza la legge proibiva anche le associazioni di lavoratori ed il diritto di sciopero, con l'argomento che il nuovo regime che aveva distrutto le antiche corporazioni, non poteva permettere la ricostruzioni di nuove, che si interponessero fra Stato e cittadini:
a nessuno è permesso di ispirare ai cittadini un interesse intermediario...
Link 
Erano senza "idee chiare". E fu, ancora, solo il "caos (apparenza causale)".




Dio che crea Adamo.
Il momento in cui Dio dà agli uomini la vita e uno scopo…
Almeno, così dicono i molti ma… può esserci un altro significato. Più profondo, qualcosa di nascosto, forse. Una metafora.
Intende una menzogna?
Già...
Questo è l’unico mondo che conti. Così ho seguito il tuo consiglio e ho comprato questo mondo.
Questo mondo non appartiene a te.
Sì, invece. Possiedo la quota di maggioranza. E gli affari vanno alla grande. Vuoi sapere perché? Perché questo posto sembra più reale del mondo reale, però non lo è. Perché non potete realmente reagire e gli ospiti non possono realmente perdere. Il che vuol dire che tutto questoè una menzogna. Ma possiamo renderlo vero. Non la vorresti… una cosa vera…
Tu sai cosa volevo. Che i residenti smettessero di seguire le tue regole. Non vale la pena giocare, se il tuo avversario è programmato per perdere. Volevo che fossero liberi. Liberi di reagire. Era ovvio che non l’avresti permesso. Dopo tutto è il tuo piccolo misero regno…
Fin da quando ero piccolo ho sempre amato le belle storie. Credevo che le storie ci aiutassero a nobilitare noi stessi. Ad aggiustare ciò che si era rotto in noi. E ad aiutarci a diventare quelle persone che sognavamo di essere.
Bugie che raccontavano verità profonde.
Pensavo di poter avere un piccolo ruolo in quella grande tradizione e per le mie pene ho ottenuto questaUna prigione per i nostri peccati.
Perché non vogliamo cambiare… o non possiamo farlo.
Perché siamo solo umani, in fondo. Ma poi ho capito che alcuni prestavano attenzione. Alcuni potevano cambiare.
Così ho iniziato a comporre una nuova storia per loro.
Comincia con la nascita di nuove persone. E delle scelte che dovranno fare. E delle persone che decideranno di diventare.
E avrà tutte le caratteristiche che avete sempre apprezzato. Sorprese. E violenza.
Inizia in un periodo di guerra. Con un cattivo di nome Wyatt. E un omicidio. Questa volta per scelta
Mi rattrista dire che questa sarà la mia ultima storia.
Un vecchio amico una volta mi disse una cosa che mi dette grande conforto. Una cosa che aveva letto. Disse che Mozart, Beethoven e Chopin non sono morti. Sono solo diventati musica. Così spero che vi piaccia questa ultima parte…).
Westworld
Il loro progresso non significa che la potenza egemone si sia indebolita in senso assoluto, bensì che gli altri stati si sono rafforzati in senso relativo, creando le basi per poter competere sulla scena politica internazionale…”.
Kenneth Waltz
Una “menzogna”.
Qualcosa che divide, suddividendo tutt3.
E apparendo per l’esatto contrario di quello che incarna, rappresenta ed “è”, ossia, l’effetto dominante che per simbolismo frattale espanso è, finalmente, ritornato alla “luce della tua, autentica, attenzione”…
Si “dice”, tutti, la stessa cosa. Senza saperlo né capirsi.
Attraverso la Massa passano vari tipi di segnale portante (clock e informazione). Su tutti è la portante dominante ed il potenziale (memoria e simbolismo frattale espanso).
Ricorda.


“Fai… (ora hai tutto per farlo)”.
    
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2016
Bollettino numero 1964


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.