giovedì 18 agosto 2016

Prendi solo il “buono” dell’informazione ambientale.



È proprio quando credete di sapere qualcosa, che dovete guardarla da un'altra prospettiva”.
 John Keating
Il nostro miglior sapere è quello della scienza, di gran lunga il nostro miglior sapere; e tuttavia anche il sapere scientifico è solo sapere congetturale”.
Karl Popper
Il “guardare da un’altra prospettiva” permette di accorgerti che “anche il sapere scientifico è solo sapere congetturale, basato sulla convenzione derivante dalla convinzione.
Non sono tanto gli “esperti”, che fissano un certo tipo di sapere, quanto – non paradossalmente, al centro di una ben precisa strategia di conoscenza del funzionamento della Massa – la Massa stessa, che permette ad una certa “versione del sapere” di condensarsi nella società umana.
È fuori da ogni dubbio che, ad esempio, “qua, così” esista la gravità. 
Basta lanciare per aria un sasso, per averne la riprova.
Ma, la gravità è osservabileanchesecondo altra prospettiva, avendo un significato frattale espanso, (ossia) a partire dalla ragione fondamentale, che si “frantuma” in una infinità di echi gerarchizzati.

 
La gravità indica chiaramente la compresenza, non manifesta, della dominante… che “attrae” a sé, e possiede tutto a livello giurisdizionale, sul/nel pianeta Terra (e che ha scelto la non manifestazione, in maniera tale da essere maggiormente al sicuro, da qualsiasi tuo tentativo di "infiltrazione (tentazione, copertura, coibentazione, fortezza, Olimpo, etc.)".
  
Ora, immagina un potere tanto “evoluto” da possedere tutto, in un predeterminato contesto (il "qua, così" è come l'interno di uno scenario, di una astronave. Non è... tutto, non essendo il potenziale). 
È giogo forza che anche la “natura” ne riflette una simile portata, anche se questa (dominante) – per motivi legati alla strategia più adatta a preservare e conservare il “vantaggio” – ha preferito “non essere manifesta”… il che significa, “non che è una entità eterea, aliena, extra dimensionale, etc. bensì che, molto più semplicemente, “si è resa opportunamente ‘lato proprio, centrale’ come dimenticata dalla Massa e, così, 'trasparente'”.


Le scie chimiche non esistono. Il cielo è normale (incanto). In ogni caso, si tratta di... "inquinamento". No? Per cui, non esistendo le schie chimiche, non ti allarma nemmeno tutto questo inquinante nell'aria?
 
È davvero impossibile dimenticare che esiste la ragione fondamentale?
Sì, se questa adotta l’intenzione di “scomparire dal tuo radar”.
E, allora, come te ne puoi accorgere, senza ricordarla esistente?
Attraverso la proprietà di memoria frattale espansa, del sistema operativo frattale espanso, a capo del funzionamento automatico della realtà manifesta (a partire dal potenziale).
Osservando per mezzo del Metodo Indiretto (se mi dici questo, allora significa che, sino ad ora, mi hai mentito) o del Doppio Specchio (che cosa continua a “rimbalzare ‘qua così’”)?
La riprova frattale espansa è ovunque
L'inquinamento e la radioattività, ad esempio, oltre a quello che "sono (convenzionalmente)", che cosa ti indicano a livello simbolico (relativamente a qualcosa che è assolutamente fisic3, reale manifest3, palpabile)?
È nella natura ma è, anche, la natura stessa.
Ossia, nulla viene lasciato al caso, poiché tutto deriva da… “qualcosa, che è da qualche parte”.
Visibile (penetrabile) ed invisibile (impenetrabile), lo sono solo per mezzo della relativa visione diretta, attraverso lo strumento adattivo degli occhi. Qualcosa che risente della regia della mente, che, sai già, essere uno status dispositivo altamente programmabile e “qua, così” – ovviamente – già riprogrammat3.
Hai, ancora, necessità di esempi (dopo sette anni di SPS)?
  


Tu registri, interiormente, tutto quello che succede ed “è già successo” (memoria).
Per cui, in te esiste una memoria di lunga data, che si estende al di là di ogni grado di convenzione e di dominante.
Questa capacità non è tanto un potenziale, quanto una realtà:
esiste, anche se non lo sai e/o non lo ricordi più.
È come avere l’ago ma non il filo o viceversa, però, nel momento in cui… “il terzo incomodo (che non esiste ma c’è)”, lavora proprio affinché ti venga sempre a mancare la “presunzione di sapere già tutto, non visto che... lo hai già vissuto”, evocando smarrimento in luogo del ricordo.
Quale tipo di ricordo e di memoria… è, così, sepolt3 in te?
Il momento di “è già successo” (il “tutto è compiuto” di religiosa memoria, intesa a livello frattale espanso “lato tuo/umanità, centrale”. Oppure, il Big Bang di scientifica prospettiva, inquadrato da una risoluzione del tutto “Made in Te Stess3, con a cuore l’umanità intera”).
 
Perché odiare l’umanità? Perché la giudichi.
Tu non la odi? Certamente.
Però, tendi a prenderla apparentemente per quello che ti sembra essere:
  • ben poca cosa.
Il suo comportamento d’assieme è perlomeno dubbio, equivoco… tanto da arrivare a disprezzarla, poiché apparentemente senza coerenza, sempre disposta a vendersi al miglior offerente, senza spina dorsale, dedita ad ogni genere di “mollezza caratteriale e spirituale”, etc. Non è vero? Nonostante sei, forse, religios3 o altro di sempre alla moda.
 
Nonostante sei te stess3 parte dell’umanità. Pensa a questo:
  • ogni punto di giudizio (individuo)
  • quasi sempre, immancabilmente
  • si sente diverso (“migliore”), rispetto a quello che vede e giudica
e, così facendo
  • ogni individuo delinea una umanità d’assieme, individuo per individuo, molto migliore rispetto a quella che sembra superficialmente.
No?
Se da sol3, sei tu. Se d’assieme, sei “tu”.
E la Massa, allora, come “è”, sostanzialmente?


 
Che cosa “vedi” della/nella Massa, se ti ci metti dentro (frattalità espansa) oppure ti "togli" (giudizio)?
L’osservatore mette se stesso, in quello che osserva. Ergo:
nell’osservato c’è l’osservatore (per mezzo del giudizio, credi di osservare solo gli altri, ma tu ci sei sempre dentro).
Capisci?
Per questo, la dominante non potrà mai scomparire del tutto, rendendosi dimenticata.
Ella vive sempre nell’osservato/osservazione, mentre osserva.
E da “lì” ti puoi accorgere della sua compresenza, ordinariamente non manifesta. Questo avviene poiché l’infrastruttura reale manifesta è “a natura frattale espansa (registro, memoria, neutralità)”…
Renditi conto che “qua, così” sei focalizzat3 su una predeterminata frequenza (convenzione). E tutto quello che “sai… sei (già diventat3)”.
La scienza è deviata.
Così che il “suo sapere” sia deviato e che tu stess3 sia deviat3.
Quando tutto è deviato (angolato, mono prospettico), allora la realtà manifesta diventa la risultante della deviazione (angolo, prospettiva dominante) in toto (relatività assoluta, senza ragione fondamentale alcuna evidente).
E quando tutto è polarizzato, allora, tutto ti sembra “giusto, così come sembra apparire, solidamente, senza alternativa sostanziale praticabile alcuna”.

 
Ad un certo “punto”, quando tutto è allineato, non riesci più nemmeno ad immaginare diversamente. Allora compare la "fantascienza", come quel grosso “cestino (bidone)” adatto a contenere gli “scarti” dell’elaborazione ordinaria umana:
  • un buco nero che fagocita tutto
  • disinnescando tutto
  • divenendo un “prodotto commerciale”
  • a cui non crede sostanzialmente più, nessun3.

 
Sicurezza di rete, privacy e concorrenza. Oltre alla questione della privacy, c’è anche il tema concorrenza.
I competitor dei servizi online non sono operatori di Tlc, ma player globali che possono sfruttare da un punto di vista commerciale l’enorme quantità di dati raccolta sugli utenti
Sicurezza, privacy, concorrenza (competitor)…”? Non esiste nulla di tutto questo, se “qua, così”. Infatti:
  • i competitor dei servizi online non sono operatori di Tlc, ma player globali che possono sfruttare da un punto di vista commerciale l’enorme quantità di dati raccolta sugli utenti
Ok? Te lo dicono, persino. 
 
Ergo:
tutto quello che “viene prima”… non è ver3 (nonostante le apparenze, legate a livelli più superficiali della verità sostanziale, di fondo, dominante).
"Gli investimenti a reddito fisso hanno visto i loro prezzi salire a causa dei tassi di interesse più bassi. A lungo termine, i tassi di interesse bassi, tuttavia, hanno implicazioni negative per i futuri rendimenti del portafoglio obbligazionario…”.
Tutto questo “è falso”. Queste “regole” appartengono al “qua, così” e non solo assolute.
Ricorda sempre in coerenza = dal “lato tuo/umanità, centrale”:
  • tutto questo è falso
  • non tanto perché “non vero”
  • quanto perché… è convenzionale
alias
  • al di là del “qua, così” è solo falso (così come puoi riassumere, oggi, ad esempio… i cosiddetti “bestiari del medioevo”).
Al di là del “qua, così” = qua ma diversa mente (non si tratta di scappare, non è una fuga, non è l’ascendere o altro).
Usa 2016, terremoto nel team di Trump, vince la linea populista…
Vince… il motto di quanti sostengono che la chiave della vittoria sta in una semplice regola:
"lasciate che Trump sia Trump", esagerato e scorretto quanto vorrà.
Fai come loro (te lo dice anche una famosa pubblicità)”:
  • la chiave della vittoria sta in una semplice regola
  • essere te stess3.
Il che implica “epicità, coraggio, centralità laterale con te al tuo centro centralmente (come accendere tutte le luci di/in casa)”.
Guarda non caso, proprio quello che “ti manca” (a parte atteggiarti a falso te stess3).

 
Le "scie chimiche" non esistono.
Il verdetto dei migliori esperti della scienza dell'atmosfera.
Alcuni gruppi e individui ritengono erroneamente che le scie di condensazione durature… lasciate alle spalle dagli aeromobili siano la prova di un programma segreto di spruzzatura su larga scala di sostanze chimiche volte a modificare artificialmente il clima tanto che vengono da costoro denominate "chemtrails" (Chimical Trail).
I Sostenitori di questa teoria del complotto attribuiscono questa presunta spruzzatura ad alcuni governi (in primis gli Usa) e all'industria.
Gli autori di questo studio -  tutti della nota Carnegie Institution for Science, University of California -  hanno condotto un sondaggio tra i migliori scienziati nel campo della Fisica dell'atmosfera.
Tutti hanno negato categoricamente l'esistenza di un programma segreto di spruzzatura artificiale di sostanze chimiche nell'atmosfera.
Le scoperte del team, pubblicate da Environmental Research Letters, si basano su un'indagine di due gruppi di esperti:
chimici atmosferici specializzati in scie di condensazione e geochemici esperti su inquinamento atmosferico da polveri
Ben 76 dei 77 scienziati interpellati hanno affermato che essi non avevano mai avuto la prova di un programma segreto per spruzzatura artificiale di sostanze chimiche e sono d'accordo che la presunta prova citata dai fautori delle chemtrails poteva essere spiegata attraverso altri processi, quali appunto la formazione di contrail da parte degli aerei…
"Nonostante il perdurare delle teorie erronee sulla chimica atmosferica legata ai programmi di spruzzatura, fino ad ora non c'era alcun studio accademico peer-reviewed, che dimostrasse che le 'scie chimiche' sono solo normali scie di condensazione e che stanno diventando sempre più numerose a seguito dell'incremento del traffico aereo
Inoltre, è possibile che il cambiamento climatico faccia sì che scie di condensazione persistano in atmosfera per periodi più lunghi rispetto al passato.
Da quale pulpito?

Carnegie è ricordato per aver costruito una delle più potenti e influenti corporazioni della storia degli Usa
Alcuni individuano in Carnegie una sorta di ispirazione per il personaggio di Paperon de' Paperoni…
  • gli autori di questo studio -  tutti della nota Carnegie Institution for Science, University of California -  hanno condotto un sondaggio tra i migliori scienziati nel campo della Fisica dell'atmosfera. Tutti hanno negato categoricamente l'esistenza di un programma segreto di spruzzatura artificiale di sostanze chimiche nell'atmosfera (gli “autori dello studio” non sono, dunque, scienziati. Essi “hanno condotto un sondaggio tra i migliori scienziati”. E tu? Tu che non sei espert3, dove ti ritrovi in tutto questo processo? Tu fai da cartina di tornasole: tu sei il/la testimone, e sei centrale in tutto questo)
  • ben 76 dei 77 scienziati interpellati hanno affermato che essi non avevano mai avuto la prova di un programma segreto per spruzzatura artificiale di sostanze chimiche (certamente. L’incanto è potente, anzi, è… totale. Anzi, no: un "esperto" risulta come "fuori dal coro". Non conta nulla, questo dato di fatto? Non ne basta anche solo un3? Del resto, un "segreto è... segreto" e, quindi, non può essere "sulla bocca di tutti". Ergo: quell'unica "eccezione che conferma la regola" è di più... la conferma della "tesi", che è stata smantellata da tutta la rimanenza. Che cosa ne è stato di questa "eccezione"? Chi è? Dove si trova? Quale è il suo pensiero? Ricordalo: ess3 è un espert3. Ti puoi fidare)
  • fino ad ora non c'era alcun studio accademico peer-reviewed, che dimostrasse che le 'scie chimiche' sono solo normali scie di condensazione e che stanno diventando sempre più numerose a seguito dell'incremento del traffico aereo (ed ora… c’è? Nulla viene lasciato al caso).
Peer review:
questo processo costringe gli autori ad adeguarsi ai migliori livelli di qualità della loro disciplina, oppure ai requisiti specifici della rivista, o dell'agenzia finanziatrice.
Pubblicazioni e progetti di ricerca che non siano stati soggetti a una revisione dei pari non sono generalmente considerati scientificamente validi dai ricercatori e dai professionisti del settore, se non dopo eventuali e accurate verifiche.
La valutazione tra pari è nata assieme alla crescita e standardizzazione editoriale dei periodici scientifici, non è priva di difetti e di proposte di perfezionamento, ma nei fatti questo sistema è quello che ha maggiormente contribuito allo sviluppo della conoscenza scientifica, verificata attraverso un metodo scientifico, nella società moderna con l'affermarsi di un consenso nel tempo intorno alle varie tematiche di pari passo con le rispettive verifiche sperimentali….
  • questo processo costringe gli autori ad adeguarsi
  • pubblicazioni e progetti di ricerca che non siano stati soggetti a una revisione dei pari non sono generalmente considerati scientificamente validi
  • questo sistema è quello che ha maggiormente contribuito allo sviluppo della conoscenza scientifica, verificata attraverso un metodo scientifico, nella società moderna
  • lo “vedi” il loop o il bias di conferma? Certo che sì. Lo “vedi” ma non ti accorgi delle implicazioni assolute, che ne derivano e dalle quali deriva.
Dominante…
  

Luglio è stato il mese più caldo della storia.
Secondo i dati Nasa lo scorso mese è stato il più caldo dal 1880…
Dati che allarmano e che fanno prevedere che il 2016 sarà l'anno più caldo di sempre.
L'eccezionale caldo del 2016, secondo gli esperti, sarebbe principalmente dovuto a El Niño, il fenomeno climatico periodico che mediamente ogni cinque anni innalza le temperature dell'oceano Pacifico…
L'eccezionale caldo del 2016, secondo gli esperti, sarebbe principalmente dovuto a El Niño
Davvero?
Non sarà una estate caldissima o da record perché quest'anno non è presente il Niño, il quale ha un accertato effetto di amplificazione della calura estiva sulla nostra penisola…
Le estati "caldissime" ovvero con più di 50 giorni (quasi 2 mesi su 3) in compagnia dell'africano sono state 4: 2003 (75 giorni, quasi l'intera estate!), 2009 (62 giorni), 2012 (61 giorni), 2015 (50 giorni).
Tutte tali annate hanno coinciso con la presenza del Niño. Ma nella presente estate il Niño non ci sarà e questo è il motivo per cui escludiamo che l'estate 2016 sia caldissima
Mario Giuliacci
  • quest'anno non è presente il Niño
  • nella presente estate il Niño non ci sarà e questo è il motivo per cui escludiamo che l'estate 2016 sia caldissima…
Allora: che cosa sai? Quello che “serve”. A chi/cosa?
Dominante…
A cosa le serve, manifestarsise da “lì (vantaggio)” può meglio operare, completamente inosservata poiché addirittura dimenticata?
È giogo forza, il non apparire.
Il che non significa che sia “Dio” o che sia diversa da te (eterea).
A Filtro di Semplificazione attivo, la dominante è composta da esseri umani, in carne ed ossa, esattamente come te (che sei a loro “immagine e somiglianza” e viceversa).
E rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori”.
Ricordi questo “mantra”?


Ora, come giudichi quello “stato delle cose (Stato)” che non ripaga i propri debiti, nei tempi promessi (legge), nel momento in cui – quando sei tu a doverlo ripagare, con gli interessi e con le multe – tu non hai denaro per adempiere al “tuo dovere”?
Lo giudichi, è vero. Ma… chi/cosa giudichi?
Con chi/cosa ce l’hai?
Fisicamente, dove vai e cosa fai?
A chi/cosa ti rivolgi?
Cosa puoi fare, se non darti fuoco in segno di protesta?
P.A., Cgia: mancati pagamenti alle imprese ammontano a 65 mld.
La Cgia torna a denunciare il mancato pagamento dei debiti da parte della pubblica amministrazione.
"Anche se a nostro avviso il dato è sottodimensionato - segnala il coordinatore dell'ufficio studi Paolo Zabeo - dall'ultima stima elaborata dalla Banca d'Italia emerge che i mancati pagamenti della P.A. ammontano a 65 miliardi di euro:
34 a causa dei ritardi di pagamento e gli altri 31 sono di natura fisiologica, legati ai tempi di pagamento contrattuali che, secondo la direttiva europea entrata in vigore nel 2013, non possono superare i 30-60 giorni dall'emissione della fattura…
In altre parole, a differenza di quanto sostiene la Banca d'Italia, noi riteniamo che anche una buona parte di questi 31 miliardi di euro siano ascrivibili alla cattiva abitudine della nostra Pa di pagare con grave ritardo i propri fornitori".
"In Europa - segnala il segretario della Cgia, Renato Mason - nessuna altra pubblica amministrazione si comporta peggio della nostra”…
Link
Quale insegnamento "morale, pratico, coerente e civile (pratico)", s’emana da un simile comportamento?
Il monito (frattale espanso) ad adeguarsi, ossia, “a fare lo stesso, con tutti quei livelli che sono come sottoposti, livello per livello nella gerarchia globale”.
Lo Stato è compresente ma non manifesto. Ti ricorda qualcosa?
Ci sono persone che lavorano “nello Stato”, ma esse non sono lo Stato, che sei tu, ed allo stesso tempo, ogni altro “tuo” simile.
Per cui?
  • Tu, tutti e… nessuno…
Allora: chi/cosa è lo Stato?
Una veste di comodo, per la “forma” sotto dominante (la dominante è "solamente" riflessa, a livello frattale espanso, riutilizzando tutto in delegazione frattale espansa).
Lo Stato è una invenzione, per cui “non esiste ma c’è”.
Lo Stato ti ricorda lo “status quo”.
Lo Stato ti usa, poiché si è sostituito alla tua sovranità centrale.
Lo Stato è l’evidenza del tuo disinnesco, del tuo svuotamento ed “impoverimento interiore/esteriore”…
Lo Stato è qualcosa che “sei tu, quando chiede sacrificio” e che “non sei tu, quando festeggia”.
Lo stato non è nessun3 “qua, così” e tu sei indebitato con il “nulla (dominante)”.
Le guerre hanno portato alla creazione dello Stato, che è la forma meno apparente di “monarchia assoluta (Dominio)”.
 
Ergo:
le guerre sono artificiali (organizzate, create) poiché asset, al fine di giungere ad un “ordine perfetto ‘lato dominante, centrale’”…
La regia è sempre stata unica (poichè ne esiste, di fatto, "qua, così"... solo una).
Il “banchetto” ha sempre previsto, te, come “lauto pasto (prodotto)”.
La situazione “ambientale”, ti ricorda tutto questo (che è già successo), a livello frattale espanso (esempio, metafora, simbologia, archetipo, storia che si ripete, loop, etc.)… e, così, non ti resta che recuperare la tua memoria, a partire da qualsiasi dettaglio distribuito persino nel “qua, così”.
Il momento è sempre quello giusto, visto che la memoria frattale espansa è come aria che respiri…
Sei nel “sogno” dominante:
  • attraverso la “speranza (quella sostanziale alternativa, reale potenziale, ‘lato tuo/umanità, centrale’)”
  • tu “buchi” questo sogno
poiché
  • incontenibile…
Dobbiamo agire in modo indiretto. Trasformare (gli) ostacoli in…”.
Billions
Fai come loro.
Loro chi?
Esci da questo loop.
Loro. No?
Senza questa consapevolezza, non riesci

 
Dai un “nome fisico (rappresentazione reale manifesta)” a qualsiasi “luogo comune (termine)”:
  • esegui/incarna la decodifica frattale espansa, coerente
  • prendi solo il “buono (lato tuo/umanità, centrale)” dall’informazione frattale espansa ambientale (filtra)
  • evoca e condensa (ri solve et coagula).
Ergo:
  • status quo = dominante = cerchia di umani, come te.
È un processo che interessa indirettamente ma direttamente, te
Sono istruzioni, ispirazione, alternativa, copia e incolla.
Sta a te, trasformare tutto questo “lato tuo/umanità, centrale”, pena il continuare ad essere solamente un altr3 clone, indirizzato con il pilota automatico... scaricato vivendo “qua, così”:
allo stesso tempo (ricordi?).


       
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro 2016/prospettivavita@gmail.com
Bollettino SPS numero 1881
 
 

2 commenti:

  1. Grazie per la segnalazione ... Ma che faccia tosta! ... sono veramente Spudorati!
    [Tutti hanno negato categoricamente l'esistenza di un programma segreto di spruzzatura artificiale di sostanze chimiche nell'atmosfera.]
    Come "Tutti"? ... Ma se poi sostengono ....
    [Ben 76 dei 77 hanno affermato che essi non avevano mai avuto la prova di un programma segreto per spruzzatura artificiale di sostanze chimiche]
    Se sono il 99% non sono Tutti!

    E poi se le Scie chimiche sono un "programma segreto" degli USA, come fanno a conoscerlo questi "scienziati", questa "Classe di uomini scelti, di gente sicura" (Così li chiama S.Bersani in "Il Mostro" - https://www.youtube.com/watch?v=aMitwbJvxpU )?

    Già solo questa frase, ma ce ne sono altre, alcune anche da te svelate, è sufficiente a tacciare l'articolo come "bufala" e a smascherare (se ce ne fosse ancora bisogno, ma purtroppo, sic!, per molti ce ne ancora bisogno!) senza ombra di dubbio il Dominio e uno dei suoi 1000 tentacoli che è il "Meteo dell'Aeronautica Militare"

    E poi che dire sullo Stato, lo Status Quo.
    La natura non ha confini, e senza confini niente Stati, Nazioni, Regioni, ecc.
    Sono tutte una "Questione artificiale" By Dominio.

    Ultima cosa a proposito di "Loro"[1]: Ma se sono "umani come noi" possibile che non si riescano a stanare (ora che sappiamo che ci sono grazie all'analogia frattale) ) e a stilare un elenco Nome Cognome di chi siano?

    Ciao
    Dario

    [1] Nota: vedo una certa analogia tra:
    a) "Loro", questi "nobili" e "rari" Re di cui tutti (tipicamente la sottodominante) vanno alla ricerca per ottenere benefici e vivere meglio nel Qua Così.
    b) "L'oro", questo "nobile" e "raro" metallo, di cui tutti vanno alla ricerca per guadagnare posizioni nella piramide e vivere meglio nel Qua Così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Dario, ottime considerazioni. Grazie.

      Però, vale la pena di soffermarsi su questa tua affermazione:

      "possibile che non si riescano a stanare (ora che sappiamo che ci sono grazie all'analogia frattale) e a stilare un elenco Nome Cognome di chi siano?"...

      Dario, chi ci crede che esista la dominante e/o il Dominio? Ergo: chi può stanarli?

      "Ora che sappiamo che ci sono..."? Chi la pensa così, tranne me e te (e pochi altri?). E, poi, anche di noi... chi è tanto totale da non mollare mai la presa?

      Ok? Stiamo parlando di quante persone al mondo? Pochissim<e "mosche bianche", che usano Internet e gli smartphone per comunicare tra loro. Che patetici. Non trovi?

      SPS (Io) sto estraendo il ricordo di quanto è già successo "qua, così". E lo sto rendendo stabile, mantenendolo fisso quotidianamente nel reale manifesto. Lo faccio come se fossi un "faro". Sì, perchè, se venisse meno questo segnale portante, rimarrebbe solo quello AntiSistemico. Sono esagerato? Non credo proprio.

      In SPS non si fa "complottismo". Non si "perde tempo".

      Qua c'è alternativa sostanziale... E se non si "vede" ancora, è solo perchè le persone sono state rese "non vedenti".

      Ancora grazie, Dario :)

      Un abbraccione. Serenità




      Elimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.