giovedì 24 marzo 2016

Strano per strano? "Normale"... (1)



Il Bollettino SPS, di oggi (e domani), è… “strano”.
Seguirà un filone ben preciso (ma la stranezza non è questa).
E seguirà l’argomento in maniera tale da rendere “meno noiosa” la lettura della “definizione legislativa di un atteggiamento antipatico, che caratterizza le banche”.
Un mix “legale/illegale”, che galleggia sempre “a metà” e che, quindi, alla fin fineassumi, per asfissia, come “normale/legale”:
l’anatocismo bancario e l’usura (che lo segue come un’ombra).
Se ce la fai a terminare la “lettura”, e non sei un “addetto ai lavori”, allora… “tanto di cappello”. Solitamente, argomenti come questo – se proprio “non ci sei dentro, mani e piedi” – li eviti come la peste, perché… ti risultano poco comprensibili, poco digeribili, poco pocoassurdi.
Ti accorgerai che, pur – la legge – facendo chiarezza, non c’è mai autentica… chiarezza. E che... la sostanza dei fatti propende – sempre – verso la “parte più forte, ‘qua così’”: quella bancaria.
Perché? Come mai? Per quale arcano motivo?
  
Parti da qua:

Amazon spinge su attività lobby
Mai come in questo momento, l'attività di lobby di Amazon in Usa è stata così intensa. Il colosso del commercio elettronico spende milioni di dollari e si incontra regolarmente con i legislatori e varie autorità con l'intento di diventare un colosso delle consegne e della logistica…
Link
Lo scorso anno… (ha) speso 9,4 milioni di dollari in lobby, quasi il doppio rispetto all'anno precedente.
La cifra è contenuta rispetto a quella di colossi come Boeing (21 milioni) o di Alphabet (la controllante di Google). Tuttavia, le voci di spesa in attività di lobby da parte di Amazon sono cresciute a un passo più veloce di quelle di qualsiasi altro colosso tecnologico.
E lo staff a ciò dedicato è passato da due persone di 15 anni fa alle oltre 60 di oggi
Link
Ok?
Ora, puoi rispondere "tranquillamente" (e capire) alle domande poste poco sopra:
  • perché, come mai, per quale arcano motivo… “hanno sempre ‘ragione’ le banche”?
Se fai mente locale a cosa sia l’attività di “lobby”, in realtà – nella sostanza – ti accorgerai che “è come offrire delle ‘bustarelle’ agli esponenti politici (che ti dicono) eletti a ‘favor di popolo’”.
No? Non è, l’attività lobbystica, simile (uguale) al “corrompere”?

Dalla padella nella brace (status quo)...

Fai attenzione a cosa “digerisci”, come normale. A cosa “passa tra le righe” (attraverso di te):
  • il colosso del commercio elettronico spende milioni di dollari (“spende” = paga ai politici. Che tipo si “spesa” è mai questa? Come può essere tollerata? Le leggi approvate, in una simile “atmosfera controllata all’origine”, come mai potranno essere? Verso quale parte saranno “inclinate”?)
  • e si incontra regolarmente con i legislatori e varie autorità con l'intento di (te lo dicono anche molto chiaramente. Ma ti rendi conto? Non ci puoi fare nulla? Ma se ti va il sangue al cervello, anche solo ogni volta che devi pagare la commissione su ogni bollettino postale… poi lasci perdere questo più vasto ambito, dal quale s’evoca tutto?)
  • lo scorso anno… (ha) speso 9,4 milioni di dollari in lobby, quasi il doppio rispetto all'anno precedente (questa “spesa in lobby” è, magari, anche detraibile dalle tasse. Ci pensi? Oltre al danno - per te - anche la beffa - sempre per te)
  • e lo staff a ciò dedicato è passato da due persone di 15 anni fa alle oltre 60 di oggi (per forza. Quindi, le lobby “creano anche nuovi posti di lavoro”? Bene. Ma non ti sembra di vedere solo il dito, mentre indica la Luna?).
Questa “prassi” è davvero allucinante, da una prospettiva “aliena allo status quo (ossia, dalla prospettiva che incarna SPS).
Pensa di essere uno/a straniero/a:
man mano che ti informi sul “come è vivere ‘qua, così’”… ti rendi conto dell’assurdità di quello che “ti dicono essere assolutamente normale”.
Chi controlla i controllori”:
  • un “problema”, da sempre nell’attuale reale manifesto, irrisolto
ossia
  • che, evidentemente, “va bene così” (come il “dimenticare” le accise, sempre accese, all’interno del prezzo del carburante per autotrazione).
Chi/cosa ci guadagna? A chi/cosa “vanno certi privilegi”? Sì, perché, “da qualche parte vanno o si… materializzano”.

 
Qualche parte che, opportunamente, si è resa il collettore finale dello “scivolo”, che la Massa prende obbligatoriamente, in termini di comportamento.
Qualche parte che riceve l’effetto della Massa, in movimento non movimento, ossia, che riceve l’utile derivante dal “lavoro/momento/atteggiamento” della Massa.
Nella fattispecie... bancaria, ciò che ricava è “interesse su interesse (usura).

 
E, allora, non limitarti a prendere, ogni volta, un “digestivo”, ossia, accorgiti che “il tuo mal di stomaco è… provocato, essendo artificiale”.
Che cosa “mandi giù, sempre”?
E come “lo mandi giù, ogni volta”?
“Leggi, leggi”. Se ne hai “voglia” (anche se “la voglia” rientra nel medesimo “giro del fumo”, essendo il risultato dell’opera di risacca continua del moto AntiSistemico “qua, così”. Ciò che non lascia nulla al caso).
Si inizia, pardon: si va avanticosì.
Ogni tanto salta fuori qualche notizia di questo genere.
Stop anatocismo su conti correnti e carte revolving.
La norma punta a mettere fine alla pratica dell'anatocismo, la contabilizzazione degli interessi sugli interessi per conti correnti, conti di pagamento e anche sui finanziamenti a valere sulle carte di credito…
Link
Davvero? “La norma punta a mettere fine alla pratica dell'anatocismo…”:
mettere fine”?
Ma, è già illegale. Non ci credi?
La legge non autorizza il pagamento degli interessi composti sulle quote di debito (capitale e interessi), che non sono state regolarmente pagate a scadenza. La sentenza della corte di Cassazione del 20 febbraio 2003 n. 2593 è molto chiara al riguardo
In generale tuttavia gli istituti di credito applicano gli interessi di mora composti su tutta la quota di debito (capitale e interessi), di fatto ignorando la legislazione vigente
Link
Di fatto...” (nella sostanza, nella pratica di ogni giorno) “ignorando la legislazione vigente”.
Ok?
Come mai, questo, accade e continua ad accadere “da sempre, ‘qua così’”?

Potenziale e "distanza artificiale" da te...
Riunisci i puntini:
  • l’attività di lobby (che è addirittura alla luce del sole)
  • “convince” i politici (esseri umani, come te)
  • a “scendere a compromessi” (accettando le “mazzette”, ossia la spesa lobbystica”, che finisce addirittura nei bilanci aziendali).
La società è “regolata/normalizzata” da leggi d’ogni tipo, perché i problemi sono sempre gli stessi, da sempre. Con la “modernità”, le cose non sono mai cambiate, semmai, si sono “solo”… acuite.
Perché... “ciò che viene avanti, dal tempo del ‘è già successo’”, così intende.
La dominante è incarnata dal Dominio, che gestisce tutto per mezzo dei relativi Punti di Riunione AntiSistemici (i sotto domini inconsci di esserlo) – per delegazione frattale espansa, del Genio frattale espanso. Solo, poi, arrivi - o, meglio - appari, conseguendo, anche tu.
Quindi, in quale forma di reale manifesto, ti ritrovi? Sempre nella stessa, da sempre:
  • senza fine di continuità
  • non te ne accorgi, nemmeno, più
  • non avendo memoria, nel tempo dell’abitudine, per/di altro tipo di alternativa sostanziale.

Link
Anatocismo:
Origine. Dal greco “anatokismós”, derivazione di “tokismós = usura”, col prefisso “ana”…

Link
"Il che volgarmente dicesi 'interesse composto...'"...
Link
Ossia, nel termine “antico” di anatocismo (un costrutto piuttosto oscuro, sin dal proprio “appellativo”), vi è la radice “usura” (che è esattamente “quello che sai”).
Per “usurati consumi, nel tempo e nello stress”.

 
Puoi riuscire a concepire che il reale manifesto "è", e funziona, per riflessione frattale espansa?
Ossia, che… l’atteggiamento massivo (che è una risultanza dell’intento dominante, compresente... ma non manifesto), riesca ad “incidersi (più che “ad incidere”) per replicazione (frattale espansa)” anche nella cosiddetta “tua” realtà d’ogni santo giorno.
Fai te. Fai da te. Come quell’hobby, che credi appartenerti. 
Link
Ma… quel prefisso “ana”, che precede il termine “tokismós = usura”, che cosa significa?
Anatocismo (dal greco "ἀνατοκισμός anatokismós", composto di ανα - “sopra, di nuovo” e τοκισμός “usura”)…
Link
Significa, allora:
  • “di nuovo… usura”
  • “sopra… all’usura”
  • interesse su interesse (status quo).
È una sorta di free energy, quindi, che funziona però perché ci sei tu ad alimentare il motore (ed in questo, la scienza deviata ha ragione, quando asserisce che il moto perpetuo “non esiste”, così... rimani "prigioniero/a").

Le banche hanno trovato il modo di entrare nel quadrante “I” di Kiyosaki:
quello nel quale “il denaro lavora per i relativi padroni”.
I quali sono, così, sgravati dall’usurarsi nel seguire fisicamente i propri investimenti, i quali generano sempre nuove entrate, in “automatico”, liberando il tempo dei detentori di simili “fortune”.
Tempo "libero" che, tuttavia, viene impiegato in quale maniera?
Rimanendo sempre sul pezzo, in proiezione sulla propria “circuiteria”, che deve continuare a funzionare e, così, ad usurare in qualsiasi modo, tempo, agente e maniera (ergo: anche se stessi, anche se in altra maniera altrettanto sottile).
Leggi quale “saggezza” s’emana dalle pagine del libro di turno (che conferma tutti... degli adepti AntiSistemici, perché “ciò che passa” è proprio l’emulazione di quello che funziona “lato status quo”).
Ciò che ti rende “un lupo per ogni altro tuo simile”.
L’autore parte spiegando che ci sono quattro modi per produrre reddito:
  1. i Dipendenti (D) guadagnano lavorando per un’azienda
  2. i Lavoratori Autonomi (A) guadagnano lavorando in proprio
  3. i Titolari (T) possiedono un’azienda che gli genera un guadagno
  4. gli Investitori (I) guadagnano grazie ai propri investimenti (soldi che generano più soldi).
Questi sono i 4 quadranti del cashflow (flusso di cassa) individuati da Kiyosaki. Ogni quadrante ha i suoi pregi e i suoi limiti, conoscerli è fondamentale perché il modo in cui gestisci le tue finanze influenza la tua vita.
Anche se dici che i soldi non sono importanti...
Quadranti diversi… Persone diverse…
Investitori... “voglio trovare un sistema che funziona, investire su esso e veder moltiplicare i miei soldi” (Come dice il libro questo quadrante è il parco giochi dei ricchi, l’obiettivo finale)…
Perché le persone scelgono la sicurezza invece della libertà
Siate la banca non il banchiere.
Le leggi sono uguali per tutti (si spera), la differenza vera è che i ricchi possono assumere i consulenti migliori e sfruttare ogni opportunità
Link
Pensa alla prospettiva dominante, che usa ogni "quadrante"...
Per una scelta di “sicurezza (per paura indotta)”, le persone sacrificano la propria “libertà”.
Per questo, “oggi” non sei più libero/a “qua, così”.
Ne è passato di tempo, da quando… “non ricordi più”.
Anche questa è “usura”.


Al posto del "quadrante I", che cosa usualmente "appendi"?
L’anatocismo è nel linguaggio bancario è la produzione di interessi (capitalizzazione) da altri interessi resi produttivi sebbene scaduti o non pagati, su un determinato capitale.
Nella prassi bancaria tali interessi vengono definiti composti.
Esempi di anatocismo sono il calcolo dell'interesse attivo su un conto di deposito, o il calcolo dell'interesse passivo di un mutuo…
C’è, dunque, perlomeno una “parte (dominante)” che gode di questo “beneficio (lato proprio)”.
"Il che volgarmente dicesi 'interesse composto...'".
Nella prassi bancaria tali interessi vengono definiti composti”:
  • come al solito, per “non farti capire/per distaccarti dal senso centrale di quello che succede”, usano il linguaggio in maniera tale da “ammorbidire/deviare” tutto.
Un po’ come, ultimamente, a proposito degli ignari “obbligazionisti subordinati” - che hanno subito danni economici ingenti, relativamente alla prima applicazione, in Italia, del bail-in - il Governo ha pensato bene di mettere a fuoco lento, un aiuto, chiamato “ristoro”.
I “ristorati”:
perché non è stato usato il termine più corretto, alias, i “truffati”?

Tutto è un... "dato".

Perché l’amministrazione massiva rientra nella prospettiva “unica, deviata, lateral/centrale, dominante vs dominata”. Per il Dominio “è giusto così (lato proprio)”.
No?
Osserva bene come, in realtà, non ci sia disputa alcuna, non essendoci sostanziale differenza tra le parti via via dominanti e via via dominate;
dando luogo ad un giogo di sponde, angoli, riflessi che alternano, spostano, muovono illusori equilibri di facciata, che cedono di volta in volta… a fronte delle spinte superiori, che sorreggono d’insieme e inconsciamente... l’AntiSistema “qua, così” (guerra tra impoveriti dentro).

 
Ad un livello, la coppia “dominati/dominanza” è una. Ad altro, successivo o precedente, è… altra. Le parti  s’invertono a livello gerarchico, ossia, sempre “con senso”.
Non accorgerti di ciò, corrisponde solo a “non essere pienamente in te stesso/a”.
È la prova, la controprova e la comprovazione… allo stesso tempo “lato tuo”. Ossia, quel “lato (centralità)” che nel paradigma sempre attuale “qua, così”... non conta più nulla, per via del disinnesco totale, che hai subito gravitando attorno ad un centro, decentrato, altrui (Dominio).
Il sole “comanda” da distante. Il "sole" lo vedi? No.
Chi/cosa si cela, oltre quella “luce”?
Come puoi capire, ci si può nascondere – oltre che nell’ombra – anche nella luce.
Dipende da come “usi” quello che esiste e/o quello che è stato concepito “così”.
Ordinamento italiano.
Nell'ordinamento italiano l'anatocismo è espressamente disciplinato dall'art.1283 cc, che recita testualmente:
In mancanza di usi contrari, gli interessi scaduti possono produrre interessi solo dal giorno della domanda giudiziale o per effetto di convenzione posteriore alla loro scadenza, e sempre che si tratti di interessi dovuti almeno per sei mesi”.
L'art.1283 c.c. prevede tre eccezioni al divieto di capitalizzazione degli interessi e più precisamente:
  • gli interessi che maturano “dal giorno della domanda giudiziale”…
  • la conclusione di una “convenzione posteriore alla scadenza” degli interessi…
  • la “mancanza di usi contrari”. Nella prassi, a partire dal 1952, questa frase è stata interpretata dall’Abi prevedendo nei contratti bancari la capitalizzazione degli interessi a favore della banca ogni tre mesi (a marzo, a giugno, a settembre e a dicembre) e quelli a favore del cliente solo annualmente…
Link
Nota bene:
la “mancanza di usi contrari”. Nella prassi, a partire dal 1952, questa frase è stata interpretata dall’Abi prevedendo nei contratti bancari la capitalizzazione degli interessi a favore della banca ogni tre mesi (a marzo, a giugno, a settembre e a dicembre) e quelli a favore del cliente solo annualmente…
La “prassi corrente” deriva dal 1952 ed "è stata interpretata dall’Abi", ovviamente, a “favor di vento”
"L'art.1283 c.c. prevede tre eccezioni al divieto di capitalizzazione degli interessi...". Perchè?
Perché “è l’Abi ad avere il peso specifico maggiore”?
Perché “passa la sua intenzione”?
Perché “nel frattempo, non è successo niente (a parte la votazione di una legge, che impedisce l’anatocismo ma… che rimane inapplicata, di fatto?)”.
Una cosa, da poco? Per nulla affatto. Diamine.
Come non accorgerti che…?
SPS lo sa, cosa pensi. Pensi che “lo sai” ma… allo stesso tempo, pensi che “è così”.
Questa situazione di impotenza interiore, per la quale “ormai nemmeno provi più a fare nulla, adeguandoti solamente” (a parte coloro o quei movimenti che contribuiscono, ancora, solo ad illuderti), è uno stato di allucinazione collettiva.
La compresenza della droga, nella società, è per coprire frattalmente questo stato di “drogaggio d’insieme, a norma di legge (in ogni ambito sociale e umano)”.
La compresenza dei “drogati” è il riflesso di qualcosa che accade a livello “superiore” e che ricade, a pioggia, a cascata, sulla Massa intera, individuo per individuo (presto o tardi).
Implicazioni.
Il calcolo degli interessi in regime di capitalizzazione composta anziché in regime di capitalizzazione semplice determina una crescita esponenziale del debito, di conseguenza per periodi inferiori all'anno l'importo calcolato con la capitalizzazione composta sarà inferiore a quello che si determina nella capitalizzazione semplice (apparenza).
Giuridicamente, in un'obbligazione pecuniaria l'applicazione dell'anatocismo comporterebbe, per il debitore, l'obbligo di pagamento, non solo del capitale e degli interessi pattuiti, ma anche degli ulteriori interessi calcolati sugli interessi già scaduti…
Link
  • Il calcolo degli interessi in regime di capitalizzazione composta anziché in regime di capitalizzazione semplice determina una crescita esponenziale del debito (per questo, la società in ogni suo anfratto, è indebitata fino al collo. Con chi/cosa? Con lo status quo, che è di origine dimenticata “qua, così”).
Nota come le cose si mischiano e diventano sempre più dubbie, non facendoti più capire nulla. Questo non perché non sei all’altezza, bensì, perché è proprio questo l’effetto desiderato a livello AntiSistemico. La “risultante” più adatta, al che, di conseguenza, ti possa rivolgere ad un “esperto”, ritenendoti - da te - inadatto/a.
Che cosa “capisci”, se… le cose sono di per sé… rese dubbie? Sei tu a “non capire”? Sei tu a “non arrivarci”? Sei tu a “non avere studiato abbastanza”?
Sei… davvero e solo… tu?
E, ci sei davvero e solotu, “qua, così”?
Oltre alla Massa, secondo te… con te, non c’è nessun altro?
Davvero, secondo te, la forma del reale manifesto è unica ed è per questo che “è così”?
Credi sul serio, intimamente, che non ci sia alternativa sostanziale?
Sei così... decaduto/a, in uno stato "che sembri tu, ma non lo sei a pieno".
La parti “evocate, ‘qua, così’”… sono “di parte”.
Per oggi, basta così.
Perché muori? Perché, nella convinzione temporale, ti “usuri”, vieni “usurato/a”, ti consumi nella fisica degli attriti e delle resistenze.
 
La legge ha già previsto tutto, solo chela legge è già stata, a sua volta, prevista
  
L’attività lobbystica è un altro riflesso frattale espanso, più diretto:
  • la dominante ti precede ed è in costante “vantaggio
tanto che
  • ella vive in diretta, mentre tu sei in ritardo.
Basta “poco”. Basta veramente “poco”. Anche “un attimo, che può fare la differenza”.
L’anticipo non è temporale, però. Non è una questione di “macchina del tempo”.
L’anticipo è infrastrutturale, ossia, permesso per via “logica (relativa al funzionamento del reale potenziale e del suo disciogliersi nel reale manifesto, che può quindi assumere qualsiasi “tonalità potenziale”).

Il destino è una “via” pre tracciata, “per te, dalla dominante”. Così, lo puoi sempre cambiare, se solo ti accorgi e "ne prendi le distanze".
Come fare? Bella domanda…





"Potenziale"...

Immagina di essere al tempo dell’impero romano. Tu sei un “barbaro”. Che puoi fare?
Allarga ed espandi la tua “conoscenza”, a livello frattale espanso.
La risoluzione dell’equazione è sempre possibile, anche al di là del piano del dominio attuale, che rende apparentemente risolvibile l’equazione nel “regno di possibilità sempre previste e, così, anticipate”.
Tutte le strade, portano a Roma”… se “sempre, ‘qua così’”.
Ok?
Sembra utopia, ma non lo è.
È "solo" possibilità altra, a partire dal potenziale (che prevede tutto, anche ciò che ora sembra solo… impossibile, perché disinnescato by dominante).
Il processo è più “a monte”… del possibile (ritenuto tale dal “qua, così”).
Un “luogo non fisico”, che puoi sempre raggiungere non localmente, per mezzo tuo. Poiché tu sei il “vettore”. È in te la facoltà di un simile “viaggiare (anche nel tempo)”.
Dovresti credere, innanzitutto, al potenziale (qualcosa che sembra la “speranza”. La tua vana speranza che il mondo emerso cambi da sé. Quale maggiore utopia? Non verrà nessun “salvatore”).
Come mettere insieme dei “tasselli del mosaico”, che non sembrano per niente collimare?

Ad esempio:
  • i 7 miliardi di individui, ognuno, dotato di un proprio “disegno, diverso”
  • la possibilità che rimane potenzialmente accessibile, per ognuno dei 7 miliardi, allo stesso tempo
  • un unico piano di reale manifesto (a meno di aprirsi alla teoria degli universi paralleli. Qualcosa che SPS sconsiglia, perché toglie la concentrazione e diluisce ovunque, ad un livello tale da risultare disinnescati e disintegrati).
Sembra proprio… impossibile. Vero?
Magari lo è anche, ma visto dal “qua così”.
Questo non significa nulla.
Nulla di sostanziale “lato tuo (quando ci sei, sei centralmente centrato/a in te, lato tuo)”.
Senza guerra, senza rivoluzione, senza violenza, senza “nulla”, come puoi fare/essere?
SPS, prima di morire e di passare tra le fila che sorreggono al/il “reset ciclico”, prima di ritornare “senza memoria, ancora ‘qua, così”… intende ricordare la risoluzione dell’equazione nel proprio dominio, lato proprio.
È una promessa?
È… di più… una missione (un “fermo” proposito. Un “mobile” disegno, che può sopportare tutto, anche disciogliersi come neve al sole, ma… solo cambiando di stato, non di “forma sostanziale”... a differenza di quanto succede usualmente, per mancanza di grande concentrazione di massa e coerenza).
Non avere paura. Sii senza paura.
Abbi “coraggio” (l’espressione non contempla più nessuna paura).
L’espressione è rivolta al positivo, ossia, verso di te e da te verso la tua originale direzione/stato. Non importa chi/cosa sei. Importa solo che “sei”. Il resto verrà di conseguenza, quando ritornerai al “posto di guida, senza nessun automatismo di sorta, nel mezzo”.
Ricordati di te. Riaccordati con te (al di là dell’Ego, che è una parte aggiuntiva, in te)…
     
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro 2016/Prospettivavita@gmail.com
Bollettino SPS numero 1785

8 commenti:

  1. Grazie per la risposta alle mie domande di ieri. Ora c'è maggior chiarezza, in me.


    "Il "sole" lo vedi? No.
    Chi/cosa si cela, oltre quella “luce”?
    Come puoi capire, ci si può nascondere – oltre che nell’ombra – anche nella luce."
    Quando incontro questi passi c'è una vera e propria esplosione in me. Sento disintegrarsi le sinapsi irrigidite, entra nuova luce, nuova energia.
    Ed è pazzesco di come ormai ci dicano tranquillamente come pagano i politici e i legiferanti. E addirittura finiscono nei bilanci...sono senza parole! Tutto ciò può essere, davvero solo figlio di un incanto, di un'epidemia...

    "Immagina di essere al tempo dell’impero romano. Tu sei un “barbaro”. Che puoi fare?"
    Bè, forse a quel tempo avrei potuto allontanarmi e creare un "nuovo" spazio. Non nacquero forse così i villaggi e le frazioni? Oggi, forse, da quel punto di vista siamo più fortunati. Nel senso che è palese che...dove vuoi andare? L'unico posto è dentro. Quindi sì, frattalmente è lo spostarsi la soluzione. Andarsene. Fermarsi. Cambiare livello, ubicazione, orbita.

    SPS, prima di morire e di passare tra le fila che sorreggono al/il “reset ciclico”, prima di ritornare “senza memoria, ancora ‘qua, così”… intende ricordare la risoluzione dell’equazione nel proprio dominio, lato proprio.
    È una promessa?
    È… di più… una missione.

    Bene. Da centro a centro, al centro per centro, IO SONO e IO SARO' CON TE.
    E' una promessa...in evoluzione ;-)

    Fabio


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Fabio, sì... penso che il reale manifesto sia un incanto.

      L'esempio dell'impero romano e del barbaro, era per evidenziare che 1) o il barbaro trovava terre "senza romani (ma vedi che sono arrivati un po' dappertutto)" o 2) il barbaro rimaneva sotto al giogo romano (la sua impotenza è quella di oggi, del cittadino).

      L'impero era "tutto". Pensa di essere uno "schiavo", al tempo: terribile. Ecco, oggi è ancora così, ma le cose sono diventate più sottili. La legge combatte la schiavitù e non la prevede. Ma... è davvero così? L'ipocrisia impera.

      Un luogo comune, molto tipico, è quello che ispira a credere di "andar via", di ascendere, etc. Trovo che sia un soluzione AntiSistemica. Un modello di fuga, piuttosto che un atto sovrano auto centrato. La fuga, tra l'altro, non porta da nessuna parte "qua, così".

      La grande concentrazione di massa, è... coerenza. La fuga (sotto qualsiasi aspetto, non è coerenza). "Qua" ma non "così". E' come se... esistesse solo questo livello del reale manifesto. Se scappi via, dove vai? Non incidi per niente. E alla fine ritorni sempre "qua, così".

      Filtro di Semplificazione... Frattalità espansa (non manca mai nulla)...

      La "missione SPS" è di ricordare, ritrovare, condividere "la risoluzione dell’equazione nel proprio dominio, lato proprio".

      Si può fare!

      Inizia con il creare lo "spazio potenziale".

      Ottima la tua "promessa". Ti ringrazio di cuore :)

      Grazie Fabio. Un abbraccio.

      Serenità

      Elimina
  2. nessun chapeau per me. Si, è un argomento che evito come la peste, ma al contrario: proprio perchè lo capisco lo evito. Per ora.
    Per ora questa guerra tra poveri, che tu spesso chiami "impoveriti dentro" si fa. E si fa con varie armi. La strategia la elaborano i generali PROFITTO, i colonnelli BANCHE, i sergenti DENARO. Ma a combattere ci mandano i grandi possessori di EGO, i grandi bisognosi di CONSIDERAZIONE. Se, da quando mi ri-cordo, è tutto un -mors tua vita mea-, dovrei sorprendermi di cosa? se sono carrarmati panzer tedeschi o spread bund tedeschi, che differenza fa? Non è una resa, ma hai scritto anche tu che combattere per la pace, è un assurdo in termini.
    Al prossimo commento ( a riveder le stelle). Per concludere...la solita citazione musicale:
    ...Davvero pensavi che avremmo parlato esperanto; lo credevi davvero, oppure lo speravi soltanto...
    Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandro, è lo status quo "qua, così".

      Il "bello (diabolico)" è che... ognuno la vede alla propria maniera, ma... tutti insieme si vede secondo prassi AntiSistemica.

      Wow. Che strategia a tuttotondo.

      Un caro abbraccio e grazie.

      Serenità

      Elimina
  3. le banche??? il sistema bancario,o per meglio dire il sistema di indebitamento???
    trovarsi a tu per tu e' la lotta di davide contro golia.
    Se si trova uno spiraglio ,anche piccolo per contrastare la loro legge,e' bene ,anche se molto coraggioso,provare ad attraversarlo.
    Si ha come l'impressione di tirare un fendente nella nebbia,con il rischio di tirarselo addosso.Ma uno ci prova,e' nella natura umana tentare ,anche se esistesse una sola probabilita' di sconfiggere il gigante.E' cosa buona e giusta!!!
    Ecco la nuova forma di schiavitu' qual'e',il tenerci tutti indebitati ,controllabili e controllati,attraverso i conti bancari,carte di credito,tutto rigorosamente tracciabile e rintracciabile.tutti rispondiamo a questo,anche se ci ribelliamo,facciamo la spesa ,strisciamo la carta,andiamo al cinema ,facciamo benzina all'auto,compriamo un regalo,un paio di scarpe ,un vestito,un dolce,andiamo in vacanza ,pernottiamo in albergo,acquistiamo un biglietto del treno, aereo. . siamo rinntracciabili in tutti i nostri movimenti quotidiani.,.
    anche se ci opponiamo calorosamente....
    e si ci svegliassimo domattina con tutto resettato?? senza piu' sistemi bancari???
    e con tutto di impostare??? come ci comporteremmo???

    ciao Davide grazie della tua lungimiranza!!!! un abbraccio Diana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Diana, parole sante.

      In Comunione... è differente e "la mia banca lo sa"; infatti... si guarda bene dall'esserlo :)

      Dai, tutto è possibile!

      Un caro abbraccio. Serenità.

      Smile

      Elimina
  4. Scrivendo di accise sui carburanti, noto da diversi anni 10 sicuri, che di regola, nelle festività, viene alzato il prezzo, anche in periodi dove il costo al barile è minimo, per poi riabbassarsi dopo qualche settimana, e, natale, pasqua, e luglio agosto, quindi bici e monopattino, alle feste comandate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco, certamente è così. Anche se, dati alla mano, è dimostrabile tutto ed il contrario di tutto. Infatti, i dati sono "miracolosi" e si adattano all'interesse di chi esegue il tal studio.

      La "cosa" più esatta è, quasi paradossalmente, la "sensazione" che hai... senza nemmeno pensarci molto. Certo che se dopo la vuoi anche "provare", allora sono guai...

      Grazie e un caro abbraccio.

      Serenità

      Elimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.