martedì 19 novembre 2013

Ripetere (Frequenza).


 


La locuzione latina repetita iuvant, tradotta letteralmente, significa "le cose ripetute aiutano".
Il senso della frase è che una cosa, a forza di essere ripetuta, viene appresa da chi ascolta.
Ha valore non solo in senso puramente didattico ma anche in rapporto alle esperienze dirette (le cose ripetute giovano): ripetere un gesto o una azione può dare piacere o, comunque, migliorare l'esecuzione di una determinata azione.
Può inoltre assumere una connotazione peggiorativa, specie nel linguaggio giornalistico, in un contesto in cui si voglia sottolineare l'uso della ripetizione come mezzo di persuasione e di diffusione di notizie e affermazioni non necessariamente vere o fondate…
Link 
 
A forza di allenare un “muscolo”, questo prende vigore, cambia “forma”, si modifica. Qualsiasi tipo di “muscolo” è soggetto a questa verità, anche ciò che un muscolo non è, come ad esempio… la memoria, la consapevolezza, la centralità, la Presenza, etc.

Qualsiasi atto, frattalmente s’irrobustisce attraverso il suo “utilizzo/ripetersi” nel Tempo. Questo processo è identificabile nella frequenza di ripetizione. La frequenza è:
una grandezza che concerne fenomeni periodici o processi ripetitivi…
Perchè il cibo, messo nel microonde, si scalda? 
 
Il forno a microonde è un tipo di forno da cucina in cui la cottura del cibo è principalmente dovuta all'effetto riscaldante delle microonde. Questo modo di riscaldamento è completamente diverso rispetto al metodo convenzionale:

nel caso di cibi molto ricchi di acqua o lipidi al loro interno, l'interno stesso si riscalderà più velocemente rispetto allo strato esterno più secco, che assorbe dunque meno radiazione a microonde. Al contrario, in un forno elettrico normale il calore può passare per irraggiamento e conduzione solo dagli strati più esterni a quelli interni
Link 
 
Le microonde non si vedono, tuttavia il loro effetto è tangibile. Il cibo riscaldato in questa maniera, subisce certamente un processo di “distorsione” in termini di “prima e dopo”. Ma che cosa si gradisce, usualmente, del cibo portato a temperatura di alimentazione?
La velocità dell’operazione.
Il gusto della pietanza riscaldata.
Tutto il resto sfugge come neve al Sole.

La qualità del cibo passa inosservata. Perché? Perché non è possibile rendersi conto, semplicemente nutrendosi in termini di “mhm, buono!”.

Il termine di paragone per ciò che si mangia è solo uno:
è buono (piace) o non è buono (non piace).
Questo è il frattale dal quale si guarda all’esistenza in toto.

Ossia, il solito guardare dalla "toppa della serratura".

Su questa falsa riga, il potere di controllo (Nucleo Primo nei panni delle proprie sotto strutture) utilizza lo stesso segnale portante (parzialità) in maniera lungimirante (totalità), sfruttando la situazione ovviamente a proprio favore e, probabilmente, anche in maniera funzionale (auto educazione del contenuto).
Il secondo “senso” (l’auto educazione del contenuto) è un qualcosa di talmente sfuggevole, alla attuale latitudine della consapevolezza, che è come se non esistesse. Il primo “senso” (l’interesse di parte) è, invece, molto più “vicino” agli individui, in termini di “pressione diretta”, tuttavia, anche questa verità non è minimamente avvertita dalla Massa.

Che cosa rimane? Le vicissitudini della Vita paragonabili a “fulmini a ciel sereno”, ossia, gli eventi che accadono come per “partito preso”, per insindacabile destino.

La Massa si è come rassegnata a sopportare un simile modello di esperienza totalmente sproporzionato tra le parti in gioco:
l’individuo (impotente) e dio (potente).
I tanti, preda dei pochi: questo è il segnale che s’irrobustisce giorno dopo giorno. Questa frequenza di irraggiamento della forma d’onda, determina progressivamente nel Tempo, la creazione del campo magnetico del paradigma imperante.
La frequenza è, dunque, quell’atto di refresh e fissazione della modalità di default, che polarizza l’esistenza d’insieme sociale.
Se la frequenza aumenta o, genericamente, “cambia”… le 3d cambiano di conseguenza, nel senso che i “fenomeni” appaiono (o scompaiono) in maniera “altra”, rispetto a “prima”.
Quindi, per “evaporare” (ascesi) occorre mutare frequenza di funzionamento. Ciò ricorda molto da vicino il concetto di “teletrasporto” che, in molte opere “fantasy” è stato più che definito nell’immaginario collettivo.
Spostarsi attraverso lo “scivolamento della frequenza”… come sintonizzando la tv o la radio su un altro canale di trasmissione.
Come fare? Bella domanda. Fissato il “punto”, il cardine, occorre trovare la “leva”.

Attraverso la disciplina, ad esempio, è possibile aumentare la prestazione. Fare e rifare l’esercizio, sino a trasformarlo in usualità, in naturalezza.  

A quel punto “qualcosa” scatena “qualcosa”…
 
Né Io ne SPS possiamo fornire una tecnica:
  • primo, perché non l’abbiamo ancora messa a punto
  • secondo, perché ognuno è diverso – anche se simile.
Così come è opinabile effettuare un miracolo, guarendo un invalido, se il miracolo non viene direttamente dallo stesso soggetto che trae giovamento dall’atto sopra alle righe.

Insomma, deve venire da sé la “cosa”. Prenderne atto cosa comporta? Comporta un rinforzo di paure e slanci, in maniera diversa da soggetto a soggetto.

Nella “crisi c’è sempre un’opportunità”, no?

Dopo qualche mese di “palestra”, i muscoli diventano tonici e la loro massa aumenta.
Coloro che eccellono nel proprio lavoro, hobby, sport, etc. ottengono un simile risultato grazie alla costanza dell’allenamento e a quel mix di qualità e quantità, che scatenano un simile “evento” in giro per il Mondo. Quando tutto ciò collima anche con la propria passione e col proprio talento… allora, l’individuo diventa una forza inarrestabile, soprattutto se… l’opera viene diretta dal proprio centro (Presenza) e con la consapevolezza di quello che si “è”.

La frequenza, le onde di forma, il paradigma, la modalità di pensiero, le leggi, le abitudini sociali, etc. alimentano e “gonfiano” questo attuale modo di vivere e... tutto quello che accade non può che rimanere allineato con l’insieme magnetico del campo di forza risultante.  

I frattali identificano la “forma” di una simile “non manifestazione” (per come esattamente “è”).

Il piano messo a punto dalla Space Innovation Growth Strategy, risultato di un lavoro congiunto di aziende private e settore pubblico, comprende la produzione di satelliti, rampe di lancio e infrastrutture spaziali, oltre ad applicazioni per satelliti in banda larga, strumenti di navigazione satellitare e osservatori astronomici. 

Soltanto le esportazioni per i razzi cresceranno, in questo paese, da 2 milioni di sterline nel 2013 a 25 milioni nel 2030, calcola il quotidiano della City. "La Gran Bretagna deve agire ora se vuole ospitare voli commerciali nello spazio", afferma il rapporto…
Link 
L’inquinamento, lo sfruttamento, l’investimento, l’interesse, etc. si replica in continuazione nelle 3d investite dal campo plasmante derivante dalla presenza inosservata del Nucleo Primo, all’ombra della mancanza di Presenza Consapevole messa complessivamente in gioco dalla Massa costituita da individui “presi dall’insieme”, come se una squadra di calcio costringesse le sue componenti a comportarsi diversamente da come farebbero se fossero autenticamente libere di poterlo fare (Essere).
È sempre la stessa forma d’onda in azione. La si trova praticamente dappertutto, senza tuttavia accorgersi in maniera sostanziale…
La Bce accarezza le armi non convenzionali per combattere il rischio della deflazione.
Tassi negativi, quantitative easing come la Fed, denaro a costo zero

Non sono le superarmi che mancano nelle rastrelliere della Bce e l'arsenale non è chiuso a chiave. Draghi lo aveva detto, nella conferenza stampa in cui aveva spiegato il taglio del tasso di riferimento della Banca centrale europea dallo 0,50 allo 0,25 per cento: "I nostri strumenti non finiscono qui"…
Link 
 
Queste “misure non convenzionali”, perchè non vengono usate per “aiutare davvero”? Perché si continua ad andare avanti nel solito modo? Perché si tinteggiano solo le pareti, senza mai cambiare nulla autenticamente?
Il "miracolo" deve avvenire da(l) sè...
Perché le 3d ciclano tra un minimo ed un massimo, senza mai poter davvero cambiare. Esse sono funzionali, sono un programma “neutro” di per sé… che fissa coppie di opposti grazie alle quali poter “comprendere/ricordare” come si può “spiccare il volo”…
Senza nessun aiuto concreto da parte di nessuno.

Cresce il sistema bancario ombra: nel 2012 arriva a 71mila miliardi.
Secondo l'analisi del Financial Stability Board, la massa di asset fuori dal circuito di banche tradizionali (e regolamentate) è cresciuto di 5mila miliardi durante l'ultimo anno. La spinta della Cina.
Cresce il sistema finanziario parallelo, quello che in termini anglosassoni viene definito "shadow banking". Un mondo avvolto d'ombra dove operano intermediari e istituti che si pongono al di fuori della tradizionale regolamentazione che riguarda banche e affini. 

Secondo il terzo Global Shadow Banking Monitoring Report fresco di stampa ad opera del Financial Stability board, nel 2012 gli asset degli intermediari non finanziari coinvolti (ad esclusione di compagnie assicurative, fondi pensione e istituzioni finanziarie pubbliche) sono cresciuti di 5mila miliardi di dollari per raggiungere la ragguardevole cifra di 71mila miliardi.
Con la crisi finanziaria, l'incidenza delle masse ombra sul totale non si è particolarmente indebolita…
Link 
Il Financial Stability board è in grado di stimare sia l’esistenza di questo Mondo parallelo ombra, sia il giro d’affari. Wow. Non mi sembra, allora, tanto ombroso questo Mondo se… è possibile sapere che esiste e quanto produce o drena da questo altro Mondo.
Il frattale indica molte cose. Le “solite cose”, mai sufficientemente pesanti per pesare davvero.

Jp Morgan, accordo sui mutui subprime. Pagherà 4,5 miliardi a 21 investitori.
La prima banca americana per asset annuncia una transazione, che deve ancora essere approvata dalle autorità, per coprire le perdite di gruppi che hanno sottoscritto titoli immobiliari tossici.

JPMorgan Chase ha annunciato di aver raggiunto un accordo con 21 investitori in base al quale verserà 4,5 miliardi di dollari, mettendo fine a un contenzioso relativo alla crisi dei mutui subprime
La cifra servirà a compensare le perdite che gruppi come Fannie Mae, Freddie Mac, Goldman Sachs, Ing e BlackRock hanno subito per colpa di 330 titoli immobiliari ad alto rischio che JP Morgan e la sua filiale Bear Stearns vendettero tra il 2005 e il 2008.
Il gruppo guidato da Jamie Dimon sta ancora negoziando col governo federale americano ed alcuni Stati Usa un accordo che ponga fine definitivamente al contenzioso che vede Jp Morgan coinvolta nella vicenda dei subprime. La cifra circolata è quella di almeno 13 miliardi di dollari, anche se tale ammontare comprende i 5,1 miliardi di dollari che la banca ha già promesso di versare nelle casse di Fannie Mae e Freddie Mac.
Link
 
La cifra servirà a compensare le perdite che gruppi come Fannie Mae, Freddie Mac, Goldman Sachs, Ing e BlackRock hanno subito…

Siamo davvero al ridicolo! Dio bono. Al ridicolo… anzi, di più: al paradosso.

Come quest’altro:

Unicredit: sostiene nuovi talenti con Fondazione Sodalitas…
Link 
 
Nulla sfugge alla totalità del controllo. Le 3d sono confezionate in atmosfera modificata e protetta...

L’attuale paradigma è qualcosa che si rafforza giorno dopo giorno. Occorre farci seriamente caso. Che cosa è veramente cambiato da quando hai acquistato la facoltà di “comprendere”?
L’unico vero cambiamento è stato il mio, il tuo, il nostro, da quando siamo passati dalla fase di “bimbo” a quella di “adulto” e, ovviamente, il cambiamento è stato certamente auto limitante.
“La sua visionaria ostinazione lo spinge però a leggere la realtà con altri occhi”…
Don Chisciotte della Mancia 
Io riparto da me stesso. Che significa?

Ognuno conferisca a questa espressione il “colore” che meglio crede. La differenza di potenziale dovrà portare alla luce qualcosa di autenticamente “nuovo”.

Che... non è di questo Mondo. Che, seppure nato in questo Mondo, se ne discosta immediatamente, avendo in tutto e per tutto, un’altra frequenza di funzionamento…

L’espulsione dalle 3d è l’evaporazione o l’ascesi, che dir si voglia... ma non come il ciclo dell’acqua, che disegna sempre traiettorie ritornanti. No, giammai. Il ciclo dell’acqua è un frattale dal quale occorre estrapolare quello che “serve”, senza cadere in altri sensi di attaccamento.

Il giro del "vapore" non inganni…

Dipende da me. 

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2013/Prospettivavita@gmail.com