giovedì 21 novembre 2013

Già scritto.

 

È tutto “già scritto”. Le “cose” sono intelligibili (il "futuro" si può conoscere anche attraverso l’intelletto, utilizzando l’Analogia Frattale, ad esempio). 
Il destino è qualcosa che congiunge la via attuale al "filo conduttore". 

Se cambia il “filo”… cambia il destino. Prevedere il futuro è, dunque, anche l’utilizzo del solo “sforzo logico”. Tuttavia, ognuno può vedere quello che “meglio crede”, perché il modello di variabili mobili sfugge, se osservato solo attraverso l’occhio dell’Ego individuale.
Le 3d attuali sono un insieme di infrastrutture funzionali, ad ogni livello.
Comprendere come “funzionino” e come siano “concepite”, è qualcosa che va a toccare la totalità dei parametri umani, anche quelli usati di meno e i sensi impiegati in maniera, oserei dire, “sinfonica”.

È una coralità quella che avvolge ad ogni istante. Con sensi e doppi sensi e tripli sensi, etc. 
Vero e falso si alternano e mutano di polarità in funzione del livello prospettico osservato e dal quale si osserva. Gli attaccamenti personali, di specie, di Massa, sociali, esistenziali, ambientali, etc. contribuiscono alla modifica della “messa a fuoco” del target osservato ed osservabile.
Qualcuno osserva da più in “alto”, qualcuno da altro livello. Si è tutti osservati e tutti osservano. Il gossip è il frattale che dimostra questa più che “curiosità”…

L’osservazione è strategica: serve a qualcosa
 
Non è malattia nè fine a se stessa, sottintende sempre qualcosa, anche di molto sottile, strisciante e, a volte, pericoloso. Questa “pericolosità” è anch’essa colorabile secondo "varia potenzialità" e dipende dal livello dell’osservatore
Il livello è sia relativo alla “posizione” (panorama, orizzonte, oltre orizzonte, etc.) che all’essere ed all’Essere osservante (consapevolezza, tecnologia, evoluzione, etc.)...
Il piano strategico/ambizioso (e la relativa "pericolosità") di un ricco imprenditore non è lo stesso di quello di un contadino, per fare un esempio 3d comprensibile.


L’osservazione dipende dal “livello” raggiunto e raggiungibile, dove per livello si deve intendere “tutto quello che è dotato di possibilità di  spostamento frequenziale” e che dipende da una simile caratteristica.
L’attuale paradigma ha fissato degli ambiti frequenziali, praticamente, per ogni ambito dell’esistenza ed il frattale sono i 50 Hertz della corrente domestica, ad esempio.

Tutto questo ha lo scopo di bloccare ciò che, per sua Natura, tenderebbe a scivolare continuamente nella scala della frequenza, ruotando in funzione di altre scale di osservazione, limiti, polarità, sensi, motivi, angoli e gradazioni, etc.
Anche solo osservando un elicottero in volo ed a terra, si può notare questa caratteristica propria, che cambia allorquando il volo termina ed il “mezzo” rimane a terra per lungo Tempo.
Questo non è un “cambiamento” ma è un adattamento temporaneo che, nel Tempo, diventa una nuova e diversa “normalità di funzionamento”.
Pakistan: raid Usa contro scuola religiosa Haqqani, sei morti.
Un raid aereo condotto con un drone statunitense ha colpito per la seconda volta al di fuori delle zone tribali del Pakistan, uccidendo sei persone.

L'obiettivo del missile era un istituto religioso, che secondo le forze di sicurezza apparteneva al gruppo ribelle degli Haqqani, nel distretto di Hangu nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa

Il raid è il primo dallo scorso 1 novembre, quando gli aerei della Cia colpirono il capo talebano Hakimullah Mehsud nel Nord Waziristan, provocando la reazione del Pakistan che ha accusato Washington di minare i tentativi di accordi di pace.
Link 
 
I droni, ormai, spadroneggiano per i cieli. I controllori non sono visibili e gli aerei sono neutri perlomeno nella veste grafica. L’unica certezza è rappresentata dal fragore dei missili lanciati contro i vari target

Questa modalità dell’osservare fa chiaramente capire le diverse “velocità” all’opera nelle 3d. Talune facoltà interiori umane, per estensione, risultano pertanto più o meno sviluppate già sin d’ora. Ciò significa che attualmente esistono persone che hanno la piena capacità di utilizzare proprietà, una volta comuni nell’umana rappresentanza nelle 3d.

Non solo di tecnologia, si tratta. C’è una completezza di ordine superiore, all’opera e pienamente concretizzata.  

Chi sono queste individualità ancora operanti all’antica maniera?
Si chiamano Nucleo Primo o “umani del primo Tempo”. Di "concreto ma inapplicabile secondo l'usualità" è rimasto nelle 3d solo il Mito, che li rappresenta sotto a varie forme ed aspetti, solitamente "stilizzati" e lavorati dalla biodiversità umana...

Non li vedi, non perché siano eterei o invisibili; non li vedi perché non si fanno vedere, come i Volturi descritti in Twilight. Fantasia? Beh… è meglio augurarselo. 
La loro “presenza” concilia con il livello misterico che avvolge il Mondo 3d.
La loro “non manifestazione” è descritta, frattalmente, nella non manifestazione di dio o dei vari livelli di divinità.
Divinità? Un termine coniato per adattarsi all’incredulità emanata da coloro che avevano, un Tempo, visto… perché “egli/loro avevano scelto così”…

Egli/loro” è riferito, contemporaneamente, sia agli dei, sia a che coloro che osservavano. Ossia:
l’intenzione di “vedere” è alla base della chiave per vedere.
Vedere anche ciò che non è manifesto, è possibile ma… occorre questo tipo di “convinzione/consapevolezza/intenzione”.

Ci sono “ordini” che ambiscono a diventare sempre più influenti. Nelle 3d, questa verità, assume frattalmente le sembianze, ad esempio, di un’azienda che “non può fallire, perché troppo grande”.

Credit Suisse vuole diventare too big to fail.
Dopo Ubs, anche Credit Suisse modifica  la sua struttura giuridica alla luce dei cambiamenti normativi previsti. Le modifiche entreranno in vigore a metà del 2015 (dopo l'approvazione degli enti regolatori)...
Credit Suisse motiva l'intenzione di procedere a questi cambiamenti con la volontà di soddisfare i requisiti futuri in termini di pianificazione globale di risanamento e liquidazione.

L'istituto bancario si adatta così in particolare alle normative specifiche delle banche cosiddette a rischio sistemico o troppo grandi per fallire
Link 
 
Che cosa significa “troppo grandi per fallire”? Si noti l’analogia proposta nella notizia:
a rischio sistemico o troppo grandi per fallire…
Il “rischio sistemico” è sinonimo di “troppo grande per fallire”? No. Questa diabolicità descrive solo una fortissima dipendenza della società da queste aziende
L’impossibilità di fallire mette in evidenza un paradosso d’ingiustizia, perché se… la società "non sta bene" e queste aziende sono alla base (regolano) di un simile "stato sociale", allora significa che l’incantesimo è sempre più forte e le persone non possono fare nulla di autentico, se non il continuare ad adattarsi, facendosi la guerra dei poveri (senza alternativa apparente).
Le “cose” cambiano? No. Piuttosto l’(Anti)Sistema fornisce questa sensazione, al fine di convincere che esista una evoluzione in corso del “contenuto” ma, in realtà, non inerente al “contenitore”.

Pakistan: Musharraf processato per tradimento.
L'ex presidente pachistano Pervez Musharraf sarà processato per alto tradimento per aver imposto lo stato d'emergenza nel Paese nel 2007

Lo ha annunciato il ministro degli interni Chaudhry Nisar Ali Khan in una conferenza stampa trasmessa in tv. 

"In seguito al giudizio della Corte Suprema e al rapporto di una commissione di indagine, è stato deciso di intraprendere contro il generale Pervez Musharraf la procedura per tradimento come previsto dall'articolo 6 della Costituzione", ha detto...
Link 
La Costituzione: un insieme di leggi, scritte dai “padri”, con un intento preciso – allo stesso Tempo – sia “positivo che negativo”; due polarità divise ed ordinate tra loro, da un ordine di appartenenza gerarchica (livelli).
Spagna, Corte condanna produttori talidomide a pagare risarcimenti.
Il tribunale provinciale di Madrid ha ordinato alla società farmaceutica tedesca Gruenenthal di pagare risarcimenti a 22 persone che hanno fatto causa alla compagnia perché nate in Spagna con disabilità dopo che le madri avevano assunto in gravidanza il farmaco talidomide...

Il talidomide è un potente sedativo che è stato prescritto fra gli anni '50 e '60 alle donne incinte e ha portato a un'ondata di nascite di bambini malformati in Europa, Australia, Canada e Giappone, prima di essere ritirato dal mercato nel 1961. 
Ha provocato malformazioni in migliaia di bambini, nati senza arti o con braccia e gambe più corte del normale ed è stato ritenuto responsabile anche di difetti a occhi, orecchie, cuore, genitali e organi interni dei bambini. 
Nel 1972 Gruenenthal ha acconsentito a pagare risarcimenti in Germania, ma l'azienda si è sempre rifiutata di ammettere le responsabilità fino a settembre del 2012, quando la società si è scusata con le vittime dopo 50 anni di silenzio

Anche in quell'occasione, però, l'amministratore delegato del gruppo aveva rinnovato la posizione mantenuta per anni, sottolineando di avere fatto tutti gli accertamenti clinici che erano richiesti allora.

In una nota diffusa oggi dopo la sentenza, Gruenenthal si dice delusa dall'esito e afferma che "valuterà la sentenza nel dettaglio e poi deciderà le azioni appropriate" da intraprendere. 
La società fa sapere che "si interessa delle persone colpite dal talidomide", ma aggiunge che la sua condotta nel periodo in cui il talidomide veniva prescritto era compatibile con "gli standard prevalenti per lo sviluppo e le verifiche nell'industria farmaceutica di allora".
Link 
 
La sua condotta nel periodo in cui il talidomide veniva prescritto era compatibile con "gli standard prevalenti per lo sviluppo e le verifiche nell'industria farmaceutica di allora".
 
C’è sempre un modo o si trova sempre un modo per illudersi di essere in pace con la propria Coscienza. La legge lo permette. La legge che oggi ti dice di sì, domani forse, dopodomani no… Ieri è passato e oggi devi adeguarti all’oggi, così se ieri eri nei parametri di tolleranza e dormivi sonni tranquilli, oggi potresti scoprire di essere “fuori legge”.
Questo scorrimento della legge equivale al potenziometro che muove grandezze lungo una scala graduata, tra un minimo ed un massimo… che il paradigma cerca di bloccare in un punto della gradazione affine alla propria strategia.
Il perno della questione è che “chi capita nelle maglie di una simile modulazione nella presunta centralità della giustizia, ne paga solo le conseguenze in ovvi termini negativi” (le vittime, nel caso in questione)...

Cybercrime: studio Usa, si comincia da giovanissimi.
I crimini informatici e la cyberdeviance iniziano e raggiungono i picchi più alti durante l'adolescenza, secondo un nuovo studio condotto dall'Università di Cincinnati che ha monitorato le attività online di un gruppo di 274 studenti in relazione a 25 reati specifici, come furti di password, tentativi di sfruttare illegalmente reti wireless, hackeraggio.
Dai dati è emerso che questi tipi di crimini sono commessi per la prima volta in media intorno ai quindici anni, mentre per diventare una vera e propria competenza bisogna aspettare i 18. 
La ricerca, che sarà presentata alla conferenza annuale dell'American Society of Criminology di Atlanta, ha scoperto che la forma più comune di comportamento cyber-deviante consiste nel provare a indovinare le password delle reti wireless e quelle altrui.
Link 
 
La tentazione che fa l’uomo ladro? Tutto già scritto
Tutto segue il copione, persino nelle sue fasi di presunto cambiamento. Un piano perfetto ha già previsto che deve anche “spostarsi nella frequenza” al fine di non essere decriptato. Se anticipi sempre il contenuto, avrai un vantaggio insormontabile nei confronti del potenziale soffocato negli ambiti della sopravvivenza.
Castro: non fu Oswald killer di Jfk.
L'Havana - Secondo Fidel Castro, "non fu Harvey Lee Oswald a uccidere Kennedy".
Un giornalista Usa della rivista The Atlantic rivela il pensiero del Lider maximo in un'intervista che per 3 anni ha tenuto nel cassetto. Jeffrey Goldberg si era recato a Cuba su invito di Fidel, ma il grosso dell'intervista, pubblicata nel 2010, si era incentrata su Castro e l'Iran

"Di Kennedy si parlò di sfuggita". Le frasi inedite di Castro su Jfk sono state ripescate da Goldberg per i 50 dell'attentato di Dallas...
Link 
 
Ogni tanto, nella società globale, circola qualche notizia di questo calibro. Sarà vera o falsa? A prescindere dalla Natura dell’informazione, ciò che si genera certamente è lo stato di dubbio perenne, che perversa ed alimenta la Massa, individuo per individuo.
Il dubbio erode, come l’acqua… anche i ponti e le giunture interiori dell’essere umano. Il “consumo” viene replicato, a cascata ,ad ogni livello della rappresentazione 3d.
Architetti, tragedia Sardegna già scritta, piove sul bagnato.
"Era già tutto scritto e ora è del tutto inutile scandalizzarsi: almeno ci si risparmi la farsa di indicare nei cambiamenti climatici la responsabilità di questa ennesima, immane tragedia.

Urbanizzazione selvaggia, scellerato consumo del suolo, disprezzo e violazione di ogni norma di pianificazione:

mischiati assieme, questi tra fattori, uniti all'arroganza e all'assoluta mancanza di una visione di lungo periodo di una classe politica sorda a tutti i suggerimenti, hanno portato alla conta dei morti di queste ore".

Così Leopoldo Freyrie, presidente del Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori sulla alluvione in Sardegna
Link 
Attraverso lo studio delle serie storiche e l’utilizzo della statistica più raffinata, si può comprendere quale via si sta percorrendo. Questo è il futuro più prossimo… se si continua a rimanere sulla via attuale.
È logica, intelletto, raziocinio, etc. non… “Magia” (per come la si intende oggi).

La scienza deviata utilizza le facoltà della mente, negando tutto ciò che, di alternativo o di compensante, nel passato alcuni avevano sviluppato in qualità di doti personali. 

Ma non c’è nessuna differenza in termini di "risultato" (sintonia).

Nel disquisire e nell’aggredire, che si scatena, una parte ha la meglio sull’altra. E il corso della storia deviata lo testimonia a pieno. Qualcuno ha dovuto “sparire”, altri hanno preso il sopravvento.

Ma queste due “fazioni” sono, allo stesso modo, soggiacenti dal punto prospettico del Nucleo Primo:
l’inosservato potere di controllo, Signore delle infrastrutture (Anti)Sistemiche, con funzioni diverse e molto sorprendenti, da un certo punto di vista superiore (docente/carnefice).
Ciò che questo potere trova modo di negare “non significa nulla”… se l’individuo è come l’isola in mezzo all’oceano:
solido nella fluidità. Fluido nella fissità...
La divinazione risponde a una delle esigenze umane primitive: 

dissipare l'incertezza del futuro e conoscere l'ignoto; la funzione sociale della divinazione (che è o dovrebbe essere religiosa) si basa su due presupposti:
che l'informazione cercata sia a disposizione di qualche entità o forza soprannaturale e che questa informazione possa essere trasferita nel mondo naturale…

Se si lasciano perdere le definizioni, provenienti da “luoghi comuni”, che cosa rimane e cosa accade?

Limitandosi ad "assaggiare frattalmente" l’informazione… si abbraccia un altro Ordine Naturale, facente capo e centro al proprio livello di Presenza (consapevolezza).


Riparto da me stesso, mantenendo le “antenne” ben aperte… come un fiore o una foglia al Sole.
Ma non è il Sole che interessa… è l’oltre orizzonte. Ciò che si trova al di là del "già scritto"...

Dipende da me. 

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2013/Prospettivavita@gmail.com 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.