martedì 6 agosto 2013

Nella tela dell'interesse.



Il narrato è l'avvicinarsi ad un incontro. All'incontro con noi stessi... Il Bambino interiore sentendo la Fiaba delle Fiabe s'avvia sulla via del Matto... alla ricerca di quel non so che, che di per certo c'è…

L’astratto non è virtuale…
È qualcosa di vivo… che dimora nell’invisibile.

In cammino, compresi, che nel breve tratto della vita
è indispensabile, per ognuno, trovare e rivivere dal
proprio custodito punti di passaggio fondamentali,
mete influenti la propria scelta di percorso.

Ciò, per immettere coscientemente, dove sia meglio, la
propria… Intensità.

Il sogno di un N'Guar Ariya - Gianluigi Patrini 

Abbiamo, per “terzine di valori”, un:
  1. narrato
  2. incontro
  3. ricerca.
E un:
  1. astratto
  2. invisibile
  3. custodito.

Ossia, le due facce - Sacro e Profano – della stessa configurazione energetica (intensità) disponibile in relazione allo scorrimento esistenziale, da tutti meglio conosciuto come… “Vita” (Sacro)

Due dimensioni parallele intrecciate attorno alla propria essenza, in cui ogni individuo è più o meno Presente o Intenso. Nelle 3d, tale intensità è molto alta per quanto riguarda la componente fisica, ma quasi azzerata per quanto riguarda quella della consapevolezza spirituale. Questa realtà 3d emersa e ritenuta come unica dai più, è molto complessa. Tanto per “non capire meglio”, vediamo questo esempio a livello frattale:

la misura macroeconomica nota come intensità energetica è una misura dell'efficienza energetica del sistema economico di una nazione.

Viene calcolata come unità di energia per unità di prodotto interno lordo (Pil).

  • alte intensità di energia indicano un alto consumo (e relativo costo) del convertire l'energia in Pil
  • basse intensità di energia indicano un minore prezzo (e costo) del convertire l'energia in Pil…
Link 
 
C’è un grafico nella pagina a cui il link veicola. Questo grafico si riferisce a:

intensità di diverse economie: Il grafico mostra la quantità di energia necessario a produrre un dollaro Usa di Pil per un determinato paese. L'intensità energetica si basa sulla parità di potere d'acquisto nel 2004 e il valore del dollaro nel 2000 aggiustato all'inflazione.
Link 
 
Una illusione basata su convenzione ed un "pubblico" di riferimento sul modello  "fedele/preghiera".

È possibile notare come l’asse centrale di riferimento per il fenomeno “intensità di una grandezza/presenza”, sia stato assunto da riferimenti economici, e dunque convenzionali, come il Dollaro Usa ed il Pil. Cioè:
una coppia di valori illusoria, fondata su un credo comune frutto di uno stazionamento nel Tempo, vivendo in determinate condizioni ambientali e sociali, derivanti da un controllo all’origine del tipo di “atmosfera” (un esempio molto evidente in ambito di lavorazione e conservazione del cibo).

Risultato? Il famoso “sottovuoto”.

Ossia, l’accettazione passiva di uno status quo imposto in maniera sottile e strategica, da parte di un attore non manifesto, mai manifestato e, dunque, "non esistente" o mai riportato negli annali della storia deviata su cui si fondano il sapere ed il pensiero comune.

Un gigantesco schema d’intrattenimento dell’individuo. Uno “schema”… molto simile ad una ragnatela.

Bene (si per dire).

Il viaggio, in questo articolo di SPS, procede con l’avventurarsi sui “bassi fondali” dello scibile, ossia, di quello che è possibile sapere o “vedere” o “assumere come visione nell’ambito dell’usuale”. Ecco come cambia la prospettiva da parte dell’osservatore sociale di riferimento (Autorità):

il tribunale turco di Silivri ha condannato all'ergastolo l'ex-capo di Stato maggiore Ilker Basbug, ora in pensione, per il ruolo nel presunto progetto di golpe “Ergenekon” per rovesciare il governo del primo ministro Tayyip Erdogan
Link

Questo è un esempio di come un “Capo di Stato Maggiore” possa diventare, nel Tempo, un “criminale”. Come può accadere? Accade quando cambia il vertice del potere a cui si fa capo ed, improvvisamente, cambia anche la convenzione e la direzione dell’imposizione di potere (all’interno della propria giurisdizione Statale, una suddivisione del più ampio domino ad opera del Nucleo Primo). La beffa si completa nell’assunzione del termine “presunto”, ossia, “non certo” (ma tanto basta, per un modello giudiziario basato sulla preservazione del più “forte di turno”).

Ecco, un altro esempio, sul come il tutto sia illusorio, apparente e frutto del punto di vista dell’Autorità di riferimento (interesse):

la guerra sui brevetti tra Apple e Samsung si riapre, dopo che il governo americano ha revocato questo fine settimana una sentenza contro l'americana Apple. La Casa Bianca ha fatto cadere il divieto di vendita negli Stati Uniti di alcuni modelli di iPhone e iPad imposto perchè violavano un brevetto della rivale sudcoreana Samsung. 

Il ministero Usa del Commercio estero ha esercitato un diritto di veto che non utilizzava, secondo il Wall Street Journal, da circa 25 anni, per fermare la decisione giuridica sfavorevole ad Apple, presa dalla Commissione americana del commercio internazionale solo qualche mese fa a seguito della vittoria legale di Samsung.
Link
 
Un “diritto di veto” per una società complessa e sfuggevole, pane per i denti di un’avvocatura che difende il proprio interesse, allo stesso modo di qualunque altra organizzazione o individualità.

Entriamo nel merito della questione odierna. 

No alla depenalizzazione delle vendite piramidali. A chiederlo è Univendita in una lettera indirizzata a Governo e Parlamento in cui  critica la misura contenuta nel disegno di legge delega che riforma il sistema sanzionatorio. 

Il provvedimento depenalizza la realizzazione e la promozione di vendite piramidali, giochi e catene di Sant'Antonio: tutti reati oggi punibili con la reclusione da sei mesi a un anno o con un'ammenda da 100mila a 600mila euro, che invece  verrebbero declassati a illeciti amministrativi sanzionabili con il pagamento di una somma compresa tra 300 e 15mila euro

“Depenalizzare questo reato - afferma Daniele Pirola, segretario generale di Univendita - equivale a indebolire la tutela del consumatore nei confronti delle vendite piramidali, rappresentata dall'articolo 7 della legge 173/2005.

Bisogna considerare, infatti, la natura particolarmente insidiosa e subdola di queste pratiche, per cui trascorrono lunghi periodi, anche anni, prima che gli inquirenti riescano a individuare un sistema piramidale. E questo tempo è sufficiente per gli organizzatori ad accumulare notevoli guadagni, nell'ordine di qualche milione di euro”…

La previsione delle pene attuali, stabilite dalla legge n. 173/2005, infatti, nasce da un'approfondita riflessione da parte del Legislatore, perché negli anni che precedettero l'approvazione del provvedimento si verificarono due casi molto gravi (Tucker e Alpha Club) di cosiddette vendite piramidali che ebbero un notevole impatto negativo sui consumatori suscitando grande allarme sociale e un forte interesse mediatico

“Ci piace sottolineare come, dall'approvazione della legge 173, testo fortemente appoggiato dalle associazioni dei consumatori, non si siano più verificati fenomeni di così ampia rilevanza - commenta Pirola -, è quindi evidente che la severità delle pene costituisca un deterrente efficace contro questi fenomeni illeciti”...

Univendita, dalla sua nascita, nel 2010, si è dotata di una Carta dei Valori per promuovere un sistema etico riconosciuto e applicato da tutti i soci e di un "Codice Etico" con lo scopo di garantire che le attività di vendita diretta delle imprese associate e di tutti i loro incaricati si svolgano nel rispetto delle libertà fondamentali e della dignità delle persone, nella tutela dei diritti dei consumatori e per diffondere nel settore della vendita diretta comportamenti etici e sostenibili.

Link

Beata ignoranza oppure cos’altro? 
Il tempo che intercorre prima di rilevare un sistema piramidale, i “due casi molto gravi (Tucker e Alpha Club)”, il fatto che con questa legge “non si siano più verificati fenomeni di così ampia rilevanza” e il codice etico che dovrebbe garantire un società completamente esposta ai 4 venti dell’ingiustizia… sono tutte illusioni frutto di una cecità ormai inverosimile.

Perché?

Vediamo per punti, anche se velocemente:
  1. il Tempo che passa è un fattore di ritardo intenzionale che autorizza alla perpetuazione di “sistemi piramidali ombra" non rilevati, ossia, il Tempo che passa prima di… è azzerabile nel momento in cui esiste una vera intenzione di smantellare una volta per tutte un simile modello di sfruttamento altrui, con effetto leva
  2. i due casi molto gravi sono solo due pagliuzze nell’occhio, in confronto alle “reti” che tuttora sono mantenute in tensione nel sistema sociale globale
  3. questa legge ha colto nel segno solo per quello che era sacrificabile, al fine di dare un’apparenza di diritto e di protezione alla Massa. Mentre, tutto il resto, non può emergere perché altrimenti avrebbe il potere di inabissare l’attuale sistema di riferimento sociale e, con esso, l’intera realtà 3d (paradigma)
  4. ogni presunto “codice etico”, rappresentato dalle varie istituzioni di turno, è un qualcosa di talmente minoritario ed inutile, in questa forma, da lasciare completamente indifferente la polarizzazione di una realtà dominante e basata proprio sulla negazione di ciò che quel “codice etico” intenderebbe rappresentare nel suo più beato potenziale.

Le reti piramidali sono una realtà centrale, per il tuo status quo abitudinario. Tutto è radicato e tutto forma “reti” di riferimento.

NY Times: JPMorgan è coinvolta nella truffa di Bernie Madoff.
JPMorgan Chase sarebbe stata a conoscenza della più grande truffa del secolo, lo schema di Ponzi architettato da Bernie Madoff, ma non avrebbe rivelato nulla alle autorità

È una delle accuse rivolte al colosso del credito americano, che come ha rivelato il New York Times, è sottoposto attualmente ad indagini condotte da otto agenzie federali, tra le quali ci sono la Fbi così come la Sec, l’organismo di vigilanza sulla Borsa di New York, l’equivalente della nostra Consob...
Link 

Dunque, sembra che i "buoni" siano scesi in campo per tutelare... che cosa? Certamente un "interesse". 

Il ritornello è sempre lo stesso:
  
la solita entità bancaria, il solito personaggio di turno.

Bernard Madoff (New York, 29 aprile 1938) è un criminale statunitense, accusato di una delle più grandi frodi finanziarie di tutti i tempi...

Era molto conosciuto e stimato nella comunità, come dimostrano le numerose cariche in alcune delle più importanti istituzioni culturali della città. Era consigliere della Sy Syms School of Business della Yeshiva University, del New York City Center e membro del Cultural Institutions Group. È stato anche presidente del Nasdaq, il listino dei titoli tecnologici statunitensi...
 
Scoperta della truffa.
L'11 dicembre 2008 Madoff è stato arrestato dagli agenti federali che lo hanno accusato di aver truffato i suoi clienti causando un ammanco pari a circa 50 miliardi di dollari. La sua società si è infatti rivelata come un gigantesco schema di Ponzi.

Tale sistema deve il suo nome a un italiano immigrato che agli inizi del '900 per primo lo mise in atto su grande scala, e consisteva nel promettere agli investitori (vittime) alti guadagni pagando gli interessi maturati dai vecchi investitori con i soldi dei nuovi investitori...

La truffa consisteva nel fatto che Madoff versava l'ammontare degli interessi pagandoli con il capitale dei nuovi clienti. Il sistema è saltato nel momento in cui i rimborsi richiesti superarono i nuovi investimenti. L'inganno è stato smascherato in quanto nell'ultimo periodo le richieste di disinvestimento avevano raggiunto una cifra, circa 7 miliardi di dollari, che Madoff non è stato in grado di onorare con le risorse finanziarie disponibili.

La dimensione della truffa messa in piedi da Madoff è almeno tre volte più grande dell'ammanco causato dal crac Parmalat...

L'11 dicembre 2010 suo figlio Mark è stato trovato morto, probabilmente suicida, a Manhattan.

Link

Che cos’è questo schema truffaldino?
“Consiste… nel promettere agli investitori (vittime) alti guadagni pagando gli interessi maturati dai vecchi investitori con i soldi dei nuovi investitori”.

Allora, che differenza c’è rispetto:
  • al sistema contributivo/pensionistico di una Nazione?
  • al sistema fiscale di una Nazione?
  • al sistema bancario internazionale?
Se tu avessi consultato Wikipedia prima dell’incarcerazione di Madoff, che cosa avresti letto in relazione alla sua persona?

È consigliere della Sy Syms School of Business della Yeshiva University, del New York City Center e membro del Cultural Institutions Group. È anche presidente del NASDAQ, il listino dei titoli tecnologici statunitensi…
 
Lo scostamento prospettico tra le due “definizioni” è una squisita differenza di tensione Temporale a cui tu assisti in qualità di “giudice/osservatore”, per poi ricoprire anche un’altra gran varietà di parti, in funzione del tuo livello di partecipazione/consapevolezza.
Questa è la tua realtà 3d di riferimento, ritenuta come unica.

Il “ritardo nei pagamenti (debiti) della Pubblica Amministrazione dello Stato” è una chiara violazione di termini contrattuali, eppure, non c’è modo di mettere lo Stato alle “corde”. Perché? Perché lo Stato non esiste (esiste una forma pensiero dello Stato ed esistono le persone che lo autorizzano/compongono). Quindi, con chi o cosa, hai a che fare?
Con una sottile convenzione, illusoria quanto un confine geografico.

Sono le persone che interpretano delle parti a conferire potere (onorare) taluni punti di creazione 3d.

Un altro esempio di “non visto”?

Carte revolving, SuperMoney: in aumento le richieste.
Ottenere un prestito dalle banche, negli ultimi tempi, è diventata una missione impossibile, così gli italiani cercano soluzioni di credito alternative.

L’Osservatorio SuperMoney sulle carte di pagamento ha rilevato, nell’ultimo semestre, un aumento delle richieste di carte di credito revolving

le domande di carte rateali pervenute al portale tra febbraio e luglio 2013 rappresentano il 43,28% del totale, il 35,84% riguarda le carte di credito a saldo e il restante 20,88% le carte prepagate…

Come funziona questo tipo di carta? 

“Con la carta revolving, la banca concede una linea di credito al titolare, che si impegna a rimborsare gli importi presi in prestito a rate, cui si applica un tasso di interesse aggiuntivo rispetto all'importo speso", spiega Andrea Manfredi, amministratore delegato di SuperMoney. 

"Si tratta di un prodotto di credito alla portata di tutti, perché richiede garanzie minori rispetto a un prestito, ma va utilizzato con attenzione

i tassi di interesse sulle somme prese in prestito con le revolving sono infatti molto più elevati rispetto agli interessi di un prestito tradizionale”…

Si tratta di un prodotto di credito alla portata di tutti”…

Occhio alle carte revolving: tassi d'interesse fino al 25%.
Carte revolving? Attenzione ai tassi "usurai". Secondo le ultime rilevazioni comunicate dalla Banca D’Italia i tassi soglia su base annua fino a 5 mila euro possono raggiungere il 25,2%, mentre sopra i 5mila euro il 19,25%.

Che le carte revolving fossero uno strumento finanziario di cui diffidare se ne erano rese conto già diverse associazioni non per niente sono nati veri e propri servizi come “S.O.S. carte revolving” di Confconsumatori Brindisi che mirano a tutelare i cittadini dai numerosissimi  episodi di risparmio tradito...

In periodo di crisi, in cui i risparmi sembrano essersi ormai volatilizzati queste carte potrebbero sembrare la soluzione ma spesso rischiano di aggravare i problemi economici di chi le possiede

Le carte revolving, infatti, pur rientrando nella categoria delle carte di credito, hanno delle modalità operative profondamente diverse rispetto a queste ultime. Permettono di effettuare acquisti immediatamente e di pagare in rate mensili successive, da qui la denominazione di carte di debito.

Attraverso cui l’intermediario finanziario fornisce una linea di credito, costituita da una certa somma di denaro messa a disposizione del cliente, utilizzabile sia per i prelievi da sportelli automatici, sia per i pagamenti per l’acquisto di beni presso venditori convenzionati

Il plafond della carta viene poi ricostituito gradualmente, attraverso il pagamento di rate, in genere mensili, che possono essere di importo variabile o fisso. Ma gli interessi su queste rate sono elevatissimi. E non ci sono solo gli interessi. 

Le finanziarie applicano anche delle penali altissime in caso di ritardato pagamento anche di una sola rata

si può passare, ad esempio, da una rata mensile di 135 euro ad una di 197 euro.  

Ad aumentare il costo del credito, inoltre, contribuiscono anche le assicurazioni, la cui funzione è la copertura del debito nel caso si verificassero eventi che rendessero difficoltoso, se non impossibile il pagamento, e che a volte i clienti stipulano inconsapevolmente.

Spesso, poi le assicurazioni si rifiutano di liquidare l’importo della polizza, anche se il cliente ne avrebbe tutto il diritto, adducendo motivi generici

Gli intermediari sono obbligati a fornire tutte le informazioni sul contratto, in maniera chiara e trasparente, anche in relazione al costo complessivo del credito per il cliente e alle condizioni delle polizze assicurative, eventualmente abbinate, prima della firma del contratto.  

L’associazione europea consumatori ha recentemente rilasciato un comunicato nel quale invita i consumatori ad evitare di sottoscrivere carte revolving.
Link 
 
Eppure, la Massa sembra ricorrere sempre di più anche a questi strumenti di “suicidio legalizzato” molto simili ad una sorta di “eutanasia indotta”. C’è sempre qualcuno (trovi sempre qualcuno) che si vanta di poterti proteggere, ad ogni livello. Infatti, anche in questo caso, oltre a miriadi di associazioni di difesa del cittadino, si erge la presenza eminente della Banca d’Italia:

Contrasto all'usura.
La legge sull'usura (legge 108/1996), ha introdotto un limite ai tassi di interesse sulle operazioni di finanziamento oltre il quale gli stessi sono considerati usurari. 

Ai fini della valutazione della usurarietà dei tassi, si deve fare riferimento al momento in cui gli interessi sono promessi o convenuti, indipendentemente dal momento del pagamento (legge 24/2001)…
Link

Sembra tutto chiaro, vero? Però c’è già un riferimento ad una legge e, solitamente, se si tenta di addentrarsi nel territorio sinuoso della stesura grammaticale di una legge, “lasciate ogni speranza voi ch’entrate”. 

Perché le leggi sono costruite e modellate attraverso giochi ad effetto, che lasciano aperte infinite modalità di interpretazione, ovviamente in funzione del potere e del possesso di denaro a disposizione di chi si interfaccia…
Attraverso la legge, di fatto, viene sancita e resa manifesta (autorizzata indirettamente), l’usura.

Non la regolamenta ma la autorizza ad esistere all’interno della struttura sociale. È sottile la questione. Dal momento in cui qualcosa viene “scritta”, viene anche ad esistere ufficialmente, ossia, viene autorizzata.

Vuoi toccare con mano la complessa intenzione di sancire e non “ostacolare” l’usura? Ecco.

Tassi effettivi globali medi.
Dal 14 maggio 2011 il limite oltre il quale gli interessi sono ritenuti usurari è calcolato aumentando il Tasso Effettivo Globale Medio (Tegm) di un quarto, cui si aggiunge un margine di ulteriori quattro punti percentuali. La differenza tra il limite e il tasso medio non può essere superiore a otto punti percentuali (vedi Comunicato del Dipartimento del Tesoro del 18 maggio 2011). Tale metodo di calcolo è stato introdotto dal d.l. 70/2011, che ha modificato l'art. 2, comma 4 della legge 108/96, che determinava il tasso soglia aumentando il Tegm del 50 per cento.
Il Tegm risulta dalla rilevazione effettuata ogni tre mesi dalla Banca d'Italia per conto del Ministro dell'Economia e delle Finanze. 

Le tabelle dei Tegm sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale, sui siti della Banca d'Italia e del Ministero dell'Economia e delle Finanze…

Link 
 
È complesso il modo di comunicare e l’unica cosa certa è che esista qualcosa che viene chiamata “usura”. I vari comunicati e le conseguenti modifiche, si accumulano nel Tempo, rendendo inestricabile ciò che invece dovrebbe essere molto semplice:
non prestare denaro a nessun tasso d’interesse.

Un concetto addirittura “biblico”, no?

La mascheratura della semplicità ha reso via via una maggiore intensificazione della complessità e del caos derivante dall’accumulo di complessità stessa. Risultato?
Non si capisce più niente e addirittura sfuggono i concetti cardini alla base del tuo intrattenimento.

Periodo di applicazione dal 1° luglio 2013 fino al 30 settembre 2013.
Credito revolving
  • fino a 5.000 Tasso medio applicato 17,04 Tasso limite usurario 25,0400
  • oltre   5.000 Tasso medio applicato 12,13 Tasso limite usurario 19,1625.

Quale “codice etico” è rispettato, prestando denaro al "tasso legale" del 17% medio? C’è sostanziale differenza rispetto a quel 25% che porterebbe a ritenere il tasso come “illegale”?
 
Andiamo. Basta applicare una certa logica. E, non è che non succeda, tutttavia… è il tuo "basso livello di potere" che fa la differenza. Non ti ascolta nessuno. A nessuno importa quello che hai da dire. La tua esperienza è solo tua. Lo Stato non ti ascolta e sai il perché? Perché non esiste!

Esiste solo una questione prospettica legata all’interesse a mantenerti nella colla pressante di un eterno presente ingabbiante. La storia deviata, per appunto, ti ha. 

La più grande storia scorre sempre ma al di là delle “nubi artificiali”

A questo link si parla di “vantaggi e comodità” relativi all’utilizzo delle carte revolving (il cui nome è già indicativo di quello che rappresenta la loro pericolosità sottintesa, ossia, il mantenere puntato alla testa una pistola carica).

Cartaattiva.
Cartaattiva è la carta di credito istituzionale di Agos Ducato che ti permette di disporre di una riserva di denaro da utilizzare immediatamente e con la massima semplicità. La richiedi direttamente su internet e, non appena approvata, la ritiri subito nella filiale Agos Ducato più vicina. 

Inoltre, Cartaattiva è vantaggiosa perché ti offre un riaccredito di 30 €, sotto forma di riduzione del saldo mensile, se effettui acquisti per un totale di almeno 150€ su circuito Visa entro i primi 30 giorni dall’attivazione della carta.
Se desideri regalarti un viaggio, acquistare un computer nuovo, pagare il conto del ristorante o far fronte con più comodità alle spese di tutti i giorni, scopri subito che cos'è e come funziona Cartaattiva di Agos Ducato.

Vediamoci chiaro.
Messaggio pubblicitario con finalità promozionali - per le informazioni precontrattuali è possibile richiedere sul sito o in filiale Agos Ducato il modulo “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e la copia del testo contrattuale. L’offerta si riferisce a un’apertura di credito revolving a tempo indeterminato utilizzabile mediante Carta, soggetta ad approvazione di Agos Ducato SpA e valida fino al 30/09/2013. Esempio rappresentativo relativo ad una Carta con Fido (Importo Totale del credito) pari a: 1.500€ - TAN fisso 16,50% - TAEG 20,44% - Rata di rimborso mensile 45€. Costo totale del credito costituito da: interessi maturati al TAN sopra indicato, Quota associativa annuale: 0€, Spesa mensile gestione pratica: 1,25€; Imposta di bollo su Rendiconto iniziale e annuale 2,00€ per saldi superiori a 77,47€. Importo totale dovuto (importo totale del credito + costo totale del credito): 1.652,78€. Rata minima di rimborso: 3% Fido concesso. Fonte: al fine di definire l'esempio rappresentativo sono stati utilizzati i criteri indicati da Banca d'Italia per definire il TAEG di una apertura di credito con Fido non predeterminato,  ipotizzando: - un solo utilizzo iniziale della Carta pari al Fido, - che il capitale sia rimborsato in 12 rate mensili di uguale importo, a partire da un mese dalla data del primo utilizzo che si assume essere il 1° gennaio, - che gli interessi e gli altri oneri siano applicati in base a tali prelievi e rimborsi del capitale e secondo le disposizioni del contratto di credito; - che un anno sia composto da 12 mesi di uguale durata. Il TAEG rappresenta il costo totale del credito espresso in percentuale annua e include gli interessi ed i seguenti costi: quota associativa annuale (ove prevista), imposte di bollo, spesa mensile gestione pratica. Ulteriori costi (non inclusi nel calcolo del TAEG): Commissioni prelievo contanti (anche da sportelli esteri) 3,50€; Commissione rifornimento carburante 0€.

Link

Questo “Vediamoci chiaro” è perlomeno oscuro (è stato volutamente lasciato per intero, senza righe si separazione, il testo citato, ad indicare uno stato di totale repulsione che si genera nel lettore, che molto spesso rinuncia ad approfondire ed a capire, gettandosi ugualmente nella "mischia").
Sembra tutto semplice, veloce e conveniente, alla moda, utile e sempre disponibile.

Come fanno, ad esempio, 1500 Euro al tasso del 20,44% a diventare “solo” 1652,78? È chiaro solo che... non è comprensibile questo esempio. 

Eppure, tutto ciò è riportato al sito di riferimento e a titolo di "chiarezza".

Non importa che sia forse solo SPS a “non capire”. Importa che, dunque, non si capisce mediamente...

Probabilmente, il “senso dell’informativa” viaggia solo ed esclusivamente nella direzione del monito riportato in apertura di contenuto:
messaggio pubblicitario con finalità promozionali.
Ciò equivale ad assumere altri "slogan pubblicitari fantascientifici", tipo “mangia tutto quello che vuoi e poi prendi la nostra pillola magica dimagrante” oppure "dimagrisci senza fare niente"...

È etica questa forma di intrattenimento? Nella biodiversità, qualcuno lo può anche pensare. E questo qualcuno, biodiversamente, può sentirsi autorizzato a procedere in tal senso.

Osserva come dei personaggi pubblici di riferimento, vengano scaricati disinvoltamente, con “classe”, quando "giunge il loro momento". 

Dominique Gaston André Strauss-Kahn (Neuilly-sur-Seine, 25 aprile 1949) è un economista e politico francese. Membro del Partito Socialista, è stato più volte ministro in dicasteri economici nei governi a guida socialista. Economista, è professore di macro-economia a Sciences Po (Institut d'Etudes Politiques di Parigi)

Dal 1º novembre 2007 al 18 maggio 2011 è stato direttore generale del Fondo Monetario Internazionale (Fmi).
Il 14 maggio 2011 viene arrestato a New York con l'accusa di tentata violenza sessuale ai danni di una cameriera di un albergo presso cui alloggiava a New York e quattro giorni dopo rassegna le sue dimissioni dalla carica di Direttore del Fmi.

Le accuse si sono però poi rivelate insussistenti e la procura ne ha chiesto l'archiviazione il 23 agosto 2011…

Il 18 maggio rassegna le dimissioni e il 23 agosto la procura archivia il caso.

3 mesi di Tempo occorrono per fare uscire di scena, completamente, il personaggio in questione.

Questo è un segno distintivo del modello che amministra Terre, Stati e Masse.

Qualcosa che conta sulla tua complicità diretta ed indiretta.
Qualcosa che conta sulla tua mancata capacità di presenza e memoria.
Qualcosa che conta sulla tua cecità.

Qualcosa che ha interesse per te...

Qualcosa che pontifica da questa prospettiva, contando su una matematica d’interconnesione tra dimensioni diverse:
  • la tua
  • la sua.

Nel mezzo scorre il fiume”…

Riparti da te stesso.

Dipende da te. 

Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro 2013/Prospettivavita@gmail.com