giovedì 13 giugno 2013

Dare per continuare a togliere.



Dare la libertà al mondo è una strana impresa piena di rischi. Dando la libertà in questo modo, la si toglie.
Jean Jaures

La libertà è condizione ineliminabile della legalità; dove non vi è libertà non può esservi legalità.
Piero Calamandrei
Nella vita sociale, libertà e uguaglianza tendono a escludersi reciprocamente, sono antagoniste

infatti, la libertà distrugge l'uguaglianza sociale, è proprio questa una della funzioni della libertà, mentre l'uguaglianza limita la libertà, perché diversamente non vi si potrebbe giungere.
Aleksandr Solzenicyn

Liberté, Égalité, Fraternité (in lingua francese: Libertà, Uguaglianza, Fratellanza) è il motto nazionale della Repubblica Francese
  1. la libertà consiste nel potere di fare ciò che non nuoce ai diritti altrui
  2. la legge è uguale per tutti e le differenze per nascita o condizione sociale vengono abolite; ognuno ha il dovere di contribuire alle spese dello Stato in proporzione a quanto possiede
  3. non fate agli altri ciò che non vorreste fosse fatto a voi; fate costantemente agli altri il bene che vorreste ricevere…
Link 
 
Parole sacrosante. Ma, tutto è relativo. Relativo a “cosa”? Ad un punto prospettico. Di chi? Di chi osserva. E, dato che gli osservatori sono “molti”, la realtà 3d di riferimento diventa quella a maggior “indice di ascolto”.

La Massa ha rinunciato da Tempo a far valere il proprio “voto”. Ora, ella permea lo Scenario del Mondo emerso, come una figura in sovrimpressione, senza “peso”. Tanti attori a cui mancano dei “pezzi” per meglio comprendere, per meglio ricomprendersi nel Mondo e per meglio "ricomprendersi".

Ogni “atto di entrata ed uscita” nella/dalla scena 3d, è vissuto come “casuale”. Sia la Nascita che la Morte diventano variabili gestite dai Misteri dell’Universo, come se ci si trovasse in una sala del Bingo.

A chi hai dato la "delega" della tua gestione?

Si parla di sopravvivenza, di consumi, di sostenibilità, di libertà e di tutto quello che ne consegue in termini di “fuochi fatui”, vista l’inconsapevolezza ed il livello di dipendenza totale, a cui la Massa è completamente asservita, in questa versione di se stessa.

Ogni “fenomeno” è più ampiamente inquadrabile, dall’alto della combinazione prospettica, inerente alla differenziazione di base in seno alla struttura dell’individuo. La biodiversità è come assoggettata alla “moda” che, nelle 3d, imperversa alle diverse latitudini, avvolgendo tutto della stessa mano di colore.

Azioni che avvengono sottilmente, nell’indifferenza più assoluta del “non veduto”, nel tacito assenso e/o nello scambio di prospettive "auto indotte per induzione esterna". 

La presenza non rilevata di attori principali (Nucleo primo), conferisce loro il grande vantaggio di poter disporre a relativo piacere ogni “carta” presente o non presente in tavola.

Come si educa un intero Pianeta?
E chi sono coloro che ardiscono ad un simile compito?
L’azione scaturisce per piacere o per dovere?

Hai letto, poco sopra, come anche i più grandi “moti” della rivoluzione (movimento attorno a...) umana, possono anche cadere in antitesi, allorquando si decide di espandere la prospettiva:
le citazioni da Jean Jaures, Piero Calamandrei, Aleksandr Solzenicyn e del grande motto della Rivoluzione Francese, sono in evidente contraddizione tra loro e con la società moderna.

La storia deviata ha fatto di tutto per imbonire le Masse, per convincerle della bontà delle azioni succedutesi nel Tempo, raccontato dalla fazione dei vincitori. Ma, la più grande storia ha solo "necessità/pazienza" dello svolgimento Temporale biodiverso, al fine di tornare a scorrere senza “isole interne attrezzate per resistere alla sua corrente”.
In SPS, i brandelli di informazioni raccolti per ispirazione, parlano una lingua univoca, allo stesso modo della caratteristica di una stazione radio e/o televisiva, ognuna caratterizzata da una propria tendenza di base.

SPS è un canale specializzato in “Analisi Frattale Sincronica Istintiva”, ossia, una ambito del Tempo e della Memoria senza Tempo né Memoria; senza necessità di pesanti infrastrutture da portarsi dietro. È sufficiente la presenza di una sottile propensione all’ascolto, di una “buona antenna” e di un buon orientamento...
Lo Spirito dell’ispirazione è un'errante presenza, che trova fissa dimora senza averne necessità alcuna, perché “libero”. La sua “verosomiglianza” è come un mantello variegato sospinto tra ali di aria polarizzata dal suo passaggio e leggi auto esistenti.

Ogni “cosa” trova spazio d’emersione, laddove riesce a “bucare/apparire” la/nella dimensione delle 3d. In un simile Scenario, le “cose” appaiono, non vengono create. 

La Creazione avviene a livelli diversi dell’estensione energetica del tutto.

E, ogni convinzione umana, lascia solo il Tempo che trova, essendo basata su una logica unidirezionale, imposta tra le righe, da un Potere che non appare mai direttamente.

Se sei stato convinto di essere solo una misera versione di te, non significa che questo sia vero, oppure non significa che questo sia vero per sempre.

Questa “forza interiore” è capace di svellere montagne. Figuriamoci un re(a/gi)me non manifesto.

Se Aleksandr Solzenicyn ha ragione, la Rivoluzione Francese “mente”.

E, dunque, sai molto bene cosa ha comportato nel Mondo 3d, l’onda lunga del movimento francese:
  • Libertà, Uguaglianza, Fratellanza
  • nella vita sociale, libertà e uguaglianza tendono a escludersi reciprocamente, sono antagoniste
  • dando la libertà in questo modo, la si toglie
  • dove non vi è libertà non può esservi legalità.

Ecco il grande messaggio di oggi, scritto come sulla sabbia dalla voce dell’ispirazione, che trasforma coloro che ascoltano fiduciosi in “neo sciamani” di se stessi.

La “legalità” è una variabile semovente del pensiero e della convenzione umana.

Cambia, fluttua nel vento del Tempo.
Come ci si può aggrappare ad un simile vessillo?
Parole al vento… non lasciate per caso, ma raccolte dal “vento” del Nucleo Primo.

Colui che riempie il vuoto che lasci.

Osserva un po’ della “tua” legalità, nel Mondo capovolto che abiti…

Polizze a perdita sicura.
I produttori di sigarette, almeno, lo scrivono ben in evidenza: 

che il fumo può provocare danni. 

I produttori di strumenti finanziari, no. 

In Italia, per esempio, tramite una triangolazione con l’estero, una banca può vendere prodotti assicurativi che hanno una probabilità del 70% di provocare perdite del risparmio investito. E battezzarli, forse per gusto del paradosso, “Prospettiva Protetta”. 

L’avvertenza sugli elevati rischi di perdite? Non a caratteri cubitali come sui pacchetti di sigarette, ma nelle pieghe di un documento lungo più di un centinaio di pagine.

Tutto questo succede davvero: 

negli sportelli italiani del gruppo Intesa Sanpaolo. Il prodotto in questione è Intesa Sanpaolo Life Prospettiva 07/2011. Una polizza di tipo unit-linked.

Cioè, un contratto assicurativo da un punto di vista giuridico-formale, in realtà uno strumento a contenuto quasi esclusivamente finanziario, che investe in fondi interni della compagnia…

La “triangolazione con l’estero” rivela la presenza del Nucleo Primo o, meglio, di una sua sottostruttura, affiorata nelle 3d.

Ogni informazione proveniente dallo “Stato” è di questa Natura e, di conseguenza, ogni informazione proveniente da “dipendenti dello Stato” (tutti coloro che ne sono ivi compresi) ricalca questa abitudine del manipolare l’altrui presenza, senza remore né scrupoli alcuni, perché sotto incantesimo e per effetto di ordinamenti di Natura “superiore”
L’alibi di molti “soldati” è sempre stato quello di ammettere di essere stati costretti a dover obbedire agli ordini dei diretti superiori.

Superiori che, a loro volta, traevano ordini da chi? Dove si colloca la mente ispiratrice per antonomasia?

Dove. Dove? Beh, rispondere a questa domanda è come chiedersi a chi l’Italia debba (veramente) il denaro del “debito pubblico”:

una immane e gigantesca discarica a cielo aperto, radioattiva per gli effetti indiretti – essendo del tutto campata sul nulla della mancanza di denaro.

Debiti P.A., Zanonato: “Una vergogna, mi impegno ad azzerare stock”.
"Una Pubblica amministrazione che non paga è una vergogna. Mi impegno al fianco delle imprese per accelerare i pagamenti e semplificare le procedure per il completo azzeramento dello stock dei debiti scaduti". 

Lo ha detto il ministro allo Sviluppo economico, Flavio Zanonato, intervenendo all'assemblea annuale di Confartigianato
Link 
 
In un improvviso “calo di tensione” del Potere di Controllo, Zanonato trova l’ardire di poter proferire parole proibite di fronte alla presenza dei Media.

Perché accade, di tanto in tanto, un simile ritorno di lucidità mentale?

Perché… tu devi cuocere molto bene, a puntino. Probabilmente, alla ricetta mancava un pizzico di “paradosso” in più. Ossia… è sempre tutto calcolato quello che accade nelle 3d, perché lo svolgimento avviene a partire da altre dimensioni del possibile. 

Tutto ciò che viene ideato, affiora nelle 3d – solo "dopo".

Per cui, tutto ciò che avviene nelle 3d è, come dire, progettato sottilmente.

Nulla può sfuggire a questo filo conduttore. Anche se, come oramai ben sai, la presenza biodiversa permette di poter sempre contare su qualcosa che in un certo modo possa svilupparsi anche in maniera “trasversale”.
Il Nucleo Primo ha, comunque, imparato a “compensare” anche la biodiversità, pur ammettendo che il processo non è mai del tutto “sicuro” al 100%.

Confcommercio: Sterilizzazione aumento Iva è priorità.
"La sterilizzazione dell'aumento dell'Iva costituisce una priorità. L'aumento dell'Iva determinerebbe pronunciati effetti regressivi”…

Link 
 
L’aumento di un punto dell’Iva è stato deciso qualche Tempo addietro. Ora, a pochi giorni dal suo avverarsi, il “Controllo” può utilizzare questo “nulla”, per scopi mirati, magari annullandolo o posticipandolo, generando conseguenti effetti “pratici” nelle 3d.

Questo è il frattale che dimostra come si possa manipolare l’energia e, di conseguenza, le direzioni Massive.

Vivi in un contesto "unificato dietro alle quinte", in maniera non apparente e, dunque, “apparentemente diverso” ai tuoi occhi.

Antitrust accende faro su 8 assicurazioni per freno a concorrenza.
L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di avviare un'istruttoria per verificare se otto gruppi assicurativi "abbiano posto in essere altrettante intese verticali finalizzate a ostacolare l'esercizio del plurimandato da parte degli agenti assicurativi, e idonee nel loro insieme a restringere la concorrenza". 

È quanto si legge sul sito dell'Authority. Il provvedimento è stato notificato oggi a Unipol Gruppo Finanziario, Fondiaria-Sai, Assicurazioni Generali, Allianz, Società Reale Mutua di Assicurazioni, Società Cattolica di Assicurazione, Axa Assicurazioni, Groupama Assicurazioni

Le società interessate dal provvedimento rappresentano l'80% della raccolta premi nel ramo danni e nella Rc auto…
Link 
 
Osserva come le “distinzioni” che, forse, conosci, non siano altro che “convenzioni” create ad hoc per “dividere e separare”.

Crisi: Msci declassa la Grecia a Paese emergente.
La società creatrice e fornitrice di indici Msci non considera più la Grecia un Paese sviluppato

La borsa greca è stata di conseguenza declassata a mercato emergente. 

Msci ha spiegato che la Grecia non soddisfa più i criteri per avere lo status di Paese sviluppato, che aveva ottenuto nel 2001. Dall'inizio della crisi del debito la Borsa di Atene ha perso nettamente valore. Il peso delle compagnie greche sull'indice Msci World è sceso allo 0,01% dallo 0,16% nel maggio del 2010.  

Si tratta della prima volta che un Paese sviluppato viene declassato a mercato emergente.

Servizio pubblico tv: in Grecia chiude Ert, la RAI è in difficoltà.
La decisione di chiudere la Ert, versione greca della Bbc, rientra nell'ambito del programma concordato con la Troika dei tagli e delle privatizzazioni delle aziende a partecipazione statale. 

Una decisione che il portavoce del governo, Simos Kedikoglou, giustifica come necessaria "in un momento in cui al popolo greco vengono imposti sacrifici" e che quindi "non ci possono essere entità intoccabili che possono restare intatte quando si applicano tagli ovunque". 

Anche perchè, secondo Kedikogluo, la Ert è un caso particolare di "sacche di opacità e incredibile spreco di denaro pubblico": 

300 milioni di Euro, "da tre a sette volte le altre tv" e ha "da quattro a sei volte il personale di altre strutture con ascolti ridotti". 

La Commissione UE, intanto, prende le distanze dalla decisione del governo ellenico, sottolineando come sia stata presa in totale autonomia nel "contesto di modernizzazione dell'economia greca per rendere efficiente il settore pubblico"...

Al suo posto, nascerà Nerit SA ovvero Nuova Radio, finanziata tramite un canone che gli abbonati continueranno a pagare sulla bolletta della fornitura elettrica

Mentre sindacati e opposizione protestano, definendolo un atto "illegale", Samaras conferma la sua decisione: "È mio dovere rispettare gli impegni internazionali della Grecia... Io ho deciso di chiudere un Ente malsano che sperperava il denaro pubblico e funzionava con criteri partitocratici. Al suo posto sarà creata una nuova Ert, moderna e obiettiva"…
Link 
 
Il gioco dello “scaricabarile” è un classico. Vero?

Ma il “succo non cambia”:

al suo posto, nascerà Nerit SA ovvero Nuova Radio, finanziata tramite un canone che gli abbonati continueranno a pagare sulla bolletta della fornitura elettrica...
 
Capisci? Cambiare tutto per non cambiare niente. 

Dunque, medita molto bene sul messaggio di oggi:

  • Libertà, Uguaglianza, Fratellanza…
  • nella vita sociale, libertà e uguaglianza tendono a escludersi reciprocamente, sono antagoniste…
  • dando la libertà in questo modo, la si toglie.
  • dove non vi è libertà non può esservi legalità.

Infatti, i “dipoli” che vengono utilizzati per mantenerti ingabbiato, hanno proprio questa valenza di “coppie antagoniste offerte al conTempo", ossia, neutralizzanti l’atto del volere, annichilito da quello dell’intento, della brezza che alita ad altezze diverse da quella dalla quale sei abituato a percepire.

L’alternativa esiste sempre, così come esiste sempre il Sole dietro alle nuvole. Tu dove ti posizioni? Se osservi il cielo solo dalla tua posizione 3d, potrai anche credere che il Sole sia scomparso…

Tutto è relativo. La tua presenza “anche”, se non centrale in te stesso. È come partire senza sapere dove andare. In uno Spazio tanto grande, dove andrai? Probabilmente, rimarrai fermo dove sei… per Paura.
I grandi Spazi illudono, seducono, ma... impediscono di prendere decisioni, in assenza di spinte tali e sufficienti per superare l'impasse gravitazionale.

Per questo motivo c’è “tanto Spazio” attorno alla Terra 3d. Spazio nero, vuoto, freddo. Dove te ne andrai? 

Rimani qua, sulla “tua” Terra. Dove vuoi andare? Lassù non c’è Spazio per te!

Questo è il motto scritto tra le righe dell’Antisistema, dal Nucleo Primo.

Tu vali. Tu sei necessario. Tu devi rimanere qua, per sempre.

Un vero e proprio incantesimo.

Naveena Shine, la donna che si nutre di sola luce.
È ormai oltre un mese che la 65enne Navenna Shine, come sostiene sulla sua pagine di Facebook, si “nutre di sola luce”. 

La donna, di origini inglesi ma da anni residente a Seattle, ha infatti deciso di smettere di mangiare cibi solidi per dimostrare che si può sopravvivere sostentandosi, al pari delle piante, solamente di acqua, luce e aria. 

Il cibo non è indispensabile”, ha scritto sul social la donna - molto attiva anche su YouTube

Ho la sensazione che il mio corpo abbia raggiunto un punto in cui ha utilizzato tutti i suoi grassi immagazzinati e stia ora cercando in giro”, scriveva in un post datato al 3 giugno. 

E continua: “Ho il sospetto che questo potrebbe essere il punto in cui decide se è in grado di nutrirsi di luce, oppure il corpo continua a consumarsi in cerca di sostentamento”…
Link

Utilizzare sempre e comunque il termine “sopravvivere” è quantomeno irrealistico, di fronte ad un essere umano che si nutre di luce e che, quindi, è diventato potenzialmente “immortale”.

Si continua ad applicare ciecamente il proprio (indotto) "stile di Vita" su tutto e tutti.

Il paradigma narra della sopravvivenza. Ma il paradigma è mutevole, cambia se cambi tu.
 Se il corpo “decide di nutrirsi di luce... smette di consumarsi”.

La società dei consumi è "dove ti trovi".

Per prima cosa, la "tua" società, consuma te stesso attraverso il tuo assorbimento corporeo, che ti sei abituato a chiamare “vecchiaia”.

Come una “pila” alimenti l’esterno, le infrastrutture che ti convincono del contrario.

Dipende da te.

Davide Nebuloni/SacroProfanoSacro 2013
Prospettivavita@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.