mercoledì 17 novembre 2010

Una sinfonica influenza.





Cosa significa che ogni Pianeta o "Corpo Celeste" è in grado di influenzare eventi sulla Terra? Come può essere possibile? E come è spiegabile in termini comprensibili?

È usuale osservare, ad esempio in Mahala, che le posizioni dei Pianeti vengano puntualmente tenute in considerazione al fine di poter “prevedere” possibili eventi  in talune zone del Globo. Perché? Vediamo un esempio molto vicino nel tempo:

Certe volte vi sembra che il mondo sia impazzito? Tutto si muove così velocemente che non riusciamo a stare appresso alla vita? Vi sembra che la vostra vita sia fuori controllo? Se è così, unitevi al gruppo. L'energia è ormai piuttosto intensa, e continuerà a crescere ancora un po'. Di solito l'energia si scarica durante la Luna piena, ma è talmente intensa adesso che sembra dover ancora aumentare. Questo ci dà l'opportunità di guardarci dentro per cercare il nostro centro di pace.

Questa intensità è in parte dovuta alla bella Cometa verde, visibile in cielo adesso, che si trovava al perigeo il 20 Ottobre 2010. Quando le Comete passano accanto alla Terra, ne disturbano l'energia entrando in contatto con la nostra atmosfera. Per esempio il super Tifone Megi che ha colpito le Filippine è una manifestazione di quest'energia. L'ultima volta che ne ho sentito parlare si dirigeva verso la Cina sudorientale.

Con la Cometa arriva la luna piena del 22 Ottobre, e l'energia rimarrà alla massima potenza man mano che la Luna raggiunge la pienezza. Avete notato come l'energia comincia a crescere quando entriamo nella fase di luna piena? Poi si libera e le cose rallentano finché non ricomincia a crescere nuovamente. Il Sole si spostava nella Bilancia, che è un segno d'aria e regola il vento. Ecco perché c'è stato il Tifone nelle Filippine”.
Fonte: Stazione Celeste

In “Frammenti di un insegnamento sconosciuto” di P.D. Ouspensky, si tratta della Legge d’Ottava spiegata da Gurdjieff, la quale risentirebbe molto della posizione dei Pianeti del Sistema Solare, proprio come se fossero dei giganteschi tasti di uno strumento musicale Celeste e, per questo, fossero in grado di determinare dei cambiamenti della Frequenza vibrazionale dell’Energia che giunge ad interessare la Madre Terra. Proprio così! 

La posizione dei Pianeti determina una differenza strutturale nella composizione dell’Energia, da cui dipendono infinite esistenze agganciate, sensibili, a talune componenti vibrazionali

Dobbiamo infatti ricordare sempre che facciamo, noi stessi, parte di un ecosistema che non termina con la fine dell’atmosfera terrestre, ma che continua unendo ed unendosi all’intero costrutto della Creazione.
Per meglio comprendere quello che l’Antica Scienza del Cielo, oggi caduta in tono e relegata a mera proclamatrice di asfaltanti Oroscopi per sensibilità superstiziose, riusciva a leggere tra le “righe” dell’osservazione più attenta, potremmo focalizzare sugli effetti molto evidenti delle fasi Lunari. È innegabile che la “nostra” bella Luna riesca ad avere un "ascendente" sulla Terra e sulle Creature che la abitano. Infatti non si dice “avere la Luna” quando si è un poco “su di giri?”. La forza delle maree dipende da Essa, così come la crescita delle piante e la Natura in generale, ma anche dei capelli o addirittura della possibilità di avere Viaggi Astrali, o delle nascite.

Dunque presumibilmente anche l’umore risente della posizione della Luna e persino una componente del carattere del nascituro. Questo esempio, forse, lo capiamo, no? Dunque, allo stesso modo, anche i Pianeti possono influenzare gli eventi che accadono sulla Terra. I pianeti sono più lontani rispetto alla Luna, si obietterà, ma i Pianeti sono anche molto più grossi della Luna! Pensiamo a Giove ad esempio. 

Ma non è una questione di grandezza, quanto di “senso”. Il “senso”, il “Peso”, di un Pianeta è determinato dalla sua esistenza in un determinato “contesto”. 

Se osserviamo la “mappa” del Sistema Solare, vedremo i Pianeti che ruotano attorno al Sole e le loro orbite “consuete”. Questa mappa non è altro che la evidenziazione di un Organismo Unico nel quale le “componenti” sono collocate secondo precise Leggi e Fattori sensati

Proprio come i meccanismi dentati e precisamente ordinati che permettono il funzionamento di un orologio “meccanico”. Mercurio è lì dove esattamente ha “senso” e non importa quanto sia grande ai fini della sua influenza sulla Terra. La massa determina differenze strutturali nel “suono” generato, ma non è la massa la discriminante unica. La posizione determina allo stesso modo una modifica della vibrazione, della pressione, della gravitazione generate. 

Pensiamo ad una Montagna. Le persone che ci vivono sopra sviluppano certe caratteristiche, Coloro che abitano ai piedi di un versante avranno altre particolarità, mentre Coloro che abitano l’altro versante saranno ancora “diversi”. Persino la lingua o il dialetto sviluppati avranno differenze più o meno marcate. La Fisiognomica del territorio agisce su quella fisica ed organica della Vita. Una catena montuosa determina differenze molto evidenti nel proprio raggio di azione, così come la presenza di un Lago o di una depressione, etc.

Pensiamo allora ad un Pianeta intero che si sposta nella Ruota Celeste! Come non comprendere che le Genti non possano sentire una influenza per questo posizionamento ed esistenza? Gurdjieff narra che addirittura la guerra e la pace sia influenzata dalla posizione delle componenti vibrazionali planetarie

Dobbiamo “solo” aprire gli occhi e allargare il nostro Punto Prospettico

Sentire, percepire, autorizzarci a ritenerci inseriti in un immane meccanismo sensibile, preciso e delicato quanto il frattale delle nostra meravigliosa organicità.
Il punto di equilibrio attuale nella Mappa dei Cieli è transitorio, proprio come il periodo di sviluppo e ascesa di qualsiasi forma di Controllo sulla Terra, Antisistema compreso. Se l’Antisistema ha senso in una certa fascia dimensionale prevista proprio per “educare”, sparisce completamente ad un’altra “altezza” vibrazionale. Questa posizione e senso dipende solo dalla nostra frequenza esistenziale. Da noi!

Solo in questa maniera si comprende come una “Cosa” possa influenzare gli eventi ed allo stesso tempo essere del tutto “trasparente”: perché parliamo sempre di un Punto Prospettico Soggettivo.

Se rimaniamo in questa Ottica Multidimensionale, tutto diventa perfettamente comprensibile e si esce dal vortice vizioso, dal loop, dalla routine, dal “cane che si morde la coda”…
 
Infine, se non siamo ancora convinti che la posizione di un Corpo Celeste influenzi gli eventi, pensiamo allora alla massima esaltazione di un simile concetto: uno scontro! Qualcosa cambia evidentemente dopo un Crash simile. Estremizzando per confermare…

 

2 commenti:

  1. ma si vede in questi giorni la cometa? non ne ho sentito parlare se si riferisce a questi tempi. Comunque l'intensità della luce so che influisce sugli uomini . Lo vediamo già noi stessi fra il nord e il sud . le persone meridionali sono più aperte, piu chiassose, quelle del nordo più controllate e silenziose . Il meridionale tende ad usare un tono di voce forte e gesticola. Credo che la luce influisca ma anche la posizione del pianeta

    RispondiElimina
  2. Cara Loredana,
    Mahala parla della Cometa nell'ottobre 2010; forse è visibile solo nei cieli Americani.

    Certe cose ci sono molto chiare, proprio come l'esempio che fai tu; altre invece non le digeriamo per nulla, come la presenza di un lontano pianeta che influenza la Terra e la nostra Mente. Sembra roba da film di Fantascienza, no?

    D'altronde cosa pensare di questa Società che ritiene gli uomini "antichi" degli ingenui alla pari di bimbi che credono alle Favole?

    Grazie per Esserci sempre :)

    Un caro abbraccio e una buona Vita

    RispondiElimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.