martedì 10 agosto 2010

Il cemento che non ti aspetti.





Leggo sempre più spesso notizie inerenti alla costruzione di bunker o protezioni di cemento per difendersi da ciò che potrebbe accadere alla Terra nei prossimi anni. Non solo; se osserviamo le "nostre" città, il "cemento" è il dominatore assoluto nell’opera d’edificazione verticale del genere umano. Il cemento, o per meglio dire calcestruzzo è sinonimo di sicurezza dunque; ancora maggiormente se mescolato a barre di acciaio, proprio a costituire il famigerato "cemento armato".

Questo “matrimonio” di materie diverse è alla base di ogni casa, essendo il collante principale che forma le fondamenta dell’edificio stesso. Mi chiedevo, tuttavia, dove stia l'inghippo, dato che l’Antisistema permette uno sviluppo a singhiozzo del benessere generale, ossia prima viene “concesso” un presunto beneficio, a seguito di una scoperta pilotata, e poi, con il tempo, si viene a sapere che quel qualcosa non va poi così tanto bene come ci si aspettava! Se ci pensate bene, tutto ha sempre seguito questo “percorso”, dalle auto alla Coca Cola, dal fumo all’uso dell’amianto, dai pesticidi ai raggi X, etc. 

Possiamo meglio comprendere la portata di questo concetto se pensiamo a quello che ancora deve essere messo in luce da un aumento della consapevolezza “sociale”, come a solo titolo di esempio:
  • utilizzo massivo della soia
  • introduzione in commercio degli OGM
  • utilizzo super intensivo dei cellulari, dei forni a microonde, dei videogiochi, etc
  • utilizzo massivo dei "tradizionali" insaccati, carni, latte e formaggi
  • metodologia costruttiva ed utilizzo di materiali non idonei per la costruzione delle abitazioni

Se sembra che questo elenco sia senza capo né coda, si pensi a come è cambiata la sensibilità delle persone nei confronti del fumo, da quando la legge "antifumo" Sirchia è entrata in vigore. 

Il punto prospettico globale è radicalmente cambiato

È questo che dovrà succedere in merito a moltissimi altri aspetti ancora “irrisolti”.

Scrivevo, dunque, che l’uso del cemento in maniera tanto massiva  deve avere delle controindicazioni, altrimenti l’Antisistema non lo avrebbe permesso. Funziona sempre così. Se l’uomo ha necessità di costruire “scoprirà” determinati materiali che sembrano idonei all’opera da affrontare. La scienza e le aziende, la politica ed i poteri nascosti, governati da uomini controllati dall’Antisistema, spingeranno in ogni modo per sviluppare quel determinato tipo di materiale o di tecnologia, idoneo a ricoprire il ruolo svolto ma assolutamente nocivo, in qualche modo, per la salute e, dunque, per il cammino spirituale sempre più latente, allontanato in ogni modo da ogni singolo individuo che, invece, è in Terra proprio con il compito preciso di espandere un simile contesto.

Difficile da credere, vero? Come è possibile immaginare un “mostro” tanto tentacolare da avere il controllo di ogni ambito inerente l’esistenzialità di tante persone contemporaneamente nel mondo? Impossibile no? Ed invece è proprio così. Il frattale, uno dei tanti, è ad esempio la tecnologia real time sviluppata ad hoc per gestire i mercati finanziari globali. Se ci pensate bene, comprenderete che  avere il controllo globale di ogni singola transazione mondiale, equivale a ben più che mandare uno Space Shuttle nello spazio. 

L’opera di gestione, controllo e movimentazione informatica dei dati relativi al denaro virtuale è veramente spaventosa per potenza ed organizzazione richiesti. L’uomo è, dunque, già attrezzato per compiere delle azioni che la popolazione nemmeno riesce ad immaginare. Per cui, dal mio punto di vista, sono autorizzato a credere che il proposito relativo al nuovo ordine mondiale è ormai un fatto reale e compiuto. Da qua al collegamento con l’Antisistema il passo è molto breve. Siamo in presenza, cioè, di un controllo globale a livello planetario che, per la verità, è sempre esistito; ecco perché l’Antisistema ha permesso lo sviluppo delle reti informatiche di tipo elettrico; per giungere ancora una volta allo stesso livello precedentemente annullato da guerre atomiche e/o da cataclismi immani. Il leit motiv è sempre quello. Questa energia di controllo ignora la “Luce”, per cui cerca univocamente di proteggere i suoi schiavi, che molto tempo fa l’avevano autorizzata a farlo, proteggendo al tempo stesso se stessa dal totale annichilimento. Per fare questo non esita a ricondurre l'umanità sulle stesse orme fallite del passato, ormai cancellato dalle memorie individuali, ma ben vivo nelle "sinapsi" dell'Antisistema. Questa dinamica spiega eloquentemente come un simile modo di "procedere" sia del tutto fuorviante, antidiluviano e completamente accecato perchè non tiene conto degli errori già compiuti, per cui è perseverante nell'errare e dunque "diabolico".

Ogni aspetto della “civiltà” ha il suo lato negativo che è preponderante rispetto al lato positivo direttamente percepito dai più, dalla massa che confonde un agio per una virtù a tuttotondo. È una sorta di gara di tiro alla fune; la massa spinge e chiede condizioni migliori, l’Antisistema le concede al contagocce, cercando di fare più danni possibili, trascinando le negatività per il più tempo possibile, insabbiando, corrompendo, gettando fuochi fatui, oscurando, confondendo, etc.

Il tempo percepito a livello di massa è molto lungo rispetto a quello percepito individualmente. Un cambiamento avviene secondo il tempo della massa; per cui ne passa molto prima che ci si accorga a livello sociale di un qualcosa che è tanto deleterio e nascosto addirittura nelle nostre case: proprio come l’uso del cemento.

Pensiamo solo al discorso vibrazionale in atto; la Terra sta passando dagli 8 ai 13 Hertz di oscillazione, ossia sta modificando la sua “respirazione”. Ciò significa che tutto quello che vive o staziona su e in lei, subirà questo influsso di aumento vibrazionale. Leggiamo ad esempio cosa riporta Wikipedia, in relazione al costipamento del calcestruzzo:

"Il costipamento o costipazione del calcestruzzo ha la funzione di garantire al conglomerato fresco la maggior compattezza, omogeneità e densità possibile.
La resistenza finale del calcestruzzo è assai influenzata dal grado di costipazione raggiunto durante la messa in opera…
L'energia di costipamento può essere trasmessa al calcestruzzo mediante due criteri diversi, che possono essere utilizzati contemporaneamente:
  • con vibrazione interna: normalmente viene utilizzato il vibratore ad ago (vibratori ad immersione), il quale viene introdotto direttamente all'interno della massa del calcestruzzo fresco. L’ago vibrante deve essere introdotto verticalmente e spostato, da punto a punto nel calcestruzzo, ogni 50 cm circa; la durata della vibrazione verrà protratta nel tempo in funzione della classe di consistenza del calcestruzzo;
  • con vibrazione esterna: l'energia di vibrazione viene trasmessa da apparecchi (vibratori a parete) fissati direttamente alla casseforma, attraverso la quale si trasmette all'impasto. L'effetto della vibrazione si fa risentire per una profondità di circa 20-30 cm e per una larghezza di 1-2 m. Pertanto per effettuare una buona vibrazione, la disposizione degli apparecchi vibranti deve essere studiata caso per caso.
Un calcestruzzo mal compattato può presentare al suo interno dei vuoti e di altri macrodifetti, come i nidi di ghiaia, che aumentando la permeabilità della matrice cementizia agli agenti aggressivi, possono comprometterne la durabilità. Inoltre la presenza dei vuoti interni alla massa può causare una riduzione dell'aderenza calcestruzzo-acciaio poiché le armature metalliche risulterebbero non completamente avvolte dal conglomerato.
Infine la mancanza di compattezza del calcestruzzo determina anche un abbattimento delle proprietà meccaniche del materiale".

Il concetto di vibrazione sfugge ai più, invece risulta basilare sui piani atomici della materia, in quanto ogni cosa animata o inanimata ha una propria vibrazione.

Ricordo ancora, anche se non riesco a trovare l’originale da citare, che Kryon in una sua canalizzazione, diceva che "al cemento sarebbe successo qualcosa" più avanti nel tempo, in quanto l’aumento vibrazionale al quale sarebbe andata incontro la Terra, attraversando regioni dello spazio a più alta oscillazione, lo avrebbe fatto letteralmente sbriciolare.

“Le vostre città si sbricioleranno, così come gli impianti ad energia elettrica smetteranno di funzionare”.

Leggiamo ancora cosa si dice discorrendo a proposito dell’Elios di Ighina:

“…Attenzione, il dispositivo và posto in terreno aperto, non di cemento, perchè genera uno sfasamento del segnale e distrugge il buon ritmo… Il dispositivo ha bisogno della luce del sole per lavorare meglio. Non posizionare vicino a campi elettromagnetici artificiali perchè questi possono falsare il segnale di questo che è un risuonatore passivo…”
Fonte:
www.rexresearch.com

Il cemento è una colla che soffoca la Vita. Pensiamo ai fiumi di cemento che inondano la Terra. 

A quando una legge “Sirchia” anti cemento?

Ad un bunker, comunque, preferirei una casa di paglia...