martedì 2 marzo 2010

Un messaggio per il pianeta Terra.




Oggi mi "limiterò" a riportare dei passi dal libro “Trasmissioni stellari” di Ken Karey risalente ormai al 1982, vista la mia bassa energia e la necessità relativa di abbeverarmi di consapevolezza. Avevo riportato nell’articolo dell’onda quantistica la descrizione dell’evento e ciò che comporterà in termini di percezione della Vita, ossia uno spostamento marcato sull’asse della realtà percepita del nostro punto prospettico. Quello che siamo divenuti, ora, in Terra “scivolerà” verso uno dei due estremi della “scala”; in pratica la nostra caratteristica vibratoria media verrà amplificata. Se ci "moduleremo" sulle frequenze basse avremo una intensificazione delle emozioni basse e viceversa. 
  
In parole semplici significa che se il nostro centro non esiste, essendo terra di conquista della paura, verremo ulteriormente disarcionati dal destriero della Vita. 
  
Occorre sviluppare proprio quelle “doti” o caratteristiche presenti anche nelle sacre scritture: fede, speranza e carità (vivere dal cuore). Lasciarsi andare al flusso che la Vita tesse, abbassando il volume della mente razionale, della logica, della quadratura mentale. Occorre sviluppare quel senso di appartenenza alla Vita, percepita come una madre amorevole che non farà mai mancare nulla di quel flusso d’abbondanza naturale al quale abbiamo diritto. Sentirsi protetti come da bambini, fiduciosi, creativi, positivi, aperti… e lasciarsi andare al piacevole flusso della Vita… buon viaggio allora :)


Aprite la vostra mente alle nuove possibilità. Aprite gli occhi e guardate cosa c’è intorno a voi. C’è un nuovo modello vibratorio che sta scendendo sul vostro pianeta. Sintonizzatevi con esso e imparate un modo efficace di fare la vostra parte in questi ultimi anni della storia (inteso come ultima fase prima del cambiamento – mia nota).
 
Vi viene offerta l'opportunità di entrare in una nuova realtà. Per coloro che hanno occhi per vedere, essa è già qui. Presto diventerà la sola realtà che ci sarà da vedere. Quelli che si sintonizzeranno sulle nuove frequenze, scopriranno che la vita diventa ogni giorno più meravigliosa. Coloro che si sintonizzeranno sulla paura, troveranno che tutto va a pezzi. Cominceranno a formarsi sempre più distintamente due universi di coscienza: il mondo dell'Amore e della Vita, e il mondo della paura e della morte. Continuerà ad esserci ancora qualche sovrapposizione di questi due mondi per parecchi anni, alcuni individui oscilleranno ancora per un po', ma man mano che il secolo andrà verso la fine, questa polarizzazione continuerà ad intensificarsi. Il momento della nascita sarà anche il momento del Giudizio Finale, il momento della finale separazione. 
 
Per alcuni ci saranno tempi migliori, e per altri peggiori, a seconda del loro orientamento e coinvolgimento. Fortunatamente, la tendenza naturale della vostra specie è quella di gravitare intorno all'Amore e alla Vita. Per i più, i tempi a venire saranno migliori di quanto essi si aspettino. Alcuni degli scenari peggiori sono già stati resi di impossibile accadimento. Eccetto che in poche sacche isolate, dove le nuove energie non entreranno che più tardi, l'impeto del cambiamento positivo si sta facendo sentire ovunque. 
 
L'età a venire sarà un tempo d'incredibile felicità, di ritrovato equilibrio ecologico, di collaborazione internazionale e di armonia universale. Le risorse planetarie verranno valutate realisticamente ed utilizzate nel modo più saggio. L'umanità vivrà in pace. Tutte le forme di vita opereranno in armonia, valorizzando pienamente il potenziale del pianeta. Sarà un'età di rivelazione, durante la quale le intenzioni e i piani del Creatore diverranno chiari a tutti. Sarà l'età in cui lo stadio finale dell'incarnazione si manifesterà completamente nella forma, in cui lo Spirito, operando attraverso un'umanità risvegliata e rispondente, si costruirà un corpo fisico malleabile. 

Gli esseri umani non opereranno nel modo laborioso di oggi. Attenderanno ai loro compiti con la grazia di danzatori, eseguendo una musica che ciascuno, maschio o femmina, udrà nel proprio canale interiore, la musica dell'anima di ognuno. Attraverso queste melodie, Dio garantirà ad ognuna delle sue identità contestuali la completa soddisfazione. Vi saranno melodie specifiche per ogni ambiente, ogni momento, ogni compito. Nonostante ciò, la nuova identità dell'Umanità sarà un modello completo e coerente di relazioni musicali. La musica del momento sarà ciò che ogni individuo è in quel momento, tradotta in uno spartito musicale in continuo mutamento. 
 
La musica sarà lo strumento informativo tramite il quale la Totalità della Coscienza informerà ciascuna cellula individuale dei suoi doveri funzionali specifici. Gli individui parteciperanno a questa musica, o si limiteranno ad ascoltarla. Tutti gli uomini saranno coinvolti nella Creazione Cosciente, immensamente realizzati nello svolgere i compiti loro affidati. Quando un individuo non sarà necessario ad alcuna funzione specifica, lui o lei sarà libero di comporre il suo spartito, che lo condurrà in un meraviglioso viaggio musicale entro il corpo della Creazione. 
 
Dalla prospettiva di una cellula umana, ciò che accadrà durante i mille anni del Periodo del Risveglio Planetario, si manifesterà come la costruzione di grandi città di luce fluttuanti, massicce flotte di navi stellari intergalattiche, costruite dalle componenti biologiche portate in vita dall'Intenzione Creatrice, la quale lavorerà tramite tutti gli uomini di quell'età. Invece, dalla prospettiva dello Spirito, il Creatore delle Stelle svilupperà organicamente, con l'aiuto della specie umana, un corpo fisico capace di esplorare l'universo. Il corpo finito assomiglierà, sia nel disegno che nella struttura, al corpo umano. 
 
Il corpo fisico completo, che includerà gran parte della vita biologica della Terra, abbandonerà questo pianeta più o meno intorno al 3011 D.C. Visto dall'esterno, avrà l'aspetto di un bambino di circa un anno. Funzionerà per lo più come il corpo umano microcosmico, con tutti i suoi organi. Sarà alimentato da un combustibile che tutti a quel punto avranno imparato ad utilizzare: la luce. La sua struttura lo limiterà a velocità leggermente inferiori a quelle della luce, ma questa sarà soltanto una crociera di piacere, e coloro che vorranno viaggiare più veloci non dovranno far altro che usare i loro veicoli non fisici. 

Dal punto di vista della cellula umana, la costruzione di questo corpo sarà un periodo estremamente piacevole, di mille anni di cooperazione intercontinentale. Da una prospettiva spirituale, sarà la nascita di un organismo mai visto prima nell'universo. Mentre la più grande raccolta di veicoli interstellari mai messa insieme lascerà la Terra in leggiadra formazione, il Cristo Bambino si alzerà lentamente, si guarderà intorno, e prenderà il largo nello spazio. 

Il vostro, non è un Dio sottomesso, che possa essere confinato in concetti riverenti, ma una vibrante, gioiosa energia; è proprio l'anima e lo spirito della Vita! È venuto sulla Terra non per essere triste e devoto, ma per danzare, cantare, e godere di tutto ciò che Egli stesso ha creato. Non lasciate che la forza di gravità del vostro pianeta appesantisca la vostra coscienza. Eravate già a conoscenza dell'effetto della gravità sugli oggetti materiali, ma è stato solo di recente, grazie ai viaggi spaziali, che avete cominciato a nutrire il sospetto che essa costringa e limiti anche la vostra coscienza. 
  
Come specie, iniziaste ad intuire questo per la prima volta, quando degli esseri umani entrarono in orbita intorno alla Terra. Negli strati più alti dell'atmosfera del pianeta, la gravità fu percepita, veramente per la prima volta, come un corteggiamento invece che come un matrimonio. Avete ascoltato i resoconti di quei primi astronauti ? Non erano soli nelle loro capsule. L'intera specie era lì insieme a loro, presente come coscienza, mentre i preconcetti storici collettivi cominciavano a cadere. Molti di voi hanno guardato con i loro occhi e condiviso le loro sensazioni. 
 
Le forze gravitazionali non verranno certamente abolite dopo il Ritorno, ma non limiteranno più la coscienza umana. Se la Caduta non avesse avuto luogo, non l'avrebbero mai fatto. In questi pochi ultimi anni, mentre l'influenza della Materia coesiste ancora con le nascenti energie della Vita, non concepite il vostro mondo con tanta gravità. Alleggeritelo con l'allegria di Cristo. 
 
Già adesso, il Bambino che si sta svegliando si mostra ai vostri scienziati e matematici, attraverso scherzose impossibilità che si oppongono a tutte le loro spiegazioni razionali. Egli solleva divertendosi i drappi che coprono il palcoscenico su cui avvengono le contese contemporanee, corre qua e là, li afferra quando cadono, valutando per quanto ancora potrà mantenere segreta la Sua presenza. 
 
Ricordate quando eravate bambini ed il mondo vi sembrava divertente ed eccitante? Siate di nuovo bambini. Venite a giocare con noi nel paese delle meraviglie della Materia. Sono passati molti anni da quando sognavate di entrare in questi regni. Il sogno è diventato realtà! Svegliatevi e guardate dove siete!
Se qualcuno vede brillare nei vostri occhi la felice esuberanza del Creatore che si sveglia, e, alla luce di questa o quella crescente crisi, pensa che si tratti di irresponsabilità, spiegategli pazientemente cosa sta succedendo. Raccontategli qualcosa della nuova prospettiva. Con la vostra semplice presenza, con il solo esempio, parlategli di quello che state provando e che anch'egli potrebbe a sua volta provare. Lasciategli vedere che la vostra felicità, la vostra pace e la vostra serenità non sono solo vostre, ma sono il riflesso nella vostra vita di un Essere che è e sarà sempre in perfetta armonia. 
  
Non permettete che quest'anteprima di ciò che sta per avvenire vi distragga dal lavoro che vi attende. Non immagazzinate i particolari di questa visione nella mente, per poi pontificarci su con estrapolazioni razionali. Percepite lo spirito di tutto quanto abbiamo detto, ed applicatelo nella vostra vita di tutti i giorni. Questa visione è reale, ma ci sono dei passi da fare, prima che ciò che è già costruito nello Spirito diventi parimenti compiuto sulla Terra. Siete lo strumento di quei passi, il meccanismo che il Creatore ha destinato al compimento del Suo volere nel regno della forma. Nella quiete del vostro essere più profondo, mettetevi in contatto con Lui. Condividete la sua chiarezza, il suo intento, le sue indicazioni. Quando avrete ricevuto istruzioni e scoperto l'area specifica del vostro servizio, andate avanti e fate ciò che è necessario. 

Siamo preparati ad unirci in comunione cosciente con quei membri della vostra razza che abbiano avuto l'esperienza psicologica della morte e della rinascita. Prima, tuttavia, che il nostro aiuto si possa materializzare, devono esserci maggiori aperture a livello umano. Siamo incapaci di comunicare con quegli uomini i cui campi vibratori siano distorti da fattori personali, da reazioni emotive, da un'eccessiva concettualizzazione, o dall'orientamento passato-futuro. In simili casi, la nostra presenza forzerebbe i loro livelli vibratori ad allinearsi con i nostri, derubandoli prematuramente di una parte della loro identità. Noi possiamo lavorare soltanto con coloro che sono coscientemente consapevoli di chi essi siano e di cosa stiano facendo. Con costoro, l'unione diventa una ri-unione. 

È determinante che ricordiate la vostra origine ed il vostro scopo. La vostra discesa nella Materia ha raggiunto il suo punto più basso. Per evitare che tutto ciò in cui vi identificate sia annientato in un collasso entropico, dovete cominciare a svegliarvi, cominciare a vivere. Siete rimasti morti alla parte più importante di voi, per tutti gli anni della vostra storia. Ma il tempo dentro la tomba è terminato. Non dovrete più consumarvi nelle fiamme della mancanza di fede. Sorgete, allora, dalle ceneri dell'ignoranza, e congiungetevi di nuovo alla fratellanza cosmica. Il momento della separazione è venuto. Non ci sono che due strade di fronte a voi. Potete camminare nell'innocenza di quelli che hanno fiducia nel Creatore, o perire nell'imminente collasso dei vostri sistemi razionali. 
 
La scelta, adesso come sempre, è vostra. 
 

2 commenti:

  1. eh un messaggio più bello , ricco e profondo non potevi scriverlo. Quante volte abbiamo sognato un mondo come quello da te descritto , ma era vissuto come unn sogno. Invece è della Terra che si parla , della nostra amata terra.Questa umanità dimenticando le sue origini ha affondato le mani in ciò che di più materialistico potesse esserci . Oggi per noi che siamo vivi qui , si apre proprio una grande
    Grazia , quella di elevare la nostra coscienza ad un livello spirituale moolto più alto . Credo che dobbiamo sentirci , dire fortunati è poco ,ma assolutamente grati al cielo di poter essere testimoni di un salto enorme coscienziale
    loredana

    RispondiElimina
  2. Cara Amica,
    si, questo brano preso da "Trasmissioni stellari" è molto bello. In generale questo libro è magico, e devo ringraziare un Amico che, qualche anno fa me lo ha fatto conoscere: il Caro Roberto (Bob) che ora sta in Toscana nel suo stupendo agriturismo Poggio della quercia, vicino a Manciano. Gli faccio un po' di pubblicità visto che se lo merita :)
    Si cambia... e neanche troppo lentamente...
    Grazie ancora di cuore...
    Un abbraccio...

    RispondiElimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.