sabato 6 marzo 2010

Ley lines, post terremoto, come causa di crollo energetico.






Come ho scritto lunedì 1 marzo, proprio quella mattina, sono stato investito da una improvvisa “crisi” energetica totale, come se qualcosa mi avesse tolto improvvisamente gran parte della vitalità; non solo, anche la fiducia in me stesso, in quello che sto facendo e sto portando avanti, nei miei progetti, nella mia autostima e senso di centratura, nel mio equilibrio che, sino a prima di andare a dormire il lunedì all’una di notte, era ben calibrato. 

Un crollo totale che mi ha condotto a scrivere l’articolo del 1 marzo con un deciso tono di amarezza esistenziale, appesantita dal non capire il motivo principe. Mercoledì 3 marzo, in tarda mattinata, ho iniziato a stare meglio, anche se forse il miglioramento era in parte dovuto al fatto di avere trascorso 3 ore con un caro Amico. Solo ieri mi è venuto in mente dell’esistenza delle Ley Lines, linee di forza naturali che si intrecciano sull’intero pianeta. Ora, io non ne so molto, però cercando in internet ho visto le due immagini sopra pubblicate; se osservate bene, in entrambe i casi, la “rotta” di quelle potenti linee tracciate passano, più o meno, nella zona dove abito (pavese – Vigevano, terra frequentata da Leonardo Da Vinci, conoscitore  dei fenomeni naturali terrestri), per cui mi è tornata in mente un’altra informazione che avevo dimenticato; praticamente queste linee di  forza, sono come dei canali energetici del pianeta, nei quali scorrono anche le “emozioni” umane come, ad esempio, una paura o del terrore di massa.

Allora ho continuato nella riflessione e cosa mi è subito baluginato nella mente? Il terremoto avvenuto in Cile sabato scorso, fenomeno che ha “permesso” un grande fluire di emozioni negative. Ecco allora cosa è potuto avvenire.  

Quel fortissimo terremoto, che ha anche inclinato lievemente l’asse terrestre, ha terrorizzato milioni di persone, le quali hanno innescato un processo di “fluida” locomozione del proprio vissuto, in termini negativi, lungo i canali di scorrimento dell’energia planetaria. 

Il tempo di intervallo tra il terremoto e la mia crisi è il tempo occorso per irraggiarsi e procurare il “black out”. Devo poi ammettere di essere molto sensibile, quasi sensitivo a volte, per cui adesso sono certo del vero motivo del mio stato di “bassa energia”. Ciò mette anche in evidenza come tutto sia Uno e come tutti noi siamo collegati agli eventi che pensiamo così lontani e, per questo, da ritenersi non del tutto inoffensivi.

Impariamo ad “ascoltare” e ad “ascoltarci” come inseriti in una rete globale e non nella separazione delle nostre abitazioni. 

C'è da dire che, per tre giorni contando lunedì 1 marzo, la Vita ha risposto riflettendo il mio stato d'animo pessimo, direttamente nelle situazioni esistenziali; potete immaginare dunque che il calo interiore è stato riflesso da una situazione negativa anche esteriore. Tutto fila liscio in questa visione delle cose. La responsabilità non è dunque da dare agli altri, che hanno solo riflesso il "mio" segnale o status e ovviamente non si può colpevolizzare le vititme del terremoto. Nulla è per caso.

Chiedo a chi avesse del materiale interessante sulle Ley lines se, per favore, lo può condividere; mi interessano anche mappe, cartine geografiche della mia zona con lo scorrimento di tali linee d’energia. 

Chiedo il favore anche, a chi si è sentito come me nella giornata del 1 marzo, di condividere una tale esperienza e chi è certo di questa spiegazione degli eventi di contattarmi, in qualunque modo, per darmi conferma. 

Insomma il Vostro aiuto sarà ben accetto, anzi sarà una benedizione :)
Grazie di cuore… 

 

11 commenti:

  1. Confermo, da lunedi',malinconia, pensieri negativi,rassegnazione. E per me' non è assolutamente normale.

    RispondiElimina
  2. mi dispiace Davide , questa volta non ho avuto segnali prima del terremoto . Un'altra volta si e mi sembra che te ne parlai . Lunedì? non ci ho fatto caso al mio umore , ma non doveva essere particolarmente negativo o lo avrei registrato.
    Non sempre gli avvenimenti del mondo ci coinvolgono e meno male o non avremmo più pace. Certamente la nostra sensibilità ci conferma il rapporto stretto con le vicende del Pianeta , e certi giorni forse siamo davvero uno con gli atomi che ci danzano intorno . Spero che ti sia rpreso , ne sarei lieta. loredana.

    RispondiElimina
  3. Per Anonimo:
    grazie; sarebbe interessante sapere la zona dove abiti. Probabilmente sei molto sensibile oppure sei in una fascia attiva...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Per Loredana:
    sto meglio grazie Amica mia :)
    Sono lieto per te; meglio stare bene!
    Credo che sia necessario sapere "dove" si abita, nel senso di conoscere un po' di più oltre la via ed il numero civico. Siamo immersi in un oceano di "cose" che non ci dicono in Comune.
    Forse tu abiti in una zona non direttamente interessata da queste Ley lines; forse hai un centro che ti scherma.. o chissà cosa altro...
    Bene; grazie ancora del tuo contributo...
    Una serena giornata...
    A presto :)

    RispondiElimina
  5. Caro Davide, purtroppo non ho una risposta per te e mi dispiace.
    Quello che invece potrebbe farti piacere è che mi hai dato un bello spunto di riflessione perchè mi è capitato diverse volte di sentirmi depresso senza alcun motivo apparente. Ora sono più consapevole di "sentirmi" e provare a vedere di cosa succede di grosso nel mondo circostante.

    RispondiElimina
  6. Caro fabio,
    grazie per la tua testimonianza...
    Anche oggi un terremoto nel mondo, questa volta in Turchia; ma che strano, eh!

    La Terra ha le "doglie"; il segno dei tempi quasi maturi per il "parto"...

    Meraviglia...
    Sono lieto che tu ti "senta" di più adesso; l'ascoltare e l'ascoltarsi è quanto di meglio puoi fare al fine di maturare consapevolezza e conoscenza...
    Un Caro abbraccio
    Grazie di cuore :)
    Serenità

    RispondiElimina
  7. Salve a tutti, contenta di essere approdata fin qui. Loredana mi ha parlato del tuo blog, ho letto qualcosa, qualche volta...complimenti per la tua preparazione, che ti facciano piacere o meno, credo che tu lo sia davvero, ti scrivo per raccontarti un fatto assolutamente personale. La notte in cui c'è stato il terremoto in Turchia, ho avuto qualche problema. Sarebbe un pò troppo lungo da spiegare perchè episodi simili mi sono accaduti più volte negli ultimi anni (20 più o meno) e a dire la verità non li ho mai collegati a fatti esterni tipo terremoti o chissà che. Li ho sempre considerati in un'ottica assolutamente personale, forse a torto aggiungo ora. Durante il sonno sono venuti a trovarmi diciamo così, tipi piuttosto grossolani, uno apriva una porta che non doveva essere aperta, come un estraneo che ti entra in casa, chiedevo che fosse accesa la luce perchè si era al buio dentro una stanza, io e mia figlia credo, su un tavolo c'era una macchina da scrivere e dei fogli bianchi venivano strappati, quasi con rabbia da me, purtroppo no, non era una presenza particolarmente cordiale, poi qualcuno che entra nel negozio in cui lavoro, qualcuno che mi conosce e che sono sorpresa ma anche contenta di incontrare seppure con un certo disagio, e per concludere, non mi ricordo dove, un tizio piuttosto robusto, con il volto tumefatto o qualcosa del genere. E' un fatto questo del quale sento il bisogno di parlare, e per caso, diciamo così sto approfittando di questa sede e non so assolutamente se sia la cosa migliore. Quella notte mi sono addormentata a fatica, ma mi è accaduto anche in altre occasioni come ho già detto, di trovarmi in situazioni durante il sonno, in cui sento una presenza estranea che esercita una forza su di me, fisica ma non solo (a volte sembra che questa presenza venga fuori da un pensiero o un'immagine ingannatoria in cui inizialmente sembra assolutamente non apparire e lo fa nel momento in cui meno te lo aspetti)che mi impedisce di muovermi, di liberarmi da quella presa, impedendomi anche di parlare. In questi casi, soprattutto negli ultimi tempi, mi faccio il segno della croce mentalmente e prego con una fatica quasi straziante finchè quella stretta misteriosamente se ne va così come è arrivata, lasciandomi un senso di vaga inutilità non particolarmente piacevole. Quella notte pregai più del solito, facendo attenzione alla correttezza dei pensieri, che non sempre nascono almeno per quanto mi riguarda, assolutamente puri. Vi ringrazio per lo spazio concessomi, mi collegherò di nuovo per le risposte che vorranno arrivare.
    Ciao Davide e a tutti coloro che leggono
    outsider

    RispondiElimina
  8. Cara Outsider,
    grazie di cuore per le tue parole; faccio quello che posso per rendermi utile alla causa comune :)

    Per quanto riguarda i tuoi sogni, è chiaro che il tuo inconscio parla una lingua diversa da quella che usualmente usiamo da "svegli"; è un codice il suo linguaggio.
    Io non sono un esperto in questo ambito, ma sicuramente ti posso scrivere quello che sensorialmente posso percepire... quello che mi arriva per te...
    Mi sembra una "verità" che non vuoi portare a "galla"; un qualcosa che rode e che deve uscire fuori. Tieni presente i tempi che viviamo, caratterizzati da una enorme energia che ci richiama a fare "pulizia" interiore. Ci stiamo ripulendo per fare spazio alla luce cristallina che giunge sempre più forte per l'umanità in ascensione. Occorre lasciare andare il più possibile. Interrogati su cosa "bussa" alla tua porta Sorella. Devi lavorare su te stessa e solo tu sai qual'è la risposta. Sicuramente i terremoti portano sconquasso in tutto il mondo; le emozioni di paura che le persone hanno riversato nell'ambiente, si incanalano nelle ley lines e scorrono come in canali di energia. Ora, se tu abiti in una zona particolarmente "sensibile" a queste vie di "comunicazione" nervose della Madre Terra, è possibile che le tue problematiche vengano evidenziate maggiormente... e nulla succede per caso! Senza mai dare colpe a nessuno, tantomeno alle vittime di un terremoto, interrogati su cosa spinge dentro di te per venire allo scoperto...
    Potresti dormire anche su un nodo geopatico o potrebbero esserci delle energie psichiche o cosmiche nella tua casa; stai bene di salute? La casa è tua o sei in affitto? Prima di te sai chi ci viveva? La casa è molto vecchia o nuova? Come dormono gli altri componenti della tua famiglia? Hanno gli stessi tuoi problemi? Questi problemi sono da 20 anni che si manifestano, se non ho capito male...

    RispondiElimina
  9. Cerca di trovare un equilibrio, un centro e... prima di addormentarti, visualizzati in un uovo di luce protettiva; sei nella tua santità e nessuno e niente ti possono impaurire. Tranquillizza il tuo bimbo interiore. Poi, quando sei calma e senti il tuo potere, chiedi al tuo inconscio di sapere chi è o cosa significa quello stato di apprensione che ti attanaglia quando sei fuori dal tuo centro. Poi addormentati con fiducia. Chiedi che nel sogno ti sia rivelata la soluzione e chiedi di ricordare al mattino seguente. Tu sei una scintilla di Dio, per cui hai tutto il diritto di venire a capo di questo problema, che è solo una opportunità di crescita. Ringrazia che questo "nodo" spinga per emergere. Anche se il problema fosse di tipo "esterno", dovuto ad un noto geopatogeno o ad energia psichica presente in casa, tu puoi dissolvere e trasmutare in luce positiva la "congestione", Se dormi sopra ad un punto geopatogeno dovresti evitare di continuare ad "intossicarti". Prova a spostare il letto anche di 50 cm e cerca di dormire con la testa verso nord.
    C'è poi il caso remoto che sia una forma di "adduzione"; anche in questo caso afferma che non possono continuare a venire da te in questa maniera; nega il permesso. Circondati di luce protettiva e abbi fiducia in questa azione.
    Il fatto che i pensieri non nascano assolutamente "puri" nasconde una delle possibili cause "interne"; chiediti sempre il perchè! Chiedi aiuto alle tue guide... fidati di queste parole...
    Non mi va di indirizzarti da un presunto "esperto", perchè penso che ce la puoi fare tranquillamente da sola chiedendo e fidandoti del dialogo con il tuo sè superiore.
    Capisco che il fatto va sul personale, per cui se vuoi scrivermi in privato rimango a tua disposizione, al fine di poterti dare una mano a livello sottile...
    La mia mail è: nebulls@libero.it
    Spero di avere contribuito a darti delle "idee" da sondare...
    Per il fatto di contare su altri commenti: vediamo se la divina provvidenza attira qualche persona illuminata per darti una ulteriore mano…
    Grazie ancora del tuo contributo!
    Un abbraccione…
    Tieniti nella luce e nel tuo centro…
    Ricordati sempre delle parole di Bob Marley: Illumina l'oscurità (Stir it up)
    Percepisci il tuo immenso potere che può trasmutare ogni buio che si nasconde dentro di te… emana la tua forza e “brucia” e dissolvi il tuo problema… tu “sei” colui che “è”…
    Tanta serenità

    RispondiElimina
  10. Le tue parole per me, sono state di grande conforto e di questo ti ringrazio immensamente.
    I "temi" che fuoriescono dal mio sogno, li conosco, evidentemente non sono così brava a gestirli nè probabilmente, lo si potrebbe essere in ogni caso. E' necessario che io vada più a fondo rispetto a quanto ho fatto finora, è una strada da percorrere e lo farò. La lucidità con la quale ti sei espresso, la tua moderazione e il tuo acume mi fanno pensare una cosa che ancora non avevo capito di te, la tua generosità, che non mi sembra poco.

    Serenità anche a te e ai tuoi cari
    out

    RispondiElimina
  11. Cara Outsider,
    considera questo punto prospettico:

    "Tutto è opportuno"...

    Grazie di cuore delle tue parole :)

    Ti auguro una Vita ricca di "soluzioni"...

    A presto!

    Porta la "luce" dentro di te...

    RispondiElimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.