lunedì 13 marzo 2017

“È (potenziale)”.



Senza consapevolezza, rimani esattamente “qua, così”, nella “tua” parte. 
Già. Ma... di quale consapevolezza si tratta?
Sì, perché… è sempre di una consapevolezza che si tratta. 
Infatti, non è possibile non avere consapevolezza.
Semmai, la differenza “è” nel tipo di consapevolezza, dal momento in cui… la sedimentazione dell’informazione, non la cancella mai del tutto (potenzialmente).
La condizione di realtà manifesta “qua, così” e di realtà potenziale, equivale – nella sostanza – alla compresenza auto deviante, immanifesta, dominante (“è già successo”) ed alla compresenza di ciò che “già sei”.
Il tutto, "mixato" ed orientato a 1) manifestare l’intenzione dominante, 2) manifestare la condizione potenziale, 3) manifestare la memoria frattale espansa (la traccia, il registro, l’informazione ambientale a tuttotondo, fedele, originale, autentica, etc. al di là di ogni tipo di deviazione, interferenza, effetto collaterale, ragione fondamentale, dualità azione/reazione, etc.) e 4) allo stesso tempo, ma più miopicamente, al/il contrario (condizione "qua, così")...
Come a dire che, allo stesso tempo, in ogni possibile configurazione ambientale di realtà manifesta, la natura infrastrutturale della caratteristica frattale espansa risulta (“è”) inalienabile, ma (ma)… la distinzione tra le parti (dominante e dominat3) è in grado di convincere tutto ciò che abita “a valle”
Fermo restando la copertura globale della memoria frattale espansa che, conseguentemente, “c’è ma non esiste e/o viceversa (la medesima situazione che ammanta la dominante)”.
Cosa genera (ispirandola), dunque, la concezione “astratta” della eggregora?

Ciò che sussiste, persiste e dunque insiste, anche – senza per/con questo – essere pres3 in considerazione diretta; essendo come qualcosa di nemmeno immaginabile.
In quella sorta di “vuoto (che nemmeno l’immaginazione riesce a cogliere)”, si cela il potenziale:
il possibile (al di là dell’impedimento convenzionale)
l’Oltre Ogni Orizzonte…

  
In quel “vuoto” c’è un “pieno”, che ignori completamente, se non attraverso il simbolismo sostanziale frattale espanso: 
qualcosa che non è immaginazione, ma logica che esula dal processo mentale di parte “qua, così”.
Qualcosa che s’emana, come radioattività, da qualsiasi oggetto/soggetto. Qualcosa in grado di attraversare ogni vaccino AntiSistemico (firewall ambientale).
È quasi sempre molto “sottile”, anche se – molto spesso – è talmente “marcat3 (evidente)” da risultare quasi impregnante e soffocante, ma – comunque – a livello giurisdizionale, non così portante e centrale, rispetto all'elaborazione di pensiero auto deviato “qua, così”. 
Infatti, non è ad un simile livello che occorre prendere in considerazione la memoria frattale espansa, perlomeno inizialmente. È molto più funzionale, allora, riassumerla attraverso la domanda “che cosa significa”, applicata a/in qualsiasi ed ogni contesto.
La chiave è, allo stesso tempo, l’innesco:
“che cosa significa?” by la formula…

  
La consapevolezza ce l’hai sempre, poiché è un fattore abitudinario. Ma, c’è consapevolezza e consapevolezza. 
Quella che fa la differenza, rispetto allo status quo “qua, così”, è quella che la “formula” evoca, emana e sviluppa (espansione frattale espansa).

  
Avendo sempre consapevolezza, la consapevolezza può essere persino descritta ed evidenziata AntiSistemicamente
Nel “qua, così”, allora, esiste una offerta di “corsi per la consapevolezza”. Così come esiste “democrazia, libertà, diritto, giustizia, cultura, evoluzione, etc.”…
Come ti spieghi che esistano “corsi, che ti insegnano a (fare/essere di tutto)”? Come, se (se)… nel “qua, così” solo il “qua, così”? 
Perché “ti dicono sempre di più, ormai”?
Le due “domande (considerazioni)” esprimono la stessa vicenda reale manifesta:
la dominante
controlla interamente
il ciclo e la ciclicità di parte.

  
Per cui, utilizza questa caratteristica, imponendola dal proprio centro portante, immanifesto, in maniera tale da retroingegnerizzare, ogni volta, tutto ciò che in qualche modo è riuscito a “bucare lo schermo”, storicamente ed attualmente:
il momento di “è già successo”
è il punto di passato, compresente
al quale la “via” umana è agganciat3.
E da una simile “posizione ‘a monte’”, è possibile persino giungere a “darti e dirti di tutto e di più”, ma sempre in una maniera del tutto auto disinnescata ed auto disinnescante, motivo per il quale il loop funziona egregiamente, condizionando e climatizzando il “qua, così”.
Quindi, evita – consapevolmente – di scambiare questa “apertura”, per la vera “apertura”.

  
La consapevolezza frattale espansa, “è” la chiave ad innesco, capace di trascendere questa “apertura/copertura (loop AntiSistemico)”, utilizzando l’atteggiamento by la “formula”, in leva:
tanto da ricordare che, in ogni “caso”, l’informazione ambientale (memoria frattale espansa) è sempre compresente, seppure stratificata in ogni dualità oggetto/soggetto.
Il simbolismo sostanziale frattale espanso è un/in codice:
in maniera tale da risultare sempre decodificabile
attraverso il tuo autentico atteggiamento
che ti viene ricordato attraverso tutt3
e che risalta molto efficacemente allorquando “ci sei”, sei consapevole secondo quel “modo” che ti riconnette a quel che “già (sei)” e che il reale potenziale ti garantisce sempre (sempre), consolidando la tua natura, storia, esistenza…
Consapevolezza “è”, accorgersi, ricordare e fare:
ma, a quale livello?
A quello che ti inquadra perfettamente, by la “formula”.


Osserva e “leggi” le prossime citazioni, per renderti conto – a partire da notizie reali e “di giornata” – del come l’atteggiamento, che traccia portante e centralità, sia del tutto consapevole ma (ma) ad un livello auto disinnescato, by la condizione ambientale dominante.
La corruzione nasce dalla politica… il vero problema è che una parte della politica continua ad occuparsi di appalti e gare pubbliche. Se questo non ci fosse tutto sommato avremmo una corruzione fisiologica".
Raffaele Cantone 
la corruzione nasce dalla politica (no. La politica non ne può fare a meno, dato che la “corruzione” è ambientale e rispecchia, a livello di simbolismo sostanziale frattale espanso, la condizione di compresenza immanifesta dominante)
se questo non ci fosse tutto sommato avremmo una corruzione fisiologica (tanto è vero che si arriva a “dedurre, separatamente dalla piena sensatezza dell’intuizione”, che esiste corruzione “fisiologica”. Qualcosa che si tollera, dato che “gli esseri umani sono ‘tutti diversi’” e non è possibile che…).
Senza giustizia ad angolo giro, ovverosia, in compresenza di dominante, esisterà sempre (sempre) corruzione, non visto che essa è, anche, memoria frattale espansa relativa al “è già successo”:
alla “corruzione” che ha già avvolto il globo
e che viene sempre fedelmente ritratta a livello di frattalità espansa ambientale caratteristica, anche se “qua, così”.

  
Osserva come la grande concentrazione di massa, giurisdizionale, può agire indirettamente, attraverso delegazione frattale espansa (in leva e secondo gli attributi conferiti e riconosciuti nell'immagine di Dio)…
Belgio, ministro interni: la minaccia terroristica sta cambiando
lo Stato islamico è diventato più una "fonte di ispirazione" che il mandante degli attacchi
Il terrorismo non conosce frontiere…
"La minaccia evolve" e ha già traversato tre fasi:
la prima è quella degli attentati mirati… la seconda, i combattenti Isis che compiono attentati per fare più vittime possibile. Oggi, "l'Isis non comanda più" direttamente "le azioni terroristiche" ma "ispira la gente a contribuire alla jihad", come a Nizza, Berlino, Gerusalemme…
Link 
fonte di ispirazione
oggi, "l'Isis non comanda più" direttamente "le azioni terroristiche" ma... ispira la gente a
Quale “novità”, se (se) hai “incorporato il ‘morale della favola (incanto)”?
L’Isis, tra l’altro, non “non comanda… direttamente… le azioni terroristiche…” poiché 1) non è l’Isis che “comanda ‘a monte’ di tutto”, essendo 2) informazione simbolica sostanziale frattale espansa, che 3) indica precisamente una situazione indiretta, un riflesso, una condizione immanifesta che tuttavia “governa” indisturbatamente e che, dunque, è 4) una esatta strategia causale o, meglio, 5) ragione fondamentale.
L’Isis è una “creatura (creazione)”. 
Se analizzi a livello (convenzionale) politico, militare, economico, etc. tale situazione, puoi giungere solamente a livelli sottodominanti dell’apparato “qua, così”.
Ossia, non ne puoi mai trascendere la finitezza:
ferm3 restando “qua, così”.
Altresì, incarnando la “formula”, riesci a “sorvolare” ogni luogo comune, giungendo a definire la delimitazione (finitezza).
A quel “punto”, compare sulla scena la – per forza di cose – necessità logica della compresenza dominante, che s’evidenzia marcatamente e sostanzialmente, per via del venir meno dell’apparenza che il “giogo delle parti” rivela.
Marketing o realtà?...
Purtroppo, ormai è assodato, la ricerca scientifica può essere fortemente influenzata dall'industria alimentare…
Il problema della disidratazione, è un mito nato negli anni ’70: è in questo periodo che vediamo la nascita dei primi sport drink…
Un mercato nuovo e pronto per essere aggredito
Per tutti loro, i corridori della domenica, basta e avanza una bella bottiglietta d’acqua…
Link 
Il problema della disidratazione, è un mito… fortemente influenzat3 da…
È sempre lo stesso “motivo”
Come non accorgersi.
Semplice:
per lo stesso “motivo”.

  
"S'è avverato che la politica dell'Ue è quella dei due pesi, delle due misure e degli inganni… Dobbiamo essere coscienti… che possiamo essere ingannati in qualsiasi momento… Perché si è deciso che…”.
Witold Waszczykowski 
Ingannati. 
Meglio:
auto ingannat3 (la “cosa” è molto più sottile dell’evidenza che il riflesso Ue, sprigiona persino davanti agli occhi ma, senza per questo, “colpire nel segno” a livello di tua autentica consapevolezza).
Mappato il genoma della quinoa, speranza contro la fame nel mondo.
Gli scienziati hanno rivelato il genoma quasi completo della quinoa, un cereale coltivato centinaia di anni fa dagli Inca sulle Ande che potrebbe secondo gli esperti contribuire a risolvere il problema della fame nel mondo
Il cereale vive bene fino a 4.000 metri di altitudine, in condizioni dove altre piante difficilmente sopravvivono.
"La quinoa è incredibilmente resistente e può crescere su suoli poveri o salati" ha detto Mark Tester, professore della King Abdullah University of Science and Technology in Arabia Saudita…
Ora, grazie alla mappatura del genoma, la quinoa potrà essere modificata per rispondere meglio ai requisiti di un consumo su larga scala.
Il team di Tester ha già individuato i geni, come quelli che regolano la produzione di saponine, che possono essere modificati con incroci o con modifiche genetiche per migliorare qualità e rese.
Link 
La “fame nel mondo” è una condizione, esatta, globale che denuncia la certezza AntiSistemica “qua, così”:
è la traccia (memoria) frattale espansa, che ti permette di ricollegare la realtà manifesta alla sua in-diretta, ragione fondamentale, dominante.
Modificare la quinoa, rende la quinoa artificiale by sottodominante (la quale tende a replicare il “è già successo” by dominante, ad “immagine e somiglianza”). Ciò, inoltre, significa che "è già successa", anche, la modifica genetica delle altre forme di alimentazione, più diffuse, per l'umanità...
Ed, ora, quale maggiore “simbolismo sostanziale frattale espanso”, contiene la prossima “notizia”?
Etiopia, frana in discarica: bilancio vittime sale a 46.
Si aggrava ulteriormente il tragico bilancio della frana di rifiuti avvenuta nella discarica di Koshe, alla periferia di Addis Abeba. Il numero di morti è salito ad almeno 46, secondo le autorità etiopiche.
Il bilancio è "ormai di 46 morti, dei quali 32 sono di sesso femminile e 14 di sesso maschile", ha dichiarato Dagmawit Moges, portavgoce del municipio della capitale etiope. Tra le vittime ci sarebbero anche dei bambini.
Un'enorme massa di rifiuti ha travolto abitazioni e abusivi che stavano rovistando, secondo quanto hanno annunciato le autorità.
L'ammasso principale di immondizia nella discarica si è sgretolato e una delle sue parti è crollata sulla zona circostante e sulle abitazioni di fortuna che erano state costruite con i materiali di scarto delle costruzioni.
I rifiuti si sono riversati anche su una bidonville che si trova ai margini della discarica di Koshe, che nella lingua locale significa "sporco".
Le ricerche proseguono e la polizia ha chiuso gli accessi al luogo del disastro.
Link 
L'ammasso principale di immondizia nella discarica si è sgretolato e una delle sue parti è crollata sulla zona circostante e sulle abitazioni di fortuna che erano state costruite con i materiali di scarto delle costruzioni…
I rifiuti si sono riversati anche su una bidonville che si trova ai margini della discarica:
una “bidonville
ai margini della discarica”…
Una valanga di rifiuti ha travolto i “rifiuti”, come - per analogia - in quella storia di Paperon de' Paperoni, che aveva nel suo deposito un oceano di denaro navigabile, con tanto di correnti aurifere, spiagge di monete e gabbiani a forma di banconote verdi fruscianti…

È una “firma”, che denota uno “stile”, alias, che denuncia una certa fattezza reale manifesta, dalla prospettiva della grande concentrazione di massa, giurisdizionale (immemore) vs dominante.
Cosa (chi) decide, anche e soprattutto, per te?
Usa, Fratellanza musulmana verso status di gruppo terroristico.
La Casa Bianca sta valutando la possibilità di inserire la Fratellanza musulmana all'interno della lista delle organizzazioni terroristiche, prendendo così di mira una dei più influenti e conosciuti gruppi islamisti del Medio Oriente…
Alcuni dei consiglieri di Donald Trump definiscono la Fratellanza musulmana come una minaccia per gli Stati Uniti
Link 
Se (se) entri in un simile “registro dei cattivi pagatori (per contrapposizione d’interesse)”, allora – in tutto il globo – la “legge” ti perseguiterà. Non importa se, ma, come, dove quando, perché…
Infatti, è come una sorta di “maledizione”.
Di “estrema unzione” prima del tempo. Oppure, che definisce il “tuo” tempo, ancora da passare “qua, così”.
Un goal come un terremoto
"Col sesto goal del Barcellona il sismografo… ha rivelato una vibrazione come mai accaduto prima. Gli aumenti di ampiezza generati dal movimento coordinato del pubblico per celebrare il goal hanno generato un'onda sismica che è stata registrata dal nostro strumento…".
Jordi Diaz 
Riesci a “vedere (ricordare)” la condizione frattale espansa, la grande concentrazione di massa, giurisdizionale ed il tuo – e di chiunque – potenziale?
Riesci a “vedere (ricordare)”, dunque, che 1) “è” sempre possibile, 2) è “già successo” e 3) continua proprio per/con questo a succedere?
Cosa “è sempre possibile”?
Ricordare e ritornare ad essere, ciò che “già sei”, dal momento in cui “è (potenziale)”.
“Fai…”.
    
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2017
Bollettino numero 2023


4 commenti:

  1. Ciao caro Davide:-)
    Oggi è un giorno strano. Tutto sembra remarmi contro, tutto rema contro. Va beh, nonostante ciò cerco di stare sul pezzo e non entrare troppo "nel quadro".

    Riguardo al test: direi che la dominante riversa tutto il peso da monte a valle e tramite la grande concentrazione di massa piega la realtà a sua immagine senza muovere un dito. In leva. Saturando il qua, così di conseguenza. L'immagine è la sfera direi. Che simbolicamente può anche rappresentare il qua, così saturato, di/da parte o lato dominante.

    :-)
    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabio, mi dispiace. Se devo dirla tutta, lo è stato anche per me. Il fine settimana interferisce sul "ritmo"...

      E' la dominante che ha "già" saturato tutt3 "qua, così".

      La sfera è la giustizia ad angolo giro.

      Vai Oltre Ogni Orizzonte...

      Ti abbraccio. Serenità

      Elimina
    2. Ciao Davide :-)
      allora mi sono inciampato. So che la sfera è la giustizia ad angolo giro. Ma la ho interpretata (male) anche come saturazione dell'ambiente da parte dominante, dipartendosi dal proprio centro, a raggiera... Ci voglio riprovare ;-) E' quindi la nuvoletta con l'irraggiamento Wi-Fi? Nuvola=copertura, saturazione, velatura dominante che, giurisdizionalmente copre tutto il qua, così?

      Si il fine settimana è proprio, ruotando la prospettiva Antisistemica di 180°, un ostacolo, uno sgambetto. Sarei curioso di sentire amici e parenti a proposito di questa affermazione :-))

      A presto

      Fabio

      Elimina
    3. Ciao Fabio, non importa. Il "test" era retorico: la soluzione è la dominante :)

      Amici e parenti non la pensano affatto in questa maniera (ovvio).

      Ti ringrazio ed abbraccio.

      Serenità

      Elimina

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.