lunedì 4 aprile 2016

Onore al merito.



Si parte, quest’oggi, con un po’ di citazioni.
Poiché esse descrivono e sono descritte, secondo l’atteggiamento di chi “le trova”, piuttosto di chi “le forgia”.
Cioè, esse servono come una sorta di bussola, in un universo (o reale manifesto) già orientato di suo.
E che cosa indicano? Molti aspetti diversi, eppure tutti insieme convergenti sulla configurazione del “qua (così)”.
E, in questi “aspetti diversi”, c’è anche 1) il segnale portante e 2) il segnale potenziale, riferito ad ogni singolarità umana (per limitarsi agli umani, a Filtro di Semplificazione attivo).
L’1) è AntiSistemico by Dominio (dominante). 
Il 2) è molto più “intimo e profondo (originale)… qualcosa che puoi ancora intuire, ripensando alla tua nascita (manifestazione), momento nel quale “eri, sei (‘è’)”.
Il tuo potenziale è un punto di ancoraggio, come una sorta di cordone ombelicale tagliato alla nascita; motivo per il quale, inizi ad agganciare il segnale portante “locale” (quello che ti sembra di ricordare comeunico).
  
Dunque, per mezzo di quale “lente” riesci a “deformare il tuo potenziale”?
Per mezzo di quella “inconscia”, ossia, per mezzo di un comportamento che deriva da un “atteggiamento altrui”, che riassumi in qualità di raggio traente e luce del faro.
Quale “atteggiamento altrui”? Quello dominante “qua, così”.
Cioè? Quello che “non esiste, ma c’è”. Motivo per il quale, non ne puoi nemmeno parlare con nessuno. Perché ti prenderebbero per “pazzo”, e i primi a farlo sarebbero proprio “coloro che ti vogliono più bene”.
La strategia in gioco è, semplicemente, perfetta. Tanto di cappello. Onore al "merito".
   
Il nostro destino viene formato dai nostri pensieri e dalle nostre azioni. Non possiamo cambiare il vento ma possiamo orientare le vele”.
Anthony Robbins
Questa “massima” è un loop, che porta vertigine ed impotenza (nella speranza illusoria). Alla fine, non ti rimane che “adattarti… ‘orientando al meglio le vele’”. 
L’opportunismo degli umani permette al Dominio di avere sempre nuove opportunità, per far leva sulla rimanenza.
Se unisci i termini “destino, pensieri e azioni”, anticipandoli dalla particella “nostro/i”, alla luce di un “vento che non puoi cambiare”, non ti rimane che “adattarti al vento, orientando le vele, ossia, volgendole sempre a “favor di vento”:
  • nella direzione AntiSistemica, che lo alimenta sempre in maniera frattale espansa.
Se la tua “lente” è, viceversa, frattale espansa, allora puoi accorgerti del “giro del fumo” e, allora sì, puoi agganciarlo in maniera tale da sfruttarlo in leva “lato tuo”, come se fosse un motore a free energy. Ancora... opportunismo? Sì. Ma... avente altra valenza, perlomeno, potenziale.
Robbins è un “motivatore”. Tu “che cosa” sei?
La vita sceglie la musica, noi scegliamo come ballarla…”.
John Galsworthy
Questa massima rende bene l’idea della mancanza di alternativa sostanziale (il tipo di musica è scelto dalla… "vita") ed evidenzia che l’unica scelta rimanente è quella di adattarsi rispetto al “come ballarla”.
C’è ancora tutto lo spazio per l’opportunismo AntiSistemico. No?



Tutto è determinato da forze sulle quali non abbiamo alcun controllo. Vale per l’insetto come per gli astri. Esseri umani, vegetali o polvere cosmica, tutti danziamo al ritmo di una musica misteriosa, suonata in lontananza da un pifferaio invisibile
Coincidenza è il modo di Dio di restare anonimo
Albert Einstein
Da Einstein (che “aveva aperto la porta” per, poi, subito richiuderla estremamente impaurito) giungono “notizie” di:
  • alcun controllo
  • tutti nelle mani di
C’è, così, il “nuovo” modo di codificare qualcosa “che si sente come possibile”, in maniera tale da acquietare l’animo, secondo la tradizione che tende a “spiegare tutto, facendo finta di nulla”.
L’opportunismo rimane, così, del tutto “provvidenzialmente (lato dominante)” intatto.

 
Quel che temiamo più di ogni cosa, ha una proterva tendenza a succedere realmente”.
Theodor Adorno
("Affinché tu tema il Signore Dio tuo..." Link). Come mai, accade?
Questa verità è significativa, visto che il reale manifesto “qua” ha un orientamento frattale espanso che, “così” evidenzia – a ben “renderti conto” – proprio la dominante (la ragione fondamentale alla pendenza del piano inclinato emerso in titolarità di “realtà unica di riferimento collettivo: qualcosa che ti viene più facile interpretare come 'Dio'”).

 
Quando non ho avuto più niente da perdere, ho ottenuto tutto. Quando ho cessato di essere chi ero, ho ritrovato me stesso”.
Paulo Coelho
Quando, "non hai più niente da perdere"
Quando raschi il fondo del barile? No. Quella è disperazione assoluta, che ti rende solo opportunista.
Piuttosto, quando “ti fermi”.
Cessare di essere chi sei, ora, ‘qua così’” è… fermarti.
In questo, non c’è spazio per il più classico degli opportunismi:
  • fare la vittima ed "agire da lì".
In questo, c’è la tua centralità sovrana, il coraggio, l’epicità e non… la rassegnazione, la paura, lo stato di vinto, etc.
Come cambi “musica? Come la scegli tu? Fermandoti…
Ogni uomo ha un suo compito nella vita, e non è mai quello che egli avrebbe voluto scegliersi
Hermann Hesse
C’è smarrimento e confusione, assenza di memoria di lunga data, ignoranza, fumo negli occhi, strategia dominante, vuoto ed opportunismo relativo ad uno stato di sopravvivenza
Che cosa ti aspetti, diversamente, dunque?

 
Se sei salito a bordo del treno sbagliato, non ti serve a molto correre lungo il corridoio nella direzione opposta
Dietrich Bonhoeffer
Questa è “consapevolezza”. Vero? 
  
Sul “treno sbagliato” è tuttosbagliato (lato tuo). Anche se “inverti la tua direzione”, la corrente comunque continua a spingere sempre “avanti”
Queste citazioni annuiscono tutte alla legge, strumento, memoria, frattale espansa che, per delegazione frattale espansa, by Dominio, plasma la realtà manifesta ad hoc “ad immagine e somiglianza”.
Nessuno è nato sotto una cattiva stella; ci sono semmai uomini che guardano male il cielo”.
Dalai Lama
La “vista” del Dalai Lama non la dice tutta. Perché? Perché non lo può fare, oppure, perché non lo sa nemmeno lui?
Farti capire di avere capito qualcosa, senza fartelo capire apertamente… che cosa significa?
Che, nella sostanza, per te rimane sempre tutto uguale.
Perché, se non hai capito, se non ti sei ancora accorto/a, allora significa che “ti manca qualcosa” e che sei, “qua, così”… solo opportunamente una pedina nel/del giogo AntiSistemico.
Hai firmato un contratto di riservatezza”.
Synchronicity
Cosa si cela, dietro ad un tipo di "giurisprudenza", di questo tipo?
La “legge”. Ossia, la cementificazione dello status quo. Ad/per opera di chi/che cosa?
Del Dominio, per mezzo dei Punti di Riunione AntiSistemici (tutti coloro che lo seguono, inconsciamente, per reale opportunismo “lato proprio”).
Così, per mezzo di un “contratto”, nessuno è libero di proferir parola, relativamente a quello che, ad ogni effetto, “ha scoperto (ed ha le prove, incarnandole)”.
E qui la “cosa” diventa paradossale:
uno stato di verità superiore non viene rilasciato e condiviso (prove alla mano), per timore delle ripercussioni (a titolo oneroso) che potrebbero piombare sulla testa di coloro che “denunciano la leva, che agisce sulla Massa intera, da sempre ‘qua così’”.
Ossia, ancora una paura… mina alla radice, la possibilità di tutti… di accorgersi e capire.
Ci sono individui che muoiono, così, portandosi nella tomba quelle informazioni “certe”, che avrebbero potuto aprire una via nel cielo manifesto. Quale spreco di alternativa sostanziale. Quale miseria umana. Quale destino più infame "lato tuo"?

 
Le persone vengono selezionate, arruolate e alcune vengono a conoscenza di “cose assolutamente centrali”, ma… esse sono soggette al vincolo contrattuale, di parte, sotto dominante (dominante a livello frattale espanso).
 
E, questo, anche da solo è capace di arrestare ogni impulso “epico/giusto”.
  
Quando emerge, ugualmente, qualcosa… è sempre troppo “poco”, perché la Massa “non ha spazio libero, disponibile per accogliere verità di un simile stampo e di una simile portata”.
La Massa è come “un supporto di memorizzazione non abilitato in scrittura, dopo avere ricevuto l’opportuno imprinting AntiSistemico”.
Qualsiasi “cosa” tenti di ufficializzare, non risulta mai così “portante”, scivolando via ogni volta, dopo l'intervento mass mediatico sufficiente per… effettuare anzitempo il focus ("te lo diciamo addirittura noi", tanto, poi dimentichi subito).
Le coincidenze sono modi di Dio, per rimanere anonimo
Albert Einstein
Molto comodo. Non c’è che dire. Pur tuttavia, anche una simile “restrizione”, può essere capovolta “lato tuo”, indossando la lente frattale espansa:
  • l’anonimato è dominante
  • Dio è il DOminIO
  • le coincidenze sono la “radioattività frattale espansa (le tracce del suo operato ed esistenza).
Il moto di rotazione della Terra. L’ostacolo maggiore per aprire un wormhole è creare abbastanza energia. Non di meno del terribile ammontare di energia, che un intero pianeta produce mentre ruota sul suo asse. L’energia sta lì. Non devo generarla io. Io ho solo trovato un modo per sfruttarla”.
Synchronicity
Ancora opportunismo, sfruttamento… ma, a che pro?
L’energia sta lìesattamente come il tuo potenziale.
Come inquadri il mondo manifesto?
Secondo la lente dominante, ossia, inconsciamente. Non sei tu a “fare/decidere”. Non sei tu a “scegliere”.
Tu giungi sempre dopo. A giochi fatti. Come il rombo del tuono segue sempre al lampo
Tu "rifletti" la dominante.

 
Il supermercato è, anche da solo, il frattale espanso della realtà manifesta “qua, così”…
Per mezzo della frattalità espansa, inquadri la realtà manifesta frattale espansa.
Osserva, per bene, com’è un supermercato. Quali prodotti vende. Come è organizzato. Da cosa dipende, etc.
Ebbene, oltre il 90% di quello che vende è “inutile, lato tuo centrale”.
Puoi arrivare, addirittura, sino al 99%.
Non tanto, perché ti serve “poco”. Quanto, perchémanca (nel supermercato) quello che ti serve.
Il 99% ha un peso enorme, ma non significa che “è tutto”.
Ok?
Questo è portante e centrale “lato universale (vale sempre)”.
Il che ti porta a sviluppare quell’ottica che “parte da te e rimane in te, ma in Comunione con ogni altro/a”. Tutti hanno gli stessi diritti. Ma non riesci più a concepire una realtà di “regnanti tutti, allo stesso tempo (perché la forma reale emersa è piramidale).
Ma questo non significa nulla, nell’ambito del potenziale e, dunque, dell’alternativa sostanziale.
Occorre proprio che ti accorga del carattere universale, globale, d’assieme, totale, etc. di quello che accade sulla Terra. Qualcosa che, in realtà, non è per nulla affatto – sostanzialmente – diviso, separato, diverso, parziale, etc.


 
La globalizzazione indica la via frattale espansa, all’opera ubiquamente sul pianeta
Questa è la “misura (dimensione)”. Questa è la scala di valore che devi impostare in te, in maniera tale da “iniziare a vedere (accorgerti) al di là di ogni presunta separazione di facciata (strumentale)”.
"Noi legati alle lobby…? Siamo alle barzellette. È vero il contrario. Noi non facciamo parte delle grandi lobby che hanno guidato il paese”.
Link
Accorgiti della sostanza, nella sostanza:
  • utilizza la lente frattale espansa, il doppio specchio (cosa “rimbalza”?) ed  il metodo indiretto (di cosa si “parla”?)
  • e che cosa ne riesce?
La compresenza storica “influente (dominante)” delle lobby.
 
La "storia "si ripete, non cambiando mai...
Che cosa rappresentano, le lobby?
Qualcosa di trasversale, che rimane in ombra (anche se ormai neanche tanto e questo testimonia la profondità dell’incanto e la tua “impotenza, ‘qua così’”) e che pressa e devia tutto ciò che ti riguarda, tagliandoti fuori da ogni processo decisionale sostanziale.
Tu lo sai che è così.
 
Una “volta”, la Massa faceva la rivoluzione, per questo.
 
“Oggi”, nulla.
Non che con la rivoluzione pilotata, la Massa, abbia mai ottenuto qualcosa a livello fondamentalmente diverso, rispetto allo status quo, benintesi.
La rivoluzione apparteneva, sempre/ancora, all’arco dominante che, semplicemente, di volta in volta, sceglieva quale “dardo” scoccare, al fine di non cambiare nulla nella sostanza.
 

“Ora”, qualsiasi tipo di rivoluzione finirebbe nel vuoto (alias: nel nulla di fatto). Troppo è il gap, tra Massa e “sicurezza”. L’ideale è e rimane… accorgerti e fermarti (qualcosa che nessuno è disposto a fare, se non si fermano tutti, motivo per il quale… il “motore” continua a girare sempre nello stesso modo).
"Penso che sia l'ora di una vera riforma del sistema bancario che venga fatta nel nostro Paese insieme e in tutta Europa…”.
Susanna Camusso
L’eterno “ripartire”, lascia sempre quella vana e vacua “speranza”, che permette alla dominante di far dimenticare tutto, alla Massa, nel breve volgere di qualche frazione temporale, opportunamente resa “narcotizzante”, per mezzo del controllo infrastrutturale in toto.
La “vera riforma” è quella che “ne fa a meno”.
Che fa a meno del “sistema bancario.
Che “volta pagina una volta per tutte, significativamente e sostanzialmente”.
Si può fare? “Qua, così”, no. “Qua”, sì…
Ma, il “qua”, nasce nel “qua, così” e questi non lo permette. Dunque?
Analizza con lente frattale espansa “lato tuo”, come funziona il “qua, così”. In che modo?
Fermandoti e lasciando che tutto, di conseguenza, si fermi.
A “bocce ferme”, che cosa succede?
Conta il grado/livello di consapevolezza che ti ha portato a fermarti.
Se “ti ci sei trovato/a dentro” allora, fermandosi tutto, ti fermerai anche tu, ma… non sarai convinto/a, decadendo nella disperazione e, dunque, lasciando sempre aperta la porta alla “restaurazione” che, stanne certo/a, qualcuno troverà subito il modo, opportunisticamente, di ricostruire nell’unico modo che conosce, ossia, “quello che si è appena fermato”.
Se, viceversa, avrai deciso tu di fermarti, allora quella condizione fungerà da alveolo per la manifestazione di qualcosa di “nuovo, ad ogni effetto”.
Ma, anche a quel punto, sarà la Massa l’ago della bilancia (in assenza di una grande concentrazione di massa a livello individuale di "Singolarità In Comunione, ex Dominio".
La sua “paura/epicità (grande concentrazione di massa)” determinerà ogni altro evento, conseguentemente.
La Massa la puoi “disinnescare”, assumendo centralmente i panni della grande concentrazione di massa, che per delegazione frattale espansa, è in grado di controllare il Genio frattale espanso, a capo della polarizzazione del reale manifesto, secondo gli attributi conferiti, convenzionalmente, a Dio.
Tale “disinnesco” non è il controllo, a tua volta, della Massa.
Anzi, lo è… perché è l’esatta via percorsa dalla dominante. Però, spetta a te non trasformarlo in una equivalente forma di controllo superiore.
Questa è la direzione, nel caso fossi solo tu (e/o pochi altri) a ritrovarti in una condizione “esatta, lato tuo (alla SPS)”. Nel caso di diffusione globale, frattale espansa, di questo tuo “modus operandi”, la Massa si aprirà anch’essa, d’assieme, alla medesima potenzialità.
E questo è proprio ciò che la dominante non intende mai vivere e far accadere.
Come, una intera “Massa”, può divenire ed essere, allo stesso tempo, sovrana di se stessa, secondo le qualità più centrali della capacità di “creare il proprio reale manifesto”?
Può divenire ed essere, soloIn Comunione:
  • pena, il ritorno nella “guerra tra impoveriti dentro”.
A Filtro di Semplificazione attivo, infatti, non esistono universi paralleli, o... forme di "comodità" simili.
 
Esiste “solo” il reale manifesto “qua”. Ed è, dunque, “qua” che la realtà unicamente s’imprime. Ed è “qua”, allora, che devi esserci a pieno.
Una volta “accorto/a e consapevole”, puoi aprire il Filtro ed ampliare l’orizzonte del possibile, verso un grado più espanso, in relazione al potenziale (nel quale “tutto è possibile”). Ok?
Si “scriveva”, poco sopra, che tutto è globale. Anche gli “scandali”.
Ed è proprio grazie all’emersione, strumentalizzata, di "scandali al sole", che ti puoi accorgere “senza colpo ferire” del giro del fumo AntiSistemico “qua, così”.
Ad esempio.
“Corruzione planetaria”, perquisita a Monaco la società petrolifera Unaoil
Link
Uno scandalo di proporzioni immani legato al doping starebbe per scuotere lo sport
Link
Panama Papers, paradiso fiscale dei grandi del mondo
La più grande fuga di notizie mai accaduta, 1.500 volte la dimensione dei file resi pubblici da Wikileaks.
È il dossier Panama Papers:
11 milioni di documenti che sono stati ottenuti da un informatore segreto dello studio legale Lenville overseas, con sede a Panama, che ha gestito e gestisce le fortune offshore dei grandi del mondo.
Nelle carte figura anche il presidente russo Vladimir Putin.
Lo studio legale di Mossack Fonseca ha aiutato i suoi clienti a evadere le tasse, riciclando denaro e facendo confluire i soldi di capi di stato e miliardari nei paradisi fiscali.
I documenti sono stati inviati a partire dal 2015 da un informatore alla Suddeutsche Zeitung che li ha condivisi con i 107 giornali di oltre 70 Paesi che fanno parte dell'International Consortium of Investigative Journalists (ICIJ).
Link
Panama Papers, 11 milioni di documenti svelano il paradiso fiscale dei potenti del mondo
Link
Ed “alla via così”.
Macosa manca all’appello?
La posizione Usa (ed “alleati”) nel mondo.
Siria, Alto comitato negoziale preoccupato da "ambiguità Usa"
Link
La loro “ambiguità” è nota e, se non ne vuoi prendere atto, è “solo” per 1) opportunismo, 2) paura e 3) impotenza.
O credi davvero che i network privati internazionali, siano utilizzati solo dai “russi”?
Questa è strategia in atto.
Si scrosta un po’ la facciata pubblica del potere, e “viene giù” quello che serve che si distacchi. Così, però, puoi anche avere idea di quale sia la “direzione”, il “peso specifico dei vari attori”, la “sostanza nella quale sei”.
Ok?
 
Allo stesso modo:
Brasile, Lula spera di entrare nel governo giovedì.
L'ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva, al centro della bufera politica che sta scuotendo il Paese, ha detto oggi di sperare che il Tribunale supremo federale autorizzi il suo ingresso nel governo
Link
L’auto referenza è un loop. Esattamente, come la forma del reale manifesto “qua, così”:
"Mostra ribelle" al British Museum contro gigante petrolio Bp.
Una "mostra ribelle" è stata organizzata al British Museum per protestare contro il gigante pretrolifero britannico Bp, che finanzia da 20 anni il celebre museo londinese
Link
A che serve? A nulla.
Anzi, serve per dimostrare, tra le righe, la forza dello status quo sempre attuale.
Un “fine” c’è sempre, in ogni caso e nonostante tutto.
Bisogna scalzare il leader… perché gli altri sono solo ‘fantasmi’...".
Renato Brunetta
Osserva come “la massa (nel senso di forza coerente)” sia portante.
Principe saudita annuncia mega-fondo da 2mila mld usd.
Il principe saudita Mohammad bin Salman ha annunciato la creazione di un Fondo di investimento da 2mila miliardi di dollari per la cosiddetta "post-oil economony", un fondo pubblico destinato a ridurre la dipendenza del regno Saudita dal greggio.
In una lunga intervista a Bloomberg, il principe trentenne, formalmente il vice dell'erede al trono, ma considerato la figura emergente all'interno della gerarchia saudita, ha spiegato che il fondo cercherà di investire su un ampio ventaglio di opportunità, "così, nel giro di 20 anni, saremo un'economia o uno stato che non dipenderà in maggior misura dal petrolio".
"Sicuramente, si tratterà del più ricco fondo sulla terra", ha spiegato il principe, aggiungendo che il piano prevede la vendita di quote del colosso petrolifero di stato Aramco, a partire dal 2018.
In una precedente intervista all'Economist a gennaio il principe aveva già preannunciato i suoi piani per ridisegnare la struttura economica del regno saudita, primo paese esportatore al mondo di greggio.
Link

  • per la cosiddetta "post-oil economony",
  • il fondo cercherà di investire su un ampio ventaglio di opportunità, "così, nel giro di 20 anni, saremo un'economia o uno stato che non dipenderà in maggior misura dal petrolio"
  • a gennaio il principe aveva già preannunciato i suoi piani per ridisegnare la struttura economica del regno saudita, primo paese esportatore al mondo di greggio…
Il “dopo” avrà ancora gli stessi attori del “prima”, ma… chi se ne renderà conto? 
Chi se ne ricorderà, distinguendo tra i vettori che “ridisegneranno” il reale manifesto, non cambiandolo di una virgola rispetto al “qua, così”?
Ed, allo stesso modo, dal “è già successo (e già dimenticato)”, chi/cosa ha continuato ad imperare, seppure la storia deviata ti ricordi di una serie di “imperi successivi”?
Solo la dominante (che seppure è “fantasma… non c’è, ma esiste”).
La dominante è leader, nonostante – per te – sia fantasma.
Anche se, più che fantasma è… fantasmagorica.
Una fede incapace di essere misericordiosa non è fede…”.
Papa Francesco
Una “simil fede” rientra nella strategia dell’incanto AntiSistemico.
Se ne accorge il Papa, ma non può far nulla, oltre che gridarlo ai quattro venti… perché “il leader di massa” non è lui.
Se ne accorge ma non lo può esprimere a pieno, pena il decadimento del tessuto massivo dei fedeli, la loro dispersione cosmica nella fiducia riposta in qualcosa che, persino loro, sanno vacillare, tuttavia, "se la tengono ben stretta" ugualmente, per… mancanza di alternativa sostanziale manifesta.
La globalità, in ogni ambito, ti indica la via frattale espansa.
L’unico “strumento (funzione)”, in grado di agire ubiquamente, in leva, wireless, non localmente:
  • la capacità migliore di rendere un “programma”
  • apparentemente… la “natura”
  • in maniera tale da auto limitarti
  • ritenendola al di sopra delle parti
  • poiché di origine divina.
Cosa muove la “temperatura” nel mondo?
Il “clima”? No. Esso è la conseguenza. Esso è una definizione da dizionario scolastico, che non aggiunge nulla a livello causale.
Miliardi di asset finanziari a rischio con +2,5 gradi nel 2100
Link
Chi/che cosa muove le impostazioni del termostato di casa tua? Tu.
E, dunque, in casa del Dominio (nel reale manifesto “qua, così”), chi muove “tutto” (a livello piramidale, in leva, basta muovere l’inizio... a cascata degli accadimenti) se non il Dominio stesso?
Variando la temperatura, in ogni senso, sulla Terra si azionano programmi già previsti e solamente in stand-by.
Ecco la “tua” scelta. Il “tuo” destino. La “tua” natura. Il “tuo” Dio.
C’è qualcosa/qualcuno che ti anticipa sempre.
Accorgiti e, poi, invece di gridare allo scandalo, senza fare niente, “limitati” afermarti, facendo tutto, ossia, agendo da centro centrale di sovranità “lato tuo… ma In Comunione con il tutto”.
Utopia? Fantasia? Semplicità? Banalità? Quasi... "tenerezza"?
Chi è il “sempliciotto… ‘qua così’”?
Chi non trae mai nessun insegnamento da tutto quello che continua a succedere, sostanzialmente, sempre nello stesso “modus operandi”?
Chi è che non se ne accorge, mai?
Chi, addirittura, se ne approfitta?
L’opportunismo tiene collegato tutto. Anche quello che “non ne vuole sapere”.
Perché tutto è “magnetico”, a partire da quel “centro gravitazionale”, al di là dell’orizzonte a cui riesci ad accedere, non certo casualmente.
La frattalità espansa è, anche, la denuncia di tutto ciò.
  
  
E questa informazione non manca mai, anche quando è eclissata, perché essa vede ed è il “segno della dominante, nel tutto ‘qua così’”.
A questi link c’è tutto alla luce del sole:
Perfettamente pubblicizzato in Google (per il quale, i soldi ricevuti sono sempre e solo “guadagni/ricavi/utili”, secondo la “propria” vocazione commerciale o “anima”).
 
Che dire? “Hai proprio quello che ti meriti”. Onore al merito…
     

Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro 2016/Prospettivavita@gmail.com
Bollettino SPS numero 1791

 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.