lunedì 17 agosto 2015

La discriminante.



Il Mondo... sommerso (Dominio).
Perché sai sempre così… “poco”? Perché la “tua” visione ha sempre una prospettiva così… “parziale”?
E, poi, “poco e parziale” rispetto a… “chi/cosa”?

Se ti manca persino il termine di riferimento, a cosa/dove puoi giungere?
Cosa puoi (ri)com(prendere)? Dove puoi arrivare? Di chi/cosa puoi accorgerti? Come puoi (ri)cordare?
Falso positivo
un esempio in informatica è un antivirus che considera erroneamente dannoso un programma innocuo…
Link
Falso negativo
un esempio in informatica è un filtro antispam che lasci erroneamente passare una lettera indesiderata…
Link
Queste “definizioni” sono emesse da strutture di pensiero altrui, che ti limiti a leggere ed a prendere… “così, come sono/come le (ri)trovi”.
I termini composti “falso positivo e negativo”, definiscono un ambito che – raccontato in questa maniera – è sempre qualcosa che non è; ossia, che considera “errore” un comportamento, (in)vece)... “esatta(mente) perfetto in se stesso, per motivi causali non manifesti (origine) e, dunque, non osservati, non per(seguiti), etc., perché nemmeno lontana(mente) immaginabili”.
Un antivirus che considera erroneamente dannoso un programma innocuo…
Un filtro antispam che lasci erroneamente passare una lettera indesiderata…
  • quanto questo “erronea(mente)” è dav(vero) un “errore”?
  • quanto, altresì, è un “comportamento voluto in altra sede”?
  • quanto, insieme, indicano valenze frattali espanse, relative al “vertice non apparente”, che governa il Mondo intero (Dominio)?
"Il caso non esiste" (il comportamento informatico è sempre "esatto", perchè funzione di una programmazione/intento nativa).
 

Eugene Kaspersky ingannava antivirus rivali con falsi positivi.
Da oltre un decennio una delle più grandi società al mondo di sicurezza online, Kaspersky Lab con sede a Mosca, avrebbe cercato di danneggiare i concorrenti ingannando i loro antivirus, facendo classificare file benigni come dannosi.
Lo dicono due ex dipendenti in esclusiva a Reuters. Hanno affermato che la campagna segreta era mirata nei confronti di Microsoft Corp, Avg Technologies Nv, Avast Software e altri rivali, ingannando i software li invitava a eliminare o disattivare file importanti sul Pc dei rispettivi clienti.
Alcuni degli attacchi, hanno precisato i due ex dipendenti, sono stati ordinati dal co-fondatore di Kaspersky Lab, Eugene Kaspersky, in parte per vendicarsi contro i rivali più piccoli che scimmiottavano il suo software invece di sviluppare una propria tecnologia.
"Eugene considerava questo un furto", hanno detto le due fonti, che hanno chiesto l'anonimato. Kaspersky Lab ha fortemente negato di aver ingannato i concorrenti classificando file puliti come dannosi, i cosiddetti falsi positivi.
"La nostra azienda non ha mai svolto alcuna campagna segreta per ingannare i concorrenti a generare falsi positivi e danneggiare la loro posizione di mercato", ha detto Kaspersky in una dichiarazione alla Reuters.
"Tali azioni - ha aggiunto - sono immorali, disoneste e la loro legalità almeno discutibile".
I dirigenti di Microsoft, Avg e Avast avevano precedentemente detto a Reuters che ignoti, negli ultimi anni, avevano tentato di introdurre falsi positivi. Ma contattati questa settimana non hanno fornito nessun commento sulla questione. La società russa è uno dei più popolari produttori di software antivirus e vanta 400 milioni di utenti e 270mila clienti aziendali.
Link
Nel dubbio che fai? (Con)segui con passiva(mente).
Di quanti "falsi" sei contornato/a?


Come mai un territorio "a (f)orma di penisola" (bagnato per tre lati, su quattro, dal mare) deve (im)portare pesce dall’estero?
Nei primi tre mesi del 2015 sono stati importati in Italia oltre 233 milioni di chili di pesci e crostacei, molluschi e altri invertebrati acquatici con un aumento del 3 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, secondo un'analisi Coldiretti Impresapesca su dati Istat…
Link
Che cosa significa a livello frattale? Che esiste una (di)pendenza verso l’ester(n)o…
Un piano inclinato (di)verso da quello che all’apparenza sembra:
un territorio che si (s)copre carente di risorse naturali, seppure panoramica(mente) (in)quadrabile in un contesto del tutto differente ed opposto:
  • come può tutto questo “mare”, tutta questa acqua con tutta la Vita (con)tenuta, non essere in grado di soddisfare le esigenze “culinarie” della popolazione ivi (ri)com(presa)?
Non esiste un equilibrio, in natura? O, meglio, perché gli equilibri risultano tanto sconvolti (in equilibrio diverso rispetto al "reso pubblico"), rispetto ad una certa “logica”, che sei tenuto/a poter pensare allor(quando) osservi con fare sufficiente(mente) di(staccato)?
Con la globalizzazione, il piano in(clinato) del reale manifesto, ha preso altra f(orma):
  • ecco che, ad esempio, dalla Cina (un "oriente" che non è una vera novità storica) iniziano ad arrivare prodotti a basso costo d’ogni tipo
  • andando a modificare i “confini di quello che sai, rispetto a quello che vedi e a quello che puoi”.
L’Italia diventa, dunque, una zona con migliaia di coste marittime che... “non sono sufficienti per sfamare il desiderio ittico della popolazione”
In tutta questa “logica” ed in tutta questa “apparenza”, come puoi meglio “sopportare” le definizioni altrui, che ti ®aggiungono (or)mai ovunque?
Le definizioni “falso negativo” e “falso positivo”, che cosa indicano tra le righe?
La (com)presenza di un “falso”, ossia, di una “deviazione”…

L'affaire Strauss-Kahn sarà un film per la Warner Bros.
Lo scandalo sessuale che nel 2011 coinvolse l'economista e politico francese Dominique Strauss-Kahn sta per diventare un film per la Warner Bros., che avrebbe preventivamente accolto la sceneggiatura di Ben Kopit intitolata "The Libertine". A riportare la notizia è il sito di The Hollywood Reporter.
Strauss-Kahn è stato il direttore generale del Fondo monetario internazionale fino al maggio 2011, quando fu arrestato per tentata violenza sessuale in seguito alle accuse per aver aggredito una cameriera d'albergo a New York.
L'affaire Dsk era già stato portato sul grande schermo da Abel Ferrara lo scorso anno, che aveva diretto "Welcome to New York", film drammatico ispirato alla vicenda di Strauss-Kahn, con Gérard Depardieu nei panni del protagonista e Jacqueline Bisset in quelli della moglie.
Link
Fiction, “basata su una storia vera. Ma… “vera, secondo quale prospettiva”?
Ciò che è successo a Strauss-Kahn è paragonabile ad una slavina, che ti colpisce con l’intelligenza di un “missile teleguidato” o… ad (in)seguimento.
Che cosa è “vero” in tutto ciò? Quello che si omette, ossia, ciò che ha (s)mosso le acque, spazzando via un po’ di intonaco dalla facciata del palazzo del potere, così, per ri(strutturarlo) un po’.  
Per darti l’impressione che esista la giustizia e che sei in un rea(m/l)e ciclico che, complessiva(mente), pro(cede) verso una direzione di “pace, ordine e benessere”… quando, in(vece), sai benissimo che:
  • squadra che vince non si cambia
  • che lo status quo è qualcosa che dura sino a quando non cambia nella sostanza, la situazione di (s)fondo, alla base, nella “verticità del centro”.
 
Grande concentrazione di massa (Dominio). Dal suo terzo stato, "lato proprio"...
Ossia, proprio ciò che non (ac)cade mai “qua, così”, essendo il Dominio più che stabile (d)entro (al)la propria rotazione sul posto ed attorno all’intero reale manifesto. Qualcosa che “non si attacca né alle pareti, né al fondo” ma che, all’opposto… “attacca tutto e tutti” senza destare il minimo sospetto.
La “pace” che guarda al Mondo intero, lungo la direzione intra(presa) da molto tempo e raccontata dalla “storia deviata”, è qualcosa che ha la consistenza dell’oblio, dell’(in)canto, della tossico (di)pendenza, del letargo derivante da una fonte radioattiva…
Una “pace” costituita, in(vestita) e (ri)vestita… d’altre fattezze.
Qualcosa di molto simile a:
  • un impero non apparente, senza la necessità di vessilli “(di)stesi per i quattro venti”.

Le notizie "1" e "3", come sono collegate tra loro?
La frattalità espansa “parla sempre chiaro”… se hai orecchie per intendere:
un’ondata di caldo non è una minaccia "pari impatto" per la salute; essa discrimina gli anziani, i poveri, le persone con malattie croniche, e la gente che assume alcuni farmaci che rendono più difficile per loro regolare il calore del corpo.
A maggior rischio di colpo di calore sono persone con mobilità ridotta che soffrono di malattie cardiache, asma, o diabete, così come le persone che non hanno accesso a aria condizionata, e coloro che hanno problemi di alzarsi per aprire la finestra o ricordarsi  di bere acqua.
Dove si vive in città, la città  fa la differenza.
Le persone con le case vicine a distese di asfalto nero che sembrano girare in aria increspature ondulate, sono a rischio più elevato. Asfalto, metallo, cemento intrappolano più calore, trasformando alcuni luoghi in "isole di calore" con temperature fino a 10 gradi più calde rispetto alle aree circostanti.
Gli studi dimostrano che in alcune città, tra cui New York City, le isole di calore urbano più rovente tendono a verificarsi nei quartieri più poveri. Tali quartieri in genere hanno poca o nessuna vegetazione e alberi, e più superficie coperta da strade ed edifici scuri.
A peggiorare le cose, molte persone che vivono in questi quartieri non hanno i condizionatori d'aria o ventilatori, esaltando quindi  il rischio di colpi di calore o di morte. Al contrario, quando il clima è caldo, le persone che vivono in luoghi che possono disperdere il calore con alberi frondosi, bacini idrici nelle vicinanze,  parchi, hanno maggiori probabilità di evitare gli effetti peggiori del calore.
Prepararsi  per un futuro aumento della temperatura.
Dal 1900 ad oggi, le temperature sono aumentate in media di 0,25 gradi per decennio a New York City. Ma anche nelle nostre città
Ciò significa che la temperatura oggi nelle nostre metropoli (Roma, Milano) è oltre due gradi in più di quanto non fosse un secolo fa.
E l'invecchiamento della popolazione (il 21 per cento dei residenti della città di New York ha più di 65 anni) rende più difficoltoso l'adattarsi al calore. Più di 300.000 anziani vivono da soli, e quasi il 40 per cento di loro hanno almeno una disabilità.
Gli esperti  della salute si aspettano che la calura estiva diventi via via una minaccia crescente per la salute dei cittadini delle grandi città nei prossimi anni...
Link
Un’ondata di caldo non è una minaccia "pari impatto"… essa discrimina.
Solitudine, abbandono, disabilità sempre più diffuse (nonostante i “passi da gigante “della medicina moderna)… indicano chiara(mente) che:
vivi in un ambiente dalla (f)orma “determinante”, ovvero(sia)... "qua, così"... ingiusta, a “due pesi e due misure.
Qualcosa che s’emana da un vortice, che deve esistere per forza di cose, essendo il "caso", semmai, uno strumento e non una variabile indagabile come se stessi pro(cedendo) nella lettura di una fiaba destinata ad un infante.
Più di 300.000 anziani vivono da soli, e quasi il 40 per cento di loro hanno almeno una disabilità (ad esempio, ai sensi della riscossione/peso della pensione, quanto fa comodo ad uno Stato, il fatto che tante persone siano "messe così"? Quanto la loro "prospettiva di Vita" ne risente? Quanto, i diversi sottopoteri del Dominio, si contendono e spartiscono queste Vite? All'industria medica "serve" che tu viva sempre di più "da ammalato/a". All'industria Stato "serve" esattamente il contrario? Quali "contratti" le collegano tra le righe? A quali accordi sono giunte?).



Atletica, studio Wada: "Un terzo atleti dopati mondiali Corea".
Su 1.800 atleti che parteciparono ai campionati del mondo di atletica di Daegu nel 2011, un terzo era dopato.
È il risultato scioccante di una ricerca della Wada, che è stato reso noto dal Sunday Times. Sempre secondo il quotidiano però, la Iaaf, ovvero l'Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera, impedisce di diffondere lo studio.
Dalla ricerca si evince un ricorso al doping quasi sistematico, gli stessi atleti infatti confessarono di aver fatto uso di sostanze proibite nei 12 mesi precedenti all'evento in Corea del Sud.
L'università di Tubinga, in Germania, che ha condotto lo studio punta il dito contro l'Iaaf:
"hanno ritardato senza dare spiegazioni la pubblicazione".
Link
Che cosa è veritiero? Che cosa celebri ciclica(mente)? Che cosa s’annida nella necessità auto imposta del doping? Quali “scommesse” si annidano oltre alle fattezze lusinghiere delle leggi, dei regolamenti, dell’istupidimento globale, delle organizzazioni “senza scopo di lucro”?
Il pesce puzza dalla testa”. Ma, esatta(mente), “dove si trova questa testa”?


"Nella storia pesa la violenza dei prepotenti, l'orgoglio dei ricchi, la tracotanza dei superbi". Papa Francesco ha fotografato così la situazione dell'umanità, nel breve discorso prima dell'Angelus di Ferragosto…
Link
Ergo:
  • anche Papa Francesco “legge SPS”

"Magia".
Quanto sono (inter)connesse le prossime due notizie (realtà manifeste)?
Calcio scommesse. Palazzi scagiona Lazio e Mauri: chiesto il -3 per Genoa e Lecce.
La Procura federale ha disposto l'apertura di un nuovo procedimento per Lecce-Lazio e Lazio-Genoa del maggio 2011 ma a sorpresa ha disposto l'apertura di un nuovo provvedimento solamente per i pugliesi e i liguri che rischiano una penalizzazione di 3 punti per responsabilità oggettiva.
Possono tirare un sospiro di sollievo la Lazio e Mauri che dopo lo svincolo può trovare una nuova sistemazione
Link
"Sono un consigliere del comitato di presidenza della Figc”...
Anzi:
Non sono solo consigliere federale, ma molto di più”.
Claudio Lotito
Lotito, autorevole dirigente della Figc".
Link
Leggi, ai due link segnalati, "dove si trova" Lotito e quante/quali persone “anonime” compongono i vari “organi di giustizia presso la Figc”:
  1. link
  2. link 
E (ri)corda che “l’alto, comanda sul basso” in un ordinamento gerarchico

(L'oca)ndina ritirata (tutto... purchè se ne parli".
Per finire e tanto per cambiare, un po’ di sostanza e “carne sul fuoco”.
Un'intercettazione telefonica nell'ambito di un'inchiesta su corruzione e infiltrazioni mafiose nella Lega Pro rivelerebbe che Claudio Lotito, oltre a ricattare i vertici della Lega Calcio, sarebbe - insieme ad Adriano Galliani - coinvolto nella Infront, società che gestisce i diritti televisivi della Lega Calcio e più o meno direttamente controllore di Lazio, Salernitana, Bari e Brescia…
Link
È proprietario di due imprese di pulizia, un'agenzia di vigilantes e un'altra di catering, che sul finire della Prima Repubblica si procuravano gran parte del fatturato aziendale grazie agli appalti degli enti locali e delle società a controllo pubblico:
regione, provincia, comune, le unità sanitarie locali, gli ospedali…
Arresto per appalti.
Nel 1992 viene coinvolto in un'inchiesta della magistratura sugli appalti della regione Lazio ed in seguito arrestato in compagnia di un funzionario della Regione Lazio che, secondo i magistrati, rivelava all’imprenditore i coefficienti di massimo ribasso necessari ad aggiudicarsi la gara da 27 miliardi di lire per le pulizie nel triennio 1992-1995.
I magistrati ritenevano anche che fosse socio occulto delle imprese vincitrici per favorire le società vicine ai partiti
Link
Processo penale: prescrizione.
L'8 novembre 2011, nell'ambito del processo penale relativo allo scandalo di Calciopoli, è stato condannato in primo grado dal Tribunale di Napoli 1 anno e 3 mesi e 25.000 euro di multa
Nel marzo del 2012 la condanna passa a 18 mesi di reclusione e a 40.000 euro di multa…
Il 17 dicembre 2013 la Corte ha preso atto per Lotito e Della Valle della intervenuta prescrizione, come richiesto anche dalla Procura…
Aggiotaggio e ostacolo agli organi di vigilanza.
Il 3 marzo 2009 Claudio Lotito è stato condannato in 1º grado a due anni di reclusione per aggiotaggio e ostacolo all'attività degli organi di vigilanza sui titoli del club biancoceleste.
Nel gennaio 2014 il reato di aggiotaggio è prescritto, mentre la pena per l’omessa alienazione di partecipazioni dovrà essere rideterminata dalla corte di appello di Milano per decisione della Quinta Sezione Penale della Corte Suprema di Cassazione, la decisione vale per entrambi gli imputati Claudio Lotito e Roberto Mezzaroma…
Link
Per la Lazio viene confermata la sentenza d'appello che revocava la retrocessione all'ultimo posto del campionato 2005-2006 condannando la società biancoceleste a 30 punti di penalizzazione, mentre i punti di penalizzazione da scontare nel campionato di Serie A 2006/2007 passano, dagli 11 previsti dalla Corte Federale, a 3
Link
Ment®e il “luogo comune calcistico” recita da sempre e solo:
  • famiglia Agnelli – Juventus
  • ingiustizia…
Qualcosa av(viene) tra le righe.
Ciò è frattale ed “in linea” con il “vertice inosservato che Domina incontrastato”, essendo tutto “ad immagine e somiglianza” della… “testa marcia”. Alias...
che irraggia se stessa ovunque, ubiquamente ed in leva wireless o non localmente:
le “qualità di Dio” sono pressofuse in un “totem”, da adorare “come se”
non fosse umano, quanto te.
Per questo:
sai sempre così… “poco
la “tua” visione ha sempre una prospettiva così… “parziale”.
“Poco e parziale” rispetto a… “chi/cosa”?
A "Dio", ossia, al D(omin)io.

"Pietà" di Michelangelo.

Anche se, “la mano dell’artista che anima il grezzo legno/marmo, è tale da compiere il miracolo di renderlo pressoché ‘vivo’”.

Un messaggio sottile che... se “parli frattale”, è tal(mente) chiaro da essere al contempo, anche, un messaggio univoco, un laser, la lama di un coltello affilato:
  • il dito che indica la Luna
  • e tu che la osservi.
Meditaci “sopra”… (meglio a tuttotondo, con te nel tuo terzo stato, “lato proprio”).
 
Il Dominio è "la discriminante".
  
Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2015/Prospettivavita@gmail.com