venerdì 24 gennaio 2014

È già avvenuto.


 

Roubini: i nuovi fantasmi creati dalla Fed
Link

La Fed come un “generatore d’onde di forma”? Certamente, non può essere che così. 
Ogni scena, ogni inquadratura deve emanare leggerezza e calma. Il film come forma che tende alla chiusura, ma allo stesso tempo tende a rompere gli argini:
diventa significativo proprio nelle fessure degli argini, dove qualcosa sfugge.
Wim Wenders
Che cosa "sfugge"? Ciò che "trova... ma non si ri(trova)" (con conseguente generazione di loop simili)...

In SPS si va oltre ad ogni apparenza, dritti al Cuore funzionale/frattale delle “cose”. Gli inganni, tesi all’apparenza, si svelano e sciolgono come neve al Sole. A questa “danza” manca solo un fatto centrale. Quale? L’incarnazione del “fattore prova”, ossia:
quella sorta di “credibilità” presso la Massa, che è in grado di convincere la stessa, di essere dentro ad un gio(g)o, che la utilizza come leva per muovere ogni ingranaggio del cosiddetto “Sistema” o, meglio definisce SPS… (Anti)Sistema.

Ma... non solo, perchè... c'è di più!
Le “autorità” o le “istituzioni”… sono costituite, per quanto riguarda la loro controparte fisica, da “esseri umani”, che lavorano senza memoria né senso diretto della loro “provenienza Massiva”, per i quali difficilmente qualcosa vale più della loro certezza, derivante dall’occupazione di posti cardinali e garantenti potere, denaro, privilegi e, dunque, un possibile roseo futuro.
Questo è il prezzo che hanno pressoché tutte le persone.
Questa è la verità scomoda, che risiede “dentro” ad ogni persona.
Questo è il motivo centrale, per il quale l’(Anti)Sistema prospera sulle spalle della Massa.
  
Non importa chi sarà colui/colei, che verrà “votata/scelta” per ricoprire “posti importanti, di rappresentazione della Massa”; non importa, perché una volta giunti nei “palazzi del potere”, questi (ri)condizioneranno, attraverso la tentazione, l’imitazione, etc.; ogni nuovo "venuto" (allo stesso modo del processo di “nascita”, che continua l’opera di ipnosi, che inizia già nel momento della sola idea del concepire una nuova Vita).

Il potere centrale, il cui vertice è non apparente (Nucleo Primo), si autoregola ricorrendo ad una conoscenza ora drenata dalle 3d (vantaggio) e da quell’anticipo basilare, derivante dalla propria posizione ufficialmente “non esistente”, che permette di programmare indisturbato ogni singolo step di rafforzamento e prosecuzione del proprio potere millenario, improntato sulla forma d’onda della sopravvivenza e della paura, di cui si nutre per “andare avanti” (forma di "ignoranza")...
  • le paure degli umani (Massa) derivano dalla forma d’onda proiettata sul Mondo 3d intero
  • le paure degli umani (Massa) non sono "di tutti gli umani", eppure vengono vissute ed “abitate” (con tutte le conseguenze del caso), praticamente, da tutti gli umani 3d.
Allo stesso Tempo… nulla avviene per caso, infatti, ad un livello superiore (verticale)… le paure che, ad un livello inferiore sembrano ingiuste, derivano effettivamente da una propria sfera d’azione emanante (radiazione). 

La “giustizia” è un qualcosa di inafferrabile, in un contesto simile, caratterizzato da “ambienti” con senso variabile in funzione del livello e del grado, tramite i quali inconsciamente si inquadra la situazione.
Nessun giudizio, quindi… perché “si è tutti peccatori”.
Il senso complessivo, derivante dall’osservazione superiore, è:
il compiere un cammino il più possibile “distaccato” da ogni forma di apparenza, che avvolge ed ammalia ad ogni livello e grado della Creazione. Una scala sensoriale che giunge sino al massimo livello (Dio) di contenimento, ma che si ferma al massimo livello di radiazione (Creatore), passando per la “logica fuzzy” incarnata da ogni singolarità, che sfugge da qualcosa che funzionalmente dovrebbe (ri)comprendere, prima o poi.
La mente, nella attuale configurazione, risente delle limitazioni dell’essere appartenenti/installati in un “reame di mezzo”, ritenuto come unico e definitivo, nel quale l’atto del morire corrisponde alla fine dei gio(g)hi (quasi come una liberazione, accolta però sempre con paura; un paradosso tra libertà ed ulteriore carico zavorrante. Un’altra forma di terzo stato ma... trattenente/negativo)…
Occorre essere consapevoli che il “mezzo mentale”, in questa “forma”, non è in grado di giungere ad abbracciare il valore massimo di apertura della Creazione. Lo potrebbe fare se la singolarità adottasse metodologie vicine alla legge di Analogia Frattale, che permette – a partire da qualunque situazione in cui si versi – di (ri)comprendere l’intero senso del “puzzle”, del quale si è tasselli e senso funzionale.
Ciò significa che, agendo da uno stato di “1 e 0” (terzo stato quantico dell’essere), è possibile interfacciarsi con la Creazione (di qualsiasi livello od ordine), al fine di "downloadare" le dirette informazioni relative al “conosci te stesso” (nel quale ri confluisce ogni senso, anche panoramico e multi prospettico). 
Il terzo stato costituisce, per livelli ed ordini, la “colonna vertebrale” del “Tutto 3d ed oltre” (oltre orizzonte).
È da un simile “essere”, che si "è" autenticamente “vivi/esistenti”, Sovrani, Centrali, Consapevoli e Presenti.
L’umano, come del resto ogni “forma” 3d (rimanendo alle sole 3d), emette “strutture d’onda multifunzionali” (strutturate e nidificate secondo la complessità nativa dello Human Bit, all’interno di piani di contenimento regolati da serie di leggi biodiverse, che a volta risuonano come paradossali… se non correttamente inquadrate nella giusta prospettiva quantica).


L’immagine derivante dall’opera incisoria “primitiva”, ritrovata ad esempio in Valle Camonica, rende molto bene questa “idea di emissione d'onda di forma” (anche se l’origine di una simile immagine è relativa a tutt’altro significato. Anche se tale immagine è un falso, non importa, perché è sincronico il messaggio aviotrasportato; talmente sincronico da utilizzare qualsiasi possibilità vettoriale di irraggiamento, quando l’irraggiamento è, ovviamente, in uno stato di “richiesta” sufficientemente forte/autorevole, da diventare un comando a cui non ci si può opporre in alcun modo, essendo le singolarità delle entità Creatrici, ossia… quando esse risiedono in pianta stabile all’interno del terzo stato).
Per forma d'onda si intende il profilo generato, su un piano cartesiano, dalla misurazione di un segnale rispetto a due grandezze che lo caratterizzano… Per generare fisicamente una forma d'onda solitamente si fa ricorso ad un apposito generatore di forme d'onda, dove oltre a scegliere la "forma" (quadra, triangolare, sinusoidale, ...), si può scegliere la frequenza e la sua ampiezza…
Link
Il “generatore di forme d’onda” è l’essere umano (per semplificazione), che immemore viene utilizzato da un potere che “non esiste”, al fine di auto mantenere le condizioni d’ambiente, ottimali per la prosecuzione di un qualcosa che “non esiste” (inconsapevolezza)...

Ciò che lasci viene preso

Un generatore di forme d'onda o generatore di funzioni o formatore d'onda è uno strumento elettronico in grado di generare segnali di diversa forma, solitamente le forme d'onda più comuni sono: sinusoidale, simil-impulsiva, onda quadra, rettangolare, rampa, a dente di sega, triangolare, a gradini, ecc.

Il generatore permette di agire su parametri quali la frequenza, l'ampiezza e l'eventuale duty cycle del segnale…

Tutti questi segnali trovano larga applicazione in generale nei circuiti elettronici ed elettrici. I segnali impulsivi e le onde quadre sono impiegati per il comando di trigger o per fornire il clock ad altri circuiti…

Altri significati.
Un altro tipo di generatori di forme d'onda sono quei sistemi in grado di generare un'uscita proporzionale al segnale in ingresso secondo alcune funzioni matematiche
Per esempio, l'uscita può essere proporzionale alla radice quadrata dell'ingresso. 

Questi dispositivi sono utilizzati nei sistemi a controreazione e nei computer analogici. Un generatore di funzioni realizzato su circuito integrato monolitico con sigla ICL8038... può essere impiegato per generare un'onda triangolare, una quadra, una a dente di sega e finanche una sinusoidale, tutte contemporaneamente
Link 
 
Sincronicamente:
  • tutti questi segnali trovano larga applicazione in generale nei circuiti elettronici ed elettrici…
  • sistemi in grado di generare un'uscita proporzionale al segnale in ingresso secondo alcune funzioni matematiche…
  • un generatore di funzioni realizzato su circuito integrato monolitico… può essere impiegato per generare… un’onda… (o)  tutte contemporaneamente…
  • questi dispositivi sono utilizzati nei sistemi a controreazione
Ossia:
  • le 3d sono la quintessenza frattale di un “circuito elettronico/elettrico” (abbiamo visto nei giorni scorsi, come le 3d siano il circuito primario neutro, (ri)programmato dal un circuito secondario attivo, senza per questo che le 3d perdano del tutto il senso funzionale della loro progettazione/senso funzionale, che è e rimane sempre quello di costituire un substrato denso per fini di auto educazione ed esperienza/conosci te stesso)
  • le 3d, nella loro veste di circuito secondario, costituiscono un insieme controllato, che agisce in/su se stesso, eccitandosi in maniera adeguata al fine di generare un "risultato", altrettanto adeguato e, certamente in questa forma Massiva, non comprensibile dalla Massa (ad uso e consumo di qualcosa che funge da principio di controllo, in maniera non osservata/registrata come tale, dalla Massa)
  • le 3d funzionano a livello locale e non locale, per cui il loro funzionamento e la (ri)lettura di quello che vi accade, risulta quantomeno sfuggevole, per quelle singolarità che sono preda dell’incantesimo pregnante
  • le 3d sono un “sistema a controreazione”,  ad un dato range di livelli ed ordini.


Tale legge di controllo viene detta a controreazione (o ciclo chiuso) in quanto dipende dal valore del prezzo p(k) e viene generata sia sulla base della conoscenza dei parametri del sistema e del valore desiderato p, che del valore attuale dell'uscita p(k) del sistema che si vuole controllare, come mostrato in figura 1.2…

Mediante leggi di questo tipo è quindi possibile stabilizzare un sistema instabile… È possibile implementare con successo la legge di controllo… solo se si conoscono con esattezza tutti i valori dei parametri del sistema…



Le leggi di controllo u(k) sono… generate da un sistema dinamico del primo ordine il cui ingresso è l'errore e(k). Tali leggi non richiedono la conoscenza del valore dei parametri... e sono tali, come vedremo, da portare il prezzo p(k) al nuovo valore di equilibrio p…
Link
Conoscendo l’errore, L’(Anti)Sistema corregge se stesso, attraverso l’azione su tutte le sue componenti (anche le singolarità, cioè, anche te). Qual è questo “errore”, che il Nucleo Primo conosce? Ciò che ha decretato le criticità delle passate forme di “controllo” sulle/nelle 3d, che ad esempio le quattro glaciazioni globali (reset) hanno “congelato frattalmente” nel corso della storia Planetaria 3d.
L’errore, il Nucleo Primo lo conosce già. La nuova forma di controllo tiene contro retroattivamente di un simile “errore”, rinnovandosi ancora più totalmente attorno ai fulcri delle singolarità, sempre più sotto ad incantesimo!

Retroazione e Controreazione...
 
 In fisica e automazione la retroazione o retroregolazione (feedback in inglese, ma usato spesso anche in italiano) è la capacità di un sistema dinamico di tenere conto dei risultati del sistema per modificare le caratteristiche del sistema stesso
Il terzo stato incarna il “controllo a retroazione”, dunque. Per questo motivo è stato cancellato apparentemente dal mix delle opzioni 3d. Il Nucleo Primo versa in un simile stato, dal quale è possibile bypassare il concetto di Tempo fisico 3d, in maniera tale da poter (re)introdurre la correzione d’errore nell’(Anti)Sistema, che può dunque correggere se stesso attraverso la correzione alchemica/chimica delle forme di Vita contenute e dislocate in maniera intelligente, sensata e strategica, sempre dal punto di vista del prosperare (Anti)Sistemico Nucleare Primo:
sullo sfondo delle singolarità.
Per le singolarità, questo “teatro” costituisce sempre un piano fisico d’esperienza (altro livello di "sfondo"), nel quale il Nucleo Primo impera inosservato/ignorato... perché ritenuto inesistente (strategia funzionale).

Un semplice esempio 3d, frattale. di “correzione d’errore in controreazione”? Eccolo.

Legge delle citazioni.
L'oratio Valentiniani ad Senatum del 426 voluta da Valentiniano III, imperatore d'Occidente, nota come la Legge delle citazioni, recepita più tardi da Teodosio II d'Oriente, è una constitutio principis emanata per risolvere lo ius controversum dovuto all'applicazione del diritto classico in epoca postclassica
Per limitare l' interpretatio delle opere del passato la legge restringeva le opere utilizzabili intorno a cinque autori stimati:
Papiniano, Gaio, Ulpiano, Modestino e Paolo.
Nessun altro autore sarebbe potuto essere utilizzato come fonte in un processo
Link 
 
Il Tempo sembra avere dimostrato l’alternarsi di civiltà ed imperi, nel corso della storia deviata, ma non è affatto così, in quanto… l’impero del Nucleo Primo (globale) ha progettato tutto al fine di onorare le leggi superiori (tutto scorre) sottraendosi, in prima “persona”, al partecipare con presenza ad un simile contesto, ovviamente, divenuto secondario dal proprio punto prospettico.

Armiamoci e partite.
Ciò che "si studia più meno profondamente/vogliosamente a scuola", ad esempio, è una gigantesca immagine apparente, ispirata da “ciò che non esiste, ma c’è” ed ideata/realizzata/concretizzata (apparentemente) dall’opera di ingegneria meccanica eterica della serie di ingranaggi singolari (Human Bit):
controllo indiretto o “wireless” (invasione e cattura degli inconsci umani o della loro “scatola nera”).
Per cui:
tutta la fantascienza, la fiction, le opere umane che narrano del controllo dell’umanità intera, che avverrà in un ipotetico futuro… è già del tutto avvenuto! Tali opere risentono come della “radiazione di fondo", emanata dalle singolarità Creatrici, immobilizzate nella tela del ragno (Nucleo Primo)…
Qualcosa che è già avvenuto e che ora (ri)affiora come in sogno o per ricordo, e che dunque rende apparente/innocua/prevista ogni forma parallela/controversa di "monitoraggio e prevenzione sociale" per opera della Massa stessa (complottismo, contro informazione, etc.), rendendo di fatto “tutto inutile ed in ritardo", perché ciò che si ipotizza è, al limite, già avvenuto e, sorpresa delle sorprese… tutto ciò che si ipotizza/teorizza (si attende) non avverrà (non è avvenuto) mai nel modo che ci si aspetta (è più facile il contrario, semmai)
Il controllo è totale! Così come la totalità è una forma di Presenza, che deve essere ri(centralizzata) attorno/nella singolarità (vertice del proprio vortice).
Allo stesso Tempo, la radiazione di fondo umana (la cui forma frattale è il sogno, ricordo, fantasia, incubo, etc.), non può essere impedita, per cui… tenta, analogamente, di (ri)correggere in controreazione ciò che è già accaduto… ciò che è avvenuto molte migliaia di anni fa.
Nulla è per sempre.

È già tutto avvenuto, quello che si teme per il futuro (in una modalità/forma diversa, rispetto al preventivabile, derivante dalla constatazione attuale).
Non c’è “futuro” nella misura in cui ce lo aspettiamo. È tutto veicolato atemporalmente…
È questo il significato intimo di tutta l’opera orientale (e non solo), che afferma che “l’umanità vive in un sogno”:
l’umanità vive in uno stato di ipnosi incantesimale e ciò che s’emana da lei è un “sogno”, che tenta di (ri)correggere lo stato del “Sistema” (che è divenuto Anti-Sistema, ossia, ribaltato polarmente).
Da questo punto prospettico… il Tempo non esiste (o, perlomeno, il Tempo 3d, soprattutto nella sua forma deviata/artificiale)


I Pitoti, immagini preistoriche incise picchiettando sulle grandi rocce modellate dai ghiacciai, diventano parte di una grandiosa metafora cinematografica che vede le incisioni come i fotogrammi di un film proiettato nel vasto “cinema-auditorium” costituito dal paesaggio circostante. 
Il progetto prende poi spunto da questa metafora per stimolare nuovi sviluppi nel campo della ricerca.

I colpi di picchiettatura sulla roccia, o “pexils”, si possono paragonare ai pixel delle immagini digitali. L’applicazione di questa idea apre le porte all’ uso delle tecniche digitali per riportare in vita le statiche immagini preistoriche:
fotografia digitale, cartoni animati, fotografia time-laps, scansioni laser e stampe 3D, analisi acustiche in ambiente, “Panorama”, “Ambient Cinema” e un videogioco…
Link 


Sulle rocce di questa valle della provincia di Brescia, che si estende per circa 90 chilometri dal lago d'Iseo al passo del Tonale, gli antichi Camuni, insediatisi in questa zona circa 10 mila anni fa, impressero oltre 350 mila incisioni, a partire dal neolitico e fino all'età del ferro. Raffigurano scene di caccia, di lavoro, di culto, simboli solari, armi e la famosa "Rosa camuna", scelta come simbolo della Regione Lombardia
Link 




Una “incisione” non è in rilievo. Certo, esiste sempre una spiegazione per ogni stranezza, infatti, tramite programmi appositi, si può applicare un “effetto” ed invertire la profondità dell’osservato. Ok?
Bene: applica questa verità, allora, alle intere 3d e giungerai molto vicino all’osservarle per veramente come sono.
Come sono? Beh… sono “ribaltate”!


Vorrei, a questo punto, dopo una grande “emozione” come quella appena vissuta… portare la tua attenzione su certe analogie, a partire dalle incisioni rupestri stesse; dagli “omini” che sembrano avere ispirato Keith Haring, al “ragno di Nazca”, al campo magnetico terrestre, all’uomo vitruviano… 

Ecco le immagini. Divertiti, traendo tu talune risultanze “oltre orizzonte”:


Somiglianza tra ragno di Nazca e campo magnetico terrestre...
Link
Tutto, nelle 3d, è (ri)assorbito, “corroso”… per cui tutto progressivamente “torna virtuale” (perché proveniente dalla dimensione del “sogno”, dal quale passa la “radiazione di fondo”, che rappresenta il tentativo umano – ad un dato livello della Creazione – di (ri)correggere il Sistema per controreazione).
Ciò evidenzia “che è possibile farlo”
Ossia, che "una non fisicità è in grado di agire su una fisicità che, evidentemente, segue in ordine gerarchico… la non fisicità". 
E dimostra anche che il Tempo deviato (quello che conosci e segui frettolosamente) è un velo che si può “bucare, oltrepassare, scansare, percorrere, etc.”, al di là di ogni limitazione fisica di carattere abitudinario (paradigma credo operativo).
Supermercati virtuali, la spesa si farà così
Link 
 
Il manager che ha reso ricco Grumpy Cat.
Ben Lashes è l'uomo che ha trasformato il gatto più famoso in rete in un vero business miliardario: ecco come ha fatto.
Grumpy Cat ha grandi progetti: il Saturday Night Live e un tour promozionale per pubblicizzare il suo libro Grumpy Cat: A Grumpy Book. 

Questo felino non è più un semplice animale domestico, bensì un vero e proprio business a sei zeri. Per chi non lo conoscesse, Grumpy Cat è il gatto dall'espressione perennemente corrucciata di Tabatha Bundesen, 28 anni. Tabatha ha una figlia, Chrystal, che ha inventato il nome con cui ora è noto l'animale. Questo gatto è diventato un meme su internet grazie ad una foto scattata e postata da Bryan, fratello di Chrystal. 
Dopo aver totalizzato un milione e mezzo di visualizzazioni in 36 ore, i Bundesen hanno capito che avevano bisogno di un manager. E hanno chiamato Ben Lashes…
Per chi non avesse familiarità con questa parola, il meme è un elemento che si diffonde in rete in modo completamente autonomo e non sempre controllabile, grazie ad un affinità culturale e sociale con gli utenti di Internet

È possibile fare previsioni sul futuro del business dei meme online? Secondo Lashes no: 

è proprio nel momento in cui si cerca di fare previsioni che il web spiazza i cosiddetti esperti

Meglio continuare a seguire un metro infallibile: 
se ciò che si vede è divertente, allora può diventare un meme di successo.
Link 
 
Se ciò che si vede è divertente, allora può diventare un… successo.
  • respirato in uno stato 0 o 1, questo ritornello/verità, assume una forma “bassa”.
  • respirato in uno stato 0 e 1, questo ritornello/verità, assume una forma “alta”.
È sempre “vero”, ma le correlazioni con la “possibilità” sono ampiamente diverse (peso specifico).
È un fine settimana importante, questo:
che darà modo di ri(elaborare) ogni concetto derivante da forme "astruse" di intendere ogni “sapere” esterno e manipolato, scaturente da ogni fonte e Tempo passato (unificati dalla stessa “mano”, che provvede a correggere tutto, affinché l’umanità sia e rimanga isolata ed in “cattività”).
  • tutto quello che gli umani ipotizzano/temono… è già accaduto
  • tutto quello che gli umani cercano di evitare, affinché non accada quello che ipotizzano/temono… non accadrà nella forma immaginata, anche a livello di scienza deviata.
Mentre si è impegnati a cercare di evitare il peggio, questo è già avvenuto da Tempo considerevole e si sta "muovendo ancora" (radiazione di fondo) nei reami dei vortici della gerarchia...
È tutto simbolico il messaggio che nasce, anche indirettamente, come una forma di radiazione parlante, un idioma che non si capisce…
L’umanità imprigionata… “sogna”. E il motivo per il quale sogna è che è… “imprigionata” (vertice del vortice. Loop)...
Questo sogno trova il modo di “scrivere attraverso simbolismi frattali”… ciò che è accaduto.
Questo sogno è evidentemente una richiesta di “auto aiuto”.
Siamo noi che troviamo noi stessi: quando lo/ci capiremo? Prigionieri di noi stessi... con forme di "carnefici apparenti/non apparenti", che fungono da capri espiatori (esperienza)... sullo sfondo di noi stessi (singolarità per singolarità e d'insieme)...
 

Sono ripartito da me stesso, perché “Tutto… Dipende da me". 

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.