martedì 30 luglio 2013

Tutto ha un inizio ed una fine apparente.


 

Il tempo fa le pietre e poi le divora.
Proverbio italiano

Nello stralcio tratto dal Corriere della Sera del 29 maggio 1992, è possibile notare come l'atmosfera respirata/emessa dalla classe politica ed imprenditoriale italiana, sia rimasta pressochè inalterata, rispetto ad un certo "non fare" tipico di un Paese paralizzato come dal morso di un potente predatore (serpente).

Il "rigore" era già di moda anche allora. E la cosa più imbarazzante è che... un simile modello è, in realtà, sempre rimbalzato da generazione in generazione, rinnovandosi solo nel modo di raccontarlo/proporlo, piuttosto che nella sostanza.

Nascendo in una qualsiasi forma di società è inevitabile esserne "caratterizzati". Il processo di “maturazione dell’individuo”, che giunge solo dopo alcuni anni dalla nascita, risente del processo di “civilizzazione” (paradigma), tuttavia qualcosa di assolutamente unico e personale, di legato esclusivamente alla propria “storia”, rimane. 

La biodiversità è come un mantello che protegge il raccolto dalla grama figura di un unico destino senza accenti né apostrofi.

Vige, nella società, anche qualcosa dall’effetto neutralizzante, molto simile all’oblio o alla caduta nella sfera del sonno:
una forza diluita nell’aria, che non necessita più di una presenza fisica e manifesta, resa unica dal fatto che gli umani respirano tutti quanti la stessa sostanza invisibile, a cui credono anche senza poterla vedere né tastare.

Ci sono giorni in cui la veglia, l’essere svegli alla luce del Sole, è più difficile. Come mai? È solo “stanchezza”? 

Che cosa penseresti se venissi a sapere che nella “rete umana” può circolare della sostanza simile alla droga, inoculata artificialmente? 

Che questa sostanza viene risvegliata a partire dalla tua organicità, ossia, che questa sostanza è direttamente presente in loco, dentro di te, perché sei tu che la crei ma, in maniera indiretta e “vettorializzata” da un punto esterno del tuo complesso...

Un… programma che vi consentirà di vettorializzare l’immagine del marchietto, acquisita tramite scanner e di ingrandirla, senza perdite di qualità, fino alla misura finale necessaria per la stampa…
Link 
 
Il riflesso frattale  della “dipendenza dalla droga interiore” trova ampia eco all’esterno dell’individuo, nell’Antisistema, nel quale tutto è specializzato nel replicare lo stato emozionale, percettivo, fisico, mentale e spirituale vissuto dal singolo. La tecnologica Natura, persino, obbedisce ad un simile ordinamento, divenendo “carnivora e pericolosa”
La Paura è il fluidificante del processo vitale di questa realtà 3d
Il Tempo è lo spazio concesso al fine di esperienziare se stessi mediante misurazione del proprio effetto nello scenario predisposto come cartina tornasole del sé. 

Tempo che è ripartito in cicli piegati su se stessi, a vortice, nel replicare e seguire il movimento umano di nascita, morte e reincarnazione. Un movimento che produce inerzia polarizzante, come ad esempio la forza torsionale, che caratterizza ogni corpo immerso nell’atmosfera terrestre.

Tutto ha un momento iniziale ed uno finale apparente…

Che cosa significa essere prosciolti per intervenuta prescrizione del reato?

La prescrizione è un istituto di diritto penale sostanziale (art. 157 e seguenti del Codice Penale) secondo cui il decorso del tempo fa estinguere il reato

L’istituto risponde ad una altrettanto generalissima esigenza di certezze del diritto e della pena: decorso un certo periodo di tempo, lo Stato non ha più interesse a punire… 

Il non doversi procedere per prescrizione è quindi sentenza tecnica, non di merito…
Link 
 
La “tecnica” è una sostanza derivante dal seguire inerziale di un codice applicato alla propria esperienza, ma derivante da esperienza/intenzione altrui (legge).

La “tecnica” svuota di umanità l’umano ed, in questo, rivela una presenza altra, celata oltre all’evidente follia di far dipendere la Vita umana dall’interpretazione soggettiva di leggi codificate ad hoc.

Tutto ciò rivela una presenza non manifesta, ossia, “il terzo che gode tra i due litiganti”.

La superficie del corpo umano è lo specchio di tutto l'Universo.
Qualora la carica di questa placca, invece di essere leggera ed eccitante (+) come è necessario che sia per suscitare l'immagine mentale, sia più energica e paralizzante (++), l'esaminato non può più nemmeno rievocare nella sua mente quella stessa immagine

Link
La “carica” che un individuo immerso nella società, riceve dall’ambiente stesso, è di tipo “paralizzante”, nel senso che… le direttive sociali tendono a schiacciare il diritto Sovrano individuale, mediante consuetudine predeterminata all’origine, ottenendo nel Tempo la conseguente “cancellazione della memoria” senza colpo ferire (++)…

Il sistema è conservativo e ha favorito il mantenimento dello status quo:

uno dei suoi punti deboli è l’iniquità di un sistema che, ancor oggi, finanzia i bassi consumi della collettività (compresi gli utenti più ricchi) e penalizza gli altri (le famiglie numerose e a basso reddito)…
Link

La società è impegnata sempre "a fare altro", per cui perde il senso e la centralità di ogni fatto scandito dal ritmo "colazione, pranzo e cena" a base di “news”

Ne perde le tracce perché “cose apparenti ed insignificanti”. Ne perde le tracce perché, di fatto, pesantemente drogata e non presente.

Le stesse fonti dicono che assieme a quella per l'acquisizione di Antonveneta, sarà chiusa nelle prossime ore anche l'inchiesta sul suicidio del capo della comunicazione di Mps, David Rossi, destinata all'archiviazione
Link 
 
Tutto ha un inizio ed una fine apparente. Le persone vengono usate e gettate quando il momento è più propizio. Quando una verità può contribuire ad evidenziare ciò che è nell’ombra.

Nulla è per caso. Perché per abitudine sei convinto a portare la “fede” all’anulare sinistro? Per i classici motivi storici, riportati nella letteratura allegata ai quotidiani nazionali? Oh no, no per davvero…

Abbiamo visto come ciascuna linea secondaria appartenente ad una banda cutanea assiale o interdigitale sia collegata con un anello, ad uno speciale pensiero e con un altro anello sia connessa con un particolare segmento di un organo interno
Link

L’anello è una forma circuitale di connessione energetica funzionale

Esso chiude o connette “circuiti”, che esistono come piste dimenticate dentro di te.

Se l'esaminato entra in uno stato amnesico (se, per esempio, prova a ricordare ciò che sa di aver dimenticato)…
Link 
 
Provare a ricordare ciò che si sa di aver dimenticato:
un simile atteggiamento comporta una consapevolezza rilevante ed un relativo allargamento della prospettiva. Un ottimo esercizio.

Anulare e annulare. Latino Anularem e Onnularem da An(n)ulus anelloDicesi pure dell’eclissi che copre il centro del Sole, lasciando visibile un cerchio o anello luminoso all’intorno
Link

Ecco quali “sentimenti” passano per la “banda” relativa all’anulare, secondo lo studio e l’esperienza di Calligaris:



Link 
 
Proprio quello che il potere centrale del Nucleo Primo, attraverso una super proliferazione di poteri frammentati e apparentemente indipendenti l’uno dall’altro, ha provveduto a seminare nel tessuto sociale, utilizzando come vettore di trasporto, quel "vuoto" che è stato generato a partire dall'individuo.

Piacere sessuale, per la famiglia, per la patria, per l’umanità e la religione, per la società, per la Natura, per l’arte, per il lavoro

Ecco perfettamente in scena l’intrattenimento che ti lega e ti fa produrre (secernere secrezione) sostanze ipnotiche a partire dalle tue basi organiche; una forma di trasformazione alchemica indotta per il tuo “essere trattenuto”.

Il "motivo infestante", ben replicato anche in Natura, è la colla del debito (ad alto potere intrattenente, incantesimale). La più grande storia scorre sempre anche se al suo interno si formano isole di storia deviata… che, alfine, sono solo dei riflessi d’acqua lavorati dalla luce. 

È da brividi associare lo stato economico della Cina al concetto sterile del debito, eppure, accade. È sempre accaduto e sempre accadrà nell’isola dello scenario 3d di riferimento attuale:

sotto la lente il debito pubblico della Cina.
La Cina inizierà questa settimana una verifica a livello nazionale sul debito pubblico, di cui si occuperà il National Audit Office, poichè la nuova leadership del Partito comunista vuole conoscere quale potrà essere il suo impatto sulla crescita e il sistema finanziario del Paese.

Sotto la lente ci sono i pericoli per l'economia nazionale che derivano dalle scelte di indebitamento dei governi locali e da un ampliamento delle fonti non tradizionali di credito. La nuova leadership ha già fatto il mese scorso un'indagine di questo senso, dopo la decisione della Bank of China di ridurre la liquidità per costringere le banche a gestire al meglio i finanziamenti e il patrimonio.

Il problema del debito dei governi locali è esploso negli ultimi anni ed è fonte di preoccupazione per la crescita del Paese. Il nuovo gruppo dirigente vuole adottare gli interventi più adeguati per risolverlo.

Link 

Se la florida Cina, dicono, è indebitata… a maggior ragione cerca di svegliarti, perché sei davvero in un brutto sogno. Un sogno caratterizzato dalla tua presenza in qualità di "vegetale", da offrire al tavolo dei commensali tra i quali ci potrebbe essere anche la tua parte fisica (società cannibale).

La marea sta cambiando.
Una volta pensavo che il mondo fosse piatto
raramente lanciavo il mio cappello alla folla
mi sentivo come se avessi esaurito la mia quota di desideri.

Una volta guardavo i miei bambini la sera
nel bagliore delle loro lampade di Paperino
e mi terrorizzava il pensiero che i miei piccini potessero bruciare.

Ma, oh, la marea sta cambiando
la marea sta cambiando…

The tide is turning - Roger Waters

La marea sta cambiando? Non c’è vento che possa spingere differentemente, sino a quando la ciclicità Luna Individuo Terra rimarrà inalterata. La Luna si allontana dalla Terra, anno dopo anno… per cui vuoi vedere che

Cosa?

Pensa a lavorare, tu. Non ti interessa veramente il seguito della frase precedente!
Se ti interessasse veramente, saresti vivo e, invece, non lo sei.

Tu hai un “centro”. Wow. Dovresti ripartire da lì.

Dipende da te. 

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2013/Prospettivavita@gmail.com