martedì 25 luglio 2017

Osserva il significato.


Una volta che “una parte” ha scoperto come funziona, generalmente, l’insieme... la stessa parte ne può prendere beneficio, secondo maniere (strategie) che sono letteralmente infinite.
“Qua, così”, mentre la Massa è sempre preoccupata di… sopravvivere (consumandosi nella guerra tra auto impoveriti dentro), “una parte” si approfitta della situazione che, certamente, non si è creata da sé (“ora”, più semplicemente, detta… situazione… è diventata “automatica” avendo maturato radici, passato, memoria e – dunque – rientrando all’interno del più ampio concetto della “faida”, da cui l’auto ripetizione). 
Come al solito, ciò che continuamente tende a sfuggire (ad essere come “ignorat3”), è una vera e propria strategia e, quindi, è proprio una “parte”:
la compresenza immanifesta dominante.

La cui costanza (coerenza) è riflessa, in ogni “caso”, ambientalmente… anche se non te ne accorgi. 
Questa caratteristica frattale espansa è anch’essa un automatismo, ma (ma) di ben altra natura, dato che è collocat3 (e si trova) al livello “a monte”, rispetto al “a valle” di qualsiasi altro s-oggetto (sotto dominante compresa), laddove:
sotto dominante = sotto alla dominante = la forza sottodominante e quella dominante (con “sotto dominante” s’intende – allo stesso tempo – sia la sottodominante che la dominante, ovviamente, sempre rispettando il livello di “a monte”, la gerarchia).
“Ora”, auto orientarti in un simile ambito, non è più naturale (spontaneo), dato il progressivo “peso (credo)” della scienza deviata, asservita al prendere in considerazione la realtà manifesta “qua, così”, da una singola prospettiva che caleidoscopicamente conferisce proprio l’esatta sensazione opposta, di “diversità”
Un collo di bottiglia che obbedisce all’interesse “di parte” e che “funziona” per mezzo del carburante “a termine”… denaro (investimenti). 
Un simile “paesaggio” è al di là di ogni “tua” immanifesta pretesa di inammissibilità al grado di verità. Perché
Perché è “fuori da ogni dubbio” che la realtà manifesta “qua, così” funziona in un simile modo
Non ti basta sapere che la diseguaglianza è globale? 
Quindi, che cosa ne auto desumi? Perché la scienza (deviata) non dovrebbe essere anch’essa… parte del giogo?
Suvvia: “scendi dal pero”.
Gli esseri umani sono in grado di percepire soltanto i suoni che si propagano nell'aria come onde meccaniche di frequenza compresa tra i 20 ed i 20000 Hertz. Al limite inferiore abbiamo gli infrasuoni, al limite superiore gli ultrasuoni; nonostante esistano, non riusciamo a percepire nessuna delle due categorie
Idea Web agosto 2017
Nonostante esistano, non riusciamo a percepire nessuna delle due categorie (un “caso”? No. Di più, un “riflesso” della compresenza immanifesta dominante).
Davvero, credi che la caratteristica frattale (che tanto ammiri, superficialmente, a livello grafico) si esaurisca con/in tutte quelle forme che ti hanno mostrato sin da quando eri “piccol3”? 
Radici, neuroni, strutturazione dei fiumi dall’alto, sistema venoso, etc. perché si “assomigliano”?
Piuttosto, domandati:
che cosa (chi) “ricordano”?
quale situazione?
quale s-oggetto?
Sì perché, è ad un simile livello dell’informazione, che occorre puntare
Come ben sai, ogni livello ha codificate in sé informazioni di “competenza”. E più la tua consultazione è “alta (portante, centrale, consapevole e coerente)” e tanto più l’informazione è “direttamente proporzionale”. 

Pur essendo sempre “appropriata”, l’informazione è sedimentata in fasce, come di “riservatezza”. 
Non tanto perché siano segrete, quanto perché è la caratteristica di memoria frattale espansa che s’interfaccia alle altre due caratteristiche di “legge e strumento” (della tri-unità sistema operativo frattale espanso).
Ossia, per ricordare anche il “è già successo”, occorre che tu abbia ben presente la struttura che sovraintende la conformazione di realtà manifesta “qua”, a partire dalla grande concentrazione di massa (che viene riflessa proprio dal mix tri-unitario della frattalità espansa = un sistema operativo intelligente, installato e completamente dimenticato, tanto da scambiare, indirettamente, “ora”, per… opera divina il solo suo effetto). 
Nella “storia” riemersa da/in questo spazio (potenziale), è già stat3 descritto tale funzionamento. È quindi sufficiente “dare linfa vitale” a questa informazione, al fine di poterne – poi – raccogliere i “frutti” (esattamente come funziona l’automatismo per la “manifestazione reale”, in questo luogo comune “qua”). 
Tu sopravvivi all’interno del “qua, così”, avendo già una “firma, la forma reale manifesta:
quella della compresenza immanifesta dominante.
Quella che non riesci più a “calcolare”, guarda non caso, in quanto ché il “tuo” atteggiamento ricalca alla perfezione, proprio la strategia dominante della propria “immanifestazione”:
un enorme “vantaggio” sull’intera platea globale umana, “qua, così” conseguente.
La struttura gerarchica permette di controllare “democraticamente” ogni ambito del “'tuo' sviluppo”
Infatti, ogni tua convinzione – per avere presa sulla Massa (realtà manifesta) – deve rispondere a certe caratteristiche “incisive (credo)”, che nella attuale gerarchia tu non incarni... essendo come auto disinnescat3 - “prima di ogni altra strategia e dopo quella sotto dominante” - proprio dalla Massa stessa.


  
Quelle sono stelle?
No. È il soffitto di una caverna”.
The Journey: viaggio al centro della Terra
Se... “da dentro della cavità terrestre”, avendone ricordo… puoi ancora accorgerti (sapere) che “le stelle illuminano un soffitto fisico”, questo non è più possibile avendo maturato la convinzione di esserein superficie.
Ora, se espandi un simile ambito, allora puoi renderti conto che “anche se in superficie fisica, ci può sempre essere ancora un soffitto”.
Di quale tipo?
Mentale (per la mente). E per la “tua” auto convinzione di/che…
E, bada bene che… se la mente agisce in un certo senso, allora, la realtà manifesta si rafforza secondo quella “forma”
Ma (ma) se tale convinzione ti è stata “fornita” - di conseguenza - la realtà manifesta si forgerà attorno ad un vero e proprio “artifizio”, dalla natura piuttosto misteriosa in quanto a lucidità mentale... in termine di memoria, consapevolezza e lungimiranza.
Da “lì”, è semplice auto arrivare da te che “è già successo” qualcosa. Che cosa (chi) hai già dimenticato “qua, così”?
Ricorda:
il futuro esiste già
nella forma prevista
per te, non da te, ma da “te”
alias
dalla compresenza immanifesta dominante.

Questo, rende “diverso ciò che credi di sapere relativamente a quello che rappresenta il tempo”
Vero? Mhm…
Il destino è ciò che ti attende. 
Secondo quali cardini, però? 
Se (se) ti sfugge la ragione fondamentale “che ha già deciso per te”, di conseguenza, il “tempo futuro” esiste solo nella “tua” mente, quando – nella sostanza – esso è, di più, la conseguenza di una strategia, di un piano aziendale, di un progetto, di una intenzione, etc
Come tale, esso non corrisponde al futuro (se non attraverso la convenzione, che vede tutto passare attraverso la convinzione temporale), bensì, ad un solido e consolidato “presente già ben orientato”
Modificare il futuro, allora, è sempre possibile.
In quale modo? 
Modificando, prima, il presente… oppure, meglio, il passato (non visto che la decisione è già stata presa, “è già success3”) attraverso l’interazione compresente. 
Ma (ma) se “non ci sei”, ossia, sei sempre come “auto depotenziat3” per mezzo di credo delimitanti, la conseguenza è quella che continuerai a ritenere le “cose” alquanto inaccessibili, demandando a “Dio” il ruolo di… “creatore/generatore”. 
Questa è blasfemia? Non è più tempo. I roghi si sono già spenti. 
Perlomeno dal momento in cui “la Massa doveva credere di essere amministrata secondo un’altra concezione della cattività”:
l’avvento della “modernità”
contraddistint3 da “valori universali”
interpretati secondo compartimentazione (auto disinnesco) “qua, così”.
La Massa, suddivisa in parti, è stata impiegata all’interno del movimento per la nascita degli Stati e, “lì”, obbligata – anzi, auto obbligata – a ritenersi parte del tal… Stato, confondendosi dentro e perdendo la propria identità (stato). 
Ricorda:
dai a Cesare quel che è di Cesare
ovverosia
la nascita dello Stato “moderno” è una spira AntiSistemica
ergo
chiama (e riconosci) “Cesareesattamente per quello che “rappresenta”

ossia
AntiSistema.
Allo stesso tempo/modo, il tuo riferimento a questo “ordine naturale delle cose”, alla realtà manifesta “qua, così”, deve essere quello – molto più appropriato ed auto descrivente – di “AntiSistema”, dato che il “Sistema” corrisponde a quel livello di utopia (il “come dovrebbero essere le cose”) che hai più che nella testa, nel “cuore”.


Gli ultrasuoni sono nascosti anche nelle trasmissioni Tv?
SilverPush è una azienda che produce applicazioni per dispositivi mobili, si possono trovare direttamente su Google Play. Fino all'anno scorso, questa società aveva un business molto particolareche consisteva nell'introdurre ultrasuoni all'interno delle pubblicità televisive.
Gli ultrasuoni venivano poi ascoltati dalle App prodotte da SilverPush ed installate volontariamente sui dispositivi mobili degli utenti.
Ogni pubblicità conteneva una "firma" ad ultrasuoni, cosi l'applicazione era in grado di riconoscere lo spot televisivo che l'utente stava osservando.
Lo scenario è questo:
un utente si siede sul divano per guardare la Tv, e tiene con sé il proprio smartphone. Durante la pubblicità, lo smartphone capta gli ultrasuoni emessi dalle casse del televisore e segnala a SilverPush i gusti televisivi e le pubblicità già viste.
I dati possono poi essere utilizzati per realizzare campagne pubblicitarie personalizzate. Tuttora non è chiaro se questo comportamento sia illegale, l'azienda ha comunque deciso di cambiare strategia e non utilizzare più gli ultrasuoni per seguire il comportamento degli spettatori della televisione statunitense…
Idea Web agosto 2017
Non ne hai nemmeno “idea”, del come e quante ne sanno, rispetto a te (col3i che “consuma” regolarmente “a valle”). 
Per “uno scandalo che esce”, quanti rimangono al di là della soglia della “tua” attenzione?
La percentuale è “spaventosa”…
Antitrust: indagine su influencer, pubblicità sia trasparente.
L'Antitrust indaga sul fenomeno dell'influencer marketing nei social media. Lo comunica l'authority, sottolineando che "per sollecitare la massima trasparenza e chiarezza sull'eventuale contenuto pubblicitario dei post pubblicati, così come previsto dal Codice del consumo, l'Antitrust ha inviato lettere di moral suasion ad alcuni dei principali influencer e alle società titolari dei marchi visualizzati senza l'indicazione evidente della possibile natura promozionale della comunicazione".
Nelle lettere l'autorità "dopo aver ricordato che la pubblicità deve essere chiaramente riconoscibile come tale, affinché l'intento commerciale di una comunicazione sia percepibile dal consumatore, ha evidenziato come il divieto di pubblicità occulta abbia portata generale e debba dunque essere applicato anche con riferimento alle comunicazioni diffuse tramite i social network, non potendo gli influencer lasciar credere di agire in modo spontaneo e disinteressato se, in realtà, stanno promuovendo un brand".
Link
L'Antitrust "ha individuato criteri generali di comportamento e ha chiesto di rendere chiaramente riconoscibile la finalità promozionale, ove sussistente, in relazione a tutti i contenuti diffusi mediante social media, attraverso l'inserimento di avvertenze, quali, a titolo esemplificativo e alternativo, #pubblicità, #sponsorizzato, #advertising, #inserzioneapagamento, o, nel caso di fornitura del bene ancorché a titolo gratuito, #prodottofornitoda; diciture alle quali far sempre seguire il nome del marchio".
Considerato che il fenomeno del marketing occulto "è ritenuto particolarmente insidioso, in quanto è in grado di privare il consumatore delle naturali difese che si ergono in presenza di un dichiarato intento pubblicitario, l'Autorità sollecita tutti gli operatori coinvolti a vario titolo nel fenomeno a conformarsi alle prescrizioni del Codice del consumo, fornendo adeguate indicazioni atte a rivelare la reale natura del messaggio, laddove esso derivi da un rapporto di committenza e abbia una finalità commerciale, ancorché basato sulla fornitura gratuita di prodotti".
L'influencer marketing, spiega l'authority, "consiste nella diffusione su blog, vlog e social network di foto, video e commenti da parte di blogger e influencer (ovvero di personaggi di riferimento del mondo online, con un numero elevato di follower), che mostrano sostegno o approvazione (endorsement) per determinati brand, generando un effetto pubblicitario, ma senza palesare in modo chiaro e inequivocabile ai consumatori la finalità pubblicitaria della comunicazione".
Questo fenomeno "sta assumendo dimensioni sempre più crescenti in ragione della sua efficacia derivante dal fatto che gli influencer riescono a instaurare una relazione con i follower-consumatori, i quali percepiscono tali comunicazioni come consiglio derivante dall'esperienza personale e non come comunicazione pubblicitaria.
Spesso, le immagini con brand in evidenza, postate sul profilo personale del personaggio, si alternano ad altre dove non compare alcun marchio, in un flusso di immagini che danno l'impressione di una narrazione privata della propria quotidianità".
Le immagini, infatti, "talvolta rappresentano un ambiente domestico e sono realizzate con tecniche fotografiche non ricercate; altre volte, le tipologie di immagini, le pose dei personaggi e l'ambiente assumono lo stile di un set fotografico.
L'evidenza data ai marchi può variare in intensità e modalità, in quanto le tipologie di post e personaggi si presentano molto eterogenee. In alcuni casi - conclude l'Antitrust - i nomi dei brand sono citati negli hashtag dei post, in altri casi, sono invece in evidenza nell'immagine.
Il post può essere accompagnato da commenti enfatici sul prodotto".
Link 
Questo fenomeno... sta assumendo dimensioni sempre più crescenti in ragione della sua efficacia derivante dal fatto che gli influencer riescono a instaurare una relazione con i follower-consumatori, i quali percepiscono tali comunicazioni come consiglio derivante dall'esperienza personale e non come comunicazione pubblicitaria…
Esattamente. Infatti:
come Comprare una casa Senza i soldi.
Può sembrare una presa in giro, ma in realtà potrebbe rivelarsi più facile di quanto non si pensi:
oggi è possibile comprare casa senza soldi.
Come? Scopriamolo insieme in questa mini guida pratica:
quattro soluzioni per acquistare un immobile anche quando non si ha immediata disponibilità di liquidità. Di ciascuna opzione esamineremo con attenzione anche i pro e i contro, per valutare quale possa essere la più adatta alle nostre esigenze
5 / 5
Qualsiasi sia la soluzione che fa al caso nostro, il consiglio è di verificare sempre con attenzione lo stato dell'immobile prima della firma del contratto, per evitare spiacevoli sorprese.
E una volta che avremo acquistato la nostra casa potremo cercare nella sezione SHOP di... le soluzioni più di tendenza al prezzo più conveniente
Link 
Ti rendi conto? 
Il mezzo vettore è il provider (che non si fa troppi problemi di sorta).
Per carità: c’è di peggio. 
Ma (ma) è la tendenza che va notata ed il suo significato frattale espanso. 
Qualcosa che “non è un segreto”. 
Qualcosa che ha raggiunto il livello di auto convincimento, motivo per il quale “fai tutto da te”, anche se l’input è sempre rifornito al di fuori del loop (per questo motivo, la compresenza dominante è immanifesta).
Voi avete scoperto così tanti segreti e il Governo mi ha assunto per metterli sotto chiave…
Tutta la collina è stata costruita sui segreti…
Mantengo segreti per vivere
Mantenere segreti è un mestiere solitario… Ma lei non è così solo… Lei ispira fiducia…
I segreti sono così. Quando il genio è libero, non lo si può rimettere nella lampada…
Non si può provare il nulla.
Voi scienziati lo fate sempre. Come la chiamate? L’ipotesi nulla. Se non potete dimostrare la vostra teoria, esaminate la teoria opposta e cercate di confutarla…
Il segreto intrappolato in un uomo è come l’energia in un atomo…
Compartimentazione
Credo che la trasparenza sia la linfa vitale della democrazia”.
Manhattan
Tu sopravvivi in qualcosa che è come credi, nella misura in cui, lo credi:
sei, dunque, in un loop
“già perfettamente funzionante”.
Qualsiasi “pericolo” credi che ti possa riserbare il “futuro”, significa che “ci sei già dentro sin da ‘ora’”. 
Osserva il significato che incarna un drone, mente vola in cielo…
“Fai…”.
    
Davide Nebuloni
SacroProfanoSacro (SPS) 2017
Bollettino numero 2106



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia, se lo gradisci, un segno di te...

Per favore, non lasciare commenti senza firma. Non voglio Spam. Grazie.
Please, don't leave comments without signature. I don't want Spam. Thanks.