giovedì 3 aprile 2014

Nudo e crudo.


 Agenda Setting: ciò che i media non trasmettono… non “esiste”.
Sotto all’effetto ed al "peso" di questa convinzione, che diventa suggestione ed in seguito “auto suggestione”, l’individuo si “forma” e forma le “proprie idee”.
Un simile mot(t)o deve essere, però, (pre)parato anzitempo a livello di “humus”, di strato del terreno interiore, che evidentemente dovrà incarnare le dovute caratteristiche di base, affinché l’Agenda Setting possa, poi, attecchire. Se il terreno non è stato opportunamente predisposto, non è possibile che possa poi prosperare quel tipo di “seme”, che il Controllo perpetra/perpetua da Tempo indefinito.
Ora, il terreno umano è sempre "fertile", in tal senso… perché la mente e l’intero apparato di infrastrutture componenti l’umano, si fondano proprio su/in quella caratteristica di base relativa alla (ri)programmazione.
Cioè, il complesso dell’individuo è già di per sé, “naturalmente”, una macchina in grado di accogliere/apprendere qualsiasi ordinamento di origine programmatica. Questo è il primo step che rende evidente l’autentica natura umana:
una creazione (hardware) lungimirante, atta a contenere informazioni, routine (software) e un certo grado di autonomia racchiuso in loop di auto contenimento.
Un robot.
Ciò che accade “dentro” è qualcosa che sfugge a chiunque di questo livello terreno 3d. Non è la "merendina" ma il suo “valore funzione” che provoca qualcosa. Qualcosa che non si può denunciare a nessun tribunale, perché qualcosa di indefinibile ed insondabile. Qualcosa che si cela dietro a tutto. Qualcosa che ha il significato di un esperimento condotto su grande scala ed in grande stile.
  


Ognuno è il miglior medico di se stesso. Così recita un certo tipo di tradizione…
Se l’Agenda Setting è permessa attraverso la preparazione a suon di merendine (alimentazione), prima ancora, i medesimi principi sono previsti ed autorizzati dallo stesso tipo di “creazione”, che interessa l’essere umano.
Cioè, è la creazione stessa che contempla la possibilità di “essere modificati dall’esterno, per vie interne chimiche ed alchemiche”. È nell’atto creativo stesso che tutto è permesso in via teorica e possibile.
Altrimenti, la creazione avrebbe chiuso per sempre determinate vie (proprio come per effetto di Agenda Setting, non sarebbero semplicemente esistite)...
Dato che “ogni via è aperta/permessa”, si può desumere che l’atto creativo originale sia esprimibile nella forma di un’equazione robotica ed il suo “riassunto schematico archetipico” sia quello “del cane che corre a prendere il bastone lanciato dal suo padrone”.

L’esistenza che genera esistenza. Perché? Per confondere le acque? Perché si è perso il controllo e come una reazione nucleare, a catena, l’esistenza sfugge ad ogni tentativo di manipolazione e controllo?

Non sembra proprio osservando l’impero 3d attuale.

Nulla sfugge. O, forse, l’unica eccezione è quel principio animico, che sembra inossidabile alla coordinata 3d. Ma sarà davvero così? Creare corpi artificiali per attirare gli Esseri Animici? Può darsi
Attirare qualcosa di prezioso in corpi creati ad hoc per “contenerli” ed alfine “possederli”?
Ciò spiegherebbe il mistero e la mancanza di comunicazione tra parti diverse del proprio Sé. Un meccanismo molto simile al divide et impera, che ad altri livelli si è dimostrato altamente efficace al fine di “contenere e possedere”.
Gli umani hanno ottenuto “sindacalmente” un modello di Vita che sembra soddisfarli, mentre sono mantenuti in cattività nei grandi allevamenti delle città (mentre allevano bestiame nella maniera a loro immagine e somiglianza).
Le parti interiori umane sono progettate per dimostrare biodiversità apparente, infatti… come per gli indicatori ed oscillatori di Borsa, si può introdurre un controllo unico (differita Temporale) in grado di bypassare la presunta selva di diversità… anche per l’umano è possibile assumere lo stesso punto prospettico di controllo:
gli organi e l’organicità ad ogni livello, utilizzati integralmente attraverso il controller/recettore della mente, avendo eliminato dal contesto di gioco l’intera infrastruttura di ottava superiore, relativa alla intercomunicazione con “il grande esterno”…
L’Anima è attirata nei corpi in maniera tale da imprigionare la sua esistenza/essenza.

Anima che cerca i propri frammenti, dopo la sua “caduta”.
Il Big Bang sembra il riflesso frattale del suo “schianto” tra e nelle dimensioni, comprese le attuali 3d.
L’ibrido umano è davvero un ponte tra le possibilità. Un costrutto che nasce spontaneamente in Terra 3d, che viene “arricchito” artificialmente e che conosce un certo e teorico/potenziale... grado divino, attraverso l’iniezione del frammento animico.
Un simile processo è interamente desiderato da qualcuno di esterno all’umano stesso? Oppure è l’umano che, lasciato “libero”… ha dato luogo alle infinite pieghe che lo contraddistinguono ?

Cosa è dato pensare, capire, intuire… da una simile vicenda? Cosa è reale? Cosa è immaginazione? Cosa è falso?

La risposta non esiste, perché i vari gradi di differenziazione proposti e possibili, non sono altro che variazioni infinitesime sul tema portante, ossia:

che le catene esistono sempre a prescindere da qualsiasi latitudine si può raggiungere… a meno che non si riesca ad “evaporare”. Ma… cosa significa “lasciare la dimensione”? Sembra non impossibile ma addirittura impensabile. Questo è chiaramente un confine dell’attuale anello di contenimento o libero arbitrio.

La pubblicità moderna e rispettosa delle altre forme viventi, recita ad esempio:
uova di galline felici, allevate all’esterno, all’aria aperta, libere…
Devo aggiungere altro?

Chi è davvero, a questo Mondo: felice, esterno, all’aria aperta, libero?

Un anello per domarli tutti…
Gli indicatori tecnici borsistici, per la loro grande parte, rientrano tutti nel controllo del Tempo (la loro è una funzione differita nel reame Temporale). Il Tempo li controlla tutti. Il Tempo li doma tutti
La presunta complessità umana si presta al medesimo tipo di controllo.

Non importa, ad esempio, tutto il caos che si crea tra consumatori e produttori di merendine. Tra organi di difesa dei consumatori e organi legislativi ed apparati legislativi... creati ad hoc per:
  • confondere
  • non fare capire
  • permettere la rilettura ed il raggiro tra le righe.
Non importa tutto ciò, perché non importa ciò a cui ambisci a livello più profondo (liberarti). Ciò è proibito per legge, infatti… tu nasci nelle attuali 3d e sei subito arruolato nel contesto di riferimento. 
Sei libero di viaggiare su un Pianeta intero ma non di sottrarti a lui.
 
Appena nasci sei inquadrato con una serie numerica (codice fiscale), sottoposto alla tutela dei genitori, che fanno le veci della società, che non è nulla di riferibile a quello che ti è stato conficcato nella mente.
Devi pagare le tasse e non puoi farne a meno. Devi. Devi. Devi… nel frattempo che maturi il Tempo della pensione e della vecchiaia e del (ri)assorbimento da dove sei venuto.

È tutto troppo tetro, freddo, brutto?


Har. Har. Har (come riderebbe il "cattivo" Gambadilegno)…
Certo che lo è, infatti, la Massa preferisce “naturalmente” guardare dall’altra parte:
pretendere sempre il Sole
divertirsi
perdersi
disperdersi
pensare ad altro…
Ed, in seguito, ricadere sempre nella routine imposta dalle regole sociali o, persino, (a)sociali. Nella “noia”, che come una nebbia avvolge tutto e conserva “intatti”, in qualità di un artefatto dallo scopo non immediatamente comprensibile da parte di coloro che (1) non sono il creatore (2) non sono i controllori (3) non sono in se stessi (4) sfuggono in continuazione dal percepito e dal percepibile.

Si tende, infatti, a conservare il più a lungo possibile… persino i defunti, rinchiusi in quelle bare isolate ed isolanti, in grado di interrompere o non interrompere i meccanismi superiori, che s’azionano allorquando la Vita lascia il corpo.

Nulla è per caso.

Perché non si bruciano più i cadaveri?

Lascia perdere tutto quello che è scritto in te. Non li si brucia più per mantenere ciò che è ancora contenuto, appunto... contenuto. È l’Anima che il NP tenta di attirare, o meglio, l’Anima è spontaneamente in viaggio verso la raccolta dei propri frammenti ed il NP lo sa molto bene, per cui gli prepara la trappola, creando “corpi pronti ad accoglierla e ad ingabbiarla”.
L’Anima è qualcosa che “non è” l’essere umano.
Il suo frammento, in te, ti (ri)configura in maniera altra rispetto alla tua più autentica origine. Questa possibilità ti può rendere davvero libero se… l’AS dell’attuale NP non si opponesse per ragioni scientifiche e di sopravvivenza propria (paura).
Fantascienza? Malattia?

Beh, sei “libero” di pensarlo ma sappi che non è veramente il tuo pensiero.
Il tuo vero Essere capisce quello che intendo a livello più profondo, al di là di ogni provocazione atta a svellere il manto di muffa e muschio rigoglioso, che hanno attecchito ed attaccato la tua “forma”.
Dietro alla fantasia di turno, alla presunta complessità e/o impossibilità ritenuta a livello di giudizio, si cela/vela sempre dell’altro, che va colto attraverso l’intuizione sensoriale sincronica, attraverso il proprio sentire che di fatto è un presidio del NP e, quindi, non è libero come lo potrebbe essere.
Si usa la mente per descrivere la mente e ciò che esiste al suo interno/esterno. È possibile farlo? Sì, se ricordi sempre che la stai usando e che attraverso l’Analogia Frattale puoi risalire ogni tipo di corrente.
Il codice elaborato dalla mente mentre analizza se stessa è, necessariamente, simbolico. La scala d’ottava frattale è ubiqua e non può essere eliminata ma solo, al limite, distorta attraverso le interferenze della mente stessa.

Per questo motivo il codice da ricavare, parte dall’interfaccia dei simboli. 

Un simbolo è un simbolo ed emette la propria valente frequenza e vibrazione, che si auto configura al di là di ogni altro “alfabeto” disponibile. Il filtro, il controllo, l’interferenza, possono rendere il processo di decodifica solo più complesso, ma non possono eliminare la valenza funzionale frequenziale della rappresentazione simbolica.

La “firma energetica” (firmware) è sempre presente, come le esalazioni di scarto che escono dagli scappamenti delle auto. Puoi rendere efficiente quanto vuoi il funzionamento di un motore, ma il suo “funzionare” sarà comunque sempre presente... a ben “osservare”.

I segni del contenimento Planetario sono decodificati e rielaborati dal NP, attraverso le infrastrutture a lui non direttamente collegabili (tutto), in maniera tale da essere interpretate dalle interfacce degli “esperti”, come:
  • malattie mentali
  • malattie degenerative
  • malattie.
L’ecosistema 3d va mantenuto nel suo grado di auto sostenibilità, per cui, il NP è autorizzato (sopravvivenza) ad agire secondo propria convenienza, in ogni modo possibile e disponibile, al fine di mantenere la Vita contenuta nelle attuali 3d in un certo “modus operandi” e “modus vivendi”.
Non è tanto il controllo del numero della popolazione, quanto il controllo del grado di funzionamento degli esseri umani. Il controllo del numero della popolazione è troppo visibile e rientra in quella serie di “effetti collaterali”, che il NP è disposto ad emanare, nell’attesa che gli umani stessi pensino da sé ad auto contenersi. 
C’è un evidente aumento della “sensibilità” dimostrata dagli individui, tanto evidente che viene sfruttata e (re)incanalata nelle 3d, attraverso la riconversione energetica espressa dal peso del vivere in una maniera mai direttamente desiderata, ma subita e… respirata.
L’aumento dell’intelligenza è, invece, un fuoco fatuo. 
Perché la stessa viene usata dall’attuale livello di esercizio mentale in qualità di rafforzamento del “vizio”, che altri non è che un giro di vite nell’esplicitazione di quella sensibilità, avente in sé il potere di estraneazione dall’attualità costringente ed estirpante il seme del sensibile stesso.
Un perfetto modello di asfittico intrattenimento.
La BCE apre la porta alla stampa illimitata di moneta…
Link 
Dunque, i problemi economico finanziari del Mondo sono finite? See… Come? Non si parla di moneta illimitata per tutti? Naa…
Vivi in un reame di paradossale “scarsità”, anche quando il Governatore della Bce inonda il mercato di valuta. Valuta che non tocca a te, sia ben chiaro, ma che circola ad altro livello rispetto al tuo. Tu devi continuare a vivere la scarsità, mentre attorno a te scorrono fiumi virtuali di denaro dal potere molto ma molto… fisico. Infatti, ognuno si piega ad un simile potere, riconoscendone il “valore”, nonché il grado di dipendenza che deriva proprio dalla sua presunta scarsità.
Sei addirittura attraversato vibrazionalmente, ad ogni istante, da un simile fluire di valore convenzionale, tanto che se lo desiderassi seriamente… lo potresti “afferrare”.
Manifesta da te il tuo denaro occorrente. Perché no?

L’AS è già attrezzato per ovviare anche a questo “spiacevole effetto”:
infatti le banconote sono tracciabili, numerate, risalenti alla propria origine, potendone ricostruire il proprio “passato” attraverso il suo vorticare da “tasca a tasca” (una parte di una veste sempre più informatica).
Il denaro è energia e l’energia “permette di muovere gli… eventi”. L’energia è anche un arma, nelle mani sbagliate. Chi detiene più potere energetico al Mondo?
 
Ucraina: Kerry, energia non deve essere usata come arma.
Lo ha dichiarato il segretario di Stato Usa, John Kerry, parlando a Bruxelles della situazione dell'Ucraina, dopo che ieri la Russia ha alzato il prezzo del gas naturale venduto a Kiev
Dopo l'incontro del Consiglio Ue-Usa sull'energia, ha sottolineato che le forniture di petrolio e gas devono essere garantite in modo che non siano usate come leve politiche o strumenti di aggressione...
Link 
 
Verrebbe da dire: da quale pulpito, vero?
È chiaro che è in atto una recita. Ognuno recita.
E... da "sempre"... vorticando attorno ad un loop...


Vedendo i film che illustrano il passato umano, è chiaro come oggi le persone preferiscano quel grado di pseudo sicurezza, offerto dalle leggi e dalle forze dell’ordine. Una “volta” esse dovevano difendere quel poco che avevano dai propri simili, dai propri vicini, dalla violenza fisica e derivante dall’interpretazione permessa dal ruolo recitato. Ad ogni istante qualcuno ti poteva dare un colpo in testa e portarti via quel poco che avevi e, magari, quel qualcuno era addirittura l’agente di polizia corpulento che governava il tal quartiere.
Oggi, invece, le persone si sentono più sicure, arroccate nelle proprie case con “filo spinato, torrette e mitragliatrici”.
È vero: la differenza rispetto ad un certo passato c’è.
Ma ciò che si è consolidato ed interrato è quel qualcosa che, prima, era fuori ed ora è dentro.
Quel grado di violenza immediata è meno presente oggi, almeno in un certo tipo di società, tuttavia le persone hanno riassorbito quel tipo di personalità in se stesse. Essa è ancora presente ed, in occasione di una crisi sufficientemente autentica, sarebbe la prima caratteristica che riemergerebbe…


All’occorrenza, l’umano può concretizzare se stesso attraverso le sue varie componenti interiori, come un coltellino svizzero dalle decine di lame estraibili e funzioni pratiche.
L’attuale società, dunque, è ancora “cannibale”. Se la lasci a bagnomaria in se stessa… che cosa può accadere?
Per questo motivo il NP demanda alla Massa stessa il controllo della popolazione. A “loro” basta ispirare il concetto ed… “aprire a cascata i rubinetti che sono in te”.

Farai tutto da solo… a quel punto la “data di scadenza” sui prodotti alimentari diverrà una ridicola barzelletta, perché ti mangerai anche il contenitore stesso.

Questa dipendenza è totale. La forza che necessita il processo di "disintossicazione" è notevole. Paradossalmente, la crisi alimentare sembra l’unica in grado di “convincerti” seriamente a provare il controllo della tua dipendenza da tutto.
Sarà per questo che la “vera crisi” non avviene e non è avvenuta nel 2008?
Le misura straordinarie e non convenzionali hanno eliminato la possibilità di provare davvero cosa significhi “ridurre il gradiente alimentare al minimo”.

Perché? Perché forse avresti scoperto qualcosa di te che sfugge ad ogni attuale logica? Ma no, vero? Non è così se osservi i popoli della Terra che muoiono di fame ancora oggi. Muoiono e basta. Non gli succede nulla d’altro. Muoiono da "poveretti"...

È davvero così? E accade davvero quello che l’Agenda setting della tv ti mostra?
Esistono davvero queste realtà?
Beh… basta muoversi ed andare a “vedere”, no?
Allora perché non lo fai? Perché tutto quello che esula dalla tua quotidianità assume i contorni bizzarri ed indescrivibili di “qualcosa che esiste ma non esiste allo stesso Tempo”? 
Ricordi “Shell Beach” in Dark City? Ecco…
Dove si trova la tua Shell Beach?
Esiste davvero? Il tuo ricordo è autentico?
Dove sei adesso?
Dove si trovano i tuoi ricordi?
Cosa sono i tuoi pensieri?
Cosa sei tu?
Cosa sono gli altri?
Cos’è SPS?
Esiste davvero tutto ciò?
Che differenza c’è tra un microbo e te?
Che Vita conducete?
La sua Vita è tanto corta? Com’è possibile che sia davvero “vivo”?
Un microbo che è in te, come può continuare a vivere. Non lo riesci a considerare come del cibo che digerisci?
Bah… quante domande scomode, vero?
SPS irradia "orticaria".

Meglio non leggerlo.
Meglio starne alla larga.

Ti chiedo: chi è che pensa in questa maniera? Tu o qualche programma che chiami “Tu”?
 
L’evoluzione scientifica è autentica? Essa scorre autenticamente ad un altro livello, rispetto a quello che assapori come mangime per polli, tu.
La vera “ricerca” ed i veri “risultati” non sono diffusi nelle 3d di auto contenimento.
Il NP è giunto ad un livello scientifico che non ti appartiene. Le “scoperte” sono utilizzate per "procedere" e per controllare l’umanità. Il loro procedere è relativo a quelle domande che ad ogni livello non si smette mai di porsi. È ancora un loop

Il NP descrive a sua volta un altro loop.

Ma, forse, questa visione risente ancora del circuito di ricezione mentale di riferimento.

Oppure, no? Se il NP si avvale di un sistema di “allevamento e coltivazione” di umani… allora egli stesso è manchevole di qualche “risposta” ed egli stesso vive ancora in una sorta di “medioevo della propria storia”.
Per questo motivo frattale, gli umani sono anche la cartina tornasole dei livelli superiori…
Come è sopra, così è sotto.


SPS procede alla propria velocità nell’opera di attraversamento dell’impero 3d attuale. Queste sono le cronache che scaturiscono dall’osservazione degli “usi e costumi locali”…

Nulla di più, nulla di meno.
Mi dispiace… che non sia peccato bere l'acqua:
come sarebbe gustosa!
Georg Lichtenberg
Sono guarito perché “Tutto… Dipende da me".

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com