giovedì 24 aprile 2014

Come una multinazionale.


Nell'universo  tutto  è  radiazione.  Ogni  materia,  ogni  sostanza, anche ogni essere emette un irradiamento specifico. Al contrario, come ho diffusamente spiegato nel mio libro "La Materia", ogni irradiamento è suscettibile di materializzazione

Da dove vengono questo ferro e fosforo che non erano nel  vetro  né  nella  gelatina?  Provengono  effettivamente  dalla materializzazione degli irradiamenti ambientali, che possiedono radiazioni di tutti i minerali della chimica e di tutte le sostanze. Così tali microbi, sviluppatisi nella gelatina, si sono materializzati per risonanza...

L'oscillazione cellulare, la risonanza e la materializzazione – Georges Lakhovsky

La teoria del Big Bang si fonda sulla convinzione che l’Universo sia nato dal “nulla”, dal vuoto che ha in sé… “tutto”. Ora, se si unisce la citazione precedente a questo “pensiero”, che è sorto come diretta conseguenza del “pensare, riferito a Lakhovsky”… che cosa si può intuire?
(1) Ci si trova all’interno di “un” loop e (2) esiste un filo comune che unisce ciò che sembra, ad un certo “livello”, diverso, slegato, a sé.

I due “poli” ruotano attorno a sé e contemporaneamente attorno a… cosa? Ossia, da cosa sono sostenuti ed, in un certo senso, “autorizzati”?
Venendo meno la variante del caso, allorquando esiste un “osservatore speciale” in grado di ordinare il tutto (il cui frattale è "Dio"), che cosa intesse la trama che, solo in seguito, gli umani prendono a “respirare” nella convinzione di "essere qualcosa"?
Campi morfogenetici, raggi traenti, ispirazioni…
Quale differenza sussiste tra “sincronicità e manipolazione” (implanting)?
Di “chi” ti puoi fidare? Ed, in definitiva, per fare “cosa e perché”?
Mancano le risposte e non tutte le carte sono disposte apertamente sul “tavolo”.
Senza rendersi conto di ciò, ogni tipo di impulso che sembra animarti (qualsiasi), risulta come essere una corrente che sospinge la barca dispersa in mare aperto.
Da dove trae spunto ciò che sembra sospingerti?



Tutto quello che “è stato già scritto, pensato, detto” da altri umani, che la storia deviata ti racconta, che cosa ordina implicitamente in te, a livello inconscio? Beh… o ti allontana o ti avvicina, come per l’appunto la presenza e l’effetto derivante da una calamita. Tutto ciò che è già stato “detto”, ti limita, ti plasma, ti vincola e solo raramente…  ti esalta (dipende da te).
Uno dei modi migliori per amministrare gli altri è ordinarli secondo funzioni solari, ossia, direttamente assimilabili nella convinzione che… in luogo di…
L’apparenza inganna. L’apparenza inganna?

Vero e falso in virtù di quello che supponi di sapere…

Che cosa sai?

Sai ciò che “ti piace”. Sembra, infatti, che il tuo “gusto” non ti guidi solo per quanto riguarda il mangiare o il vestire ma, anche, per tutto quello che “ti riguarda”.
In questa maniera “sei mantenuto lontano da quello che è meglio non maneggiare”…
Questo libro non sembra interessante, originale o esotico al primo impatto. Tuttavia, mano a mano che lo si legge, si ha sempre più l'impressione di venir introdotti a una visione della realtà che ci informa non solo sul Tibet ma anche su noi stessi, su aspetti sconosciuti del nostro Io, che ad un tratto non ci appare più tanto solido e sicuro.
Questo libro ci insegna soprattutto che quella che abitualmente noi chiamiamo "realtà" non è che una delle tante possibili realtà e non certo la più importante. Ognuno di noi possiede infatti il proprio mandala

Il Tibetano considera il problema della morte e di una possibile migrazione nell'aldilà del cosiddetto stato di bar-do, fino al momento di una nuova incarnazione, un problema che deve essere risolto, o quanto meno adeguatamente affrontato, già nel corso della vita terrena.
Le visioni delle divinità che appaiono nel bar-do sono il riflesso di esperienze e processi mentali verificatisi durante la vita, che nello stato più alto di smaterializzazione operano autonomamente. Questo è il motivo per il quale i Lama che dirigono il rito funebre esortano ripetutamente il morto a richiamare alla memoria tutti gli insegnamenti e i significati delle divinità delle visioni, che nella precedente vita terrena avrebbero dovuto servire da modello e suggerire uno stile di vita spirituale e religioso…
Il Libro tibetano dei Morti - Detlef-I. Lauf
Che cosa sai? Non appena approfondisci un argomento, ne sai di più? Sei "meglio" di prima? Allora ti ripongo ancora la domanda: che cosa sai?
Forse, quello che “devi sapere”…
Che cosa sai?
Report: Dal sole parte una spirale gialla. Dalla terra, invece, una spirale blu. Proseguendo gli studi di Marconi, Ighina ha determinato che l’incontro dell’energia solare, positiva, e dell’energia terrestre, negativa, forma la materia. La pulsazione di questo incontro è l’atomo magnetico.
Pierluigi Ighina: L’atomo magnetico prende l’energia solare e si apre, prende quella terrestre e si chiude. Questa è la vita nostra…
Milena Gabanelli - per Report - Rai Tre
Che cosa ne sapeva Ighina? Quello che doveva sapere. Perché? Per… qualche motivo.
Ogni irradiamento è suscettibile di materializzazione…

Da dove vengono questo ferro e fosforo che non erano nel  vetro  né  nella  gelatina?  Provengono  effettivamente  dalla materializzazione degli irradiamenti ambientali, che possiedono radiazioni di tutti i minerali della chimica e di tutte le sostanze. Così tali microbi, sviluppatisi nella gelatina, si sono materializzati per risonanza...
Svilupparsi per risonanza, provenendo dalla materializzazione degli irradiamenti ambientali (che possiedono radiazioni di tutti i minerali della chimica e di tutte le sostanze).
Ecco da dove proviene quello che sai? Il campo d’azione risulta molto più allargato, prendendo in causa questa apertura dello scenario disponibile, vero?
Si parla che il solo tenere nella propria casa, il libro dello Zohar, permetta di essere avvolti e diffusi della sua energia (vibrazione). Che cosa significa?
Che storia è mai questa?
Perché crederci?
A che pro?


SPS ti domanda: perché deve sempre esserci un “pro”, per interessarti, visto che tutto ti è contro? A cosa sei interessato, allora?
Perché la Vita ruota attorno a centri che “non coincidono con quello che è scritto nei tuoi desideri”?
Lo spiega, ad esempio, “The Secret” o la Pnl? Bah… ognuno è libero di credere a quello che meglio “vuole”. Ma, dal momento in cui, questo “vuole” non esiste, nella buona sostanza attraverso la quale tu inquadri la tua situazione… che cosa rimane?
A cosa equivale questo tuo “volere”?
Couet docet (SPS ha già scritto a proposito di ciò. Trovalo, se meglio credi).

Senza prendere in questione che esista “qualcuno che non appare direttamente sul/nel piano fisico”… non ti allontanerai mai dalla superficie entro la quale sei inquadrato ed… attaccato senza altra spinta.
E la prima cosa che fanno impiantandosi su uno scoglio, che non lasciano più, è digerire il proprio cervello e il proprio sistema nervoso per alimentarsi…
Link
Senza un cervello e un Sistema nervoso (mente) che cosa ti accade? Beh… che cosa ricorda Castaneda a proposito della strategia attuata dai Voladores? La loro mente o parte della loro mente, diventa la tua mente, nella convinzione che sia la tua mente.
Dunque, ciò che esiste (che è già stato detto/scritto) è ciò che pensi di sapere…
Al fine di addentrarsi in profondità in questa scomoda questione, SPS ha deciso di attuare una serie di filtri di semplificazione che, prossimamente, si ritradurranno ed attueranno nella loro esemplificazione massima, relativa a questo “Sistema 3d” ed alle tentacolarità da cui si dipana, cresce e si sviluppa (cosa che sfugge completamente all’interno della routine).
A proposito di “routine”; ricordi l’espressione “Donne! È arrivato l’arrotino?”. Ecco, forse è meglio inquadrarlo così:

Gente! È arrivato l’(ar)routine
Un motto relativo al passato, ossia, al già accaduto. Nel senso che… è già così da Tempo.

Di quale routine si parla? A cosa si allude?

A quello che sai, ad esempio!

A come sei abituato a pensare e a riferirti. A tutti i luoghi comuni che ti hanno, ad esempio.

A… “tutto”.

Nei frattali esiste la traccia relativa ad una simile presenza robotica e roboante a livello abitudinario. La decodifica del frattale è eseguita per opera tua, per cui… essendo “tu” un “non tu”, la relativa decodifica risulta come perlomeno “di parte”.
Nel loop, del loop.


"Truffa nei prezzi della benzina": Varese, class action del Codacons per 34 milioni di automobilisti.
 Il Codacons "lancia una class action" sui prezzi dei carburanti, cui possono aderire "oltre 34 milioni di automobilisti". Lo rende noto l'associazione dei consumatori dopo "la decisione del tribunale di Varese, che ha chiesto alle Procure della Repubblica competenti di indagare sull'andamento dei prezzi dei carburanti, ravvedendo gravi indizi di reato".
"Tutti quelli - afferma il Codacons - che negli ultimi 5 anni hanno fatto rifornimento di carburante nei distributori delle compagnie petrolifere citate dal Gip di Varese (Shell, Tamoil, Eni, Esso, TotalErg, Kuwait Petroleum, Api) possono costituirsi parte offesa nel procedimento e avviare l'iter per ottenere un risarcimento in quanto soggetti danneggiati da reato".

"Questo perché - sostiene l'associazione - una volta dimostrata l'alterazione anomala dei listini e l'esistenza di speculazioni atte a mantenere elevati i prezzi di benzina e gasolio, chiunque sia in grado di provare i rifornimenti potrà chiedere un risarcimento per il danno economico subito"…

Il gip Giuseppe Battarino ha confermato che "è possibile siano stati commessi dei reati" sulla formazione del prezzo della benzina in Italia, precisando però che il Tribunale di Varese non è competente sulla questione.

Il giudice ha sottolineato che "devono indagare le Procure di Roma e Milano" perché gli eventuali reati di truffa aggravata e aggiotaggio potrebbero essere stati commessi ''non alla pompa ma nelle sedi dei consigli di amministrazione delle società''

Il pm Massimo Politi, titolare dell'indagine avviata dopo un esposto del Codacons, ha quindi trasmesso gli atti alle Procure competenti.

"Ora le Procure di Roma e Milano - sostiene il presidente del Codacons, Carlo Rienzi - dovranno aprire analoghe inchieste, procedendo al sequestro dei documenti indicati dal tribunale di Varese. Per la prima volta in Italia, grazie ad una denuncia del Codacons, la magistratura potrà fare le pulci ai contratti delle compagnie petrolifere e scoprire le cause della doppia velocità dei listini dei carburanti, e verificare - conclude - dove si annidano quelle speculazioni che rendono i prezzi italiani di benzina e gasolio più elevati rispetto alla media europea".

Link

  • reati… commessi ''non alla pompa ma nelle sedi dei consigli di amministrazione delle società"…
  • la magistratura potrà fare le pulci ai contratti delle compagnie petrolifere e scoprire le cause della doppia velocità dei listini dei carburanti, e verificare - conclude - dove si annidano quelle speculazioni che rendono i prezzi italiani di benzina e gasolio più elevati rispetto alla media europea…

  • contratti
  • cause della doppia velocità
  • dove si annidano
  • speculazioni…
Il “reato” non è visibile direttamente alla luce del Sole (pompa) ma si annida sottilmente laddove esiste l’ombra…

È nell’ombra che si trama. La luce riflette ciò che l’ombra irradia indirettamente…

 
Hai presente dove si trova e cos’è la Repubblica Dominicana?
Beh… è un isola e su questo, credo, che non ci piova. Ok? Bene! Allora leggi la prossima notizia e rifletti di conseguenza sullo “stato in cui vivi”…
Repubblica Dominicana: spiaggia artificiale per i poveri.
Nel pieno di un'accesa polemica sul razionamento di acqua potabile, migliaia di abitanti dei quartieri poveri di Santo Domingo hanno colto la Pasqua appena passata come prima occasione per provare la nuova spiaggia artificiale installata temporaneamente sul lungomare della capitale dominicana, di fronte al mare, dove 12 piscine sostituiscono l'oceano. 
Per il terzo anno consecutivo, il comune ha deciso di installare la spiaggia artificiale, lunga 300 metri, per consentire anche a chi non può permettersi di raggiungere le località di mare più famose, come Punta Cana, Bávaro o Caberete, di sdraiarsi al sole o fare un bagno.

La capitale e il vicino comune Santo Domingo Este contano su ben 30 km di spiagge, ma l'unica naturale, Güibia, in questi giorni è rimasta chiusa poiché ritenuta pericolosa per i bagnanti: di fronte a Güibia sono stati poi sparsi 1200 metri cubi di sabbia, piscine circolari, palme e lettini prendisole, pronti ad accogliere migliaia di persone.

Link
  • la nuova spiaggia artificiale
  • di fronte al mare, dove 12 piscine sostituiscono l'oceano
  • per consentire anche a chi non può permettersi di raggiungere le località di mare più famose, come Punta Cana, Bávaro o Caberete, di sdraiarsi al sole o fare un bagno
  • la capitale e il vicino comune Santo Domingo Este contano su ben 30 km di spiagge, ma l'unica naturale, Güibia, in questi giorni è rimasta chiusa poiché ritenuta pericolosa per i bagnanti…
C’è sempre una ragione in ogni tipo di situazione/scelta e SPS non intende scendere sul piano del giudizio, scegliendo di auto stanziarsi a livello dell’osservazione multi prospettica, derivante dall’utilizzo dell’Analogia Frattale
Un isola con il problema delle spiagge naturali. Riconosci ancora una volta il simbolo imperante nelle attuali 3d, inerenti alla scarsità ed alla "artificialità"?
Infatti, c’è anche il problema dell’acqua potabile…
Tre quarti del Pianeta non bastano, evidentemente, così come le spiagge ricavate dalla presenza e dall'incontro tra oceano e terre emerse.
Ripeto: non è sul piano del giudizio che occorre “agire”, bensì, su quello dell’Analogia Frattale.
Una decodifica complessa, se… la complessità è parte caratteristica dello strumento umano attraverso il quale si (ri)assume la prospettiva dell’esistenza.


Il sistema di filtri attuato da SPS, dal prossimo articolo, sarà volto all’osservazione del Pianeta/Mondo e della sua “situazione”, mediante analisi multi prospettica e frattale di una “multinazionale”.
Una pazzia? Naa… e perché?
A livello frattale le informazioni non si perdono, ma cambiano solo di “stato”. È meglio esperimentare altri “stati”, allora. Non si sa mai che la situazione complessiva possa risultare più “chiara”.

Il Nucleo Primo che cosa diventerà, allora?
Lo vedremo. Lo vedrai…

Stanco dei soliti viaggi organizzati? Ne hai abbastanza anche del solito villaggio turistico che ti impedisce di conoscere realmente il mondo?...
La Repubblica Dominicana, immersa nel Mar dei Caraibi, è un’isola che offre mare cristallino, distese di sabbia bianca abbinate a una flora e una fauna uniche. Un’isola ricca di risorse, dove il turismo è un’industria in crescita legata anche alle più importanti produzioni locali…
Link

 
Sono guarito, perché “Tutto… Dipende da me". 

Davide Nebuloni 
SacroProfanoSacro 2014/Prospettivavita@gmail.com